Guida

Come investire in ETF: Cosa sono e come funzionano

Ecco una guida completa su come investire in ETF (Exchange Traded Fund). 

Gli ETF sono spesso un ottimo punto di ingresso nel mondo della Borsa per i nuovi investitori. Sono economici ed in genere comportano un rischio minore rispetto alle singole azioni, perché un singolo fondo detiene un insieme diversificato di asset. Ecco che se siamo alla ricerca di un modo semplice ed efficace per diversificare il nostro portafoglio, gli ETF azionari oppure obbligazionari fanno al caso nostro.

Un ETF è molto facile da attivare e da capire, in quanto replica un benchmark e offre un elevato livello di trasparenza con il prezzo aggiornato ogni secondo. Ecco una tabella con le informazioni rilevanti:

✅ Strumento finanziario ETF
💬 Significato Exchange Traded Fund
🎯 Modalità di gestione Passiva
💰 Investimento minimo €200
⭕ Tipologie ETF – ETN – ETC
📈 Asset di investimento Azioni – Obbligazioni
⚖️ Regolamentazione ESMA
🏆 Miglior Broker eToro

Conosciamo già il potenziale degli ETF? Quindi possiamo attivare immediatamente un conto di investimento presso eToro, un broker con più di 260 ETF negoziabili sulla sua piattaforma. Sono sufficienti 50 euro per attivare il conto e si può fare pratica su un conto demo, utilizzando denaro virtuale:

Cliccate qui per iniziare subito a investire nei migliori ETF

Cosa sono gli ETF?

Gli ETF (Exchange Traded Funds) sono fondi di investimento a gestione passiva che vengono negoziati in borsa. Replicano la performance delle attività in portafoglio, come azioni, obbligazioni o materie prime.

Gli ETF negoziano su un prezzo continuo (H24) e su un prezzo di mercato. Questa è la principale differenza con i fondi comuni di investimento che, invece, hanno un unico valore giornaliero, pubblicato alla fine della giornata di negoziazione.

Quanto denaro occorre per investire in ETF? A differenza dei fondi comuni di investimento tradizionali, per i quali sono previsti costi di ingresso e di gestione fissi, gli ETF possono essere negoziati sui migliori broker online, senza costi fissi. Ciò significa che non è necessario un capitale elevato per investire: 100 euro sono sufficienti.

Come identificare un ETF sul mercato? Esistono migliaia di ETF quotati in borsa, pertanto è necessario un metodo unico per riconoscerli e identificarli. La soluzione è rappresentata dal codice ISIN, un codice di 12 cifre che viene assegnato a ciascun ETF in modo che possa essere riconosciuto senza problemi. Un modo ancora più rapido per identificarlo è il Ticker, in questo caso costituito da un codice alfanumerico di 3 o 4 caratteri.

Come investire negli ETF?

Per investire in Borsa mediante gli ETF è necessario scegliere un intermediario finanziario regolamentato. Il processo di registrazione è simile per tutti i broker, in quanto è necessario seguire questi tre importanti passaggi:

  1. Registrazione: come primo passo, è necessario fornire i propri dati personali ed un documento d’identità valido. In questo modo, il broker può attivare il conto dopo aver verificato l’accuratezza delle informazioni fornite.
  2. Deposito: sono sufficienti un centinaio di euro per iniziare a investire in ETF, quindi dovremo effettuare il deposito minimo tramite bonifico bancario, carta di credito o paypal.
  3. Investimento: in questa fase, tutto ciò che dobbiamo fare è entrare nella piattaforma online e scegliere gli ETF che vogliamo acquistare. Con pochi clic e in totale sicurezza, i fondi di investimento acquistati saranno immediatamente trasferiti sul nostro conto.

Si tratta di un processo rapido e sicuro, supervisionato dalle autorità di vigilanza che regolano i mercati finanziari:

Clicca qui per iniziare a investire in ETF con un piccolo capitale iniziale

Dove investire in ETF?

Noi di InvestireInBorsa consigliamo sempre di utilizzare solo piattaforme di investimento certificate e professionali. Questo significa affidarsi sempre e solo ai migliori broker di ETF per fare trading senza rischi.

Scopriamo quali sono le piattaforme più adatte a questo tipo di investimento.

