Materie Prime

Come investire nel Petrolio? Guida 2023

In questa guida spiegheremo come investire nel petrolio, attraverso le diverse soluzioni offerte dal mercato.

Il petrolio è un combustibile fossile che svolge un ruolo importante nella nostra vita, dalla plastica che usiamo ogni giorno all’energia che alimenta le nostre auto e le nostre case. È anche un bene prezioso, grazie alla sua capacità di produrre energia e calore su richiesta e con poche limitazioni.

Quali sono i diversi modi per investire nel petrolio? Come trovare il broker o la piattaforma giusta per accedere a questo mercato? In questa guida esploreremo tutto quello che c’è da sapere sull’investimento nel petrolio, compresi i consigli per scegliere le giuste opportunità di investimento e trovare i migliori broker.

⭐️ Materia prima Petrolio
🎯 Tipologie WTI – Brent
💰 Investimento minimo €200
🥇 Miglior Broker LiquidityX

Un suggerimento iniziale? Molti investitori scelgono di investire in petrolio con LiquidityX, un broker regolamentato che offre eccellenti standard di sicurezza e condizioni davvero vantaggiose per investire in materie prime. Un basso deposito iniziale ed un conto demo gratuito rendono questa piattaforma ideale per il trading sul petrolio:

Clicca qui per negoziare il petrolio sulla piattaforma di LiquidityX

Cos’è il Petrolio?

Il petrolio è una materia prima (commodity) che si muove attraverso le percezioni della domanda e dell’offerta influenzate dalla produzione mondiale, così come dalla crescita economica globale.

L’eccesso di offerta e la contrazione della domanda incoraggiano gli operatori a vendere greggio a prezzi più bassi, mentre l’aumento della domanda e il calo o la produzione piatta incoraggiano gli operatori a offrire petrolio greggio a prezzi più elevati. Il greggio viene negoziato attraverso due mercati primari:

  • West Texas Intermediate Crude Oil (Stati Uniti)
  • Brent Crude Oil (Nord Atlantico)

I prezzi di queste due tipologie sono rimasti all’interno di una fascia ristretta per anni, fino al 2010. Successivamente i due mercati si sono differenziati bruscamente a causa di una rapida evoluzione di domanda e offerta. In sostanza, l’aumento della produzione petrolifera degli Stati Uniti ha aumentato la produzione di WTI,  mentre la quotazione del Brent ha subito una rapida riduzione.

La maggior parte dei contratti futures sul New York Mercantile Exchange (NYMEX) seguono il WTI, con il ticker “CL” che attrae un volume giornaliero significativo. I trader di futures si concentrano quasi esclusivamente su questo contratto e sui suoi numerosi derivati.

Come investire sul Petrolio?

Investire nel petrolio richiede qualche valutazione in più rispetto ad altri tipi di attività speculative, proprio perché sono molte le soluzioni che si possono utilizzare per investire:

  • Azioni di aziende che operano nel settore petrolifero.
  • ETF e fondi comuni di investimento che investono in un paniere di materie prime.
  • Strumenti finanziari derivati come i CFD, che consentono di investire con la leva finanziarie e la vendita allo scopert.
  • Contratti future su materie prime, che consentono di acquistare o vendere un contratto sulla consegna futura di specifiche commodity petrolifere.

Ogni soluzione ha i suoi vantaggi e una serie di svantaggi da tenere in considerazione.

