Guida

Come diventare Trader: Guida per iniziare da zero

In questa guida noi di InvestireInBorsa.me forniremo tutte le informazioni necessarie per scoprire come diventare Trader professionista, un sogno per molti ragazzi che guardano con interesse al mondo della finanza.

Considerato un lavoro dinamico e potenzialmente redditizio, quella del Trader è un’attività professionale sempre più diffusa. Coloro che sceglieranno di lavorare come indipendenti potranno gestire tempo e denaro in totale autonomia, mentre chi sceglierà la strada di un Trading Floor avrà modo di vivere l’adrenalina che questa attività riesce a garantire.

Ecco che nel corso di questa guida offriremo idee e consigli su come diventare trader e vivere di questa professione!

Un suggerimento iniziale? Il Broker eToro offre un programma denominato Popular Investors e rivolto proprio a tutti coloro che vogliono fare del Trading una professione. Nel corso della guida forniremo tutti i dettagli, intanto ecco il link per avere subito le informazioni principali:

Clicca qui per scoprire subito come funziona il programma Popular Investors

1. Studiare i mercati finanziari

Il primo step per diventare trader consiste nello studiare la Borsa e scoprire tutte le principali dinamiche che regolano i mercati finanziari. Attraverso le piattaforme di negoziazione sarà possibile accedere a numerosi mercati, ognuno con le proprie caratteristiche peculiari.

Il nostro suggerimento è quello di specializzarsi su uno o due Asset e diventare degli specialisti del settore: in questo modo sarà più facile operare con professionalità e raggiungere i risultati desiderati.

Risulta chiaro che per diventare Trader bisogna necessariamente partire con un corso di trading. Ad oggi la soluzione più completa è offerta da una Accademia chiamata xStation, a cura del Broker XTB. Si tratta di una accademia che spiega le basi del trading in maniera semplice e accessibile, presentando numerosi esempi e strategie concrete.

L’iscrizione per la xStation è gratuita, occorre solo registrarsi al broker per accedere liberamente in tutta l’area educativa:

Clicca qui per iniziare a studiare con la xStation

2. Scegliere il proprio stile di Trading

In base al tempo ed al capitale che abbiamo a disposizione dobbiamo scegliere lo stile operativo. Si tratta di un aspetto cruciale, poiché sulla base di questa scelta andremo ad adattare la strategia ed il relativo Money Management.

Di solito coloro che si avvicinano al Trading Online scelgono tra 4 differenti stili di negoziazione, eccoli:

  • Scalping: prevede l’apertura e la chiusura di posizioni rapidamente, in pochi secondi o al massimo pochi minuti, per trarre profitto dalle piccole variazioni del prezzo.
  • Day trading: questa strategia consente nel chiudere tutte le operazioni attive entro la mezzanotte, negoziando quindi in parallelo con gli orari di apertura delle principali Borse mondiali.
  • Swing trading: seguendo questa modalità di investimento andremo a gestire operazioni aperte in un periodo di tempo che va dai 2 ai 5 giorni, con la finalità di sfruttare il trend in corso.
  • Trading di posizione: comporta il mantenimento di una posizione per lunghi periodi di tempo, settimane o mesi, per trarre profitto dalle grandi variazioni di prezzo.

A fare la differenza sarà il tempo che abbiamo da dedicare all’investimento e soprattutto il capitale a disposizione. Nei prossimi paragrafi analizzeremo meglio questo aspetto.

Qui puoi attivare un conto demo gratuito per iniziare a fare pratica

3. Su quale mercato investire?

Per investire in Borsa le opzioni sono molteplici, starà a noi scegliere il mercato finanziario dove andremo a concentrare le nostre energie. Ecco quali sono i più popolari:

  • Azioni: uno degli asset più popolari. Quando si investe su un’azione è importante ricercare la società, il settore e la Borsa su cui essa è quotata. 
  • Indici: un’opzione interessante per trattare la performance di un gruppo di azioni, piuttosto che di una sola società. 
  • Forex: il mercato più liquido del mondo grazie al vasto numero di operatori interessati alle valute. È anche il più volatile, creando un insieme unico di rischi e opportunità per gli operatori. 
  • Materie Prime: asset molto popolare in quanto offre ampie opportunità di profitto, per via della sua stagionalità. 
  • Criptovalute: parliamo di monete digitali che possono essere negoziate proprio come le valute fisiche. Per investire in questo settore occorre familiarizzare con termini innovativi come ad esempio blockchain, NFT e metaverso.

