Azioni

Le 10 migliori azioni Italiane da comprare nel 2023

Ecco una guida completa ed aggiornata con tutte le migliori azioni Italiane da valutare per costruire un buon portafoglio titoli.

Le azioni italiane, ovvero le partecipazioni in società con sede nel nostro Paese, si trovano alla Borsa Italiana di Milano. Investire in azioni italiane può essere un’opportunità interessante per gli investitori. L’economia italiana è una delle dieci più grandi a livello globale, con un mix eterogeneo di settori che vanno dalla moda alla produzione al turismo. Grazie al forte mercato delle esportazioni e alla crescita del PIL, nell’ultimo decennio il mercato azionario italiano ha sempre registrato buone performance.

Inoltre, investire in azioni italiane consente di accedere ad alcune opportunità uniche non disponibili altrove. L’Italia ospita numerosi marchi di lusso di fama mondiale e un’industria turistica in forte espansione. Questi fattori possono offrire agli investitori forti rendimenti e diversificazione del portafoglio.

Come e dove comprare le migliori azioni Italiane? Con migliaia di clienti attivi in Europa, Capex è senza dubbio uno dei migliori broker per azioni sul mercato. La sua piattaforma permette di negoziare le migliori aziende italiane, con professionalità e sicurezza. Bastano 100 euro per attivare il conto e sarà anche possibile richiedere una versione demo, dove fare pratica con denaro virtuale:

Clicca qui per comprare le migliori azioni italiane su Capex

Quali sono le migliori azioni italiane da comprare? Ecco la classifica con le migliori 10 aziende sulle quali investire:

🥇 AZIENDA 🎯 TICKER 🏆 RATING
Eni ENI 9.8
Leonardo LDO 9.5
Azimut AZM 9.3
Nexi NEXI 9.0
Enel ENEL 8.8
Stellantis NV 8.7
Ferrari RACE 8.4
Unicredit UCG 8.2
Diarosin DIA 7.9
Interpump IP 7.7
Migliori Azioni Italiane

Adesso possiamo analizzare le migliori azioni da comprare sul mercato Italiano, descrivendo le caratteristiche principali di ogni azienda menzionata.

Eni

Fondata nel 1953, Eni è una società italiana di petrolio e gas. È cresciuta fino a diventare uno dei principali attori dell’industria energetica, operando in 71 Paesi nel mondo.

In termini di performance borsistica, le azioni di Eni hanno costantemente registrato buoni risultati nell’ultimo decennio. Nel 2010 le sue azioni erano scambiate a circa 13 euro, mentre nel 2020 sono attualmente scambiate a circa 14,80 euro.

Per quanto riguarda i dati finanziari, Eni ha registrato un fatturato di 77 miliardi di euro e un utile netto di 3,4 miliardi di euro per il 2019. Le sue attività totali ammontano a 131 miliardi di euro e la capitalizzazione di mercato al 2020 è di 42 miliardi di euro.

Nel complesso, la solida storia di Eni e finanziaria ne fanno una solida opzione di investimento per gli investitori nel settore energetico.

Leonardo

Fondata nel 1948 come azienda di proprietà dello Stato, Leonardo è nata come azienda aerospaziale e di difesa. Da allora si è espansa fino a comprendere diversi settori, tra cui la sicurezza informatica, i trasporti, l’energia e le soluzioni di formazione.

Nel mercato azionario, le azioni Leonardo hanno registrato una crescita costante negli ultimi cinque anni. Nel 2019, la sua capitalizzazione di mercato è di circa 12 miliardi di euro (13,5 miliardi di dollari). In termini di dati finanziari, la società ha registrato un fatturato di 12,4 miliardi di euro per il 2018 con un utile netto di 389 milioni di euro. Inoltre, Leonardo mantiene una forte liquidità con un rapporto corrente di 1,33 e un rapporto debito/patrimonio netto di 0,62.

Nel complesso, Leonardo rimane un attore di successo nel Mercato italiano e internazionale.

Azimut

Fondata in Italia nel 1987, Azimut Holding S.p.A. è un leader globale nel settore dell’asset e wealth management. La società è presente in 20 Paesi e gestisce oltre 61 miliardi di euro di asset nel 2019.

Il titolo Azimut ha registrato una crescita costante sul mercato azionario italiano, passando da un prezzo di partenza di 0,39 euro nel 1999 a un valore attuale di circa 28,70 euro. In termini di dati finanziari, l’utile netto di Azimut ha registrato un aumento significativo da 41 milioni di euro nel 2015 a 125 milioni di euro nel 2018. Anche il patrimonio netto totale è aumentato da 432 milioni di euro a 554 milioni di euro nello stesso periodo.