Azioni

Se volete investire il vostro denaro nell’industria petrolifera, uno dei modi migliori per farlo è quello di investire in società pubbliche che partecipano attivamente alle attività di esplorazione e produzione (E&P) o alle attività a valle. Tuttavia, ci sono alcune considerazioni chiave da tenere in considerazione prima di scegliere le azioni petrolifere come strumento di investimento:

  • Comprendere il modello di business delle compagnie petrolifere: è importante capire come e dove una compagnia fa soldi per valutare se è un buon investimento o meno. Le attività a monte generano tipicamente grandi quantità di flusso di cassa iniziale, ma sono spesso meno prevedibili delle attività a valle. Le attività a valle tendono ad avere flussi di cassa più stabili e sono meno influenzate dai prezzi delle materie prime.
  • Cercare aziende con un vantaggio competitivo sostenibile: il settore petrolifero è altamente competitivo, il che rende difficile per le aziende mantenere la quota di mercato e la redditività nel tempo. È quindi importante cercare le aziende con un vantaggio competitivo rispetto ai loro colleghi, come operazioni a basso costo, accesso a nuove risorse o diversità geografica.
  • Determinare se la società dispone di riserve adeguate: prima di investire in una società petrolifera, è importante determinare se essa dispone di riserve provate e probabili (dette P&P) sufficienti per rimanere redditizia nel lungo periodo.
  • Considerare un portafoglio diversificato di società petrolifere: l’investimento in azioni del settore petrolifero può essere un modo eccellente per accedere a questo settore, ma è importante evitare la sovraesposizione a una sola società o a un solo settore e costruire invece un portafoglio diversificato che comprenda sia le attività a monte che quelle a valle.

Clicca qui per investire in azioni petrolifere

ETF

Uno dei modi più popolari per investire nel petrolio è quello dei fondi negoziati in borsa (ETF), che consentono agli investitori al dettaglio di ottenere un’esposizione alle materie prime senza doverle acquistare direttamente. Tuttavia, è importante tenere a mente alcune considerazioni chiave prima di investire in ETF:

  • Diversificare il portafoglio: come per le azioni, è importante diversificare il portafoglio quando si investe nel petrolio. A tal fine si possono selezionare diversi EFT che offrono un’esposizione a varie parti dell’industria petrolifera e/o regioni, come le società statunitensi impegnate nelle attività upstream o le società internazionali impegnate nelle attività downstream.
  • Considerate il costo e la liquidità dell’ETF: quando investite nel petrolio, pagherete una commissione per acquistare e vendere gli ETF. Per ridurre al minimo questi costi, è importante considerare sia il costo per operazione sia il Total Expense Ratio (TER) applicato dal fondo. Inoltre, è importante valutare se le azioni disponibili per l’acquisto sono in numero sufficiente, in modo da poter acquistare e vendere facilmente l’ETF in caso di necessità.
  • Comprendere l’indice sottostante: per valutare la performance di un ETF, è importante capire cosa compone esattamente il suo indice sottostante, ad esempio tutte le società upstream, solo le società petrolifere statunitensi o focalizzate su una regione specifica. Questo vi aiuterà a determinare in che misura l’ETF segue i mercati petroliferi, nonché a quali società e regioni è più o meno esposto.

Clicca qui per investire in ETF sul petrolio

CFD

Un’altra opzione per investire nel petrolio è rappresentata dai contratti per differenza (CFD). Questi strumenti finanziari consentono di ottenere un’esposizione ai prezzi del petrolio senza possedere effettivamente la materia prima. Alcuni consigli per investire con successo nel petrolio attraverso i CFD sono:

  • Fare ricerche di mercato: come per qualsiasi investimento, è importante fare ricerche prima di provare i CFD. Ciò include la valutazione dell’indice dei prezzi del petrolio sottostante e del broker con cui lavorerete, nonché la comprensione dei rischi connessi a questo tipo di investimento. È anche una buona idea iniziare con poco, finché non ci si sente a proprio agio con la piattaforma e la strategia di trading.
  • Usare la leva finanziaria con saggezza: se da un lato la leva finanziaria può aiutarvi ad aumentare i vostri profitti, dall’altro può anche portare a perdite significative se non fate attenzione. Pertanto, è importante utilizzare la leva finanziaria con saggezza, investendo solo una piccola percentuale del proprio portafoglio totale in CFD e fissando limiti di stop-loss per proteggersi da bruschi movimenti di prezzo.
  • Tenersi aggiornati sulle notizie del mercato: per prendere decisioni di trading informate, è essenziale tenersi aggiornati sulle ultime notizie e tendenze del mercato petrolifero. Ciò può includere il monitoraggio dell’indice dei prezzi del petrolio e il monitoraggio dei principali produttori e consumatori di petrolio per comprendere la situazione globale. Rimanendo informati, potrete effettuare operazioni più strategiche che vi daranno le migliori possibilità di ottenere un profitto.