1. eToro

  • Licenza: Cysec
  • Piattaforma: Proprietario
  • N° ETF: +240

Il primo broker da considerare è sicuramente eToro, una piattaforma con anni di esperienza sui mercati.

Contiene circa 220 ETF, un numero in costante crescita. Con un semplice clic sarà possibile operare in questo segmento di mercato e iniziare a investire in modo sicuro e professionale. Nella sezione dedicata, sarà possibile visualizzare tutti gli ETF presenti e selezionarli in base alla performance e ad altri criteri, come il segmento di mercato.

Accanto a ciascun ETF elencato, vengono visualizzati il margine e il pulsante per procedere all’acquisto. Veloce, economico e totalmente sicuro. Ecco il link per iniziare a fare trading sugli ETF comodamente online:

Clicca qui per negoziare i migliori ETF su eToro

2. Capex

  • Licenza: CySec
  • Piattaforma: Metatrader
  • Numero di ETF: +100

Molti investitori scelgono Capex per negoziare i migliori ETF sul mercato, soprattutto grazie all’ampia varietà di opzioni: ci sono più di 100 ETF quotati su questo broker.

Un vantaggio importante: non ci sono costi fissi, Capex è famosa in tutto il mondo per la sua formula a zero commissioni su molti asset. Il deposito minimo è di 100 euro e dà accesso a tutti gli ETF della piattaforma.

Sarà inoltre possibile esercitarsi su un conto demo, utilizzando il denaro virtuale messo a disposizione dal broker:

Clicca qui per aprire un conto su Capex ed investire in ETF

3. Markets.com

  • Licenza: FCA
  • Piattaforma: Metatrader
  • Numero di ETF: +60

Uno dei migliori broker di ETF è senza dubbio Markets.com. È una piattaforma di fama mondiale, sicura e affidabile.

Opera su una Metatrader 4 che può essere attivata con un deposito di 100 euro e ci sono più di 70 ETF negoziabili sulla piattaforma. Esiste una buona varietà di ETF azionari e settoriali, un’opzione eccellente per costruire un portafoglio d’investimento diversificato.

Ci sono anche numerose azioni e obbligazioni che possono essere negoziate su Markets, motivo per cui questo broker è scelto da molti professionisti della finanza.

Clicca qui per aprire un conto di investimento con Markets.com

Migliori ETF per investire

Negli ultimi anni, gli ETF hanno registrato una performance complessivamente positiva e il livello di soddisfazione degli investitori è elevato. Per scegliere i migliori ETF da comprare, possiamo considerare questi 5 fondi che hanno registrato i rendimenti più elevati negli ultimi 12 mesi:

RANKING ETF RENDIMENTO
1 S&P Global Clean Energy 98,81%
2 BVP Nasdaq Emerging Cloud 87,92%
3 MVIS Global Video Gaming and eSports 69,30%
4 Elwood Blockchain Global Equity 65,30%
5 EMQQ Emerging Markets  63,80%

Tuttavia, il mondo degli ETF è molto vario, per cui è necessario classificare e valutare i fondi più redditizi.

ETF azionari:

  • Vanguard Total Stock Market
  • iShares Dividend Growth
  • Vanguard Emerging Markets

ETF obbligazionari:

  • Vanguard Total Bond Market
  • iShares Corporate Bond
  • iShares US Aggregate Bond

ETF Bitcoin:

  • Grayscale Bitcoin Investment Trust
  • VanEck Vectors Bitcoin
  • Bitcoin Strategy ETF

ETF sulle materie prime:

  • United States Oil Fund
  • US Natural Gas
  • iShares Global Clean Energy

Dove negoziare tutti questi ETF? Sicuramente su eToro, che offre la più ampia selezione di fondi, tutti negoziabili a condizioni di mercato competitive e vantaggiose.

Clicca qui per investire nei migliori ETF con eToro

Investire in ETF conviene?

E’ davvero conveniente investire in ETF? Le motivazioni per farlo sono molteplici, ecco le principali:

  • Capitale di accesso: permettono di investire sui mercati finanziari con un capitale di accesso molto basso. Forniscono liquidità si bilanciano in tempo reale, in quanto sono quotati in borsa e vengono scambiati come le azioni.
  • Diversificazione ottimale: rispetto all’investimento in pochi titoli di vostra scelta. Inoltre è una tipologia passiva per impiegare il nostro capitale, non ci sarà bisogno del nostro intervento.
  • Flessibilità operativa: permettono ad esempio di vendere allo scoperto o acquistare a margine. Gli ETF consentono inoltre di accedere a una serie di altre opzioni di investimento, come l’investimento in materie prime e in titoli internazionali.