Complessivamente, Azimut si è affermata come una società di una solida posizione finanziaria e una crescita costante nel settore della gestione patrimoniale. Gli investitori potrebbero voler tenere d’occhio le azioni di Azimut per individuare potenziali opportunità.

Nexi

Fondata nel 2005, Nexi S.p.A è diventata uno dei principali operatori del settore dei pagamenti in Italia grazie a una serie di fusioni e acquisizioni. Nel 2018 si è fusa con SIA per formare uno dei maggiori fornitori di servizi di pagamento in Europa.

Nel 2019 Nexi ha fatto il suo debutto alla Borsa di Milano con un’offerta pubblica iniziale di successo, raggiungendo una capitalizzazione di mercato di oltre 6 miliardi di euro. Da allora, le sue azioni hanno registrato una buona performance in borsa, con un aumento costante del prezzo delle azioni e solidi risultati finanziari.

A novembre 2020, Nexi ha registrato un fatturato di 1,9 miliardi di euro e un utile netto di 526 milioni di euro. La società vanta anche un impressionante dividend yield del 4,18%.

Gli investitori interessati ad acquistare azioni Nexi possono farlo attraverso diverse borse valori, tra cui la Borsa di Milano e la Borsa di Londra.

Enel

Fondata nel 1962, Enel è una multinazionale dell’energia elettrica con sede in Italia. È una delle maggiori società di servizi pubblici in Europa e opera anche in America Latina e in Russia. L’azienda è quotata alla Borsa di Milano e ha una capitalizzazione di mercato di oltre 60 miliardi di dollari nel 2019.

La performance azionaria di Enel è stata relativamente forte nell’ultimo decennio, con un aumento delle azioni di oltre il 300% dal 2009. Nel 2018, la società ha registrato un fatturato di 73 miliardi di euro e un utile netto di 3,6 miliardi di euro. Alla fine di quell’anno il suo patrimonio totale era valutato a 129 miliardi di euro.

Negli ultimi anni, Enel ha effettuato investimenti significativi in fonti di energia rinnovabili come l’energia eolica e solare. L’obiettivo è quello di avere almeno il 50% della sua capacità di generazione provenga da fonti rinnovabili entro il 2020.

L’attenzione di Enel alla sostenibilità e la sua solida performance finanziaria ne fanno un investimento solido per gli investitori che cercano una crescita a lungo termine nel settore energetico.

Stellantis

L’azienda, precedentemente nota come Fiat Chrysler Automobiles N.V., è nata nel 2014 dalla fusione della casa automobilistica italiana Fiat e della casa automobilistica americana Chrysler. Nel gennaio 2021 si è fusa con la casa automobilistica francese PSA per formare Stellantis N.V.

Dalla sua costituzione nel 2014, le azioni Stellantis hanno registrato una buona performance in borsa, con un picco di 19,13 dollari nel gennaio 2018 e un rendimento medio annuo del 14%. A marzo 2021, il prezzo attuale del titolo è di 16,98 dollari per azione.

In termini di dati finanziari, Stellantis ha dichiarato un fatturato netto di 128 miliardi di euro per il 2020 e un utile netto di 4 miliardi di euro. L’azienda ha anche un forte bilancio con un rapporto debito/patrimonio netto di 0,31.

Nel complesso, Stellantis ha mostrato una forte performance sul mercato azionario e solide finanze, che la rendono una valida opportunità di investimento per gli investitori.

Ferrari

Fondata nel 1929 da Enzo Ferrari, l’azienda italiana di auto sportive di lusso ha una storia storica nel settore automobilistico. L’azienda è stata quotata alla Borsa di New York nel 2015 e da allora ha registrato una crescita costante.

A ottobre 2020, la capitalizzazione di mercato della Ferrari è di oltre 40 miliardi di dollari, con un prezzo attuale delle azioni di circa 145 dollari per azione.

In termini di performance finanziaria, Ferrari ha registrato ricavi e utili netti record nel 2019, con un margine di profitto netto del 22%. L’azienda vanta anche forti livelli di cash flow e bassi livelli di indebitamento.

Nel complesso, Ferrari rimane un attore forte nel mercato delle auto di lusso e continua a riscuotere successo in borsa.

Unicredit

Fondata nel 1998, Unicredit è una delle maggiori banche europee, presente in 22 Paesi. È fortemente concentrata sull’attività bancaria al dettaglio e commerciale nel suo paese d’origine, l’Italia, e nell’Europa centrale e orientale.

