Azioni

Comprare azioni Huawei: Guida completa

Il 31 luglio 2018, Huawei (pronunciato Wah-Way) ha superato Apple diventando il secondo più grande produttore di smartphone al mondo dietro Samsung.

Un tale risultato ha sicuramente attirato più di qualche investitore, ma questi non possono investire nel produttore cinese di smartphone.

Cosa significa? Non è possibile comprare azioni Huawei?

Trentuno anni dopo la sua fondazione, Huawei Technologies Co. rimane un ente privato interamente di proprietà dei dipendenti dell’azienda

Ciò significa che la società non è quotata in nessun mercato pubblico e che persone diverse dai dipendenti attuali non possono investire in essa.

Nonostante l’incapacità di investire in Huawei, gli investitori potrebbero voler tenere d’occhio il secondo produttore di smartphone al mondo.

Cerchiamo allora di capire come funzionano i titoli del colosso tecnologico cinese, quali sono le condizioni dell’azienda e se esiste un’alternativa al comprare azioni Huawei.

Per investire in modo semplice e sicuro sui titoli del comparto tecnologico, come vedremo, il nostro consiglio è utilizzare uno dei broker che elenchiamo di seguito.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma MT5
  • Zero commissioni
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: markets
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Trend dei Traders
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    72,30% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Storia aziendale di Huawei

    Huawei è stata fondata nel 1987 da Ren Zhengfei che era un agente di vendita per un produttore di switch PBX (Private Branch Exchange) con sede a Hong Kong.

    Il dipartimento dei telefoni non è stato istituito fino al 2003 e il suo primo telefono cellulare è stato rivelato nel 2004. Il primo smartphone Android di Huawei è apparso nel 2009.

    Nel 2012, Huawei è diventato il terzo produttore di smartphone al mondo. Nello stesso anno, ha rivelato la sua serie P, che era il telefono più sottile del mondo.

    Il Mate 10, rilasciato nel 2017 è stato il primo smartphone con un chipset di intelligenza artificiale (AI) incorporato.

    comprare azioni huawei classifica produttori

    La storia di crescita di Huawei è rallentata da gravi problemi con il governo degli Stati Uniti, che vede la sua tecnologia come una minaccia alla sicurezza informatica.

    Il governo degli Stati Uniti teme che i prodotti Huawei contengano backdoor che potrebbero consentire la sorveglianza da parte del governo cinese e dell’Esercito popolare di liberazione.

    Se nell’introduzione abbiamo parlato della possibilità che gli investitori scelgano di trascurare Huawei, lo stesso non si può dire degli enti governativi, specialmente quelli statunitensi.

    Il 1° dicembre 2018 funzionari canadesi hanno arrestato Meng Wanzhou, direttore finanziario di Huawei e figlia del fondatore dell’azienda, su richiesta del governo degli Stati Uniti.

    Il 29 gennaio 2019, il governo degli Stati Uniti ha presentato ufficialmente una richiesta formale di estradizione, sostenendo che l’azienda ha violato le sanzioni statunitensi contro l’Iran.

    Come comprare azioni dei competitor Huawei

    Visto che non è possibile investire direttamente su Huawei si possono però comprare azioni dei competitor di questo gigante di Shenzhen, utilizzando i contratti CFD.

    Ad esempio, analizzando il podio del settore smartphone, composto da Samsung, Huawei e Apple, vediamo come due su tre produttori siano orientali.

    Comprare azioni Samsung, ossia del leader del mercato, è probabilmente un’ottima scelta.

    stesso modo potremmo valutare di investire su un’azienda occidentale solida e affermata, sulla cresta dell’onda da più di 40 anni: comprare azioni Apple è sempre un’opzione sicura.

    Qualora invece volessimo puntare su un gruppo meno affermato ma comunque di massimo livello, Xiaomi (che occupa la quarta posizione) rappresenta un’alternativa di tutto interesse.

    Con un broker CFD è possibile investire sia sul rialzo che sul ribasso di qualsiasi titolo azionario. Inoltre, i broker che offrono questo strumento non fanno pagare commissioni e sono sicuri e affidabili.

    Dove comprare azioni dei competitor Huawei

    I migliori broker di trading online da cui comprare azioni di aziende di tecnologie attraverso i CFD sono eToro e Trade.com

    eToro

    eToro è una delle più grandi piattaforme d’investimento d’Europa.

    Il broker, attivo dal 2007, consente di comprare azioni, indici, materie prime, criptovalute e altri asset attraverso una piattaforma estremamente avanzata.

    Grazie alla regolamentazione CySEC la società garantisce agli investitori il massimo livello di sicurezza.

    Come avviene sui migliori Broker CFD, con eToro è possibile non solo acquistare ma anche vendere allo scoperto qualunque titolo. 

    Questo broker consente inoltre di fare trading senza correre rischi grazie al conto demo: in questo modo è possibile esercitarsi e testare tutti gli strumenti e le strategie di investimento messi a disposizione.

    Investi denaro virtuale con il conto Demo di eToro

    Trade.com

    Quella di Trade.com è una delle piattaforme di trading online più prestigiose.

