Guida

Come Investire in Arte? Guida 2024

Sei mai rimasto incantato davanti a un’opera d’arte, pensando non solo alla sua bellezza, ma anche al suo potenziale valore come investimento? In un mondo in cui i mercati finanziari oscillano rapidamente, l’arte emerge come un’opzione di investimento affascinante e, a volte, redditizia. In questo articolo, ti guideremo attraverso le basi di come investire in arte: dalla selezione delle opere, alla comprensione del mercato, fino alle strategie per costruire una collezione che non solo arricchisca la tua casa, ma anche il tuo portafoglio. Che tu sia un neofita nel campo o un collezionista esperto, qui troverai consigli utili per fare scelte informate e strategiche.

🎯 Settore Arte
❓ Tipologia Acquisto di opere – Fondi per l’arte
🏆 Piattaforma Masterworks
❌ Rischio Illiquidità

CONSIGLIO: La soluzione più adatta per i principianti è quella di acquistare azioni di società legate all’arte o di investire in ETF settoriali. In questo modo, sarà possibile investire nell’arte senza particolari conoscenze e con un investimento iniziale limitato, ad esempio con la piattaforma eToro sono necessari solo 100 euro per attivare un conto di investimento:

Clicca qui per investire in titoli ed ETF legati all'arte.

Come Investire in Arte?

Quali sono i diversi tipi di investimenti artistici che si possono prendere in considerazione? Vediamo le diverse opzioni disponibili.

Collezioni private

Le collezioni private sono opere d’arte che appartengono a privati piuttosto che a grandi musei o gallerie. I collezionisti spesso iniziano con piccoli pezzi prima di espandere la loro collezione nel tempo, con opere che a volte vengono tramandate di generazione in generazione. Negli ultimi anni è cresciuta l’attenzione per l’arte contemporanea e gli artisti emergenti: gli investimenti in questo settore sono particolarmente interessanti e remunerativi.

Edizioni limitate

Molti artisti creano edizioni limitate delle loro opere, che vengono poi vendute nelle gallerie o nelle case d’asta. Queste stampe hanno solitamente un valore inferiore a quello delle opere d’arte originali, ma quando l’artista si afferma e la domanda aumenta nel tempo, i prezzi tendono a salire notevolmente. Se siete interessati a iniziare a lavorare con le edizioni limitate, assicuratevi di fare prima una ricerca sull’artista per individuare potenziali opportunità di crescita.

Azioni delle gallerie

Negli ultimi anni, molte gallerie importanti hanno iniziato a negoziare pubblicamente le azioni delle loro attività nelle borse valori di tutto il mondo. Ad esempio, Sotheby’s è quotata alla Borsa di New York (NYSE) e Tefaf è quotata all’Euronext. Queste azioni possono essere acquistate tramite i soliti agenti di borsa e offrono un modo semplice per accedere al mercato dell’arte senza doversi preoccupare di scegliere i singoli pezzi o di investire in edizioni limitate.

Fondi d’arte

Il modo più semplice per un principiante di investire in arte, soprattutto senza un grande capitale iniziale, è quello di acquistare azioni frazionate. In questo modo, un investitore acquista quote di un’opera d’arte insieme ad altri investitori. Il funzionamento è il seguente: una piattaforma, come Masterworks, acquista un’opera d’arte e un singolo investitore può comprare azioni di quell’opera. Una volta acquistate le azioni, gli investitori hanno diritto a una percentuale del ricavato quando l’opera d’arte viene venduta. Questo è considerato un mercato secondario, in quanto l’opera d’arte è già stata venduta.