Gli ETF sono adatti anche a coloro che dispongono di una somma di denaro in contanti, ma che non hanno ancora deciso come investirlo, proprio per le motivazioni appena descritte. In questo caso potrebbe essere utile avvalersi di un Robo Advisor, per avere indicazioni personalizzate prima di investire.

Il migliore in questo campo è QuantX: non ci sono costi di attivazione, viene offerto da Capex. Occorre completare la registrazione ed inserire le nostre preferenze in materia di capitale da investire, avversione al rischio ed altro ancora, al resto penserà tutto questo ottimo Advisor.

Clicca qui per richiedere i servizi gratuiti di QuantX

Come funzionano gli ETF?

Gli ETF funzionano in modo molto semplice: replicano fedelmente la performance di un benchmark, ossia di un insieme di asset di riferimento, ad esempio un indice o un’azione.

La gestione è passiva, quindi sarà necessario selezionare con cura le attività da includere nel portafoglio che comporrà l’ETF. Ad esempio, un ETF composto solo dal Dow Jones replicherà fedelmente la performance dell’indice statunitense.

Gli ETF sono considerati tra i migliori investimenti in assoluto: più redditizio dei conti di deposito e meno costoso delle obbligazioni. Esistono due categorie principali:

  • ETF fisico: consiste in tutte le azioni o obbligazioni che compongono l’indice. È quindi necessario acquistare tutti gli attivi, nella stessa proporzione, e assegnare a ciascuno lo stesso peso che ha nell’indice.
  • ETF sintetico: non è composto da attività reali ma da contratti derivati “futures” o “swap”. Pertanto, replica l’andamento che l’indice avrà nel mercato dei derivati finanziari.

Parametri da valutare in un ETF

Al momento di scegliere l’ETF in cui investire, dovremmo sempre considerare e valutare questi dati:

  • Gestore: la società che ha creato il Fondo e lo gestisce.
  • Ticker: il codice univoco utilizzato per trovare il nostro ETF sul mercato.
  • Benchmark: quale indice sarà replicato nel fondo.
  • AUM: l’acronimo di Assets Under Management (patrimonio gestito) indica l’importo totale del denaro gestito dall’ETF.
  • Spese: è molto importante conoscere le spese da sostenere prima di investire.
  • Valuta: alcuni ETF sono negoziati in dollari, altri in euro e altri ancora in valute locali. È quindi necessario prestare attenzione al rischio di cambio.
  • Tracking error: indica il margine di deviazione dalla performance effettiva dell’indice preso come benchmark. Questo valore dovrebbe essere il più basso possibile.

Un buon investimento speculativo passa anche dalla corretta selezione dell’Asset più adatto alle nostre caratteristiche.

Clicca qui per aprire un conto di investimento in ETF

Come scegliere un ETF?

Questi sono i parametri rilevanti nella scelta di un ETF in cui investire:

  • Liquidità: essenziale per garantire le attività di trading senza ritardi o inadempienze.
  • Strategia: con particolare riferimento al metodo di gestione (attivo o passivo) scelto dai Gestori.
  • Valuta: è importante sottoscrivere ETF in euro o in dollari, per evitare i rischi legati al deprezzamento delle valute più deboli.
  • Prezzo d’ingresso: verificare sempre se ci sono costi fissi di sottoscrizione o commissioni di gestione.
  • Premio/Sconto: promozioni speciali volte a dare un premio quando si vende un ETF molto richiesto o quando ci si iscrive a un nuovo Fondo.

Costi e commissioni degli ETF

Le principali commissioni che si possono trovare quando si investe in ETF sono le seguenti.

