Guida

Piccoli investimenti: i migliori per guadagnare nel 2022

In questa guida scopriremo quali sono i piccoli investimenti con le più alte percentuali di rendimento.

Possiamo affermare tranquillamente che ad oggi non è assolutamente necessario avere grandi capitali per iniziare ad investire i propri soldi. Al contrario, è possibile iniziare proprio con piccoli investimenti per guadagnare cifre interessanti.

La maggior parte degli investitori, soprattutto i più giovani, sono alla ricerca di piccoli investimenti sicuri e con un rischio di perdita limitato. Per raggiungere questo obiettivo sarà fondamentale utilizzare tecniche di gestione del capitale adeguate e magari testare strategie come l’interesse composto, in grado di far crescere esponenzialmente i nostri rendimenti.

Un suggerimento iniziale? Sarà importante rivolgersi a piattaforme certificate dove quale investire piccole somme. Broker professionali come eToro permettono di attivare il conto con soli 50 euro e negoziare su differenti mercati all’interno di un’unica piattaforma:

Clicca qui per attivare un conto di investimento con 50 euro

Quali sono i piccoli investimenti più diffusi in Italia? Ecco una descrizione con le tipologie più diffuse con le quali impiegare i nostri piccoli risparmi.

1. Conti deposito

I conti deposito sono tra i piccoli investimenti più richiesti in assoluto. Si tratta di prodotti finanziari solidi ed affidabili, tutelati dal fondo interbancario di tutela fino a 100 mila euro.

Il limite di questi conti correnti è rappresentato dai tassi d’interesse che in questo momento storico sono estremamente bassi, soprattutto per le manovre di Quantitative Easing fatte dalla BCE. Questo indice anche sul rendimento (scarso!) dei titoli di stato  e dei buoni fruttiferi postali.

Quanto rendono i conti deposito? Di solito le banche offrono un guadagno che si aggira intorno all’1.5% lordo annuo (importante ricordarsi di sottrarre l’IVA del 26% agli interessi).

Questo significa che con un conto deposito da 10.000 euro si ottengono solo 150 euro di profitto lordo, che al netto scende ulteriormente a 111 euro. Inoltre, ricordiamo che per somme superiori a 5.000 euro c’è la scomoda imposta di bollo del 2 per mille: ovvio che che il guadagno netto è molto basso.

I conti deposito sono senza dubbio un investimento sicuro, tuttavia se siamo alla ricerca di soluzioni più redditizie dobbiamo guardare altrove. I piccoli capitali sono garantiti ma rendono decisamente poco con questo strumento.

2. ETF

Probabilmente tra i piccoli investimenti più redditizi degli ultimi 10 anni: gli ETF

Si tratta di portafogli di investimento composti da professionisti del settore, con azioni o indici che replicano il valore dell’Asset di riferimento. Come specificato, la composizione è affidata a gestori esperti, abili professionisti in grado di mixare le migliori opportunità del mercato.

Come mai tanto successo per gli Exchange Traded Fund? Sicuramente la semplicità di utilizzo, dal momento che basta un Click per negoziare un ETF. Poi le commissioni estremamente competitive se scegliamo intermediari specializzati come eToro.

Nota di merito per i rendimenti: da almeno 10 anni i migliori ETF hanno rendimenti superiori alla media del mercato. Nello specifico, i portafogli su materie prime ed azioni hanno ottenuto ottime performance!

Il broker ETF più fornito è senza dubbio eToro: oltre 240 asset negoziabili online e con commissioni competitive:

Clicca qui per scoprire tutti gli ETF presenti su eToro

3. Azioni

Tutti noi abbiamo sognato di essere azionisti di società di successo e partecipare attivamente alla loro crescita. Ciò che fino a pochi anni fa era appannaggio solo di facoltosi investitori, adesso è un’opportunità fruibile anche per coloro che hanno solo un piccolo capitale da investire.

Quali sono le migliori azioni sulle quali investire? Più che singoli nomi offriamo 3 settori in forte ascesa negli ultimi mesi:

Anche la possibilità di investire in Startup affascina molti trader e soprattutto offre opportunità ottime per avere rendimenti elevati in un orizzonte temporale di breve periodo.

In passato, era concesso investire nella fase di pre-quotazione esclusivamente ad operatori qualificati, mediante una IPO. Ad oggi, non appena il titolo viene quotato in Borsa, può essere negoziato sulle migliori piattaforme. La storia recente è piena di casi aziendali di successo, con piccole realtà diventate dei giganti della finanza globale nel giro di pochi anni.

