Guida

Come investire in Bitcoin: Guida pratica 2022

In questa guida spiegheremo passo dopo passo come iniziare ad investire in Bitcoin senza errori e con le migliori piattaforme di criptovalute attualmente sul mercato.

Negli ultimi anni il Bitcoin è diventato sempre più popolare tra gli investitori di tutto il mondo. I suoi sostenitori affermano che rappresenta il futuro della finanza, al contrario i suoi detrattori sostengono che si tratta di una soluzione di investimento rischiosa a forte rischio di bolla speculativa. Di certo, sempre più persone stanno acquistando il Bitcoin a fini di investimento o puramente speculativi ed anche aziende molto popolare come Tesla, Square e PayPal hanno annunciato la loro intenzione di supportare il Bitcoin e le altre criptovalute in un futuro prossimo. 

Come determinare se il Bitcoin è l’investimento giusto per noi? La nostra redazione ha realizzato questa guida completa ed aggiornata con tutte le informazioni utili su come investire in Bitcoin nel 2022. Ecco subito una tabella introduttiva:

🥇 Criptovaluta Bitcoin
🎯 Token BTC
💰 Capitalizzazione €526,725,255,026
📈 Investimento iniziale €100

Un suggerimento iniziale? Ad oggi la soluzione più adatta per investire nel Bitcoin la offre eToro. Un broker sicuro e regolamentato che permette di comprare il Token, negoziarlo con i CFD o magari puntare su qualche ETF basato proprio sulla regina delle criptovalute. Un ventaglio di soluzioni che lo rende ottimale anche per i principianti, poiché bastano 50 euro per attivare un conto di investimento.

Clicca qui per iniziare subito ad investire nel Bitcoin con eToro

Cos’è il Bitcoin?

Prima di iniziare ad investire dobbiamo chiarire cos’è e come funziona il Bitcoin, per avere le idee chiare su questo Asset e sulle funzionalità che lo hanno reso unico al mondo.

Innanzitutto il Bitcoin è un progetto digitale ideato da un programmatore che utilizza lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto per proteggere la sua reale identità. Ancora oggi non è dato sapere quale sia il vero volto dietro l’origine del Bitcoin. Il progetto di una valuta digitale era da tempo in fase di elaborazione, la finalità era quella di creare dei Token da utilizzare al posto del contante e delle monete tradizionale. Ovviamente questi Token non hanno un valore intrinseco, non essendo correlati a beni fisici come oro oppure argento.

Tuttavia le prime criptovalute presentavano alcuni problemi legati alla sicurezza, ed ecco che il Bitcoin attraverso un complesso sistema crittografico puntava a risolvere queste debolezze puntando su due aspetti rivoluzionari:

  1. Impedire la duplicazione: ovviamente se tutti potessero duplicare facilmente un Token ecco che potrebbe creare un quantità illimitata di valuta digitale, proprio come se ci mettessimo a stampare banconote.
  2. Utilizzo della Blockchain: tutte le informazioni e le transazioni vengono registrate su questo registro digitale basato su una catena di “nodi” che codificano la moneta su migliaia di computer differenti, rendendo impossibile hackerare il codice stesso.

La Blockchain ha rivoluzionato il mondo delle criptovalute, rendendolo più sicuro e stabile. Il Bitcoin è stata una delle prime criptovalute ad utilizzare questa tecnologia ed ancora ne gode gli effetti positivi.

Come investire in Bitcoin?

Per iniziare ad investire in Bitcoin partendo da zero, dobbiamo seguire questi utili suggerimenti che vanno dalla scelta del broker fino alla modalità di custodia del Token più indicata. Ecco cosa occorre fare:

  1. Scegliere un broker di criptovalute

    Per prima cosa dobbiamo scegliere dove effettuare l’acquisto del Bitcoin. La soluzione più popolare è rappresentata dagli exchange di criptovalute o da piattaforma regolamentate (broker) come nel caso di eToro. Tra le opzioni più utilizzate troviamo proprio eToro, seguito da Coinbase, Binance e Kraken.

  2. Completare la registrazione

    Dopo aver scelto il Broker di nostro interesse basterà completare il Form di registrazione inserendo i seguenti dati personali: nome e cognome, indirizzo di residenza e data di nascita. Occorre anche allegare un documento di identità ed una prova di residenza (Esempio: bolletta o estratti conto bancario).