  • Commissione di gestione: è la commissione addebitata dalla società di gestione al cliente per il servizio di intermediazione svolto. Prima di sottoscrivere un ETF, è necessario verificare l’importo di questa commissione ed è importante sapere che questa partecipazione viene detratta direttamente dal valore del Fondo.
  • Commissione di compravendita: si tratta di una piccola commissione addebitata dal broker per ogni transazione. Di solito corrisponde allo spread, ovvero alla differenza tra il prezzo Bid e Ask.
  • Commissione di deposito e custodia: una commissione applicata da alcuni broker per conservare in modo sicuro l’ETF acquistato nel conto di investimento del cliente.

Di solito è necessario considerare un costo fisso compreso tra lo 0,10% e il 2%, in relazione al capitale investito. Questo aspetto rende gli ETF molto più economici e convenienti rispetto ad altri strumenti finanziari come i fondi comuni o le obbligazioni.

investire in ETF

Investire in ETF Pro e Contro

Vantaggi:

  • Zero commissioni: scegliendo Broker online non ci saranno spese fisse da sostenere, solo lo spread tra prezzo Bid ed Ask
  • Dividendi: opportunità molto interessante per massimizzare i nostri profitti
  • Diversificazione: non occorre comporre un portafoglio in quanto già nel nostro ETF ci saranno Asset differenti e bilanciati
  • Liquidità: comprare o vendere questi strumenti è pratico ed immediato, non c’è rischio di mancanza della controparte
  • Trasparenza: all’interno del prospetto informativo sono presenti tutte le informazioni sul Fondo, una fotografia dettagliata di ogni singolo aspetto
  • Sicurezza: il denaro investito in ETF viene custodito separatamente dal patrimonio della società emittente. Una tutela ulteriore in caso (remoto) di fallimento

Svantaggi:

  • Rischio finanziario: si tratta di un rischio inevitabile, insito nella natura stessa dell’investimento.
  • Diversificazione errata: investire senza bilanciare correttamente i fondi in portafoglio può portare a perdite monetarie.
  • Rendimenti minimi: i rendimenti possono essere così bassi da non riuscire nemmeno a coprire i costi di gestione.

Senza dubbio, i pro superano i contro: gli ETF sono potenzialmente un investimento ad alto rendimento.

Clicca qui per iniziare subito ad investire in ETF con eToro

ETF Tassazione

Un vantaggio degli ETF rispetto ai suoi prodotti concorrenti risiede nel fatto che sono mediamente più economici e semplici da sottoscrivere.

Inoltre, la fiscalità in materia è cambiata negli ultimi anni. In seguito al decreto legislativo del 9 Aprile 2014, i profitti ottenuti devono essere registrati come “reddito da capitale“. Al contrario, tutte le minusvalenze vanno inserite sotto la voce “reddito diverso”.

Un’ulteriore semplificazione è stata fatta proprio per calcolare eventuali plus o minusvalenza. Occorrerà semplicemente verificare la differenza tra prezzo di acquisto e di vendita. In questo caso, il calcolo del NAV non è più necessario.

In definitiva, l’aliquota è pari al 26% ad eccezione degli ETF con titolo di Stato Italiani: per loro è prevista un’aliquota più bassa al 12.5%, proprio come per i Buoni Postali.

Tutorial per investire in ETF

Per completare la nostra guida, ecco un ottimo Videotutorial a cura di Leonardo Pinna che spiega come investire in ETF partendo da zero, passo dopo passo:

Conclusioni

In questa guida abbiamo definito nel dettaglio cosa sono e come investire in ETF, una delle modalità di investimento più innovative e profittevoli.

I mercati finanziari, come sappiamo, danno modo di fare investimenti redditizi sia a breve che a lungo termine. Operare con gli ETF permette sia di realizzare guadagni immediati che attuare strategie di profitto a medio/lungo termine.

Solitamente le piattaforme professionali permettono di venire incontro alle esigenze di ogni Trader. Infatti, le tecniche per investire in borsa sono molteplici ed operare con gli ETF è solo una delle tante strategie vincenti.

Ecco dove registrarsi per iniziare ad investire in ETF:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Leggi anche:

    FAQ

    Cosa sono gli ETF?

    Acronimo di Exchange Traded Funds, sono uno strumento di investimento a gestione passiva, dal momento che replicano un benchmark di riferimento.

    Dove è possibile acquistare ETF?

    Il Broker Capex mette a disposizione dei clienti una lista di oltre 100 ETF negoziabili online e senza commissioni. Tutte le info nella nostra guida.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world