Criptovalute

Come Investire in Criptovalute? Guida per Principianti 2024

come investire in criptovalute
Scritto da Claudio Tuteri

Curioso di scoprire come iniziare ad investire in criptovalute? Le valute digitali hanno avuto un enorme Boom negli ultimi anni e l’interesse verso questo mondo è aumentato in modo esponenziale. Tuttavia, non sempre è chiaro cosa occorre fare oppure a chi bisogna rivolgersi per muovere i primi passi nel cryptomondo. Ecco perché la redazione di InvestireInBorsa, composta da veri esperti di criptovalute, ha elaborato questa guida basica con tutte le principali informazioni per avere successo in questo mondo! Non resta che iniziare la lettura e seguire passo dopo passo le nostre indicazioni.

CONCETTI CHIAVE

  • Puoi acquistare criptovalute utilizzando un exchange o tramite alcuni broker specializzati. Una volta in possesso del token, è possibile conservarlo o realizzare operazioni di compravendita su un wallet.
  • Occorre prestare attenzione alle commissioni di transazione al momento di comprare criptovalute, perché possono variare notevolmente da una piattaforma all’altra.
  • La criptovaluta è una moneta virtuale protetta dalla tecnologia blockchain, utilizzata per acquisti online o per fini speculativi.

Cosa Sono le Criptovalute?

Le criptovalute sono valute digitali che utilizzano la crittografia per garantire transazioni e controllare la creazione di nuove unità. Operano su una tecnologia chiamata blockchain, un registro distribuito e decentralizzato che registra tutte le transazioni in modo sicuro e trasparente. A differenza delle valute tradizionali, le crypto non sono regolate da alcuna autorità centrale, come una banca centrale o un governo, il che le rende resistenti alla censura e all’interferenza. Sono utilizzate per una varietà di scopi, inclusi investimenti, trasferimenti di fondi, e come metodo di pagamento, offrendo spesso costi di transazione più bassi rispetto ai sistemi finanziari tradizionali. La loro natura decentralizzata e globale permette agli utenti di effettuare transazioni direttamente tra loro, senza intermediari.

Tipologie di Criptovalute

Nel mondo sempre in evoluzione delle criptovalute, esistono diverse tipologie che si adattano a vari scopi e necessità degli utenti. Queste monete digitali si distinguono non solo per le loro caratteristiche tecniche ma anche per il modo in cui influenzano l’economia digitale globale. Da Bitcoin, il precursore, alle innovative DeFi e gli esclusivi NFT, ogni tipo di criptovaluta ha un ruolo unico da svolgere. In questa sezione esploriamo le principali categorie di criptovalute, fornendo una panoramica delle loro funzioni:

  • Bitcoin: Bitcoin è la prima criptovaluta introdotta e rimane la più conosciuta e preziosa. Creata nel 2009 da una persona o gruppo sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, Bitcoin si basa su un protocollo peer-to-peer con una supply limitata a 21 milioni di unità. La sua popolarità deriva dal suo ruolo di pioniere nel campo delle criptovalute e dalla sua adozione come riserva di valore, spesso chiamata “oro digitale”.
  • Altcoin: Chiamate anche “alternative coins“, sono criptovalute che sono state create dopo il Bitcoin e spesso presentano variazioni nei loro algoritmi o nelle loro funzionalità. Alcuni esempi famosi includono Ethereum, Ripple (XRP) e Litecoin. Queste monete spesso tentano di migliorare o diversificare le funzioni del Bitcoin, offrendo ad esempio maggiore scalabilità o privacy.
  • Stablecoin: Sono criptovalute progettate per avere un prezzo stabile legandole a un asset stabile come il dollaro americano, l’oro, o un’altra valuta fiat. Questo legame riduce la volatilità, rendendole ideali per transazioni quotidiane e come riserva di valore. Esempi notevoli includono Tether (USDT) e USD Coin (USDC).
  • DeFi: Applicazioni di finanze decentralizzata costruite su blockchain che operano senza intermediari come banche o broker. Utilizzando smart contract, principalmente sulla blockchain di Ethereum, le DeFi permettono agli utenti di prestare, prendere in prestito, scambiare e assicurare asset in modo trasparente e automatizzato.
  • Token non fungibili (NFT): Token unici che rappresentano la proprietà di beni specifici, solitamente digitali, come arte digitale, video o musica. A differenza delle altre criptovalute, ogni NFT ha un valore unico e non può essere scambiato alla pari con altri token. Questo ha aperto nuove possibilità per artisti e creatori di monetizzare le loro opere in modi precedentemente non possibili.

