Azioni e Borse

Principali borse mondiali

Per operare correttamente in Borsa, oltre ad essere in grado di acquistare le migliori azioni, risulta altrettanto fondamentale scegliere correttamente le piazze in cui sono quotati i titoli. Bisogna sempre ricordare che la scelta di investire i propri capitali in Borse che presentano una elevata capitalizzazione, assicura che la liquidità sia sempre sostenuta. Ecco perché è sempre conveniente decidere di impiegare i propri capitali sulle principali Borse mondiali, puntando su quelle ad elevata capitalizzazione.

Broker Vantaggi Deposito min. Inizia
Social trading 200 € Apri un conto
Notifiche di trading gratis 200 € Apri un conto
Trend dei Traders 100 € Apri un conto
Spread bassi, demo gratis 100 € Apri un conto
Deposito minimo 10 euro 10 € Apri un conto

Nel momento in cui andiamo a classificare le piazze mondiali, prendiamo come parametro quello più significativo e facilmente confrontabile: la capitalizzazione della Borsa. È un valore dato dalla somma della capitalizzazione di tutte le aziende quotate al suo interno. Il calcolo è molto semplice: si moltiplica il numero totale di titoli per la quotazione della stessa azione. È evidente che la capitalizzazione di una Borsa pertanto varia continuamente.

La prima borsa mondiale, che a dicembre 2013 presentava una capitalizzazione di 21.000 miliardi di dollari USA, è il NYSE Euronext, nato a seguito della fusione fra la Borsa di New York (New York Stock Exchange) e una serie di mercati europei, quali Parigi, Amsterdam, Bruxelles e Lisbona.
Lo Stock Exchange di New York (NYSE) è pertanto oggi la più grande borsa valori al mondo anche per volume di scambi, mentre è la seconda per quanto concerne il numero di società quotate.

Tra le prime borse mondiali troviamo anche il NASDAQ (National Association of Securities Dealers Automated Quotation). Molto conosciuto in quanto le principali aziende tecnologiche scelgono di quotarsi sul NASDAQ invece che sul NYSE. Si tratta del primo esempio di mercato borsistico elettronico formato da una rete di computer.

Al NASDAQ troviamo celebri gruppi e colossi quali ad esempio Apple, Microsoft, IBM, Google, Yahoo e Facebook. L’indice è partito l’8 febbraio del 1971 da un valore iniziale di 100 punti, e nel marzo 2000 ha raggiunto il suo massimo di 5132 punti, prima dello scoppio della bolla speculativa. L’andamento del Nasdaq è misurato da differenti indici, come ad esempio il Nasdaq Composite Index.

Dietro ai due listini americani troviamo la Borsa di Tokyo. Fondata nel 1878, si presenta con una capitalizzazione superiore ai 5.000 miliardi di dollari USA. La borsa valori di Tokyo è la seconda più importante del mondo subito dopo la Borsa di New York.
Dopo aver superato una fase di declino nel corso degli anni novanta, ha ripreso a correre. Dal 1999 tutte le transazioni avvengono in rete. Sono molteplici le società, anche estere, che hanno scelto nel corso degli ultimi anni, di quotarsi alla Borsa di Tokyo.

Dopo le piazze americane e quella asiatica del Giappone, troviamo il duo formato dalla Borsa di Londra e la Borsa di Milano. Piazza Affari è in realtà soltanto secondaria e marginale, in quanto dotata di una bassa capitalizzazione, mentre invece la Borsa di Londra rappresenta una delle principali piazze finanziarie al mondo, il cui contributo porta avanti positivamente i risultati di tutto il gruppo. La Borsa di Londra (in inglese London Stock Exchange), è stata fondata nel 1801 ed è una delle più grandi borse, con diverse società quotate anche al di fuori dei confini del Regno Unito. La fusione tra la Borsa di Londra e Piazza Affari è avvenuta nell’ottobre 2007.

A seguire troviamo una delle Borse più giovani, che in pochissimo tempo ha superato una capitalizzazione di 3.000 miliardi di dollari USA: la Borsa di Shangai (Shanghai Stock Exchange). Si tratta della piazza finanziaria di riferimento per la Cina, nata nel 1990.

La Borsa di Hong Kong è invece la terza piazza finanziaria asiatica per capitalizzazione dopo la Borsa di Tokyo e quella di Shanghai, oggi importante punto di riferimento per tutta l’area asiatica.

Ne consegue che la Cina ha perciò due borse, quella di Hong Kong che si rivolge al mercato internazionale, e quella di Shangai, più moderna ed innovativa, legata al mondo internet.A seguire troviamo la Borsa di Toronto (Toronto Stock Exchange), la Borsa di Francoforte e la Borsa Australiana, ognuna con valori di capitalizzazione inferiore ai 2.100 miliardi di dollari Usa.

Inizia a investire in Borsa

Se vuoi iniziare a investire in Borsa, scegli eToro. Si tratta di una piattaforma di trading davvero globale, che ti garantisce la possibilità di investire su tutte le principali borse mondiali. In particolare grazie a eToro puoi fare trading (CFD) sulle azioni o sugli indici di Borsa. Plus500 è sicura, affidabile, autorizzata e regolamentata.

Grazie a eToro è anche possibile copiare, in modo completamente automatico e senza costi, quello che fanno gli altri trader. Molti principianti iniziano a investire in Borsa con profitto copiando i migliori trader di eToro.

Per aprire il tuo conto gratuito su eToro, clicca qui.

Sull'autore

investirev

Lascia un Commento