  3. Quanto denaro investire?

    La maggior parte delle piattaforma di criptovalute offre la possibilità di depositare denaro attraverso queste soluzioni: bonifico, carta di credito, paypal, E-wallet. Ad oggi la modalità più diffusa è data dalle carte di credito, anche se Paypal sta guadagnando terreno grazie alla sua facilità di utilizzo ed alla sicurezza offerta.

  4. Comprare il Token BTC o una frazione

    Adesso non resta che entrare nella piattaforma con le nostre credenziali (User e Pass), selezionare BTC e scegliere quanto denaro investire. Infine, basterà cliccare su “Acquista” per realizzare la nostra prima operazione di investimento sul Bitcoin.

  5. Custodire il Token

    Dopo aver acquistato la criptovaluta dobbiamo cusotdirla in un posto sicuro, ovvero un Wallet. Esistono due tipologie di questi portafogli digitali, Hot Wallet e Cold Wallet: nel primo caso vengono gestiti direttamente dal broker, mentre nel secondo caso si tratta di device digitali esterni, come una penna Usb. 

Un suggerimento? Se scegliamo eToro non abbiamo bisogno di nessun Wallet: possiamo custodire i nostri Bitcoin all’interno del nostro account, in totale sicurezza. Comprare Bitcoin su eToro è un procedimento rapido, sicuro ed alla portata di tutti: bastano 50 euro per attivare un conto di investimento:

Clicca qui per registrarti subito ed investire in Bitcoin

Dove investire in Bitcoin?

Le migliori soluzioni per investire in Bitcoin hanno tutte a che fare con l’utilizzo di piattaforme specializzate in investimenti online. Ecco le due opzioni a nostra disposizione:

  • Broker online
  • Exchange di criptovalute

Il loro funzionamento è simile, anche se presentano differenze strutturali significative: solo i Broker godono di regolare licenza, un aspetto fondamentale per realizzare investimenti ad alto rendimenti ma senza rischio di truffe.

Analizziamo meglio le caratteristiche di entrambe le tipologie di intermediari.

Broker

Quando parliamo dei Broker online facciamo riferimento a tutte quelle piattaforme “Multi Asset” che permettono di investire in Borsa da un unico terminale. Sono regolamentati e certificati ed offrono numerose soluzioni di investimento, dall’acquisto del token fino alla negoziazione in CFD.

Il broker più famoso è eToro, grazie ai suoi 20 milioni di clienti in tutto il mondo. La sua piattaforma è rapida e professionale, ci sono oltre 2.000 Asset negoziabili (tra cui oltre 50 criptovalute) e le commissioni sono basse e competitive.

Investire in Bitcoin con eToro significa avere a disposizione 3 differenti soluzioni:

  • Acquisto del Token
  • Negoziazione in CFD
  • CopyPortfolio

L’ultima opzione è davvero interessante: il broker seleziona per noi i migliori investitori all’interno della piattaforma, creando un vero e proprio “portafoglio” con i più bravi. Sottoscrivendo il CopyPortfolio saranno questi specialisti ad investire per noi: una soluzione perfetta soprattutto per i principianti.

Per scoprire tutti i vantaggi legati ad eToro, suggeriamo di scaricare il conto Demo e fare pratica con denaro virtuale:

Clicca qui per aprire un conto di criptovalute su eToro

Exchange

Altra soluzione molto diffusa e popolare per investire in Bitcoin è data dagli Exchange di criptovalute. Si tratta di piattaforme specializzate nella compravendita di Token oppure in attività collegate come il Mining o lo Staking.

Nel corso degli anni molti Exchange sono divenuti popolari e con migliaia di clienti, tuttavia per chiarezza dobbiamo specificare un aspetto: non sono regolamentati. Certo, alcuni dispongono di qualche licenza secondaria, ma nel complesso sono pochissimi ad operare in piena conformità con le leggi vigenti.

Per fortuna l’epoca degli Exchange che sparivano da un giorno all’altro (con il denaro dei clienti) sembra essere finita, tuttavia ancora oggi ci sono problemi significativi. Qualche esempio? Binance è stato oscurato dalla Consob per problemi di compliance e Coinbase ha viene spesso hackerato mettendo il denaro degli utenti a rischio.

