Materie Prime

Trading Caffè: Come investire in questa materia prima?

In questa guida scopriremo come fare trading di caffè con i contratti CFD.

Viene da sempre utilizzato per mantenere viva l’attenzione, per riprendersi dopo un momento di stanchezza o semplicemente per staccare la spina e prendersi un momento di pausa. Di cosa stiamo parlando? Del caffè. Questa bevanda, o meglio frutto da cui si estrae il liquido, essendo una materia prima, può essere legato al trading caffè.

All’interno di questa guida ufficiale sul trading caffè andremo ad analizzare, con parole chiare, semplici ed esaustive, tutte le principali specifiche di questa commodity dalle origini secolari. Avviare queste considerazioni significherà far riferimento anche ai possibili fattori di influenza all’interno delle tematiche globali.

🎯 Asset Caffé
⭕ Settore Materie Prime
📈 Broker eToro
⛔ Leva finanziaria 1:10
Trading Caffé

Conosciamo già le potenzialità del Trading sul caffé? In questo caso possiamo aprire subito un conto di investimento su eToro, un broker regolamentato che offre l’attività di trading CFD su questa materia prima. Bastano 50 euro di deposito iniziale e sarà anche possibile fare pratica su conto Demo, con denaro virtuale:

Clicca qui per fare subito Trading sul Caffé con eToro

Quotazione in tempo reale sul caffé

Dove fare Trading sul Caffè?

Come anticipato all’interno dell’introduzione, uno dei maggiori confronti sul trading caffè può essere avviato rispetto ai tradizionali sistemi di investimento.

Uno degli strumenti maggiormente considerati negli ultimi tempi, basato sulla presenza di derivati e sulle oscillazioni dei prezzi all’interno delle quotazioni, prende il nome di CFD. Chiamati anche contratti per differenza, i CFD possono essere legati sia al trading caffè che a tantissimi altri assets finanziari. Ecco i punti di forza dei broker CFD:

  • Ampio database: la presenza di altri strumenti finanziari permette al trader di poter considerare più strategie, senza focalizzarsi esclusivamente sul trading caffè.
  • Grafici aggiornati: a differenza di piattaforme con bassa qualità, i broker Plus500 e Trade.com possiedono dati veritieri ed aggiornati attimo dopo attimo.
  • Autorizzazioni: le licenze e le regolamentazioni, erogate direttamente dagli organi di vigilanza, come ad esempio CONSOB, garantiscono maggiore protezione e più tutela nei confronti dei dati sensibili.

Trade.com per il Trading Caffè

Un secondo broker online, efficace ed efficiente sotto molti punti di vista, è Trade.com. Le funzionalità di questa piattaforma, associate ad un continuo aggiornamento della propria interfaccia grafica, le hanno permesso di raccogliere una cospicua quota di mercato. Ecco alcuni  punti di forza:

  • Grafici con valori aggiornati (riferiti a molti strumenti finanziari).
  • Possibilità di effettuare il login anche all’interno delle applicazioni per dispositivi mobili.
  • Conto di prova gratuito e successiva possibilità di passare alla modalità reale.
  • Autorizzazioni e licenze per operare all’interno della nostra nazione.
  • Strumenti analitici da affiancare ai propri studi personali.
  • Grafica friendly, facile da utilizzare e con funzioni interattive.

Clicca qui per registrarti su Trade.com.

Plus500 per il Trading Caffè

Un’altra valida alternativa, da poter associare al trading caffè, è Plus500. Anche in questo caso ci troviamo dinanzi ad un servizio con anni ed anni di esperienza alle spalle. Entrando all’interno del broker sarà possibile individuare, attraverso l’apposita barra di ricerca, sia la quotazione del caffè sia quella di tantissimi altri strumenti finanziari. Scopriamo assieme alcune positività su Plus500.

Un ultimo punto di forza, da anni apprezzato dagli utenti, riguarda l’attenzione ai clienti e nei confronti di eventuali problematiche di sistema. Il team di Plus500 è sempre a disposizione di tutti gli utilizzatori della piattaforma e risponde in modo rapido ed esaustivo.

Registrati qui al broker online Plus500.

Trading Caffè: Fattori di Influenza

Prima di iniziare con gli aspetti economici, è importante ricordare che nel mercato esistono due tipologie di caffè: Arabica e Robusta. Considerando i dati mondiali di produzione, il rapporto fra i due è 70% Arabica e 30% Robusta. Assodato ciò, è possibile elencare alcuni possibili fattori di influenza che potrebbero influire sul prezzo del caffè all’interno del mercato.

