Criptovalute

Bitstamp Exchange è affidabile? Guida e recensioni

Fra le tante piattaforme di scambio per criptovalute, è possibile individuare un servizio storico, con oltre 10 anni di esperienza e ad oggi considerato uno dei servizi più utilizzati al mondo. Si tratta di Bitstamp Exchange. È una piattaforma sicura? Cosa propone ai propri utenti?

All’interno della nostra guida completa abbiamo deciso di analizzare tutte le maggiori caratteristiche di questo Exchange, soffermandoci in modo specifico sulla sicurezza, sulle commissioni e sui servizi messi a disposizione.

Tutto ciò per fare chiarezza in merito alla piattaforma e per dare un concreto punto di riferimento ad utenti ed appassionati di criptovalute.

Quando si decide di entrare in questo settore, le proposte che vi si presentano sono davvero tante. Risulta così difficile, per un utente con poche esperienze, cercare di individuare la piattaforma più affidabile.

Gli Exchange, infatti, non rappresentano l’unica soluzione per poter puntare sui propri strumenti crittografici preferiti. A tal proposito visioneremo interessanti Broker, che permettono di operare attraverso strumenti derivati [CFD].

Bitstamp Exchange Cos’è

Se la tua passione per le criptovalute dura ormai da anni, ti sarà sicuramente capitato di sentir parlare di Bitstamp Exchange. Diversamente da altre piattaforme di scambio, il colosso oggi esaminato vanta anni di esperienza ed una presenza dal 2011.

Durante quest’anno, per idea del visionario ed investitore Nejc Kodric, nacque una piccola realtà online, che ben presto sarebbe diventata una delle poche piattaforme a permette di comprare Bitcoin.

Lo stesso CEO, avrebbe raccontato di aver avviato la propria idea con un capitale bassissimo, in una location alquanto rudimentale e con soli due laptop.

Nel corso degli anni, reduci i successi di altre criptovalute mondiali, Bitstamp Exchange ha avuto la possibilità di aggiungere nuovi strumenti crittografici, ampliando il proprio database.

Ad oggi, dà la possibilità di operare con decine di criptovalute storiche, come ad esempio Bitcoin, Ethereum e Litecoin , nonché con strumenti e Token di ultima generazione. Permette di acquistare strumenti crittografici con le maggiori valute Fiat ad oggi presenti sul mercato. È ad esempio possibile citare il dollaro o l’euro.

La sede legale è nel Lussemburgo ed altre sedi strategiche sono dislocate in diverse parti del mondo. Nel 2018, come esposto da un documento ufficiale all’interno della piattaforma, Bitstamp Exchange è stata acquisita dalla società NXMH.

Si tratta di un gruppo Belga, da anni presente ne settore degli investimenti ed in quello delle criptovalute. La stessa acquisizione, come esposto dall’amministratore della società, ha avuto sin da sempre l’obiettivo di incrementare la quota di mercato e penetrare così in nuove zone.

Bitstamp Exchange Come funziona

Assodato che la piattaforma rappresenta da anni una realtà ben consolidata nel settore, gestita da oltre due anni da un gruppo con notevoli capacità nel settore degli investimenti, è ora possibile comprendere le principali caratteristiche ed i maggiori servizi.

Come funziona Bitstamp Exchange? Vediamo alcuni punti:

  • Vi è la possibilità di aprire un proprio account, associato ad un proprio indirizzo personale
  • L’utente può finanziare il proprio profilo attraverso i sistemi proposti
  • La funzione principale riguarda l’acquisto, la vendita o la detenzione di strumenti crittografici all’interno del proprio portafoglio virtuale

Per aprire un account su Bitstamp è necessario procedere con le consuete procedure di registrazione. Verranno così richiesti i propri dati e, una volta verificato l’account, si potrà procedere con la fase di caricamento fondi.

Oltre a poter operare con il Bitcoin, la piattaforma mette a disposizione decine di altri strumenti crittografici. Il tutto in una piattaforma abbastanza intuitiva. Tuttavia, non mancano specifiche funzioni avanzante, complesse da capire per chiunque avesse poca esperienza o non conoscesse nel dettaglio il settore.