Clicca qui per fare trading sul petrolio con i CFD

Futures

Un altro modo popolare di investire nel petrolio è quello dei contratti futures, che consentono di acquistare o vendere una certa quantità di una specifica merce a un prezzo concordato in una data futura. Questo può essere un modo eccellente per trarre vantaggio dalla volatilità dei prezzi che si registra in questo settore, ad esempio se si prevede un aumento dei prezzi del petrolio nel breve periodo.

  • Selezionare il miglior broker: prima di iniziare a comprare o vendere futures, è importante scegliere un broker affidabile e rispettabile che offra prodotti legati al petrolio. Poiché i futures sono investimenti ad alto rischio e ad alta leva finanziaria, è essenziale lavorare con un broker sicuro e fidato.
  • Evitare la sovraesposizione: non è consigliabile investire grandi somme di denaro nei futures, poiché ciò può portare a una sovraesposizione e a perdite significative nel caso in cui i prezzi del petrolio vadano contro le vostre previsioni. Pertanto, è sempre meglio iniziare in piccolo, provando alcuni contratti diversi prima di investire grandi somme di denaro.
  • Non fate trading sulle emozioni: Come per ogni investimento, è importante evitare di fare trading sulle emozioni e prendere invece decisioni basate su una solida strategia che tenga conto delle tendenze e dei modelli di mercato. Spesso è necessario attendere la volatilità dei prezzi sui mercati petroliferi prima di effettuare un’operazione e accettare la possibilità di perdere nel breve termine.

Clicca qui per negoziare il petrolio con i futures

Dove investire nel Petrolio?

Il metodo più vantaggioso e sicuro per Investire nel Petrolio con i CFD consiste nello scegliere broker seri ed affidabili, dotati delle seguenti caratteristiche:

  • Regolare licenza
  • Piattaforma professionale
  • Indicatori tecnici disponibili
  • Supporto operativo

1. LiquidityX

  • Spread ridotti
  • Segnali di trading
  • Metatrader 4

Il broker LiquidityX offre una piattaforma d’investimento online professionale, con tutti gli strumenti utilizzati dai trader più esperti.

Per capire come investire nel Petrolio puoi aprire inizialmente un conto demo completamente gratuito, così potrai apprendere il funzionamento della piattaforma e di tutti gli strumenti di trading senza correre rischi.

Il suo vantaggio principale risiede nei segnali di trading, ovvero delle indicazioni di investimento elaborate da analisti che arrivano al trader in tempo reale. In questo modo sarà possibile ottimizzare l’attività di investimento e negoziare sulla base di informazioni provenienti da veri esperti del settore

Clicca qui per richiedere i segnali di trading gratuiti

2. eToro

  • Piattaforma rapida
  • Spread bassi
  • Social trading

Fondato nel 2007, in pochi anni eToro è divenuto uno dei più famosi e diffusi broker per investire online. Questo Broker consente di investire nel Petrolio partendo da un deposito minimo di soli 50 euro.

Quali vantaggi nel negoziare petrolio su eToro? Quando si parla di eToro si parla di Social Trading, una delle caratteristiche che ha reso famoso questo broker in tutta Europa. Con la funzionalità del Copy Trading, inoltre è possibile selezionare i Trader più profittevoli e copiare tutte le loro operazioni a mercato. 

eToro utilizza una piattaforma di trading davvero pratica e facile da utilizzare, anche i trader meno esperti saranno subito padroni delle sue funzionalità. Per iniziare sarà possibile utilizzare la modalità demo, così da prendere confidenza con la piattaforma senza rischio di perdita:

Clicca qui per aprire un conto demo su eToro

come investire nel petrolio

Quali fattori influenzano il prezzo del petrolio?