Il nostro consiglio è quello di dotarsi di un broker multi-asset, in modo da poter accedere a tutti questi mercati all’interno di una singola piattaforma. Per iniziare è senza dubbio la soluzione più utile:

Clicca qui per aprire un conto gratuito su una piattaforma multi asset

4. Definire il capitale

Quanto denaro abbiamo a disposizione? Se possiamo permetterci di investire un buon capitale, come 5000 o 10000 euro, suggeriamo di orientarsi si strategia a lungo termine. Al contrario, se abbiamo poca disponibilità economica come 100 o 500 euro, allora meglio puntare sullo scalping o il day trading.

Una raccomandazione importante è quella di non versare nel broker il denaro di cui abbiamo bisogno per pagare l’affitto o le bollette. Dobbiamo sempre e solo negoziare con capitale di rischio, ovvero denaro che siamo disposti a perdere. Tuttavia, se vogliamo davvero diventare trader professionisti non dobbiamo aver timore di utilizzare il nostro denaro per raggiungere lo scopo.

Un suggerimento: ad oggi la maggior parte dei broker permette di aprire un conto con cifre molto basse. Iniziamo da poche centinaia di euro, in modo da imparare e fare pratica senza troppi rischi. Successivamente andremo ad incrementare il nostro capitale, sulla base dei risultati raggiunti e dell’esperienza maturata.

Vogliamo iniziare a fare trading con 100 euro? Allora ecco una soluzione ottimale:

Clicca qui per aprire un conto di investimento su Capex con soli 100 euro

5. Fare pratica su Demo

Ecco uno step di grande importanza per diventare trader: iniziare a fare pratica su conto demo, utilizzando denaro virtuale.

Tutto quello che abbiamo appreso nei corsi o nei libri per investire che abbiamo studiato, necessita di essere messo in pratica. Ad oggi tutti i migliori broker offrono una versione demo (gratuita) della loro piattaforma, una soluzione perfetta per muovere i primi passi nel mondo della finanza senza rischiare nulla.

Il conto demo è sempre gratuito, si utilizza denaro virtuale ed è uno strumento importante per imparare a gestire fattori rilevanti, su tutti:

  • Scelta degli Asset da negoziare: ad esempio, ci piacciono di più le azioni o la valute? Non resta che scoprirlo facendo pratica su entrambi i mercati.
  • Strategia da seguire: solo con la pratica ci renderemo conto se siamo più degli scalper o magari degli swing trader. 
  • Gestione delle emozioni: anche se il denaro è virtuale, l’adrenalina di negoziare in borsa è senza dubbio forte. La demo ci imparerà a prendere dimestichezza con le nostre emozioni e saperle gestire al meglio.

Di seguito la possibilità di scaricare subito la piattaforma demo di XTB, tra le migliori in assoluto. Basterà completare una veloce registrazione per poi procedere con il Download della piattaforma:

Clicca qui per attivare subito un conto demo gratuito offerto da XTB

6. Scegliere il giusto Broker

Adesso arriva il momento di fare sul serio: se vogliamo diventare trader occorre aprire un conto su un broker qualificato ed iniziare a creare un track record, ovvero uno storico della nostre operazioni.

Sia che vogliamo mandare avanti questa attività in modo indipendente, sia che vogliamo entrare in qualche banca d’affari, è necessario dimostrare di aver operato su broker certificati. E’ una garanzia di serietà imprescindibile, un biglietto da visita che ci permetterà di iniziare davvero a lavorare come trader nel modo più professionale possibile.

Come scegliere il broker più adatto a noi? Ecco i fattori da considerare:

  • Licenza: come prima cosa vediamo se dispone di regolamentazione Europea per investire.
  • Piattaforma: metatrader, webtrader o proprietaria, starà a noi valutare la piattaforma che ci piace di più.
  • Spread e commissioni: verifichiamo sempre che le condizioni di mercato siano competitive, per evitare di spendere soldi in costi e spese varie.