All’interno della sezione “Mercati” è possibile accedere alla lista dei cambi, che possono essere visionati sulla base di determinati parametri. È ad esempio possibile selezionare “BTC”, evidenziando solamente gli strumenti “ETH/BTC”, “XRP/BTC” e così via, oppure applicare due tipologie di filtro: “migliori prestazioni” e “peggiori prestazioni”.

Come di consueto, anche su Bitstamp Exchange è proposto il relativo indicatore dei volumi, associato ad ogni assets. Tutte le funzionalità della piattaforma, possono inoltre essere gestite anche attraverso l’applicazione Bitstamp, disponibile in modo gratuito all’interno degli Store online.

Bitstamp Exchange Commissioni e sicurezza

Per completare l’intero quadro analitico della piattaforma, risulta doveroso un richiamo alle commissioni su Bitstamp Exchange ed alle procedure di sicurezza.

Partendo dalle commissioni, essendo un Exchange, come Okex, Huobi o Kraken, anche Bitstamp attua le proprie percentuali di commissione sulla base delle operazioni effettuate e dei rispettivi volumi.

Si parte da volumi di scambio abbastanza bassi, calcolati sempre sulla base di un periodo di 30 giorni, dove le percentuali arrivano allo 0.25 %. Con volumi maggiori, per intenderci al di sopra dei 20.000,00 dollari, la percentuale si abbassa fino al 0.10 %. Da ricordare, ulteriori costi di prelievo, in riferimento alla propria carta di debito associata.

Passando all’aspetto della sicurezza, nel corso degli ultimi anni, la quasi totalità degli Exchange ha dovuto seguire rigide regole per cercare di creare un ambiente ipoteticamente protetto. Anche su Bitstamp Exchange è possibile individuare procedure di autenticazione sul proprio account, nonché sistemi di conservazione delle proprie risorse all’interno di Wallet controllati.

Nonostante ciò, i timori e le violazioni passate sul mondo degli Exchange, rendono sempre perplessi gli operatori sull’utilizzo di alcuni servizi. La stessa Bitstamp, nel 2015, era stata letteralmente affossata da una delle più grandi violazioni informatiche di sempre. La stessa, all’epoca, aveva permesso la perdita di circa 19.000 Bitcoin.

In tutto ciò, considerando le commissioni sulle operazioni ed i timori sugli attacchi Hacker, in molti si chiedono se ad oggi esistano sistemi alternativi per poter negoziare con strumenti crittografici, senza tuttavia doverli necessariamente possedere virtualmente. I CFD rappresentano la risposta a questa domanda.

Alternative per negoziare con criptovalute

Diversamente dagli Exchange, che permettono di acquistare criptovalute in modo diretto e fisico, utilizzare strumenti derivati significa comprare Bitcoin, o qualsiasi altro assets crittografici, attraverso un CFD.

Le differenze più importanti sono essenzialmente due. La prima riguarda la non necessaria presenza di portafogli di archiviazione. Andando ad operare solamente su repliche di andamenti, non si acquista nessuno strumento in modo diretto e quindi nessuna criptovaluta può concretamente essere “violata”.

Il secondo aspetto attiene la possibilità di attuare la vendita allo scoperto. Comprare un determinato pacchetto di criptovalute tramite Exchange, significa sperare esclusivamente in un loro aumento di prezzo. Diversamente da ciò, con i CFD è possibile puntare verso due direzioni:

  • Opzione al rialzo, ossia aprendo una posizione di acquisto con CFD
  • Opzione al ribasso, ossia aprendo una posizione di vendita con CFD

La scelta degli strumenti operativi, ossia i CFD, deve tuttavia essere accompagnata da quella nei confronti della giusta piattaforma di brokeraggio. Abbiamo così deciso di esaminare due alternative efficienti e professionali:

eToro

eToro rappresenta ad oggi una delle piattaforme di trading regolamentate più utilizzate al mondo. Essendo costantemente aggiornata, mette a disposizione decine di criptovalute storiche e di nuova generazione.

Attraverso il Copy Trading, ossia una funzione automatica, brevettata dalla stessa società, che permette a tutti gli iscritti di copiare le posizioni dei grandi investitori.