Sono diversi i fattori che possono influenzare il prezzo del petrolio, come le dinamiche della domanda e dell’offerta, gli eventi geopolitici, la volatilità del mercato e i cambiamenti nelle politiche governative. Alcuni fattori chiave da considerare sono i seguenti:

  • Domanda: il fattore più evidente che influenza il prezzo del petrolio è la domanda. Questo dato è influenzato da molti fattori diversi, come l’economia, la crescita della popolazione e i progressi tecnologici che influenzano il consumo di energia. Ad esempio, se l’economia mondiale rallenta, la domanda di petrolio diminuisce e questo può avere un forte impatto sul prezzo.
  • Offerta: anche l’offerta di petrolio è un fattore importante nel determinare il suo prezzo. Se si verificano eventi geopolitici o problemi di produzione che interrompono le forniture. Inoltre, anche i cambiamenti nelle politiche governative possono avere un impatto sull’offerta di petrolio, come ad esempio la modifica delle normative sulla produzione a monte e sulla capacità di raffinazione.
  • Volatilità del mercato: un altro fattore che può influenzare il prezzo del petrolio è la volatilità del mercato, che dipende da molti fattori diversi, come il sentimento degli investitori, gli eventi geopolitici e la pubblicazione di dati economici. Ad esempio, un improvviso cambiamento del sentimento degli investitori può avere un impatto significativo sul prezzo del petrolio.
  • Situazione globale: un altro fattore chiave da considerare sono gli eventi globali che possono influenzare il prezzo del petrolio, come conflitti geopolitici e guerre. Ad esempio, se le tensioni tra i principali produttori o consumatori sono elevate, ciò può portare a una maggiore volatilità del mercato e influenzare il prezzo del petrolio.
  • Politiche governative: anche i cambiamenti nelle politiche governative possono avere un impatto significativo sul prezzo del petrolio, come ad esempio le modifiche ai sussidi, alle aliquote fiscali o ai regolamenti che incoraggiano o limitano la produzione. Ad esempio, se l’OPEC aumenta le sue quote di produzione o se si verifica un aumento della produzione di scisto negli Stati Uniti, ciò potrebbe causare fluttuazioni del prezzo del petrolio.

Come si può notare, sono molti i fattori che possono influenzare il prezzo del petrolio e delle materie prime in generale. Pertanto, è importante tenerne conto quando si decide come e dove investire il proprio denaro. Facendo ricerche e rimanendo informati sulle tendenze del mercato, sarete in grado di prendere decisioni di investimento più consapevoli.

Investire nel Petrolio: Pro e contro

VANTAGGI

  • Rendimenti elevati: rispetto ad altre opportunità di investimento, i rendimenti del petrolio sono generalmente piuttosto elevati. Ad esempio, tra il 2000 e il 2013, il prezzo del greggio è aumentato in media del 27% all’anno.
  • Bassa correlazione con altri asset: quando si investe nel petrolio, di solito non è necessario preoccuparsi della correlazione, poiché si tratta di una commodity poco correlata ad altri strumenti di investimento. Ad esempio, durante la crisi finanziaria del 2008-2009, i prezzi del petrolio hanno continuato a salire perché la domanda dei mercati emergenti, come Cina e India, è rimasta forte.
  • Elevata liquidità: a differenza di alcuni investimenti alternativi, come le materie prime, questo significa che c’è sempre un acquirente o un venditore disponibile. Ad esempio, i contratti futures sul petrolio possono essere negoziati in borse centralizzate e sono generalmente facili da acquistare e vendere in qualsiasi momento.