Come Investire in Criptovalute?

Investire in criptovalute richiede una comprensione chiara dei passaggi fondamentali per iniziare. Questo processo va dalla scelta della criptovaluta giusta, alla selezione di una piattaforma di exchange affidabile, fino alle modalità di deposito e alla decisione su quanto investire. Inoltre, è essenziale adottare le misure adeguate per la sicurezza dei propri investimenti, come la scelta del tipo di wallet più adatto per custodire i Token. Questa guida è progettata per offrire una panoramica dettagliata di questi passaggi cruciali, aiutando sia i neofiti che gli investitori più esperti a navigare con sicurezza nel mondo delle valute digitali.

1. Scegliere le Criptovalute per Investire

Prima di investire in criptovalute, è fondamentale scegliere quale moneta digitale si adatta meglio alle proprie aspettative e al proprio profilo di rischio. Bitcoin, essendo la prima criptovaluta, è spesso considerata una scelta solida per i nuovi investitori a causa della sua maggiore stabilità e riconoscimento nel mercato. Tuttavia, altcoin come Ethereum, Binance Coin, o Solana possono offrire maggiori possibilità di crescita, benché con un rischio più elevato.

In quale criptovaluta investire? Come prima cosa devi scegliere Token con una buona capitalizzazione, condizione importante per un investimento solido e professionale. È essenziale condurre ricerche approfondite, comprendendo la tecnologia sottostante, il team di sviluppo, la base di utenti, e le prospettive di mercato prima di scegliere le migliori crypto per investire. Ecco alcuni utili suggerimenti:

  1. Bitcoin (BTC)
  2. Ethereum (ETH)
  3. Cardano (ADA)
  4. Polkadot (DOT)
  5. Decentraland (MANA)
  6. Ripple (XRP)
  7. Dogecoin (DOGE)
  8. Avalanche (AVAZ)
  9. Solana (SOL)
  10. Litecoin (LTC)

2. Selezionare un Exchange di Criptovalute

Un exchange di criptovalute è una piattaforma online dove gli utenti possono comprare, vendere o scambiare criptovalute. La scelta di un exchange affidabile e sicuro è cruciale. È importante considerare fattori come la reputazione dell’exchange, la sicurezza offerta, le commissioni di transazione, le opzioni di valuta disponibili, e la facilità d’uso. Prima di registrarsi, verifica che l’exchange sia regolamentato e offra adeguati strumenti di sicurezza. Inoltre, è importante considerare le spese e le commissioni applicate, oltre ad assicurarsi che abbia un buon servizio clienti.

Dove investire in criptovalute? Ad oggi, le migliori soluzione sono Capex, eToro, Binance, Coinbase e LocalBitcoins. Scopriamole meglio:

  • Capex: Una piattaforma di trading innovativa che offre un’ampia gamma di strumenti finanziari, inclusi CFD su criptovalute. Noto per la sua interfaccia user-friendly, l’ampia gamma di risorse didattiche disponibili per i trader e le sue rigorose misure di sicurezza. Gli utenti possono beneficiare di strumenti di trading avanzati che facilitano l’analisi e la gestione delle loro posizioni di trading.
  • eToro: Popolare piattaforma di crypto-trading che offre agli utenti l’accesso a una serie di criptovalute e ad altri mercati finanziari. Offre caratteristiche quali commissioni ridotte, strumenti grafici avanzati e la possibilità di copiare altri trader. Inoltre, permette di imparare ad investire grazie ad un vero e proprio corso di criptovalute, ricco di materiale didattico.
  • Binance: Tra gli exchange più popolari e offre una serie di opzioni di trading per gli investitori. Offre sia trading a pronti che a margine, il che dà ai trader la possibilità di sfruttare le loro posizioni e potenzialmente massimizzare i profitti. Oltre al trading a pronti e a margine, Binance offre anche altre funzionalità come una piattaforma di prestito di criptovalute, un portale educativo e un sistema di referral.
  • Coinbase: Noto servizio di intercambio che offre agli utenti l’accesso alle principali criptovalute. Coinbase offre diverse caratteristiche agli investitori, come un’interfaccia facile da usare, commissioni basse e solide misure di sicurezza. Offre anche un’applicazione mobile per gli utenti che desiderano fare trading in movimento.
  • LocalBitcoins: Importante piattaforma di criptovalute peer-to-peer che consente agli utenti di acquistare e vendere criptovalute attraverso il suo mercato online. Offre agli utenti una serie di funzionalità, tra cui un sistema di deposito sicuro, commissioni ridotte e una funzione di chat avanzata.