La scelta sui vari Popular Investor può essere effettuata direttamente sulla piattaforma, la quale permette di visionare i rendimenti medi, il livello di rischio, nonché la popolarità di ogni singolo investitore.

Quali passaggi per poter usufruire del sistema? Pochi e rapidi:

  • Si accede sul proprio account, che può essere aperto in modo gratuito compilando l’apposita sezione su eToro
  • Si entra all’interno della sezione dei Popular Investor, scegliendo uno o più professionisti
  • Alla fine, associando la loro operatività al proprio account, tutte le scelte (modifica, acquisto e vendita) verranno replicate in tempo reale

In alternativa, l’utente può in qualsiasi momento avviare proprie strategie, sulla base dei propri studi ed in modo completamente autonomo. Tutto ciò, sia in modalità reale che in modalità demo, utilizzando un account di prova.

Scopri eToro ed il Copy Trading cliccando qui

XTB

Anche il Broker XTB, che rappresenta una seconda valida alternativa, permette di negoziare con strumenti Crypto attraverso strumenti derivati.

Cosa permette la piattaforma?

  • È possibile effettuare la registrazione, aprendo un proprio account in modo rapido e gratuito. Tutto ciò all’interno della pagina ufficiale XTB.
  • A questo punto si potrà accedere al comparto crittografico, selezionando una o più valute di proprio interesse.
  • Dopo aver visualizzato il grafico in tempo reale, nonché i rispettivi valori di acquisto e di vendita, sarà possibile puntare al rialzo o al ribasso.

Anche in questo caso, come avviene solamente per i Broker professionali, vi è la possibilità di iniziare in totale tranquillità, con un comodo account di prova a costo zero. Richiede solamente la registrazione iniziale e permette di testare le funzionalità del servizio attraverso capitali non reali.

Uno dei supporti più interessanti, che rappresenta un reale valore aggiunto soprattutto per gli utenti alle prime armi, riguarda il corso formativo. Si tratta di un vero e proprio percorso informativo sul mondo del Trading, ottenibile attraverso il download di un eBook completo.

Scopri qui XTB ed individua le migliori criptovalute

Bitstamp Exchange

Competitors di Bitstamp

Conclusioni

Tirando le somme, conviene utilizzare Bitstamp Exchange? Durante la nostra analisi abbiamo potuto analizzare la presenza delle varie funzioni messe a disposizione dalla piattaforma. La componente dell’esperienza, pluridecennale, rappresenta sicuramente un aspetto rilevante da tenere in considerazione.

Oltre ciò, abbiamo ricordato la pesante violazione subita nel 2015, che ha tuttavia permesso all’Exchange di attuare ed adeguare nuovi sistemi di controllo e di protezione.

Nonostante i miglioramenti in questo campo, le violazioni subite da decine di Exchange e la presenza delle commissioni, soprattutto per chi opera con diverse operazioni giornalmente, rappresentano fattori da tenere a mente.

A tal proposito, abbiamo presentato alcune alternative di negoziazione, ossia i CFD, che permettono di fare trading su criptovalute, utilizzando regolamentate piattaforme.

Quali? Ad esempio eToro o XTB:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Leggi anche:

    Domande Frequenti

    Cos’è Bitstamp Exchange?

    Bitstamp viene ad oggi considerata una piattaforma di scambio per criptovalute. Lanciata nel 2011, ha lentamente aumentato la propria quota di mercato, inserendo nuove funzioni.

    Quali strumenti offre Bitstamp Exchange?

    La piattaforma mette da sempre a disposizione la criptovaluta per eccellenza, ossia Bitcoin. Ha successivamente implementato con nuovi strumenti e Token di ultima generazione.

    Bitstamp Exchange applica commissione?

    Essendo un Exchange come molti altri, anche Bitstamp applica percentuali di commissione, variabili sulla base del volume di scambio.

    Quali alternative per negoziare su criptovalute?

    Ad oggi è possibile comprare Bitcoin, o altri assets crittografici, attraverso contratti per differenza. I CFD sono messi a disposizione dalle migliori piattaforme di brokeraggio regolamentate ed autorizzate.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world