Materie Prime

Come investire in Idrogeno: Azioni, ETF e fondi

In questa guida scopriremo come investire nell’idrogeno utilizzando le migliori soluzioni finanziarie.

Questa energia rinnovabile è da tempo al centro dell’interesse degli analisti di borsa, soprattutto per il potenziale che l’idrogeno verde potrebbe avere per l’economia globale. Ecco perché noi di Investireinborsa.me abbiamo compilato questa guida con tutte le informazioni più recenti su come e dove investire nell’idrogeno senza commettere errori.

🚀 Asset Idrogeno
🎯 Tipologia Materie prime
📈 Cosa influenza il prezzo? Inflazione e domanda
📌 Tipi di investimento:  Azioni, ETF, Fondi

CONSIGLIO: Come vedremo, le azioni e gli ETF settoriali sono due modi eccellenti per scommettere sull’idrogeno. La piattaforma Capex è perfetta per queste esigenze, in quanto offre un gran numero di attività negoziabili senza costi fissi e con un investimento iniziale di soli 100 euro.

Clicca qui per investire nell'idrogeno con la piattaforma Capex

Che cos’è l’idrogeno?

L’idrogeno è un elemento chimico con numero atomico 1 e simbolo H. È l’elemento più leggero conosciuto sulla Terra, nonché il più semplice e abbondante nell’universo, di cui costituisce il 75% della composizione. L’idrogeno è stato utilizzato per secoli, soprattutto come fonte di carburante, per alimentare qualsiasi cosa, dalle automobili agli aerei, fino ai razzi che ci hanno portato nello spazio.

A differenza di altri combustibili, l’idrogeno non produce anidride carbonica quando viene bruciato, ma solo vapore acqueo. Ciò la rende una risorsa altamente desiderabile per molti settori, come i trasporti e la produzione di energia.

Quali tipi di idrogeno esistono?

Esistono due tipi principali di idrogeno. Il primo è l’idrogeno liquefatto, che viene compresso in un liquido per facilitarne il trasporto e lo stoccaggio. Questo tipo di idrogeno è spesso utilizzato in settori che richiedono il trasporto, come quello automobilistico o aeronautico.

L’altro tipo di idrogeno è l’idrogeno gassoso, spesso chiamato semplicemente “idrogeno gassoso“. Si crea quando le molecole d’acqua vengono scomposte per elettrolisi e poi ricombinate con l’ossigeno per creare un combustibile ad alta densità energetica. L’idrogeno può essere prodotto tramite il reforming del gas naturale o con metodi sostenibili come l’energia solare e l’idrolisi.

L’idrogeno verde è semplicemente un altro nome per l’idrogeno prodotto con metodi sostenibili al posto dei combustibili fossili.

Come investire in idrogeno?

Ci sono molti titoli ed ETF sull’idrogeno in cui investire, dal settore del petrolio e del gas alle energie rinnovabili. Chiariamo subito che possiamo negoziare questi asset direttamente sulla piattaforma Capex, un broker regolamentato e ricco di azioni e altri strumenti finanziari perfetti per il trading. Alcuni dei beni che potreste voler prendere in considerazione sono i seguenti.

Azioni

Esistono diverse opzioni per investire nell’idrogeno verde. Alcuni dei titoli più popolari sono Praxair (PX), Air Liquide (AIQUY) e Air Products&Chemicals (APD). Tutti e tre offrono una varietà di modi per investire, ad esempio attraverso fondi comuni di investimento o fondi negoziati in borsa che seguono i prezzi delle loro azioni. Un altro modo per investire è quello di acquistare le azioni direttamente dalla società, che può essere fatto online attraverso il sito web di ogni società o attraverso un conto di intermediazione online.

Clicca qui per investire in azioni dell'idrogeno

ETF

Esiste un numero crescente di ETF incentrati sui titoli dell’idrogeno verde. Tra i più popolari vi sono il NASDAQ Global Green Bond Fund (GNAT) e l’Invesco Global Clean Energy ETF (PBD). Entrambi offrono un’ampia esposizione al settore, con partecipazioni di rilievo in società come Praxair, Air Liquide e Broadcom Corp.