3. Scegliere tra le Opzioni di Deposito

Per iniziare a investire, dovrai depositare fondi sul tuo account. La maggior parte degli exchange accetta diversi metodi di deposito, inclusi bonifico bancario, carte di credito, e sistemi di pagamento come PayPal. Ogni metodo ha i suoi vantaggi e svantaggi; ad esempio, i bonifici bancari possono avere commissioni più basse ma tempi di elaborazione più lunghi, mentre le carte di credito offrono immediatezza ma possono comportare costi aggiuntivi. Scegli il metodo di deposito che meglio si adatta alle tue esigenze in termini di costi, velocità e comodità.

La soluzione migliore? Probabilmente utilizzare la carta di credito poichè universalmente accettata dalla grande maggioranza degli exchanghe. Ecco una rapida guida su come avviare il processo:

  1. Creare e verificare un account: Registrati creando un account sull’exchange scelto. Il processo di registrazione richiederà la verifica della tua identità, un passaggio noto come KYC (Know Your Customer). Questo potrebbe richiedere di caricare documenti identificativi come la patente di guida o il passaporto.
  2. Collegare la carta di credito: Una volta che il tuo account è stato verificato, dovrai collegare la tua carta di credito all’account dell’exchange. Questo di solito implica l’inserimento dei dettagli della carta e l’autorizzazione della stessa per future transazioni.
  3. Acquistare criptovalute: Con la carta collegata, puoi ora procedere all’acquisto di criptovalute. Nella piattaforma dell’exchange, seleziona la criptovaluta che desideri acquistare, inserisci l’importo desiderato in criptovaluta o la somma in denaro che vuoi spendere, e conferma l’acquisto.

4. Decidere Quanto Denaro Investire

Determinare quanto investire in criptovalute è un passaggio critico che dovrebbe essere influenzato dalla tua tolleranza al rischio e dalla diversificazione del tuo portafoglio di investimenti. È saggio non investire denaro che non puoi permetterti di perdere, data la volatilità delle criptovalute. Molti consigliano di iniziare con piccoli investimenti e di aumentare l’investimento gradualmente, soprattutto per i principianti. Considera anche di impostare limiti di perdita e di prendere profitto per automatizzare parte delle decisioni di trading.

SUGGERIMENTOCapex permette di negoziare crypto con un deposito iniziale di soli 100 euro. La spesa per l’acquisto singolo del Token è di 10 euro; questo vuol dire che con un investimento iniziale ridotto potrai già costruire un portafoglio ben diversificato. Inoltre, offre anche un conto demo per fare pratica con denaro virtuale e la possibilità di negoziare in CFD, utilissimi per approfittare del crollo delle crypto mediante la vendita allo scoperto!

Clicca qui per aprire un conto su Capex

5. Custodire i Token in un Wallet

Dopo aver acquistato criptovalute, è vitale custodirle in modo sicuro. I wallet di criptovalute sono strumenti digitali che permettono di conservare e gestire i token. Per una sicurezza ottimale, molti investitori scelgono di trasferire i loro token su un cold wallet, come un hardware wallet, specialmente per grandi quantità o investimenti a lungo termine. Analizziamo meglio le caratteristiche di entrambi:

  • Hot Wallet: Portafogli digitali che restano costantemente connessi a Internet. Questa connessione continua li rende particolarmente comodi per le transazioni frequenti e rapide, ideali per chi commercia attivamente criptovalute o li utilizza per pagamenti quotidiani. Sono generalmente più facili da configurare e da usare rispetto ai cold wallet, e molte piattaforme di scambio offrono hot wallet integrati ai loro utenti. Tuttavia, la loro connessione a Internet li espone a rischi più elevati di attacchi informatici, furti di dati e malware.
  • Cold Wallet: Sono dispositivi di archiviazione offline che conservano le criptovalute lontano da qualsiasi accesso a Internet. Questo li rende estremamente sicuri e resistenti a attacchi informatici, virus e malware. I cold wallet sono spesso realizzati sotto forma di hardware wallet, dispositivi fisici che possono essere collegati a un computer solo quando necessario per effettuare transazioni. Anche se meno comodi dei hot wallet per il trading giornaliero, sono considerati la soluzione migliore per la custodia a lungo termine di grandi quantità di criptovalute. 