SUGGERIMENTO: a parità di condizioni di investimento, deposito minimo e Token negoziabili, i broker online sono decisamente più sicuri!

App per investire in Bitcoin

Ad oggi sono numerose le App di criptovalute che permettono di investire sul Bitcoin. Tutti i Broker più famosi sono dotati di una versione mobile della loro piattaforma, disponibile su iOs ed Android, perfetta per negoziare il BTC anche da smartphone.

Quali sono le migliori App per investire in Bitcoin? Ne abbiamo selezionate tre, perfette sia per l’acquisto del Token sia per la negoziazione in CFD.

1. eToro

Probabilmente la App più scaricata in assoluto, dal momento che questo broker conta oltre 20 milioni di clienti. L’interfaccia è molto intuitiva e la piattaforma veloce e con grafici aggiornati in tempo reale.

Il vantaggio principale consiste nella duplice possibilità di investimento: acquisto reale o Trading CFD, entrambe le opzioni attivabili con soli 50 euro di deposito iniziale. Sarà anche possibile muovere i primi passi nel mondo degli investimenti speculativi su Demo, utilizzando denaro virtuale e senza correre rischi:

Clicca qui per scaricare la App di eToro

2. XTB

Un App molto popolare per investire in Bitcoin è quella offerta da XTB. Grazie ad una piattaforma proprietaria molto rapida, sarà possibile negoziare i migliori token con spread bassi e senza commissioni fisse.

Gli utenti apprezzano anche la sezione formativa, chiamata xStation, che offre un corso di criptovalute di alto livello. Oltre, ovviamente, a fornire le principali informazioni sui migliori investimenti in circolazione.

Scarica qui la App di XTB in pochi minuti

3. Capex

Ecco una App di grande qualità per investire sul Bitcoin, ovvero quella offerta da Capex. 

Broker di alto livello, utilizza una piattaforma Metatrader 4 e permette di negoziare in CFD con spread bassi e competitivi. In questo modo sarà possibile sfruttare la vendita allo scoperto e provare a trarre un profitto anche quando le criptovalute crollano, un evento al quale BTC ci ha abituato.

Il conto reale si attiva con soli 100 euro dopo un veloce processo di registrazione:

Clicca qui per scaricare subito la App del broker Capex

Differenti modalità per investire in Bitcoin

L’acquisto del Token BTC non è l’unica soluzione per investire nel Bitcoin, ci sono numerose opzioni a nostra disposizione per puntare sulla criptovaluta più famosa al mondo.

In questa sezione offriremo alcuni spunti interessanti per investire con successo, selezionando la modalità più adatta al nostro capitale ed al nostro profilo di rischio. Abbiamo selezionato solo le migliori opportunità che andremo ad elencare di seguito.

Acquisto reale

La modalità più diffusa per investire in Bitcoin consiste nel comprare il suo Token BTC e custodirlo nel nostro portafoglio. Si tratta di una soluzione di investimento a lungo termine, volto a sfruttare i grandi rialzi della criptovaluta su scala annuale.

Basti pensare che dal 2016 in poi c’è stato solo un anno dove il Bitcoin ha chiuso in negativo. Per il resto ogni anno è stato caratterizzato da grandi rialzi, spesso anche superiori al +50%. Ecco perché tantissimi investitori si sono riversati sul mercato delle criptovalute con l’obiettivo di comprare BTC e sfruttare i suoi rialzi.

Se vogliamo comprare il Token dobbiamo scegliere solo piattaforme che permettono l’acquisto reale, quindi Exchange o Broker online specializzati. L’opzione più sicura e conveniente è rappresentata da eToro, una piattaforma che gode della licenza CySec e che permette di comprare Bitcoin in sicurezza e con condizioni competitive.

Bastano 50 euro di deposito minimo, questo significa che sarà possibile acquistare anche solo una frazione del Token.

Clicca qui per comprare Bitcoin su eToro senza rischi

Trading CFD

Moltissimi investitori hanno optato per i contratti CFD al momento di investire in Bitcoin. La motivazione? Sicuramente la possibilità di guadagnare anche in caso di ribasso.