    Oltre a fornire un’interfaccia altamente professionale e molto semplice da capire, consente di operare in modalità completamente gratuita e senza alcun tipo di vincoli in modalità demo.

    Con l’account demo è possibile testare e provare le varie funzionalità della piattaforma.

    Questa modalità è speculare al conto reale eccetto per i fondi investiti, che sono virtuali e messi a disposizione gratuitamente dal broker.

    Il grande vantaggio di Trade.com risiede nel servizio di segnali di Trading. Attraverso questa opportunità, gratuita per tutti i clienti del broker, sarà possibile ricevere in tempo reale indicazioni pratiche dettagliate per entrare a mercato.

    Questi segnali sono generati da professionisti del settore, analisti con anni di esperienza alle spalle. Una volta ricevuti, resterà solo da scegliere se entrare a mercato o attendere il segnale successivo.

    La piattaforma di Trade.com è autorizzata dall’Authority di controllo italiana (CONSOB) e dall’ente di regolamentazione CySEC.

    Per iscriverti gratuitamente su Trade.com ed iniziare a ricevere i Segnali di Trading clicca qui

    Da dove viene il business Huawei ?

    Oltre a realizzare smartphone, Huawei costruisce reti e servizi di telecomunicazione e fornisce soluzioni ai clienti aziendali.

    A partire dal 2017, Huawei conta oltre 180.000 dipendenti in più di 170 paesi. Gestisce la maggior parte delle sue attività in Cina ed EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa e regione Asia-Pacifico).

    Se da una parte è utile sapere dove Huawei fa affari, molto più interessante è sapere dove non funziona.

    Lo scetticismo globale su Huawei è cresciuto negli ultimi anni, in seguito a un rapporto del Congresso USA del 2012 che ha messo in luce i rischi per la sicurezza legati all’uso delle apparecchiature dell’azienda.

    A gennaio 2018 le grandi compagnie mobili statunitensi come AT&T e Verizon hanno smesso di utilizzare i prodotti Huawei nelle loro reti.

    Ad agosto, l’Australia ha deciso di non utilizzare la tecnologia dell’azienda in quanto crea le sue reti mobili 5G a livello nazionale e a novembre, la Nuova Zelanda ha impedito a Spark, una delle maggiori società di telecomunicazioni del paese, di utilizzare i prodotti Huawei nella sua rete 5G.

    A maggio 2019 Huawei si è trovata nell’occhio del ciclone, insieme ad altre aziende cinesi, nel momento in cui il presidente USA Trump ha stabilito il divietoalle società statunitensi di acquistare apparati di telecomunicazioni prodotti da realtà estere, a fronte di possibili rischi per la sicurezza nazionale.

    Ciò ha comportato un’immediata separazione tra smartphone Huawei e sistema operativo Android, con non poche ripercussioni in termini di vendite.

    Per arginare il crollo di mercato, la società ha deciso di investire 3 miliardi di dollari nel potenziamento delle app e del sistema operativo proprietario, in modo da arrivare a offrire dei prodotti altrettanto completi e validi come quelli basati in precedenza sul sistema operativo di Google.

    Azioni Huawei oggi

    Come abbiamo accennato Huawei è una società privata di proprietà dei suoi dipendenti e al momento non è possibile includerla nel portafoglio azionario.

    I media hanno ipotizzato una possibile IPO per molto tempo, ma Ren Zhengfei ha ripetuto più volte che la società non ha intenzione di diventare pubblica .

    Gli investitori in obbligazioni hanno più fortuna, poiché Huawei ha un programma di finanziamento del mercato obbligazionario internazionale ed è quindi possibile acquistare le sue obbligazioni.

    Se stai cercando di acquistare ETF con obbligazioni Huawei come componente, sarà piuttosto difficile. Ci sono ETF con obbligazioni di società cinesi, ma non siamo riusciti a trovarne uno che possieda obbligazioni Huawei.

    Quindi, se sei interessato alle obbligazioni Huawei, devi acquistarle direttamente.

    Huawei utilizza Proven Honor Capital Limited, un veicolo per scopi speciali, come emittente delle proprie obbligazioni.

    L’azienda ha fatto due emissioni tramite SPV e le loro date di scadenza sono maggio 2025 e maggio 2026. L’importo minimo per questo investimento è di $ 200.000 e puoi verificare con il tuo broker se questi strumenti sono disponibili per il trading.

    Se si paga il prezzo richiesto per queste obbligazioni, attualmente è possibile ottenere un rendimento implicito del 5,46% per la scadenza del 2025 e del 5,62% per la scadenza del 2026.

    Huawei entra in borsa

    I media hanno speculato sull’IPO (offerta pubblica iniziale) a causa del recente appello delle autorità finanziarie cinesi alle società “unicorni” e alle principali società tecnologiche per entrare sul mercato azionario di Shenzen.

    Se Huawei dovesse rispondere alla chiamata, sarebbe utile pensare ai pro e ai contro dell’investimento in azioni Huawei.