Altre Soluzioni per Investire in Criptovalute

Oltre all’acquisto diretto del Token esistono diverse soluzione per investire in criptovalute con modalità alternative o indirette. Suggeriamo di analizzare con attenzione ogni opzione proposta poiché offrono opportunità interessanti di crescita nel medio e lungo periodo; se invece cerchi una soluzione più dinamica, ecco che i CFD fanno al caso tuo.

  • ETF sul Bitcoin: Offrono agli investitori un modo per partecipare al mercato delle criptovalute senza possedere direttamente i Bitcoin. Questi fondi sono negoziati in borsa come le azioni tradizionali, il che li rende accessibili e convenienti per gli investitori istituzionali e individuali. Hanno la finalità di replicare il prezzo del Bitcoin, permettendo un’esposizione indiretta e regolamentata alla criptovaluta.
  • Azioni di aziende settore crypto: Investire in azioni di aziende che operano nel settore delle criptovalute, come Coinbase o PayPal, è un altro modo per esporre il proprio portafoglio al mercato delle criptovalute senza possedere direttamente i token. Coinbase, una delle principali piattaforme di scambio di criptovalute, offre un’esposizione diretta al mercato, mentre PayPal, che permette agli utenti di comprare e vendere criptovalute, beneficia indirettamente dell’aumento dell’adozione delle cripto.
  • Fare Mining: Trattasi del processo di utilizzo di potenza computazionale per elaborare transazioni e sicurizzare la rete, guadagnando in cambio nuove unità della criptovaluta. Tuttavia, richiede una comprensione tecnica significativa e un investimento iniziale notevole, con la redditività che può variare ampiamente a seconda del costo dell’elettricità e delle dinamiche del mercato.
  • Trading di CFD: Questa soluzione permette agli investitori di speculare sulle fluttuazioni dei prezzi delle cripto senza possedere l’asset sottostante. I CFD sono strumenti finanziari che riflettono il prezzo delle criptovalute e permettono di operare sia in posizioni lunghe (compra) che corte (vendi), offrendo opportunità di profitto indipendentemente dalla direzione del mercato.

Cosa Devo Sapere Prima di Investire in Criptovalute?

Noi di InvestireInBorsa lo diciamo chiaramente: investire in criptovalute comporta un rischio notevole dovuto alla loro volatilità estrema, con significativi cambiamenti di valore in brevi periodi. Pertanto, è essenziale adottare una prospettiva a lungo termine e prepararsi a sopportare grandi oscillazioni di prezzo. Inoltre, è cruciale esaminare attentamente ogni criptovaluta, dato che il mercato è poco regolamentato e soggetto a possibili truffe, con nuove monete che vengono lanciate frequentemente da chiunque.

Ricorda che non esistono guadagni facili senza rischi, e non dovresti mai investire credendo di non poter perdere. È importante anche tenere conto delle implicazioni fiscali dell’uso e della vendita di criptovalute. Infine, rimani sempre aggiornato sui nuovi sviluppi che potrebbero influenzare i tuoi investimenti nel settore delle criptovalute.

Investire in Criptovalute: Pro e Contro

👍 PRO 👎 CONTRO
ROI Elevato Alta volatilità
Costi di accesso Broker inaffidabili
Regolamentazione Progetti Scam
Progetti digitali variegati
Investire in criptovalute: Pro e contro

PRO 👍

  • ROI elevato: Negli ultimi anni le criptovalute emergenti hanno avuto il rendimento più alto di sempre in termini percentuali. Un chiaro segnale delle potenzialità di questo asset.
  • Costi di accesso: Bastano poche decine di euro per iniziare ad investire in questo mondo, con possibilità di ottenere rendimenti superiori la media.
  • Sicurezza: I passi in avanti dal punto di vista della regolamentazione del settore sono evidenti, grazie anche ad un numero sempre maggiore di investitori istituzionali e piattaforme certificate che garantiscono alti standard di sicurezza ai loro clienti.
  • Progetti variegati: Le crypto non sono più solo un mezzo di pagamento, ad oggi sono impegnate in progetti che vanno dalla finanza decentralizzata al metaverso. Tutto questo permette di diversificare in modo eccellente il nostro portafoglio di investimento, puntando su Token di qualità.

