Guida

Come investire in ETF | Migliori ETF sui quali puntare nel 2021

Ecco una guida completa su come investire in ETF (Exchange Traded Fund).

Noi di InvestireInBorsa.me siamo ovviamente alla continua ricerca dei migliori metodi di investimento e dei mercati più profittevoli al mondo. In questa guida analizzeremo nel dettaglio gli ETF, tra gli investimenti speculativi più apprezzati ed utilizzati dagli Italiani.

Ecco subito una tabella che illustra nel dettaglio cosa sono gli ETF:

✅ Strumento finanziario ETF
💬 Significato Exchange Traded Fund
🎯 Modalità di gestione Passiva
💰 Investimento minimo €200
⭕ Tipologie ETF – ETN – ETC
📈 Asset di investimento Azioni – Obbligazioni
⚖️ Regolamentazione ESMA
🏆 Miglior Broker eToro

Come mai gli ETF sono così apprezzati dagli investitori? Ci sono 4 motivazioni principali:

  • Semplicità: molto facili da attivare e da comprendere, in quanto replicano un benchmark di riferimento
  • Trasparenza: il loro prezzo è sempre aggiornato, secondo per secondo
  • Flessibilità: non hanno scadenza e possono essere liquidati online ed in pochi minuti
  • Economicità: costi di attivazione e di gestione davvero ridotti

Dove negoziare i migliori ETF? Per investire con le migliori condizioni di mercato bisognerà rivolgersi ad eToro, Broker Leader e livello Europeo che scopriremo meglio nei prossimi paragrafi.

Cosa sono gli ETF?

Gli ETF (Exchange Traded Fund) sono dei Fondi di investimento innovativi, a gestione passiva, negoziati in Borsa come delle semplici azioni. La loro caratteristica riguarda il fatto che replicano l’andamento degli Asset presenti al loro interno (azioni, obbligazioni o materie prime).

Questi portafogli vengono creati da specialisti della finanza, spesso gestori di Hedge Fund o banche di investimento, i quali selezionano i migliori Asset sul mercato per comporre portafogli di investimento diversificati e ben strutturati.

Quali sono le differenti tipologie di ETF? Nonostante una gamma davvero ampia, le principali categorie (quelle più comuni) sono le seguenti:

  • Azionario
  • Obbligazionario
  • Settoriale
  • Commodity
  • Indici
  • Valutari

Spesso gli ETF sono settoriali, suddivisi quindi per tipologia finanziaria: azioni o obbligazioni. Ancora, presentano una suddivisione per categoria, come ad esempio ETF di azioni tecnologiche, farmaceutiche oppure obbligazionari di paesi emergenti o con Bond aziendali.

Questa suddivisione per tipologia e categoria offre una diversificazione ottimale che permette ai migliori ETF di minimizzare il rischio ed ottenere rendimenti spesso superiori alla media del mercato.

Non è una azzardato definire gli ETF come un vero e proprio “futuro della borsa” e del trading in generale. Si tratta di un investimento è molto profittevole, a basso rischio e molto pratico da avviare: basta registrarsi ad un Broker online per negoziare ETF online o direttamente da App.

Qui puoi iniziare ad investire in ETF anche da App

Come funzionano gli ETF?

Il funzionamento degli ETF è molto semplice: replicano fedelmente l’andamento di un Benchmark di riferimento.

Con il termine Benchmark ci riferiamo ad un insieme di Asset, ad esempio un Indice di Borsa oppure una serie di azioni, che andranno ad indirizzare l’andamento dell’ETF.

La gestione è passiva, quindi bisognerà selezionare accuratamente gli Asset da inserire nel portafoglio che andrà a comporre il Fondo di investimento.

Ecco un esempio: un ETF composto solo dal Dow Jones replicherà fedelmente l’andamento dell’Indice Statunitense. 

Più verosimilmente gli ETF sono composti da diversi Asset e replicheranno l’andamento di ognuno. per questo motivo è molto importante diversificare al meglio il portafoglio e selezionare gli strumenti finanziari più redditizi.

La diversificazione è un aspetto molto importante negli ETF. Non è mai conveniente puntare su un singolo Asset, performante che sia. Qualora le cose dovessero andare male, perderemo il nostro denaro senza uno strumento di protezione.

Al contrario, investendo su un Fondo già diversificato al suo interno, il rischio si andrà a ripartire come in questo esempio:

  • Amazon: 20%
  • Apple: 20%
  • Google: 20%
  • Facebook: 20%
  • Microsoft: 20%

Così facendo avrete diversificato i vostri soldi su ben 5 azioni differenti, tutte inserite in un unico ETF.

Ad oggi investire in ETF è una delle migliori scelte che possiate fare: più redditizi dei conti deposito e meno costosi delle obbligazioni

Quanto denaro occorre per investire in ETF?

Non sono necessari grandi fondi per investire in ETF, bastano anche solo 200 euro su broker come eToro.

A differenza dei tradizionali Fondi di investimento, dove ci sono costi fissi all’entrata e spese di gestione, gli ETF negoziabili sui migliori Broker azzerano i costi legati alle commissioni. Oltre, ovviamente, ad un investimento iniziale davvero economico.

