Materie Prime

Investire in Materie Prime: Come fare? Guida completa 2022

Investire in Materie Prime può essere un modo ottimale per diversificare il portafoglio, sia a lungo termine sia come antidoto ai mercati azionari instabili o ribassisti.

Molti investitori sanno che le materie prime si muovono tradizionalmente diversa rispetto alle azioni e in molti casi seguendo una certa stagionalità. Questo diverso schema temporale permette quindi di applicare con buon profitto il principio della diversificazione del portafoglio.

Ecco perché noi di InvestireInBorsa abbiamo deciso di scrivere una guida dedicata proprio alle più famose “commodity”, tutte le informazioni più interessanti per investire senza errori. Ecco subito una tabella con le principali caratteristiche di questo mercato:

⭕ Settore Commodity
🔥 Commodity popolari Petrolio – Oro
💰 Investimento iniziale €100
📊 Leva finanziaria 1:10
Investire in materie prime

Un suggerimento iniziale? Le migliori Commodity possiamo negoziarle con i CFD, uno strumento finanziario molto popolare. Il Broker Capex offre CFD sulle materie prime con spread bassi e senza nessun costi fisso: bastano 100 euro per attivare un conto, oltre alla possibilità di fare pratica su conto demo.

Clicca qui per iniziare subito ad investire in materie prime con i CFD

Che cosa sono le Materie Prime?

Le Materie Prime sono tutti quei materiali e beni che vengono utilizzati per realizzare prodotti più complessi.

Definite anche Commodity, fanno parte del mercato finanziario in quanto hanno un valore e di conseguenza possono essere comprate e vendute come un normale Asset finanziario. Rivestono un’importanza fondamentale nel commercio e nell’industria globale.

Gli investitori suddividono le Materie Prime in due categorie:

  • Dure: richiedono estrazione o perforazione, sono compresi metalli come oro, rame e alluminio e prodotti energetici come petrolio greggio, gas naturale e benzina senza piombo.
  • Morbide: si riferiscono a cose che vengono coltivate o allevate, tra cui: mais, grano, soia e bestiame.

Le principali materie prime sono quotate nella Borsa di Chicago.

Come investire in Materie Prime?

Per investire direttamente con l’acquisto delle commodity occorre trovare un luogo dove conservarle. Non è facile custodire barili di petrolio nel proprio garage! Quando si desidera vendere il bene, è invece necessario trovare un acquirente e gestire la logistica della consegna. Si tratta di una modalità riservata solo agli addetti ai lavori e non certo ad investitori o speculatori finanziari.

Se vogliamo iniziare a negoziare in materie prime possiamo scegliere tra differenti soluzioni di investimento, ecco quali sono le più popolari:

  • Trading di CFD: in questo caso andremo a negoziare sulla variazione del prezzo delle Commodity selezionate, mediante contratti finanziari chiamati Contract For Difference (CFD). Non entreremo in possesso del bene, ma avremo modo di scambiarlo sul mercato finanziario proprio grazie al derivato che ne replica perfettamente l’andamento. Ad oggi è la modalità più diffusa per investire in materie prime e tra i principali vantaggi segnaliamo la possibilità di vendere allo scoperto (Short Selling) per ottenere un profitto dalla discesa del prezzo.
  • Azioni: ci sono tantissime aziende legate al mondo delle commodity, dalle azioni petrolifere a quelle legate al mondo delle rinnovabili. Pertanto gli investitori potranno comporre un portafoglio di investimento con le migliori azioni petrolifere ed altri titoli di interesse, per accedere a questo mercato.
  • ETF: Scegliere di investire in Exchange Trade Fund di materie prime è un ottimo modo per ottimizzare il portafoglio con una buona diversificazione. Broker professionali come eToro offrono un ampio portfolio con oltre 250 ETF tra cui scegliere, tra cui soluzioni per investire in acqua, una delle commodity in rapida ascesa. I fondi più diffusi restano gli ETF petroliferi o quelli legati alle energie rinnovabili.

Una soluzione intelligente? Affidarsi ad un Broker Multi Asset per avere accesso a tutte le modalità di investimento elencate. Ad esempio con eToro possiamo negoziare in CFD ed avere accesso ad oltre 2000 azioni e 240 ETF: una soluzione perfetta per iniziare a costruire un portafoglio di investimento basato sulle Commodity!

Clicca qui per negoziare le materie prime su eToro

Dove investire in Materie Prime?

Per valutare una buona piattaforma per investire in Borsa occorre prima di tutto verificare la presenza di eventuali licenze e regolamentazioni. Qui di seguito abbiamo selezionato le migliori piattaforme per il Trading sulle Commodity, analizzandone caratteristiche e punti di forza.

1. eToro

La piattaforma di investimento eToro è considerata tra le più sicure ed affidabili in Europa.

Per i traders che vogliono investire in materie prime, eToro è davvero una scelta perfetta. Offre una piattaforma di trading molto pratica da usare, dove tutti gli asset sono negoziabili con spread bassi e con commissioni competitive, incluse le commodity.