Proprio come le altre commodities, il primo importante fattore è il clima. Considerato da tempo uno degli alleati, o dei nemici per eccellenza, degli agricoltori, il clima può effettivamente rappresentare due facce della stessa medaglia. Da un lato le piogge ed il clima favorevole possono velocizzare e rendere più fiorenti i campi di caffè. Dall’altro, catastrofi naturali, o situazioni atmosferiche avverse, possono distruggere tutto in un attimo.

Un secondo elemento riguarda la domanda mondiale del caffè, strettamente legata alle leggi e politiche di importazione ed esportazione. Quando si parla di legge della domanda e dell’offerta di caffè, è buona norma considerare anche altri parametri trasversali, come ad esempio i rapporti fra le nazioni, che potrebbero ulteriormente influire sul prezzo finale degli scambi con materie prime.

Un ulteriore aspetto, ultimo non per importanza, concerne i tassi di cambio, soprattutto legati al dollaro ed alle nazioni con potenze superiori. Come ben sappiamo, una buona fetta di strumenti finanziari fa riferimento alla valuta del dollaro. Associare cambi sugli andamenti dei prezzi del caffè, significa considerare anche le oscillazioni all’interno dei tassi di cambio con il dollaro USA.

Ovviamente questi elementi rappresentano solamente alcune delle possibili varianti all’interno dei mutamenti dei prezzi del caffè. I migliori investitori al mondo, prima di avviare qualsiasi tipologia di strategia, vanno costantemente alla ricerca anche di altri indicatori, economici, finanziari, sociali e di altra specie.

Trading Caffè Conviene?

Uno degli aspetti cruciali, per decidere se considerare o meno il caffè all’interno delle proprie negoziazioni, riguarda la produzione. Quest’ultima, strettamente legata alle oscillazioni di prezzo, è a sua volta associata ai consumi mondiali dei beni prodotti dalla pianta di caffè.

Dati alla mano, considerando il raccolto caffeario 2018/2019, si registra un forte aumento del circa 3,7% rispetto all’annata precedente. In modo particolare, i sacchi raccolti per la qualità Arabica sono stati circa 102,68 milioni e quelli Robusta circa 66,04 milioni. Il surplus generato, unito alle scorte dei precedenti periodi, garantirebbe circa 5,5 milioni di sacchi in più negli ultimi 24 mesi.

Come espresso da questi valori, il consumo di caffè è davvero alle stelle. Più produzioni significano più interesse nei mercati e maggiori considerazioni nei confronti della materia prima. Oltre ciò, il trading caffè può essere visto anche come vero e proprio strumento di diversificazione all’intero delle varie strategie di borsa.

Trading Caffè

Trading caffè Previsioni

Parlare di previsioni sul trading caffè significa far riferimento agli studi ed alle analisi per capire se vendere o comprare tale materia prima. Ciò che i trader esperti fanno, sempre attraverso indicatori matematici, statistici e probabilistici, è cercare di proiettare i prezzi nel futuro, intuendo la direzione.

Uno degli strumenti maggiormente utilizzati dai negoziatori è il grafico dei dati storici. L’andamento dei valori sottostanti, offerti direttamente dal broker Plus500, mostra il costante aumento del caffè nelle ultime settimane del 2019, seguito, seppur con alti e bassi, da un netto crollo fin sotto il valore dei 100. Successivamente, seppur con difficoltà, è visibile una ripresa, assestata nel range 100 – 120.

Grafico caffè Plus500

Grafico caffè Plus500

Altre materie prime per investire

Tali concetti, oltre a poter essere associati al trading caffè, possono riguardare anche tantissime altre materie prime. Ecco altre commodities interessanti:

Conclusioni

L’attuale guida, sul trading caffè, ha dato la possibilità di scoprire con semplicità ed esempi pratici, le maggiori caratteristiche ed informazioni su questa materia prima per eccellenza. La parte introduttiva, basata sui possibili fattori di influenza all’interno del mercato del caffè, ha anticipato la presentazione delle nuove metodologie di negoziazione.

Fra i tanti sistemi alternativi agli investimenti, i CFD, detti anche contratti per differenza, si sono dimostrati strumenti completi, fruibili per il trading caffè e per tantissimi altri assets finanziari. Il loro utilizzo, tuttavia, sarebbe stato vano senza la presentazione di alcune delle migliori piattaforme per negoziare sulle materie prime. Tre leader mondiali, nel campo del trading CFD, sono stati Trade.com e Plus500.

Piattaforma: plus500
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    FAQ

    Quali sono i possibili fattori di influenza del Caffè?

    Fra i possibili fattori di influenza del caffè ricordiamo: clima, rapporti di politica internazionale e produzione.

    Quali sono i migliori broker per il Trading caffè?

    Fra i migliori broker per il Trading caffè ricordiamo: Plus500 e Trade.com.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world