Addirittura Broker come XTB permettono di negoziare ETF con soli €20 e sfruttando la leva finanziaria. Ciò permette di guadagnare potenzialmente come un Hedge Fund, pur negoziando con cifre molto basse.

Ovviamente i guadagni saranno proporzionali al capitale investito. Un ETF che rende il 20% mensile ci garantirà un profitto di 200 euro se il nostro investimento è stato di €2.000. Oppure, puntando 10.000 euro la nostra entrata mensile sarà di €1.000.

Al pari di azioni ed altri Asset, ormai gli ETF si negoziano su tutti i migliori Broker e con capitali iniziali davvero bassi.

Costi e Commissioni degli ETF

Quali sono le commissioni da considerare al momento di investire in ETF? Solitamente bisogna considerare una spese fissa che si aggira tra lo 0.10% ed il 2%, in relazione il capitale investito.

Questo aspetto rende gli ETF molto più economici e convenienti di altri strumenti finanziari, quali Fondi di investimento oppure obbligazioni.

Occorre specificare che alcune piattaforme bancarie applicano costi fissi abbastanza elevati, spesso intorno al 3%, oltre ad una serie di costi davvero antipatici: apertura conto o spese di istruttoria.

Per azzerare queste spese e negoziare con accesso diretto al mercato, la soluzione migliore è rappresentata da eToro: Broker a zero costi fissi, anche sugli ETF, carica solo il normale spread di mercato.

Qui puoi investire in ETF senza spese fisse

investire in ETF

Migliori ETF per investire

Quanto rendono in media gli ETF? Difficile rispondere con esattezza a questa domanda, dal momento che esistono migliaia di Fondi di questa tipologia ed è impossibile effettuare una media ponderata su ognuno.

Tuttavia, possiamo affermare che nel corso della loro storia hanno sempre avuto performance nel complesso positive ed il livello di soddisfazione degli investitori è elevato.

Quali sono stati i migliori ETF del 2020? Ecco la classifica con i 5 più performanti:

RANKING ETF RENDIMENTO
1 S&P Global Clean Energy 98,81%
2 BVP Nasdaq Emerging Cloud 87,92%
3 MVIS Global Video Gaming and eSports 69,30%
4 Elwood Blockchain Global Equity 65,30%
5 EMQQ Emerging Markets  63,80%

Rendimenti davvero eccellenti per la felicità degli investitori che hanno sottoscritto questi ETF di successo.

Per il biennio 2021/2022 le attenzioni degli analisti si sono spostate su ETF legati a specifici settori:

  • Healthcare: la pandemia ha generato profitti da capogiro per la grandi industrie del settore farmaceuto e della salute in generale
  • Tecnologico: con particolare attenzione agli sviluppi nel settore Blockchain
  • Green: l’ambiente è sempre più al centro del dibattito politico internazionale

Questi 3 settori andranno con tutta probabilità a trainare i migliori ETF azionari nei prossimi mesi.

Cosa dire degli ETF obbligazionari? In questo ambito le opportunità sono minori ma alcune soluzioni offerte da iShares o Invesco sono di ottima qualità, soprattutto con Focus sugli Stati emergenti del Sudamerica.

Il miglior listino di ETF, sempre aggiornato, si trova su eToro: Broker con oltre 220 Fondi negoziabili con un click e con un deposito minimo di €50!

Scopri qui tutti i migliori ETF negoziabili sul mercato

Dove negoziare i migliori ETF?

Come sempre, il servizio qualitativo più elevato lo si riscontra in piattaforme certificate e professionali: quando si tratta di investire i nostri soldi, non ha alcun senso rischiare.

Dobbiamo sempre e solo affidarci ai migliori operatori in circolazione. Anche per gli ETF, vale lo stesso discorso. In Italia abbiamo eToro, piattaforma pluripremiata con anni di esperienza sui mercati.

Al suo interno ci sono circa 230 Exchange Traded Funds, un numero in continua crescita. Con un semplice click sarà possibile operare in questo segmento di mercato ed iniziare ad investire con sicurezza e professionalità.

La modalità di investimento è duplice:

  • Sottoscrizione di un ETF
  • Negoziazione in CFD

Nel primo caso andremo a comprare materialmente un ETF, mentre nel secondo caso andremo a negoziare il suo andamento sul mercato. Per attivare questa opzione basterà semplicemente attivare la leva finanziaria.

Nella sezione dedicata, sarà possibile visualizzare tutti gli ETF presenti e selezionarli in base alla performance ed altri criteri come il segmento di mercato.

Ecco un esempio:

investire in etf con etoro

Di fianco ad ogni ETF quotato, c’è lo Spread applicato ed il tasto per procedere con l’acquisto. Veloce, economico e totalmente sicuro.

Ecco il Link per iniziare subito a negoziare ETF comodamente online:

Negozia gli ETF su eToro a condizioni vantaggiose

Come scegliere un ETF?

A livello didattico è opportuno conoscere i parametri da valutare al momento di scegliere un ETF.

