Guida

Interesse Composto: Tutti i segreti di questa metodologia applicata al Trading

In questa guida ci occuperemo di analizzare i vantaggi dell’interesse composto applicato al Trading.

Da anni, questa tipologia di interesse incuriosisce numerosi investitori e spesso viene definita come una base per ottenere notevoli rendite finanziare. In effetti, addirittura Albert Einstein si era espresso in termini entusiastici in merito l’interesse composto. In tempi più recenti, il leggendario Warren Buffet ha dichiarato che parte della sua ricchezza deriva proprio dalla scelta di utilizzare questo interesse “compund”.

Ebbene, sarà quindi utile ed interessante scoprire come poter applicare questa metodologia nel nostro campo di azione: il Trading finanziario.

La nostra redazione si è attivata per trovare la migliore applicazione pratica e dopo una fase di Test i risultati da noi ottenuti sono decisamente positivi. In questa guida, andremo a condividere le nostre indicazioni con i lettori che ci seguono.

Interesse composto: Definizione

Per enunciare in poche parole il significato di interesse composto possiamo affermare quanto segue:

Si parla di interesse composto quando gli interessi maturati grazie a un investimento vengono reinvestiti andando ad aggiungersi al capitale iniziale”.

All’apparenza, nulla di troppo innovativo o profittevole. Nella realtà, se ben applicata, questa metodologia nel medio/lungo periodo porta dei vantaggi enormi per via della scala logaritmica che amplificherà il nostro capitale e di conseguenza i nostri profitti.

In termini più semplici, un interesse classico è quello che ci viene retribuito alla fine di ogni mese (o di ogni anno). Il nostro capitale rimane costante e la quota di interesse verrà destinata ai nostri consumi. Al contrario, con l’interesse composto andiamo ad aggiungere gli interessi maturati alla quota capitale. In questo modo, all’aumentare della quota capitale, aumenterà anche l’interesse percepito in modo esponenziale.

Un conto è percepire il 5% mensile su un capitale, ad esempio, di €1.000. Un altro conto è percepire lo stesso interesse su un capitale di €10.000. L’interesse composto si propone di far crescere il nostro capitale partendo da una piccola base.

Scopriamo adesso attraverso la formula matematica ciò che lo differenzia dall’interesse semplice.

Interesse composto: Formula

Al fine di comprendere meglio questa sostanziale differenza, partiamo proprio dalla formula matematica dei due tassi.

  • Interesse semplice: I= C x i x t

Ciò vuol dire che questo tasso è la risultante tra il capitale ( C ) moltiplicato per la quota di interesse e per il tempo dell’investimento.

  • Interesse composto: I = P (1 + i/c)ⁿ

In questo caso, P sta per valore investito, i per tasso di interesse, c per numero di volte nelle quali l’interesse viene accreditato ogni anno e n per la durata dell’investimento espressa in anni.

Insomma, si tratta di una formula più complessa e soprattutto con un valore esponenziale (n) che sarà determinante per la crescita del nostro capitale.

In che modo? Scopriamolo con un esempio pratico.

Interesse composto: Calcolo

Se la formula matematica può non avere una comprensione immediata, analizziamo adesso i vantaggi di questo interesse attraverso un esempio pratico.

Ipotizziamo di avere un capitale di €1.000 e di ricevere ogni giorno il 100% dal nostro investimento. In questo caso, la quota capitale rimane fissa poiché parliamo di interesse semplice. Dopo venticinque giorni, il nostro capitale complessivo sarà di ben €25.000, una cifra notevole!

Eppure, possiamo fare ancora meglio.

Infatti, decidiamo di partire volutamente con un capitale molto basso, pari a 0.01 centesimo. Tuttavia, grazie all’interesse composto, andremo a reinvestire per intero la somma ricevuta dal nostro interesse del 100%.

Può sembrare poco, infatti all’apparenza chiunque sceglierebbe di investire con la base di €1.000. Nella realtà, al termine dei 25 giorni, coloro che hanno iniziato investendo un solo centesimo si ritroveranno con la cifra record di €167.772,16 sul conto! Una enormità rispetto ai €25.000 nel caso dell’interesse semplice.

Come è possibile? Scopriamolo nel dettaglio grazie a questa tabella:

L’esempio fatto è puramente indicativo, ovviamente nella realtà non ci sarà nessun investimento in grado di generare il 100% giornaliero per oltre 20 giorni. Tuttavia, è un esempio molto indicativo delle potenzialità del nostro interesse composto. Come appena visto, sono incredibili.

Interesse composto: Dove investire con questa metodologia

Una volta che abbiamo chiarito le grandi potenzialità derivanti dall’utilizzo dell’interesse composto nei nostri investimenti, passiamo ora a selezionare le opportunità che abbiamo di metterlo in pratica.

Abbiamo selezionato tre modalità, ne elencheremo pro e contro.

Conto Deposito

L’abbinamento più tradizionale fatto al concetto di interesse composto è quello del conto deposito. Questo prodotto finanziario è estremamente sicuro, come un conto corrente, con la differenza che la somma versata deve restare bloccata per almeno un anno.

Dopo un boom iniziale di questi prodotti, il mercato è sceso e ad oggi i rendimenti offerti dai conti deposito sono di poco superiori al 1,5%. Il tutto, senza calcolare spese di intermediazione e commissioni varie. Insomma, seppur con un capitale abbastanza alto come €10.000, i vantaggi dell’interesse composto si avranno dopo un’orizzonte temporale di almeno 20 anni.