Come sempre il suggerimento è quello di attivare anche 3 o 4 conti demo, su altrettante piattaforme. Solo in questo modo saremo in grado di realizzare un confronto adeguato e scegliere la piattaforma più adatta a noi:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Formazione gratuita
  • Consulente personale
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    72,30% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

    7. Creare un Track record

    Dopo che abbiamo fatto pratica e definito il nostro stile di investimento, possiamo compiere l’ultimo Step per diventare trader professionisti: costruire il personale track record.

    Stiamo parlando dello storico delle nostre operazioni, che verranno registrate una ad una nella cronologia del broker. Ovviamente, se vogliamo diventare trader indipendenti, possiamo considerare avviata la nostra attività già all’apertura delle prima operazione. Al contrario, se il nostro desiderio è quello di lavorare come trader presso una grande banca o un Hedge Fund, allora sarà necessario costruire uno storico di successo e con pochissimi errori.

    Ecco cosa guardano i recruiters delle grandi banche quando si trovano davanti la candidatura di un Junior Trader:

    • Conto reale: le operazioni realizzate su demo non avranno alcun valore. Anche se il capitale è piccolo va bene lo stesso, ma deve essere caricato con soldi reali.
    • Broker: solo quelli certificati offrono statement certificati e non manipolabili. Meglio ancora se colleghiamo il nostro Account a portali quali Myfxboox.
    • Drawdown: ovvero la perdita massima in relazione al capitale complessivo, che non deve mai eccedere il 20%.
    • Money Management: osservando le operazioni sarà possibile capire se è stata adottata una valida strategia di gestione ed ottimizzazione del rischio.
    • Periodo: per avere uno statement valido occorre negoziare per almeno 3 mesi, alcuni possono richiedere un periodo minimo di 6 mesi.

    Ovviamente anche le performance giocano un ruolo fondamentale: per essere presi in considerazione dobbiamo dimostrare di essere profittevoli!

    Clicca qui per iniziare a costruire un Track Record di successo

    Ulteriori suggerimenti per diventare trader professionisti

    Quelli appena descritti sono dei passaggi necessari per iniziare la nostra carriera come trader di borsa, una professione che permette di investire da casa se scegliamo di lavorare come indipendenti.

    Di seguito forniamo ulteriori consigli utili per avvicinarsi al meglio a questa professione, oltre a rispondere alle domande più comuni.

    Programma Popular Investor

    Ora che abbiamo tutte le basi per diventare dei bravi trader possiamo fare domanda per il programma Popular Investors. Si tratta di un servizio offerto da eToro volto a reclutare i migliori traders in circolazione.

    Occorre attivare un conto di investimento, negoziare per due mesi e terminare in positivo. Sarà questo il primo passo da compiere per iniziare una carriera professionale nel mondo del Trading e diventare un Popular Investors. Coloro che superano la selezione hanno modo di ricevere pagamenti mensili da eToro, bonus extra e tanti altri vantaggi che spettano ai più bravi.

    Suggeriamo di completare l’iscrizione al broker e chiedere tutte le info per accedere a questo programma:

    Clicca qui per iscriverti al programma Popular Investors

    Farsi ispirare dai Trader famosi

    Vuoi un esempio pratico per scoprire come diventare Trader? Ecco che le vite degli investitori più famosi al mondo sono un’esempio di successo e perseveranza. Di seguito ne elenchiamo alcuni dei più celebri, lasciati ispirare dalle loro carriere professionali per iniziare la tua avventura nel mondo del trading.

    Ecco i Trader più famosi al mondo:

    • George Soros: nato nel 1930, ungherese, è il presidente di Soros Fund Management, una delle aziende di maggior successo nella storia del settore degli hedge fund.
    • Warren Buffett: detto anche l’oracolo di omaha è una vera e propria istituzione per i giovani Trader. Sempre sul pezzo, attualmente è Leader della Berkshire Hathaway, un colosso di investimento tra i più grandi al mondo.
    • Jim Rogers: nato nel 1942 è il presidente di Rogers Holdings. Ha co-fondato il Quantum Fund insieme a George Soros nei primi anni ’70, ottenendo l’incredibile cifra del 4200% in 10 anni.
    • John Paulson: nato nel 1955, partendo dell’hedge fund Paulson & Co., è salito ai vertici del mondo finanziario dopo aver guadagnato miliardi di dollari nel 2007 utilizzando credit default swap per vendere allo scoperto i prestiti ipotecari subprime statunitensi.