I contratti CFD sono strumenti finanziari derivati che replicano l’andamento di un Asset, in questo caso il Bitcoin. Esistono due tipologie di CFD:

  • Rialzista: possibilità di ottenere un profitto se il prezzo dell’Asset sale
  • Ribassista: possibilità di ottenere un profitto se il prezzo dell’Asset scende

Questa opzione di investimento è molto popolare poiché permette di sfruttare al meglio la forte volatilità che caratterizza il Bitcoin e le altre principali criptovalute. E’ vero che nel lungo periodo il trend è rialzista, ma BTC ci ha abituato anche a crolli improvvisi: ecco che attivare il CFD Short è una soluzione perfetta per guadagnare comunque.

Gli Exchange non permettono la vendita allo scoperto, quindi per negoziare con questa modalità occorre rivolgersi a Broker specializzati. Uno dei migliori è Markets.com, perfetto per negoziare in CFD con spread bassi e senza costi fissi sull’eseguito. Il conto si attiva con 100 euro e sarà anche possibile prendere dimestichezza con i CFD su un conto Demo gratuito:

Clicca qui per investire in Bitcoin con i contratti CFD

ETF Bitcoin

Un potenziale investimento redditizio per puntare sul Bitcoin è dato dagli ETF. Si tratta di una proposta recente, poiché diverse società di investimento hanno intuito le potenzialità della criptovaluta ed hanno costruito dei fondi di inversione specifici, che replicano l’andamento del Token.

Al momento di investire in ETF osserveremo che la composizione del portafoglio è variegata e spesso contiene anche azioni legate al mondo crittografico o altri Token basati su blockchain. Una soluzione perfetta per coloro che sono dei principianti e non sanno come diversificare il proprio investimenti.

Ecco che acquistando un solo ETF già avremo il nostro capitale diversificato alla base. Quali sono sono i migliori ETF di Bitcoin? Ecco i più performanti del momento:

  • Purpose Bitcoin ETF
  • Grayscale Bitcoin Investment Trust
  • VanEck Vectors Bitcoin
  • Invesco Elwood Global Blockchain

Un gran numero di Fondi legati al cryptomondo si trovano su eToro, uno dei migliori Broker di ETF al mondo. Basterà completare la registrazione con soli 50 euro ed accedere nella sezione specifica, nella categoria “Mercati”.

Clicca qui per scoprire i migliori ETF legati al Bitcoin

Mining

Altra soluzione per investire in Bitcoin è quella offerta dal Mining. Definito come un processo di “estrazione” consiste nel portare alla luce i BTC ancora crittografati. Per farlo occorre risolvere calcoli matematici complessi ed utilizzare il proprio Computer come registro pubblico. Ogni volta che un nuovo “blocco” di Bitcoin viene minato, riceveremo una ricompensa (in Bitcoin, ovviamente!).

Detto in questo modo, il Mining sembra un processo perfetto per investire in Bitcoin senza acquistarlo. Tuttavia occorre considerare che i costi (anche ambientali) legati a questo processo sono altissimi:

  • Computer acceso H24
  • Scheda grafica performante
  • Processore rapido
  • Consumo di elettricità

Fino a qualche anno fa i vantaggi nel ricevere una ricompensa in BTC per ogni blocco estratto erano superiori ai costi sostenuti per il processo di Mining. Purtroppo già da diversi anni le cose sono cambiate, in primis per via degli alti costi legati all’elettricità.

Almeno dall’Italia fare mining non è conveniente anche se resta comunque una soluzione sicura e popolare per investire in Bitcoin.

Investire in Bitcoin conviene?