Clicca qui per investire negli ETF sull'idrogeno

Fondi di investimento

Esistono anche diversi fondi d’investimento focalizzati sui titoli dell’idrogeno verde. Tra i più popolari ci sono il Voya Global Clean Energy Fund (VGCEX), l’Eaton Vance New Opportunities Fund (EVOBX) e il BlackRock World Energy Fund (BGRWX). Ciascuna offre un diverso mix di investimenti in questo settore, con una o più posizioni in società come Praxair e Green Plains Inc.

Clicca qui per investire nei fondi Hydrogen

Perché investire in idrogeno verde?

Ci sono diversi motivi per cui investire in idrogeno verde può essere sensato. In primo luogo, molti esperti ritengono che la domanda di veicoli elettrici aumenterà nei prossimi decenni, poiché i cambiamenti climatici causano ulteriori problemi come l’inquinamento atmosferico e la maggiore dipendenza dalle importazioni di petrolio dall’estero.

Inoltre, i Paesi di tutto il mondo si sono impegnati a ridurre le emissioni di anidride carbonica entro il 2030 nell’ambito dell’Accordo sul clima di Parigi, il che potrebbe aumentare ulteriormente la domanda di fonti energetiche alternative come l’idrogeno. Infine, alcuni analisti prevedono che la minore dipendenza dai combustibili fossili si tradurrà in maggiori profitti per le aziende del settore.

Investire in idrogeno: pro e contro

L’idrogeno è un combustibile versatile che offre molti vantaggi e svantaggi. Uno dei maggiori vantaggi dell’idrogeno è la sua capacità di essere utilizzato come fonte di energia in diversi modi, sia per alimentare le automobili che per generare elettricità. Inoltre, l’idrogeno può essere convertito in liquido per facilitarne il trasporto o immagazzinato in forma gassosa, il che significa che è più facile da trasportare e utilizzare rispetto ad altri tipi di combustibili come il gas naturale.

Tuttavia, l’investimento in questa materie prima presenta anche alcuni svantaggi. Ad esempio, l’idrogeno viene spesso prodotto utilizzando combustibili fossili piuttosto che fonti di energia rinnovabili come l’idrolisi, il che significa che potrebbe non essere così ecologico come alcuni vorrebbero. Inoltre, poiché oggi la maggior parte delle automobili non è progettata per utilizzare l’idrogeno, potrebbe essere difficile o addirittura impossibile trovare una fonte affidabile di questo carburante in molte parti del mondo.

Altre materie prime per investire

Quando si investe, bisogna sempre tenere in considerazione un fattore importante: la diversificazione. Evitare di puntare su un unico asset è fondamentale per compartimentare i rischi dell’investimento e ottimizzare le proprie operazioni.

Ecco, dunque, altre materie prime da considerare per tutti coloro che vogliono investire in questo settore: 

Investire in idrogeno

Note finali

In definitiva, se l’investimento in idrogeno è adatto a voi dipende dalle vostre preferenze personali e dalla vostra tolleranza al rischio. Se siete alla ricerca di una fonte di energia ecologica con un grande potenziale di crescita, investire in azioni dell’idrogeno verde può essere una buona opzione.

Infine, ecco la tabella dove registrarsi con Capex, ad oggi il miglior broker per il trading di attività finanziarie legate all’idrogeno verde, basta completare la registrazione gratuita e attivare subito il proprio conto:

Piattaforma: capex
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Formazione gratuita
  • Consulente personale
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    FAQ

    Come posso investire nell’energia a idrogeno?

    Sebbene non esista un prezzo di mercato aperto per l’idrogeno, come nel caso di materiali come il rame, che sono scambiati nelle borse merci, l’esposizione del portafoglio all’idrogeno può essere ottenuta attraverso indici, fondi negoziati in borsa e singoli titoli.

    Vale la pena investire nell’idrogeno?

    L’energia dell’idrogeno ha un enorme potenziale. Questo combustibile privo di emissioni potrebbe contribuire a decarbonizzare l’industria pesante, a sostituire il gas naturale e ad accumulare energia rinnovabile, aprendo la strada a un mondo veramente a zero emissioni. In quanto tale, rappresenta un’interessante opportunità di mercato.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world