    Cosa dire dei Trader Italiani? Anche il nostro Paese è ben nutrito a livello di investitori professionali e ben visti dalla comunità finanziaria. Molti di loro hanno realizzato (da tempo!) il sogno di vivere di Trading, grazie ad una buona dose di passione e perseveranza. Ecco i più famosi:

    • Marco Casario: un Trader molto famoso, esperto in informatico e popolare in tutta la penisola per essere un relatore del noto broker XTB.
    • Maxx Mereghetti: un investitore di grande successo, fondatore di accademie formative e si sistemi di trading redditizi.
    • Gabriele Bellelli: esperto di analisi tecnica e specializzato nella scrittura di libri su oscillatori ed indicatori di borsa.
    • Andrea Unger: questo trader ha vinto diverse volte il campionato mondiale di trading, un eccellente biglietto da visita che dimostrano le sue grandi qualità.
    • Enrico Lanati: investitore e Trader, noto per essere uno dei volti di Capex. Le sue analisi sono sempre molto apprezzate per la professionalità e la puntualità delle spiegazioni.

    Quanto guadagna un Trader?

    Ecco una domanda molto diffusa: vogliamo sapere quanto guadagna un trader di Borsa? Ecco la risposta:

    • Trader indipendente: in questo caso tutto dipende da quanto denaro abbiamo investito. Un buon guadagno si aggira intorno al 10% mensile sul capitale totale.
    • Junior Trader: il salario medio iniziale per questo lavoro oscilla tra i €23.000 ed i €28.000 euro lordi annui. Ovviamente nella City di Londra o a Wall Street le retribuzioni iniziale possono raggiungere anche i $50.000 annui.

    Togliamoci dalla testa l’idea che il Trader lavora dalla spiaggia o dedicando pochi minuti al giorno per guadagnare cifre stratosferiche: si tratta di pubblicità ingannevole! Un vero trader lavora sodo, si sveglia presto la mattina per analizzare i grafici e studiare i mercati, oltre a dover restare concentrato durante la sua operatività. 

    Si tratta di un lavoro da prendere seriamente e per il quale non tutti sono portati: occorrono capacità analitiche fuori dal comune ed una forte disciplina. Seguendo le indicazioni descritte in questa guida, il nostro percorso verso l’attività da trader sarà sicuramente incentrato su basi solide!

    Diventare trader

    Conclusioni

    Diventare Trader è un percorso che richiede impegno e costanza. Queste due doti sono fondamentali per dedicarsi alla formazione continua che questa attività richiede, sfruttando i corsi gratuiti messi a disposizione dai migliori broker e osservando le strategie sul campo dei Top Trader.

    Come abbiamo detto, però, lo studio non basta e l’esperienza è fondamentale. Spesso però, questo aspetto frena molti aspiranti trader che temono di perdere i propri capitali sull’onda dell’inesperienza.

    In questa guida accurata e dettagliata, noi di InvestireInBorsa abbiamo offerto una panoramica completa per tutti coloro che sognano di diventare Trader, con consigli utili per muovere i primi passi in questo affascinante mondo.

    Prima di salutarci vi lasciamo nuovamente il Link per richiedere tutte le informazioni sul programma Popular Investor, il percorso qualificato più indicato per entrare nel mondo della finanza dalla porta principale. Basterà completare la registrazione e fissare subito un appuntamento telefonico con un Account Manager al quale chiedere tutte le info:

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 50€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Ti è piaciuta questa guida? Allora condividila con i tuoi contatti social per aiutare amici e conoscenti, desiderosi di diventare dei Trader professionisti, a scegliere la strada giusta!

    FAQ

    Cosa serve per diventare trader?

    L’attitudine individuale dev’essere orientata all’impegno e alla costanza, fondamentali per arrivare ad un’attività che sia remunerativa nel tempo.

    Quali sono i passi per diventare trader?

    Bisogna conoscere i mercati su cui si vuole operare, imparare le basi dai corsi di trading, studiare le strategie esistenti, attuare una corretta gestione del rischio e fare molta esperienza sul campo.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world