Conviene ancora investire in Bitcoin? Se lo chiedono in tanti, visto che in pochi anni questa criptovaluta ha avuto una crescita incredibile. Per rispondere a questa domanda andremo ad elencare una serie di vantaggi e svantaggi legati all’investimento in Bitcoin:  

👍 PRO 👎 CONTRO
Facilità di acquisto Volatilità
Diversificazione Rischio hackeraggio
Sicurezza Dinamica complessa
Investire in Bitcoin: Pro e contro

Pro 

  • Facililità di acquisto: come abbiamo visto è possibile comprare BTC su numerosi Broker o su Exchange di valute digitali. I costi di accesso sono bassi ed il procedimento è uguale a quando acquistiamo azioni o sottoscriviamo ETF.
  • Diversificazione: Bitcoin può fungere da copertura contro l’inflazione e altri rischi valutari. Offre anche un investimento unico in quanto si realizza al di fuori dei mercati finanziari tradizionali.
  • Sicurezza elevata: la tecnologia blockchain alla base del Bitcoin lo rende molto sicuro e difficile da hackerare. Tutte le monete vengono tracciate dall’inizio fino all’attuale proprietà in un registro pubblico.

Contro

  • Forte volatilità: il valore di Bitcoin è molto volatile, con crolli improvvisi che portano a dimezzare il valore complessivo della criptovaluta in pochi mesi.
  • Rischio Hackeraggio: se non proteggiamo le informazioni di accesso Bitcoin ecco che gli hacker potrebbero essere in grado di accedere al nostro conto e rubare i Token. La soluzione c’è: scegliere solo broker online regolamentati.
  • Dinamica complessa: certo, non siano necessarie competenze informatiche avanzate, tuttavia sarà comunque necessario utilizzare un computer per acquistare, vendere e scambiare Bitcoin e altre criptovalute.

Quanto investire in Bitcoin?

Molti investitori alle prime armi si chiedono quanto denaro occorre per investire in Bitcoin. Magari osservano la quotazione in tempo reale e scoprono che il valore del Token si aggira sui $50.000 Dollari, pensando quindi di dover sborsare una cifra simile per investire.

Per fortuna il capitale minimo necessario per investire in Bitcoin è molto più basso del valore attuale del Token: bastano 50 euro per comprare una frazione del Token BTC. L’aspetto interessante è proprio questo: non occorre comprare un singolo Token, possiamo anche investire in frazioni di esso.

Ne deriva che basterà osservare il deposito minimo richiesto dai vari Broker per capire quanto denaro occorre investire. Stiamo parlando di cifre molto basse, ecco qualche esempio:

  • eToro: 50 euro
  • Markets.com: 100 euro
  • XTB: 10 euro

Cifre alla portata di tutti che rendono il mondo delle criptovalute anche ad investitori giovani e con poco capitale. Specifichiamo anche che i Broker citati sono disponibili anche sotto forma di App per investire in Bitcoin, perfette per negoziare da smartphone (iOs ed Android).

Clicca qui per iniziare a comprare BTC con soli €50

Investire in Bitcoin è sicuro?

Ecco un altro aspetto molto dibattuto: il mondo si divide tra coloro che reputano il Bitcoin un mondo pericoloso ed altri che lo reputano un investimento sicuro ed affidabile. Dove sta la verità?

Affermiamo subito che il Bitcoin è un Asset di investimento che segue le normali dinamiche di mercato, pertanto l’unico rischio è quello legato all’investimento in se. Come sappiamo in finanza non esiste la certezza di un investimento sicuro al 100% ed anche per il Bitcoin vale questa regola.

Tuttavia possiamo fornire alcuni utili consigli per fare chiarezza nel dibattito sulla sicurezza legata all’investimento in Bitcoin e più in generale sulle criptovalute.

Investire in Bitcoin è sicuro se:

  • Scegliamo broker affidabili
  • Realizziamo il deposito con i metodi indicati
  • Custodiamo i Token in modo sicuro

Al contrario, investire in Bitcoin non è sicuro se:

  • Investiamo su piattaforme non regolamentate
  • Crediamo a promesse di guadagno facile
  • Non utilizziamo Wallet per custodire BTC

Possiamo stare certi che scegliendo una delle piattaforma indicate in questa guida non ci saranno brutte sorprese in materie di truffe o di hackeraggio ai nostri danni.

Clicca qui per aprire un conto sicuro dove investire in Bitcoin

Chi può investire in Bitcoin?

Non ci sono particolari limitazioni per investire in Bitcoin. Tutti coloro che hanno compiuto 18 anni ed hanno i requisiti per iscriversi ad una piattaforma specializzata possono considerare l’investimento in Bitcoin o altre criptovalute senza vincoli.