    Pro del comprare azioni Huawei

    • Forte quota di mercato: Huawei è recentemente diventata il secondo produttore di smartphone. Ora ha una quota di mercato del 15% e nel 2012 aveva meno del 4%.
    • Azienda redditizia: la società aveva un margine operativo del 9,3% nel 2017 e ha più che raddoppiato l’utile netto dal 2013.
    • Internet delle cose: la sua tecnologia NB-IoT è presente in oltre 500.000 stazioni base distribuite in tutto il mondo.
    • Strategia cloud: Huawei continua ad avanzare la propria strategia cloud, con oltre 350 contratti di virtualizzazione delle funzioni di rete (NFV) e 380 contratti commerciali di rete definita dal software (SDN) in tutto il mondo. Ha inoltre implementato oltre 30 reti commerciali CloudAIR con interfacce aeree wireless.
    • Tecnologia 5G: Huawei ha testato la sua tecnologia 5G con oltre 30 operatori principali in più di 10 città in tutto il mondo e le sue prestazioni di rete hanno superato di gran lunga le attese.

    Contro del comprare azioni Huawei

    • Blocco negli Stati Uniti: a causa delle minacce alla sicurezza informatica, i telefoni Huawei non sono disponibili per la vendita negli Stati Uniti. Le partnership pianificate con AT&T e Verizon sono crollate a causa delle pressioni politiche.
    • Blocco della tecnologia 5G: il governo degli Stati Uniti sta cercando di convincere i suoi alleati, Giappone, Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda a smettere di acquistare reti Huawei a causa di rischi per la sicurezza.
    • Arresto del CFO di Huawei: Meng Wanzhou, il CFO di Huawei e la figlia del fondatore, è stata arrestata in Canada su una richiesta di estradizione degli Stati Uniti. L’arresto ha influenzato negativamente le relazioni tra Cina e Stati Uniti, che sono state già colpite dalla recente guerra commerciale.

    Come guadagna Huawei?

    Huawei opera nei segmenti carrier, enterprise e consumer del mercato.

    Poiché la società non è pubblica, non è quotata in nessun mercato azionario e non ha una sede negli Stati Uniti, Huawei ovviamente non è tenuta a presentare la documentazione alla Securities Exchange Commission (SEC).

    La società riporta comunque i suoi numeri su base regolare. 

    Huawei ha riferito che gli affari in Cina sono cresciuti del 29%, quelli nella regione dell’Asia del Pacifico sono cresciuti del 10,3% e quelli nell’EMEA sono aumentati del 4,7% durante l’anno, mentre quelli nelle Americhe sono diminuiti del 10,9%

    La società ha anche riferito che la sua attività di consumo è cresciuta del 31,9% nel corso dell’anno, la sua attività aziendale è cresciuta del 35,1% e la sua attività di corriere è aumentata del 2,5%.

    Azioni Huawei quotazioni

    Visto che Huawei è di proprietà dei dipendenti e ha sede in Cina, chiunque lavori per l’azienda al di fuori della Cina non può acquistare azioni.

    Gli azionisti della società ammettono, tuttavia, di non comprendere la struttura della società, di non ricevere informazioni aggiornate sulle loro partecipazioni e di non avere potere di voto.

    33 membri del sindacato eleggono nove candidati per partecipare all’assemblea annuale degli azionisti. Gli azionisti ricevono pagamenti di dividendi e hanno il potenziale per guadagnare bonus in base alla performance. Anche i loro stipendi vengono rivisti su base annuale.

    Huawei come abbiamo detto ha delle azioni ma sono private e non hanno una “quotazione”.

    Il debutto sul mercato pubblico non può essere completamente escluso in futuro, anche se la società avrà bisogno di capitale aggiuntivo.

    Per quanto riguarda gli investimenti in Huawei, in questo momento esiste solo una potenziale soluzione, ma è inverosimile. 

    Per ricevere dividendi, dovresti diventare un dipendente dell’azienda a Shenzhen, in Cina, e dovresti far credere al management di non essere una spia. Insomma, se cerchi le migliori azioni da comprare nel 2020, devi guardare altrove.

    Conclusioni

    Huawei offre prodotti innovativi popolari in tutto il mondo ed è un attore importante nel mercato globale degli smartphone, anche se i problemi politici con gli Stati Uniti sono ormai un freno alla sua espansione.

    Se la società decidesse di diventare pubblica, i potenziali investitori saranno interessati a una soluzione per quelle gravi accuse di sicurezza informatica.

    Per avere accesso a più clienti, Huawei dovrebbe dimostrare di non avere legami con il governo cinese o con l’Esercito popolare di liberazione.

    Nel momento in cui la società decidesse di diventare pubblica e vendere le sue azioni sul mercato interno, sarà comunque difficile per i cittadini non cinesi acquistare i titoli.

    Se vuoi esercitarti, magari su conto demo in attesa della futura quotazione di Huawei lo puoi fare su eToro o su Trade.com.

    Dove è possibile comprare azioni Huawei?

    La società non è quotata in nessun mercato pubblico e persone diverse dai dipendenti attuali non possono investire in essa.

    Quali sono i competitor di Huawei?

    Al momento i principali rivali sono Samsung, Apple e, in misura minore, Xiaomi.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world