Buoni postali

Una forma di investimento molto utilizzata dagli Italiani consiste nell’acquistare buoni fruttiferi postali. Negli anni ’60 e ’70, questa tipologia di investimento offriva rendimenti notevoli e ancora oggi ci sono persone che rimpiangono quei tempi. Questo perché ad oggi il rendimento offerto da questi strumenti finanziari è davvero basso, spesso inferiore all’1%.

Di conseguenza, applicare una strategia legata all’interesse composto è sicuramente fattibile ma anche in questo caso i tempi per maturare cifre consistenti si misurano in lustri.

Stesso discorso per le obbligazioni statali. Al pari dei buoni fruttiferi postali, dopo una fase di grande successo (e grandi rendimenti) ora offrono tassi molto bassi, in alcuni casi addirittura negativi come il Bund tedesco.

Investimento nel Trading finanziario

Fino ad ora, le soluzioni prospettate presentano due problemi principali:

  • Necessità di un capitale iniziale troppo alto
  • Rendimenti troppo bassi, quasi sempre inferiori al 2%

Una soluzione interessante è data dall’investimento sui mercati finanziari mediante piattaforme regolamentate e professionali. Ovvio, il rischio è sicuramente più alto rispetto alle precedenti modalità. Tuttavia, il grande vantaggio è rappresentato dall’opportunità di poter iniziare con un capitale molto basso, a volte anche solo €100.

Insomma, un capitale più basso ci permetterà di sopportare meglio eventuali perdite e quindi spingerci ad adottare un profilo di investimento leggermente più rischioso. Un conto è perdere €50, ben altro conto è perdere €10.000.

Inoltre, l’interesse composto si presta molto bene ad una particolare strategia di investimento. La descriveremo nel prossimo paragrafo.

Interesse composto: il Miglior Investimento

Senza dubbio, questa tipologia di investimento si presta in maniera ottimale al Copy Trading di eToro.
Andiamo con ordine ed introduciamo eToro nelle sue caratteristiche generali. Trattasi di una piattaforma di Trading certificata e regolamentata dalla Consob, quindi estremamente affidabile e sicura. Nata nel 2007, ben presto si è distinta dalla concorrenza grazie al suo brevetto del Copy Trading (Qui un approfondimento).

Grazie a questa innovazione, i Trader possono scegliere quali investitori “copiare”. In altre parole, si selezionano questi Trader esperti definiti “Popular Investors” attraverso diversi parametri e si scelgono quelli più profittevoli. Una volta selezionati, con un semplice click, le loro operazioni verranno replicate in automatico nel nostro Account. Il tutto in maniera automatica, gratuita e totalmente regolamentata.

Con il Copy Trading, sarà quindi possibile replicare in automatico le operazioni effettuate da Trader esperti. Soprattutto per i principianti, questo brevetto è stato rivoluzionario. In generale, il Copy Trading ad oggi è utilizzato da migliaia di Traders in tutta Europa.

Come applicare l’interesse composto al Copy Trading di eToro? Ecco un esempio pratico.

Interesse composto e Copy Trading: Un binomio fenomenale

Per iniziare, possiamo entrare nel Desk di eToro nella sezione Popular Investor. Ci si presenterà davanti una griglia con tutti i Trader esperti e le loro relative performance.

Al fine di selezionare i Trader più adatti alla nostra strategia, sarà opportuno effettuare i seguenti settaggi:

  • Periodo temporale: Almeno un anno
  • Profitto: Maggiore o uguale al 10%
  • Drowdown Max giornaliero: Inferiore al 5%

Grazie a questi settaggi, sarà possibile scegliere solo tra Trader di provata esperienza, con ottime performance e con un rischio relativamente basso. Sarà opportuno selezionare 5 o 6 Trader al fine di diversificare il rischio e iniziare a mettere in pratica la strategia.

Per semplicità di calcolo, ipotizziamo di investire €1.000 e di ottenere un ritorno mensile di 10%. Può sembrare tanto, ma basta fare un giro nel Desk di eToro per scoprire che ci sono decine di Trader che realizzano tali performance da anni ormai.

Ebbene, il nostro investimento da €1.000 grazie alla tecnica dell’investimento composto ci porterà a fine anno un profitto complessivo di €2.851. Ovvero un +280% di performance. Una cifra enorme se confrontata ai rendimento del 2% annui offerti da conti deposito ed obbligazioni.

Registrati su eToro e scopri le opportunità dell’interesse composto applicato al Copy Trading

Conclusioni

Abbiamo osservato che la metodologia dell’interesse composto è di indubbio interesse per gli investitori di tutte le fasce. Tuttavia, la congiuntura economica attuale offre tassi di interesse davvero bassi, anche su strumenti finanziari che in passato hanno reso tanto come le obbligazioni.

Di conseguenza, aumentando un poco il profilo di rischio e compensando il tutto con un capitale iniziale minore (eToro richiede un minimo di solo €200), sarà possibile applicare l’interesse composto al Trading. Nello specifico, ovvero applicato al Copy Trading, i risultati già dopo un anno possono essere davvero interessanti.

I Popular Investor su eToro vanno selezionati con criterio, tuttavia molti di loro vantano anni di esperienza sui mercati e le performance sono chiaramente visibili. Insomma, rappresentano una buona indicazione per strutturare nel modo più preciso ed accurato possibile il calcolo della nostra rendita mensile grazie al Trading.

Infine, grazie al conto Demo gratuito messo a disposizione da eToro sarà possibile fare delle simulazioni e verificare in prima persona le potenzialità di questa metodologia.

Registrati su eToro in questo Link
Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un Commento