Ben diverso è il discorso da fare sulle tipologie di investitori che vogliono entrare nel cryptomondo: si tratta di un Asset a rischio elevato per via della forte volatilità che caratterizza il mercato delle criptovalute. Quindi ne raccomandiamo l’investimento solo ad utenti esperti ed in ogni caso utilizzando solo il capitale di rischio che siamo disposti a perdere.

Possiamo considerare anche di inserire il Bitcon (BTC) all’interno di un portafoglio di investimento composto anche da altri Asset, come azioni o ETF. In questo caso il rischio viene bilanciato ed anche investitori con una propensione non elevata al rischio potranno investire in criptovalute senza eccessive preoccupazioni.

Guida per investire in Bitcoin

Le informazioni fornite nella nostra guida sono già sufficienti per avere un’idea chiara su come e dove investire in Bitcoin senza errori. Tuttavia ci sono validi strumenti per approfondire ogni tema, grazie ad analisi svolte da veri specialisti del cryptomondo.

Di seguito alcuni utili strumenti educativi per scoprire “How to invest in Bitcoin” nel modo migliore.

1. Corsi

Possiamo scegliere di prendere parte ad uno dei migliori corsi di criptovalute online e scoprire tutti i segreti per investire sul Bitcoin. La soluzione più popolare è rappresentata dalla xStation di XTB, una vera e propria accademia formativa che accompagna l’alunno dalla basi di questa disciplina fino al maneggiare strategie di investimento complesse.

L’iscrizione è gratuita, basterà completare la registrazione ed avere subito l’accesso per la xStation dove studiare grazie a video on-demand di alta qualità: senza dubbio il modo migliori per imparare ad investire in Bitcoin:

Clicca qui per registrarti gratis nella xStation

2. Ebook

Una soluzione ottimale per conoscere i segreti delle valute digitali è quella di studiare su un Ebook digitale, specifico per il mondo degli investimenti.

Il Broker LiquidityX ha da tempo lanciato sul mercato il suo Ebook dove con termini chiari e semplici spiega passo dopo passo come investire al meglio, in criptovalute o in altri asset come le azioni. Non ci sono costi, basterà inserire una email valida e ricevere questo Ebook in formato PDF.

Qui puoi scaricare gratis l'Ebook di LiquidityX

3. Libri

Probabilmente la strada più popolare per tutti coloro che vogliono imparare a investire in Bitcoin: leggere libri sul tema.

Il mercato è pieno di manuali che trattano questo argomento, in modo dettagliato e professionale. Non sempre è facile orientarsi nella scelta, ecco perché di seguito proponiamo i migliori libri di criptovalute da leggere:

  • Investire in Bitcoin (Stefano Pepe)
  • Bitcoin Revolution (Davide Capoti)
  • Mastering Bitcoin (Andreas Antonopoulos)

Sono tutti manuali che possiamo trovare facilmente su Amazon, a costi accessibili.

4. Video Tutorial

Altra opzione popolare per imparare ad investire in Bitcoin è offerta dai Tutorial che si trovano su Youtube. Certo occorre distinguere tra i veri esperti di criptovalute e coloro che vendono fumo, una categoria purtroppo molto diffusa in questo ambito.

Certo, seguire qualche tutorial non ci renderà degli esperti di criptovalute, tuttavia può essere una soluzione facile e pratica per coloro che vogliono avere un’idea generale sul Bitcoin e sulle altre crypto da negoziare.

A titolo di esempio abbiamo selezionato il video di The Crypto Gateway che offre ottimi spunti per iniziare ad investire in Bitcoin da zero e senza errori:

Investire in Bitcoin: Recensioni

Risulta utile scoprire quali sono le opinioni e le recensioni di coloro che hanno investito in Bitcoin. Ebbene, non ci stupisce osservare che la grande maggioranza delle opinioni in merito è positiva.

Stiamo parlando di una criptovaluta che fino a pochi anni fa valeva pochi dollari mentre oggi ne vale oltre $50.000: le recensioni non possono che essere entusiaste! Certo, ci sono anche coloro che magari hanno investito durante le fasi di caduta del prezzo, ma si tratta di un rischio da assumere quando decidiamo di negoziare in Borsa.