La funzionalità più rivoluzionaria e apprezzata di questo broker si chiama Copy Trading e permette di replicare tutte le operazioni fatte dai trader più esperti presenti nella piattaforma, i cosiddetti Popular Investor. Per un trader alle prime armi, questa funzione è davvero utile in quanto permette di replicare fedelmente quanto hanno fatto i migliori investitori su eToro.

Questo broker offre un vasto assortimento di azioni e di ETF legati alle materie prime, oltre ad un conto demo dove potersi esercitare con denaro virtuale, senza nessun rischio:

Clicca qui per iscriverti su eToro ed negoziare le materie prime

2. XTB

XTB è una piattaforma ideale per comprare Materie Prime e molti altri asset. Si tratta di un broker molto affidabile che offre a tutti i suoi iscritti l’assistenza gratuita di un vero esperto di investimenti.

Chi sta iniziando ad avventurarsi nel mondo del trading, può anche studiare un corso (xStation) che spiega in modo chiaro e pratico il mondo delle commodities. Sono presenti anche numerosi esempi pratici che ci aiuteranno a comprendere meglio le dinamiche che regolano gli investimenti in materie prime.

XTB offre una piattaforma proprietaria dove negoziare materie prime senza costi fissi e con spread tra i più bassi del mercato. Ecco il link per la registrazione gratuita:

Clicca qui per aprire un conto di investimento su XTB

Migliori Materie Prime su cui investire

Quali sono le migliori materie prime per investire? La scelta dipende sia dal budget che dagli obiettivi di investimento che ci siamo prefissati. Alcune commodity sono ottime per negoziare a breve termine, altre invece sono ottimali per un orizzonte temporale di lungo periodo.

Ecco di seguito un elenco completo con le materie prime più popolari al momento di investire in questo settore:

  • Oro: da sempre viene considerato un bene rifugio. Il suo valore tende ad aumentare in periodi di crisi e rimane stabile durante fasi di crescita o la stagnazione.  Molti trader considerano l’oro un asset ideale per bilanciare i propri investimenti, anche per via della sua correlazione inversa con diversi asset, come il Dollaro.
  • Petrolio: parliamo della materia prima più richiesta dagli investitori. Il volume di petrolio scambiato sul mercato mondiale è davvero impressionante, con la gran parte delle transazioni effettuate solamente da speculatori. Il Trading di petrolio con i CFD è molto popolare e permette di replicare l’andamento del prezzo del greggio.
  • Argento: si tratta di una delle commodity più sicure, è molto scambiata nella bosa di Chicago. Può essere considerato un bene rifugio per via della sua scarsità e per i costi di estrazione elevati.
  • Rame: questa materia prima è molto interessante ai fini speculativi, in quanto si tratta di un metallo molto utilizzato dall’industria pesante. Si tratta di un bene soggetto ad esaurimento, un aspetto che potrebbe far aumentare le sue quotazioni.
  • Platino: nella sottocategoria dei metalli preziosi, insieme all’oro e all’argento troviamo anche il Platino. Come per molte delle commodities metalliche, il suo valore è strettamente legato sia alle esplorazioni territoriali ed alla alla ricerca di giacimenti, ma soprattutto dall’ equilibrio tra domanda e offerta.
  • Gas naturale: combustibile fossile largamente utilizzato nell’industria energetica sia per l’uso domestico che industriale. Si tratta si materia vegetale morta intrappolata tra depositi di roccia situati in profondità, sotto la superficie terrestre.

Tutte queste materie prime possono essere negoziate su Capex, con una Metatrader 4 e la garanzia degli Spread più bassi del mercato. Con soli 100 euro possiamo attivare un conto di investimento ed iniziare a fare Trading di Commodity:

Clicca qui per negoziare le migliori materie prime su Capex

Materie Prime Stagionali

Le commodity che andremo ad elencare hanno volumi di negoziazione ancora bassi, tuttavia presentano ottime opportunità di investimento proprio grazie allo loro stagionalità. Ecco perché è fondamentale tenere sotto osservazione l’evoluzione di queste materie prime:

  • Zucchero: ingrediente ampiamente impiegato in ambito alimentare e viene inoltre usato nella produzione di carburante a base di etanolo. Le sue diverse applicazioni in vari ambiti merceologici lo rendono un prodotto rilevante sui mercati globali.
  • Soia: legume commestibile originario dell’Asia che viene impiegato come fonte di proteine in molte culture. La sua coltivazione è finalizzata alla commercializzazione diretta ma anche all’impiego per la produzione di olio di soia, farina di soia ed altri impieghi.
  • Mais: offre ottime opportunità di investimento, al pari del mercato delle energie. Si tratta infatti di una coltivazione che viene impiegata per il consumo alimentare, ma anche per la produzione di mangimi ed etanolo.
  • Caffè: il suo consumo si distribuisce in modo trasversale sia tra i paesi emergenti che in quelli sviluppati ed alimenta un mercato enorme da cui dipendono torrefattori, confezionatori, commercianti e produttori di attrezzature da caffè.
  • Grano: la domanda di grano deriva principalmente dall’ambito alimentare e per la produzione di mangimi, ma sono diverse le altre industrie che ne fanno uso. La coltivazione di grano si adatta a diverse tipologie di climi e questo, unito ai suoi molteplici utilizzi, garantisce che la sua produzione a livello globale rimarrà sempre piuttosto alta.
  • Cacao: alimento derivato dai semi secchi fermentati della pianta del cacao, cresce esclusivamente in climi tropicali. Il cacao è una delle poche materie prime che continuano ad essere scambiate in Sterline inglesi, questo significa che nel momento in cui la sterlina è debole i futures su questa soft commodities diventano più costosi.
  • Cotone: pianta che cresce in climi tropicali e subtropicali da cui si ricava una fibra naturale essenziale in ambito tessile. Si tratta di un mercato nato durante la rivoluzione industriale e che nel corso del tempo si è voluto fino alla produzione diffusa di capi in cotone, divenendo quindi un’industria globale multi-miliardaria.

Anche le materie prime stagionali si trovano all’interno della piattaforma di Capex, tra i migliori broker di materie prime al mondo:

Clicca qui per investire subito in materie prime stagionali

investire in commodity

Perché investire in Materie Prime?

Conviene ancora investire in materie prime? Ancora oggi sono tantissimi gli investitori che ogni giorno negoziano su questo mercato, un chiaro segnale che c’è ancora interesse e convenienza verso il mondo delle commodity. Ecco quali sono le principali motivazioni della sua popolarità:

  • Strumenti finanziari: il mercato delle commodity è uno dei più antichi al mondo e nel corso degli anni si è arricchito con nuovi strumenti di investimento quali futures, warrant e CFD.
  • Ruolo nell’economia globale: per chiarirsi le idee è sufficiente pensare al fatto che l’industria aerea e dei trasporti, dovendosi assicurare enormi quantità di petrolio a prezzi stabili, sono tra i maggiori operatori nell’ambito delle materie prime.
  • Volumi di negoziazione: con la diffusione degli investimenti online l’interesse verso il mondo delle commodity è aumentato. Spread bassi e condizioni competitive sono due grandi vantaggi per negoziare le materie prime comodamente da casa.
  • Diversificazione: all’interno dei migliori broker tutte le commodities sono disponibili in maniera simultanea con quotazioni in tempo reale. Questo agevola notevolmente l’attività di trading, permettendo di bilanciare al meglio il portafoglio di investimento.

Senza dubbio la capacità di diversificare gli investimenti è un punto di forza notevole agli occhi degli investitori. Anche i principali analisti suggeriscono di destinare un buon 20% del portafoglio complessivo alle commodity.

Qui puoi iniziare subito a costruire un portafoglio di investimento basato sulle materie prime

Quando investire in materie prime?

Per scoprire quando investire in materie prime bisogna conoscere il termine “stagionalità”. Soprattutto nel caso delle “soft commodities” i tempi di semina e raccolto sono dettati dalla natura, e si ripetono in maniera ciclica ed identica ogni anno.

Pertanto al momento di investire in queste materie prime sarà necessario considerare proprio la stagionalità. Questo fattore rende quindi più semplice individuare quando è il momento migliore per acquistare e per vendere.

Anche per chi non conosce quali sono i tempi della semina di ogni singola materia prima, può ricorrere ad un piccolo stratagemma: occorre visualizzare il grafico in tempo reale della commodities ed individuare i cicli che si ripetono annualmente.

Se ci si trova in prossimità di un minimo è il momento di acquistare, attivando un CFD Long. Al contrario, se il prezzo è vicino ad un massimo storico ecco che conviene vendere, attivando un CFD Short.

Un’alternativa valida per i principianti? Si può sempre far ricorso ai segnali di investimento forniti da Capex. Con questo servizio gli esperti della Trading Central inviano al cliente un “Alert” in tempo reale, con la notifica per entrare a mercato nel momento giusto:

Clicca qui per richiedere i segnali offerti dalla Trading Central

Conclusioni

In questa guida abbiamo illustrato gli strumenti finanziari necessari per investire in materie prime, oltre alle tecniche più utilizzate.

Nel corso della guida ci siamo soffermati su questi punti salienti:

  • Come negoziare al meglio le commodity
  • Dove farlo con le migliori condizioni di mercato 
  • Quali sono le migliori materie prime per investire

Come iniziare ad investire? Ebbene, per prendere dimestichezza con gli investimenti nelle commodities senza rischiare denaro reale basterà scaricare il conto demo, offerto dai migliori Broker sul mercato.

Ecco i Link per la registrazione gratuita:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma MT5
  • Zero commissioni
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    FAQ

    Come investire ad investire in materie prime?

    La migliore soluzione è rappresentata dai broker CFD che permettono di investire online e con condizioni competitive su un ampio ventaglio di materie prime.

    Investire in materie prime conviene?

    Certo, tuttavia occorre studiare la stagionalità del mercato ed affidarsi ad intermediari qualificati per investire.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world