A livello pratico ecco che investire in azioni richiede l’apertura di un conto presso un Broker online, un deposito di soli 100 euro come nel caso di eToro e la possibilità di negoziare le migliori società quotate attraverso una piattaforma professionale e facile da utilizzare:

Clicca qui per comprare le migliori azioni di borsa su eToro

4. Investimenti Automatici

Ad oggi il trading online rappresenta una delle migliori soluzioni per far crescere il capitale all’interno di un’orizzonte temporale di breve/medio periodo, anche se non siamo dei professionisti del settore.

Spesso sono le piattaforme stesse che mettono a disposizione libri per investire in borsa con successo, partendo da una formazione didattica completa e ben strutturata.

Tuttavia una soluzione per realizzare piccoli investimenti molto popolare è quella di affidarsi a specialisti della finanza: su questo concetto si basa il Copy Trading.

Il Copy Trading è il meccanismo che permette di replicare sul conto le operazioni degli investitori dei quali vogliamo copiare i rendimenti. Questo avviene tramite una copia di tipo 1:1, automatica e passiva. Il sistema inoltre è estremamente pratico, dal momento che può essere agevolmente gestito anche tramite App.

Un esempio? Se abbiamo investito €100 e il Trader che che abbiamo scelto di copiare otterrà una performance del 100%, sul nostro conto risulteranno altri 100 euro di guadagno: niente di più facile da capire! Un piccolo investimento iniziale dalle grandi opportunità di redditività.

Il metodo più famoso è quello di eToro, dove bastano 50 euro per attivare un conto reale. Tuttavia per gestire al meglio il money management ed il margine su ogni operazione, suggeriamo di attivare un conto con 500 euro e selezionare una decina di Popular Investors all’interno della piattaforma.

Clicca qui per fare investire con il Copy Trading

5. Criptovalute

Certo, investire in Bitcoin nel 2009 è stato un vero affare: un piccolo investimento che ha condotto alla ricchezza migliaia di investitori. Ancora oggi investire in criptovalute, seppure con tutti gli alti e bassi del settore, è una scelta da tenere in forte considerazione.

Oltre alle crypto più conosciute ci sono una schiera di altcoins che sono salite alla ribalta per via di performance a due cifre. Tra le criptovalute emergenti più interessanti sulle quali investire suggeriamo i Token NFT o le crypto legate al metaverso: offrono ROI potenzialmente molto elevati.

Quanto denaro occorre per investire in valute digitali? Anche 50 euro sono sufficienti per iniziare a negoziare i migliori Token su eToro. Se abbiamo una disponibilità superiore, con 1000 euro realizzeremo un portafoglio solido, strutturato e ben diversificato con tutte le crypto più interessanti!

Registrati su eToro per negoziare le migliori criptovalute

6. Metaverso

Tra i piccoli investimenti più redditizi del 2022 c’è tutto il mondo legato al metaverso. Questa realtà virtuale aumentata promette di rivoluzionare le nostre vite ed è già partita la caccia alle migliori occasioni di investimento.

Tra le modalità più diffuse per investire nel metaverso troviamo le crypto legate a questo settore ed in seconda battuta le azioni collegate al mondo tech, su tutte Facebook. Per realizzare ciò occorrono poche centinaia di euro, mentre se abbiamo un capitale più elevato (circa 20.000 euro) possiamo valutare di investire in terreni virtuali e lanciarci nell’imprenditoria immobiliare in versione 3.0!

Questo affascinante mondo, ancora tutto da scoprire, può essere approfondito con alcuni Tutorial messi a disposizione da eToro, un broker molto attento agli sviluppi della realtà virtuale aumentata. All’interno della piattaforma sarà anche possibile puntare su ETF, azioni o crypto di ultima generazione:

Clicca qui per investire nel metaverso con eToro

piccoli investimenti

Conclusioni

In passato l’accesso ai mercati finanziari era riservato solo a grandi investitori, con notevoli somme di denaro a disposizione. L’avvento di Internet ha rivoluzionato anche questo settore, aprendo ottime opportunità anche a coloro che vogliono realizzare piccoli investimenti.

Prima di iniziare ad investire occorre la certezza di affidarsi esclusivamente a operatori certificati e regolamentati. Solo in questo modo i nostri piccoli investimenti potranno darci grandi soddisfazioni in termini di rendimenti! Ecco i migliori broker multi asset che richiedono un piccolo capitale iniziale:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma MT5
  • Zero commissioni
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    FAQ

    Quali sono i piccoli investimenti redditizi?

    Sicuramente i più profittevoli degli ultimi anni sono: ETF, Trading Automatico, azioni e criptovalute. Con la giusta piattaforma basteranno €200 per iniziare ad investire. Tutte le info nella nostra guida.

    Quanto capitale occorre per effettuare piccoli investimenti in Borsa?

    Il capitale minimo richiesto è un deposito di €200 che permetterà di investire su numerosi Asset di interesse.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world