SVANTAGGI

  • Forte volatilità: rispetto ad altri strumenti finanziari, la volatilità dei prezzi del petrolio tende a essere piuttosto elevata. Ad esempio, durante la crisi finanziaria del 2008, si è registrato un forte calo della domanda globale di petrolio a causa della minore attività economica e dei problemi di eccesso di offerta. Di conseguenza, il greggio è sceso da 145 dollari al barile a poco meno di 30 dollari al barile.
  • Elevati costi di investimento: investire nel petrolio richiede un investimento iniziale di almeno 50.000 dollari. Ad esempio, per acquistare un pozzo petrolifero negli Stati Uniti, sono necessari circa 150 dollari per acro di terreno e circa 200 dollari per attrezzature come pompe e altri macchinari.
  • Esposizione al rischio politico: data la natura globale dei mercati energetici e il fatto che molti Paesi dipendono dal petrolio, l’instabilità politica può avere un impatto significativo sul prezzo del petrolio. Ad esempio, se un importante produttore o consumatore si trova ad affrontare disordini politici o sociali, ciò potrebbe portare a una maggiore incertezza del mercato e a un aumento dei prezzi del petrolio.

Come si può notare, l’investimento nel petrolio presenta sia vantaggi che svantaggi. La chiave è ricercare con attenzione il mercato e scegliere con saggezza il proprio investimento. Ad esempio, scegliendo il giusto broker di materie prime, sarà più facile mitigare i rischi associati all’investimento nel petrolio per il vostro portafoglio.

Quotazione del Petrolio in Tempo Reale

Il prezzo che possiamo osservare qui sotto rappresenta la quotazione del Petrolio in tempo reale:

Investire in Petrolio: previsioni

Cosa dire in merito le previsioni sul petrolio? Le previsioni si basano sull’andamento dei mercati finanziari. Ciò influenzerà la domanda di petrolio e la relativa quotazione.

Si tratta di una materia prima ancora necessaria per alimentare l’economia e la finanza globale. Eppure, ci sono spesso oscillazioni selvagge nei prezzi del greggio, tanto che non è raro che i prezzi si spostino del 5% o del 10% in una singola sessione di trading.

Per questo consigliamo di effettuare un’analisi tecnica e fondamentale del titolo prima di investire in Petrolio, anche ascoltando i consigli che vengono impartiti nelle sezioni educative dei broker. Uno di questi è Capex, che mette a disposizione a tutti gli utenti registrati sulla piattaforma, la possibilità di seguire dei seminari online in cui esperti finanziari impartiscono nozioni e consigli sugli investimenti. 

Clicca qui per partecipare ai seminari online di Capex

Altre materie prime in cui investire

Se vogliamo costruire un portafoglio di investimenti basato sulle materie prime, dobbiamo includere altre materie prime oltre al petrolio. Ecco alcuni suggerimenti:

Conclusioni

In questa guida completa e dettagliata abbiamo analizzato come investire nel petrolio attraverso le principali modalità.

Sono molti i fattori che possono influenzare il prezzo del petrolio oggi ed è importante fare ricerche e rimanere informati sulle tendenze del mercato. Facendo ricerche, sarete in grado di prendere decisioni di investimento più informate che vi aiuteranno a massimizzare i vostri rendimenti nel tempo.

Se siete interessati a investire nel petrolio, prendete in considerazione la possibilità di attivare un conto su un broker di materie prime affidabile e regolamentato:

Piattaforma: liquidityx
Deposito Minimo: 250€
Licenza: Cysec
  • Corso gratuito
  • Trading Central
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Azione Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 50€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    FAQ

    Investire in petrolio conviene?

    Dipende dallo strumento finanziario utilizzato, poiché un ETF ad oggi non è conveniente mentre investire in CFD e speculare anche al ribasso potrebbe regalare molte soddisfazioni.

    Il petrolio può avere un prezzo negativo?

    Per quanto surreale, la risposta è si. Il petrolio può scendere anche a quotazioni negative come successo ad Aprile 2020.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world