Clicca qui per negoziare azioni ed ETF nel mondo dell'arte

Consigli per Investire in Arte

Investire in arte può essere una scelta gratificante e potenzialmente lucrativa, ma è importante approcciarsi con conoscenza e strategia. Ecco cinque consigli dettagliati per aiutarti a navigare nel mondo degli investimenti artistici:

  1. Educa te stesso: Prima di acquistare, impara il più possibile sull’arte e il mercato artistico. Frequenta mostre, fiere d’arte, e gallerie. Leggi libri e riviste specializzate, segui le aste e partecipa a seminari o workshop. Conoscere gli artisti emergenti, le tendenze attuali e i periodi storici ti aiuterà a fare scelte informate.
  2. Scegli con criterio: Non tutti gli artisti o le opere d’arte hanno lo stesso potenziale di apprezzamento. Cerca opere uniche o di artisti con una traiettoria in crescita. Considera fattori come la rarità dell’opera, la reputazione dell’artista e le recensioni critiche. Un buon punto di partenza potrebbe essere investire in artisti che hanno già una certa visibilità e sono riconosciuti nel loro campo.
  3. Diversifica il tuo portafoglio: Come per qualsiasi altro tipo di investimento, la diversificazione è fondamentale. Non concentrarti su un solo artista o stile. Investi in diverse epoche, stili e media (pittura, scultura, installazioni, etc.). Questo non solo ridurrà il rischio, ma potrà anche aumentare le probabilità di scoprire una ‘gemma nascosta’.
  4. Fai attenzione alla provenienza e all’autenticità: Assicurati che l’opera sia autentica e ben documentata. La provenienza, o la cronologia di proprietà di un’opera d’arte, può influenzare notevolmente il suo valore. Acquista da venditori affidabili e, quando possibile, ottieni un certificato di autenticità. Opere d’arte dubbia provenienza o autenticità possono essere rischiose come investimento.
  5. Pensa a lungo termine: L’arte non è tipicamente un investimento a breve termine. Sii paziente e pensa a investire in arte come a una componente di lungo periodo del tuo portafoglio. I mercati dell’arte possono essere volatili e i gusti possono cambiare rapidamente. Un investimento ponderato e ben considerato ha maggiori probabilità di portare frutti nel tempo.
Investire in arte

Come Scegliere un’Opera d’Arte da Comprare?

Scegliere un’opera d’arte da comprare può essere un processo entusiasmante e arricchente. Ecco tre suggerimenti utili per aiutarti a fare una scelta informata e soddisfacente:

  1. Ricerca e conoscenza: Prima di acquistare, è fondamentale effettuare ricerche approfondite. Comprendi i diversi movimenti artistici e familiarizza con il lavoro di vari artisti. Visita musei, gallerie, e fiere d’arte per vedere di persona diverse opere. Segui aste online e offline per avere un’idea delle tendenze del mercato e dei prezzi delle opere. Iscriviti a newsletter del settore e leggi pubblicazioni specializzate per rimanere aggiornato.
  2. Definisci il tuo gusto e obiettivi: Rifletti su ciò che personalmente ti piace e su cosa cerchi in un’opera d’arte. Chiediti se stai cercando qualcosa che si adatti esteticamente alla tua casa o ufficio, o se il tuo scopo è un investimento a lungo termine. Considera il tipo di arte che risuona con te emotivamente: moderna, contemporanea, classica, astratta, realistica, etc. Definire chiaramente i tuoi obiettivi ti aiuterà a filtrare le opzioni e a trovare un’opera che soddisfi sia il tuo gusto personale che le tue esigenze finanziarie o decorative.
  3. Consulta esperti e valuta l’autenticità: Specialmente se stai considerando un investimento significativo, consultare un esperto d’arte o un consulente può essere molto utile. Gli esperti possono offrire intuizioni sul potenziale di apprezzamento di un’opera, sulla sua autenticità e sulla sua provenienza. Assicurati che l’opera sia accompagnata da una documentazione adeguata che ne attesti l’autenticità e la storia.

Investire in Arte Conviene?

Investire in arte può essere conveniente, ma è importante approcciarlo con prudenza e informazione. L’arte offre l’opportunità di diversificare il tuo portafoglio e può avere un valore che resiste a fluttuazioni economiche. Tuttavia, i rendimenti possono essere imprevedibili e il mercato è meno liquido rispetto ad altri investimenti. Inoltre, l’arte richiede una gestione attenta per conservazione e autenticità. Se sei appassionato d’arte e disposto a investire tempo per capire il mercato, può sicuramente essere un investimento gratificante.