Ecco gli aspetti più importanti da considerare:

  • Liquidità: fondamentale per garantire le attività di compravendita senza ritardi o inadempienze
  • Strategia: con particolare riferimento alla modalità di gestione (attiva o passiva) scelta dal Gestore
  • Valuta: importante sottoscrivere ETF in Euro o in Dollari, onde evitare rischi legati al deprezzamento di valute più deboli
  • Prezzo di entrata: verificare sempre se ci sono costi fissi di sottoscrizione o spese di gestione
  • Premio/sconto: particolari promozioni volte a dare un premio al momento della vendita di un ETF molto richiesto o in fase di sottoscrizione di un nuovo Fondo

Tutti questi passaggi vengono semplificati proprio dalla scelta di un buon Broker. Ad esempio su eToro vengono negoziati ETF a marchio iShares, Vanguard o Invesco: sono 3 Top Players di questo settore che ci metteranno al riparo da rischi legati a liquidità, strategia e valuta scelta.

Come già detto i costi di entrata sono azzerati e basterà liquidare la posizione in qualsiasi momento per vedere i profitti trasferiti sul nostro conto.

Investire in ETF Pro e Contro

Quali sono i principali vantaggi degli ETF? Ecco una rassegna completa:

  • Zero commissioni: scegliendo Broker online non ci saranno spese fisse da sostenere, solo lo spread tra prezzo Bid ed Ask
  • Dividendi: opportunità molto interessante per massimizzare i nostri profitti
  • Diversificazione: non occorre comporre un portafoglio in quanto già nel nostro ETF ci saranno Asset differenti e bilanciati
  • Liquidità: comprare o vendere questi strumenti è pratico ed immediato, non c’è rischio di mancanza della controparte
  • Trasparenza: all’interno del prospetto informativo sono presenti tutte le informazioni sul Fondo, una fotografia dettagliata di ogni singolo aspetto
  • Sicurezza: il denaro investito in ETF viene custodito separatamente dal patrimonio della società emittente. Una tutela ulteriore in caso (remoto) di fallimento

Insomma, tutto quello di cui un investitore ha bisogno per gestire al meglio i proprio fondi.

Sicuramente una domanda che ci siamo posti in tanti: quali sono i rischi dell’investire in ETF? All’apparenza del tutto simili ai rischi che si corrono quando si effettua un qualsiasi investimento finanziario.

Possiamo quindi elencare gli unici 2 svantaggi legati all’investire in ETF:

  • Gli ETF si limitano a copiare un Asset sottostante, già ampiamente diversificato
  • Non c’è una gestione attiva del Fondo, gli errori umani sono limitati

ETF Tassazione

Un vantaggio degli ETF rispetto ai suoi prodotti concorrenti risiede nel fatto che sono mediamente più economici e semplici da sottoscrivere.

Inoltre, la fiscalità in materia è cambiata negli ultimi anni. In seguito al decreto legislativo del 9 Aprile 2014, i profitti ottenuti devono essere registrati come “reddito da capitale“. Al contrario, tutte le minusvalenze vanno inserite sotto la voce “reddito diverso”.

Un’ulteriore semplificazione è stata fatta proprio per calcolare eventuali plus o minusvalenza. Occorrerà semplicemente verificare la differenza tra prezzo di acquisto e di vendita. In questo caso, il calcolo del NAV non è più necessario.

In definitiva, l’aliquota è pari al 26% ad eccezione degli ETF con titolo di Stato Italiani: per loro è prevista un’aliquota più bassa al 12.5%, proprio come per i Buoni Postali.

Tutorial per investire in ETF

Per completare la nostra guida, ecco un ottimo Videotutorial a cura di Leonardo Pinna che spiega come investire in ETF partendo da zero, passo dopo passo:

Conclusioni

In questa guida abbiamo definito nel dettaglio cosa sono e come investire in ETF, una delle modalità di investimento più innovative e profittevoli.

I mercati finanziari, come sappiamo, danno modo di fare investimenti redditizi sia a breve che a lungo termine. Operare con gli ETF permette sia di realizzare guadagni immediati che attuare strategie di profitto a medio/lungo termine.

Solitamente le piattaforme professionali permettono di venire incontro alle esigenze di ogni Trader. Infatti, le tecniche per guadagnare in borsa sono molteplici ed operare con gli ETF è solo una delle tante strategie vincenti.

Con eToro è possibile fare trading senza nessuna commissione e spread ultra-bassi per i prezzi di BID e ASK. Sarà possibile anche fare pratica su un conto Demo per valutare con i propri occhi la bontà di questa piattaforma.

Ecco dove registrarsi per iniziare ad investire in ETF:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

     

    FAQ

    ✅ Cosa sono gli ETF?

    Acronimo di Exchange Traded Funds, sono uno strumento di investimento a gestione passiva, dal momento che replicano un benchmark di riferimento.

    ✅ Dove è possibile acquistare ETF?

    Il Broker eToro mette a disposizione dei clienti una lista di oltre 150 ETF negoziabili online e senza commissioni. Tutte le info nella nostra guida.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world