CONTRO 👎

  • Volatilità: Senza dubbio l’aspetto più importante da considerare prima di aprire un’operazione di trading. Le crypto sono molto volatili e questo significa che le movimentazioni di prezzo possono oscillare anche oltre i 50 pips, pertanto sarà importante posizionare gli Stop Loss nel modo corretto.
  • Broker inaffidabili: Ci sono ancora numerosi intermediari (o addirittura Robot di criptovalute) che non offrono le giuste garanzie ai loro clienti. Sono soggetti ad attacchi hacker o furti di denaro, con grande disappunto dei loro investitori che si vedono derubati da un giorno all’altro.
  • Progetti Scam: Con questo termine facciamo riferimento a progetti digitali che hanno il solo obiettivo di raccogliere denaro per poi sparire. Per risolvere questo potenziale rischio basterà negoziare solo le crypto presenti nel broker regolamentati, per avere la certezza di negoziare Token di sicuro interesse.
investire in criptovalute

Investire in Criptovalute FAQ

Conviene Investire in Criptovalute?

Le criptovalute possono essere un buon investimento, ma presentano rischi elevati a causa della loro volatilità e del panorama regolatorio incerto. Il loro valore può variare significativamente in breve tempo, rendendole adatte agli investitori che possono tollerare alte fluttuazioni e potenziali perdite. Inoltre, mentre alcune persone hanno ottenuto rendimenti significativi, altre hanno subito perdite importanti, rendendo le criptovalute un’opzione di investimento che richiede cautela e una strategia ben ponderata.

Quanto Denaro Occorre per Comprare Criptovalute?

L’importo necessario per iniziare ad acquistare criptovalute può essere piuttosto accessibile. Su crypto-app come Capex ed eToro, è possibile iniziare con un deposito iniziale di soli 100 euro. Questo rende le criptovalute accessibili a un ampio pubblico, permettendo anche agli investitori con budget limitato di esplorare il mercato delle valute digitali.

Come Dovrebbe Investire un Principiante in Criptovalute?

La maggior parte degli esperti finanziari consiglia di limitare l’esposizione alle criptovalute a meno del 5% del proprio portafoglio totale, considerando che rappresentano un asset ad alto rischio. I principianti potrebbero iniziare con una percentuale dal 1% al 2%. Questo approccio graduale permette di familiarizzare con le dinamiche del mercato delle criptovalute riducendo al contempo l’esposizione al rischio.

Conclusioni

Investire in criptovalute può essere un ottimo modo per diversificare il proprio portafoglio, ma è importante comprendere i rischi e fare una ricerca approfondita in anticipo. Esistono diverse piattaforme per l’acquisto e il trading di criptovalute e le migliori dipendono dalle esigenze di ciascuno. È inoltre consigliabile investire in criptovalute solo una piccola parte del proprio portafoglio totale a causa della loro elevata volatilità.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

Sull'autore

Claudio Tuteri

Claudio Tuteri, laureato in economia nel 2012, coltiva la sua passione per il trading fin da giovane. Attratto dalle dinamiche dei mercati finanziari, ha dedicato gli ultimi dieci anni a investire principalmente nell'azionario, affinando le sue competenze e ottenendo risultati apprezzabili. Avido lettore di riviste economiche, ha integrato la sua esperienza pratica con una solida conoscenza teorica. La sua inclinazione per la scrittura lo ha portato a coniugare le sue competenze finanziarie con la produzione di guide professionali destinate agli investitori di tutti i livelli. Grazie a questa combinazione unica di conoscenze e talenti, Claudio si è guadagnato una reputazione come esperto autorevole nel campo degli investimenti finanziari.

4 Commenti

  • Articolo molto chiaro, ma mi chiedo se il consiglio di iniziare con il 1-2% del portafoglio sia sufficiente per vedere un reale ritorno sull’investimento. Qualche esperienza personale?

  • Interessante l’approccio graduale, soprattutto per chi come me è alle prime armi con le criptovalute. Grazie per i consigli pratici!

  • Buon articolo, ma avrei apprezzato più dettagli su come scegliere le piattaforme di scambio più sicure. La sicurezza è la mia principale preoccupazione.

Lascia un Commento