Nel corso della sua storia, la società ha effettuato diverse importanti acquisizioni, tra cui la banca tedesca HVB Group nel 2005 e Capitalia nel 2007. Nel 2016 si è fusa con la banca italiana Gruppo Banco Popolare, diventando la più grande banca italiana per patrimonio.

Le azioni Unicredit hanno avuto un andamento contrastante in borsa nel corso degli anni, ma dal 2016 hanno registrato una crescita. A ottobre 2020, sono scambiate a 8,77 euro per azione, con una capitalizzazione di mercato di 8 euro. Guardando ai dati finanziari, Unicredit ha registrato un utile netto di 2,6 miliardi di euro nel 2019 e un patrimonio totale di 1.100 miliardi di euro. Il rendimento del capitale proprio è stato del 6,5% e il rapporto di distribuzione dei dividendi del 27%.

Nel complesso, la società ha una forte posizione finanziaria e gli analisti confidano in buone performance future.

Diasorin

Fondata nel 1975, Diasorin è un’azienda leader a livello mondiale nella produzione di test diagnostici per diversi settori medici, come l’endocrinologia, le malattie infettive e l’ematologia. Con sede in Italia, l’azienda ha esteso la sua presenza in oltre 100 Paesi in tutto il mondo con i suoi prodotti e servizi innovativi.

In termini di performance borsistica, le azioni Diasorin hanno registrato una crescita costante negli ultimi cinque anni. Nel 2015, il titolo dell’azienda era scambiato a circa 29 euro per azione. A ottobre 2020, è salito a 90 euro per azione.

In termini di dati finanziari, Diasorin ha registrato un fatturato di circa 1,43 miliardi di euro nel 2019 con un utile netto di 176 milioni di euro. L’azienda ha anche una solida posizione finanziaria, con un rapporto tra debito netto ed EBITDA pari a 0,27 nel 2019.

Nel complesso, la solida storia e la performance finanziaria di Diasorin ne fanno una possibile opportunità di investimento per gli investitori nel settore della diagnostica.

Interpump

Fondata in Italia nel 1972, Interpump Group S.p.A. è leader mondiale nella produzione di pompe ad alta pressione e componenti per sistemi di movimentazione dei fluidi. L’azienda ha ampliato le proprie attività con sedi in Germania, Cina e Stati Uniti, servendo mercati nazionali e internazionali in diversi settori, tra cui agricoltura, edilizia, automotive ed elettrodomestici.

Le azioni di Interpump Group sono state quotate per la prima volta alla Borsa di Milano nel 2001 e da allora hanno registrato una crescita costante. Nel 2019, l’azienda ha registrato un fatturato di oltre 870 milioni di euro e un utile netto di oltre 71 milioni di euro. A maggio 2020, il titolo di Interpump viene scambiato a circa 19 euro per azione con una capitalizzazione di mercato circa 1,4 miliardi di euro.

Oltre al successo finanziario, Interpump è stata anche riconosciuta per il suo impegno nella sostenibilità e nella tutela dell’ambiente, ricevendo il prestigioso premio del Dow Jones Sustainability Index nel 2019. Con una forte storia di crescita e un’enfasi sulle pratiche sostenibili, le azioni di Interpump Group rappresentano una interessante opportunità di investimento per gli investitori.

migliori azioni italiane

Conclusioni

In questa recensione aggiornata abbiamo identificato le migliori azioni italiane da comprare e tenere nel portafoglio di investimento.

Quando si valuta di investire in azioni, la scelta del broker è fondamentale. Occorre scegliere solo i migliori, regolamentati e sicuri, per un investimento adeguato. Il più utilizzato in assoluto è senza dubbio Capex, perfetto per negoziare online le aziende nostrane con condizioni davvero competitive. Suggeriamo di aprire un conto demo per testare tutte le sue funzionalità, utilizzando denaro virtuale:

Piattaforma: capex
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Formazione gratuita
  • Consulente personale
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Leggi anche:

    FAQ

    Quali sono le azioni Italiane più promettenti?

    Ad oggi i titoli legati al settore energetico sono sugli scudi, su tutti Eni ed Enel. Anche le aziende del settore difesa, come Leonardo, mostrano interessanti segni di crescita.

    Dove comprare le azioni Italiane senza commissioni?

    Occorre scegliere broker specializzati in azioni, come Capex, perfetti per investire in borsa senza costi fissi sull’eseguito e con condizioni competitive.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    2 Commenti

    Lascia un Commento

    hello world