Quali sono i migliori Forum sul Bitcoin? Se vogliamo scambiare opinioni ogni giorno sull’andamento del BTC possiamo considerare i seguenti portali:

  • Bitcoin Talk
  • Stack Exchange
  • Reddit
  • Investing

Alcuni di questi portali sono in lingua Inglese, in quanto in Italia non è ancora ben presente una comunità di investitori di criptovalute. Tuttavia c’è una soluzione: la Community di eToro. Conosciuto come il Social Network della finanza, ogni giorno riunisce migliaia di Traders che si scambiano idee e suggerimenti.

Soprattutto i giovani investitori troveranno molto utile dibattere con veri esperti di criptovalute, un aiuto notevole al momento di negoziare Bitcoin o altri Altcoin. L’iscrizione alla Community è gratuita, basterà compilare il Form ed attivare il proprio Account personale:

Clicca qui per entrare a far parte della Community di eToro

Investire in Bitcoin o Ethereum?

Ecco un quesito molto dibattuto nella comunità crypto: meglio investire in Bitcoin o Ethereum? La risposta migliore potrebbe essere: su entrambe!

Stiamo parlando delle due criptovalute più grandi al mondo per capitalizzazione e quota di mercato, non ha senso dover necessariamente scegliere l’una a discapito dell’altra. Inoltre, sono due progetti digitali molto differenti, che si combinano bene tra loro nell’ottica di un cryptoportafoglio diversificato.

Bitcoin è una criptovaluta tradizionale, che ha come obiettivo semplificare i pagamenti digitali e renderli più convenienti. E’ quindi una “valuta” alternativa e svolge tutte le funzioni tipiche di un mezzo di pagamento.

Al contrario, Ethereum è un progetto basato sulla Blockchain e sulle relative opportunità: su tutte, gli smart contract. Certo, c’è anche il Token ETH che funge da mezzo di pagamento, ma il vero Business di Ethereum è per un altro. Questa crypto si propone di diventare il punto di riferimento in materia di finanza decentralizzata (DeFi) e magari anche del Metaverso.

Queste differenze strutturali rendono Bitcoin ed Ethereum sia alternatici che complementari, perfetti per un investimento sia su BTC che su ETH.

investire in bitcoin

Amazon investe in Bitcoin?

Ecco una voce che da tempo circola negli ambienti finanziari: Amazon sembra essere pronta ad investire in Bitcoin. In che modo? Attivando l’opzione di acquistare tutte le merci sul Marketplace sia con moneta tradizionale che in BTC.

Se queste indiscrezioni verranno confermate ecco che il prezzo del Bitcoin potrebbe esplodere nuovamente e magari raggiungere il valore record di $100.000. Le prime voci sono nate quando Amazon ha pubblicato un’offerta di lavoro con la finalità di assumere qualcuno per sviluppare la sua “strategia di valuta digitale”.

Altro rumors: Amazon non è l’unico gigante della tecnologia che si sta espandendo nel mondo delle criptovalute; circolano voci secondo cui Apple utilizzerà alcune delle sue enormi riserve di liquidità per investire in Bitcoin.

Note finali

In questa guida completa ed aggiornata abbiamo spiegato come iniziare ad investire in Bitcoin passo dopo passo.

Sempre più persone si sono interessate al mondo delle valute digitali e Bitcoin è senza dubbio la crypto più famosa, ambita e performante: tutti vorrebbero investire in Bitcoin!

Prima di salutarci ricordiamo di scegliere solo intermediari sicuri ed affidabili, magari dopo aver testato la piattaforma su conto Demo. Ecco una tabella con le migliori piattaforme per negoziare Bitcoin, disponibili anche su App:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Formazione gratuita
  • Consulente personale
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Leggi anche:

    FAQ

    Qual è il minimo per investire in Bitcoin?

    Per Bitcoin, l’importo minimo che puoi acquistare è 1 Satoshi che si traduce in 0,00000001 Bitcoin. I migliori broker permettono di realizzare l’acquisto anche con solo 50 euro di deposito minimo.

    Posso investire 100 euro in Bitcoin?

    Certo, basterà scegliere Broker specializzati che permettono di aprire un conto di investimento con questa cifra Tutte le info nella nostra guida.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world