Azioni ed ETF legati all’Arte

Al momento non esistono ETF tradizionali che investano direttamente in opere d’arte fisiche, poiché il mercato dell’arte è complesso e non si presta facilmente alla struttura degli ETF, che sono più comuni per asset come azioni, obbligazioni o materie prime. Tuttavia, ci sono alcune alternative innovative che cercano di avvicinare il mondo degli investimenti finanziari all’arte.

Uno di questi è l’utilizzo di piattaforme di crowdfunding che permettono di acquistare quote di opere d’arte. Queste piattaforme agiscono in modo simile a un ETF, poiché permettono di diversificare gli investimenti tra diverse opere d’arte senza possederle fisicamente. Esempi includono Masterworks o Arthena, che offrono agli investitori la possibilità di investire in arte tramite la condivisione di proprietà.

In alternativa, ci sono fondi chiusi e fondi di investimento privati specializzati in arte, ma questi sono generalmente accessibili solo a investitori accreditati o istituzionali a causa degli elevati requisiti di capitale e delle restrizioni normative.

Investire in Arte: Pro e Contro

Pro:

  1. Diversificazione del portafoglio: L’arte spesso non segue le stesse tendenze dei mercati azionari e obbligazionari, rendendola un’eccellente opzione per diversificare il tuo portafoglio di investimenti. In periodi di instabilità economica, l’arte può mantenere o addirittura aumentare il suo valore, offrendo una copertura contro la volatilità di altri mercati.
  2. Potenziale di apprezzamento a lungo termine: Alcune opere d’arte hanno mostrato una significativa capacità di apprezzamento nel tempo. Investire in artisti riconosciuti o emergenti che mostrano potenziale può portare a notevoli guadagni. La storia dell’arte è ricca di esempi di opere acquistate per cifre modeste che sono diventate estremamente preziose.
  3. Valore estetico e culturale: Oltre al potenziale finanziario, l’arte aggiunge valore estetico e può essere fonte di soddisfazione personale. Possedere opere d’arte permette agli investitori di godere della bellezza e del prestigio degli oggetti, oltre a contribuire alla conservazione della cultura e del patrimonio artistico.

Contro:

  1. Rischio di liquidità: A differenza degli investimenti più tradizionali come azioni o obbligazioni, l’arte è notevolmente meno liquida. La vendita di un’opera d’arte può richiedere tempo e dipende molto dalle condizioni del mercato, dalle preferenze in evoluzione dei collezionisti e da altri fattori esterni. Inoltre, l’accesso al mercato dell’arte può essere limitato senza contatti adeguati o senza una significativa conoscenza del settore.

Altri investimenti alternativi da considerare

Note finali

In definitiva, investire in arte può essere un modo interessante per accrescere il proprio patrimonio nel tempo, se si conosce la propria posizione. Grazie alla ricerca sul mercato dell’arte e sulle sue varie categorie, sarete in una posizione migliore per prendere decisioni di investimento intelligenti che massimizzino le vostre possibilità di successo.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Alessia Colucci

Alessia Colucci, laureata in economia nel 2023, ha sviluppato negli anni una fervente passione per gli investimenti. Fin dai primi mesi accademici, ha iniziato a dedicarsi al mondo finanziario, acquisendo una notevole esperienza nei mercati. La sua sete di conoscenza l'ha spinta a divorare libri su ogni aspetto economico del settore, contribuendo così a consolidare le sue competenze. Oggi, anche grazie alla sua profonda conoscenza di questo ambito, Alessia è riuscita ad unire la sua passione per la scrittura alla sua expertise economica. La sua abilità nel tradurre concetti complessi in linguaggio accessibile le consente di redigere guide professionali per investitori di ogni livello, per aiutarli ad operare al meglio.

Lascia un Commento