Indici

Come investire nel Dow Jones: Guida completa

Il Dow Jones Industrial Average è il principale Indice Statunitense, vero termometro dell’economica USA.

Viene chiamato comunemente anche in altri modi, come ad esempio:

  • Dow 30
  • DJIA
  • Dow Jones Industrial

Oppure, più semplicemente, il Dow. Si tratta di un indice azionario, uno dei tanti creati dal Wall Street Journal e dal cofondatore di Dow Jones & Company, Charles Dow.

Parliamo di un indice con una grande storia, in quanto fu calcolato per la prima volta nel maggio dell’1896: oltre 110 anni fa.

In Italia, una piattaforma come eToro rappresenta tutto ciò di cui un Trader ha bisogno per negoziare al meglio sul Dow Jones e sui mercati in generale.

Dow Jones Quotazione in Tempo Reale

Ecco il grafico aggiornato ogni minuto del principale Indice di Borsa Americano, il Dow Jones:

Dow Jones Storia e Caratteristiche principali

Attualmente questo indice è di proprietà del S&P Dow Jones Indices, che è a sua volta di proprietà di McGraw Hill Financial. Stiamo parlando dell’indice Dow più blasonato, e contiene all’interno di esso le 30 più grandi aziende pubbliche Statunitense.

È il secondo indice più vecchio degli Stati Uniti, dopo il Dow Jones Trasportation Average. In questa guida lo recensiremo nel dettaglio e scopriremo quali sono le migliori modalità per investire al meglio su un indice che de sempre regala grandi soddisfazioni ai suoi investitori.

La parte industriale (“Industrial Average”) del nome è in gran parte storica, in quanto molti dei moderni 30 componenti hanno poco o nulla a che fare con l’industria pesante tradizionale. La media è ponderata sui prezzi, ed inoltre per compensare gli effetti degli split e altri aggiustamenti, è attualmente una media ponderata.

Il valore del Dow non è la media effettiva dei prezzi delle azioni dei suoi componenti, ma piuttosto la somma dei prezzi dei componenti divisi da un divisore, che cambia ogni qualvolta una delle azioni dei componenti ha un dividendo o un frazionamento delle azioni. Poiché il divisore è attualmente meno di uno, il valore dell’indice è maggiore della somma dei prezzi dei componenti.

Anche se il Dow è compilato per misurare la performance del settore industriale all’interno dell’economia americana, la performance degli indici continua ad essere influenzata non solo da rapporti societari ed economici, ma anche dagli eventi politici nazionali ed esteri come la guerra e il terrorismo, così come da calamità naturali che potrebbero potenzialmente portare danni economici.

Dow Jones Index

Ovviamente i componenti sono 30, provenienti in maggioranza dal NYSE, è presente però anche una piccola parte tecnologica proveniente dal NASDAQ:

3M NYSE MMM
American Express NYSE AXP
Apple NASDAQ AAPL
Boeing NYSE BAA
Caterpillar NYSE CAT
Chevron NYSE CVX
Cisco NASDAQ CSCO
Coca-Cola NYSE KO
Du Pont NYSE DD
Exxon Mobil NYSE XOM
General Electric NYSE GE
Goldman Sachs NYSE GS
Home Depot NYSE HD
IBM NYSE IBM
Intel NASDAQ INTC
Johnson & Johnson NYSE JNJ
JPMorgan Chase NYSE JPM
McDonald’s NYSE MCD
Merck NYSE MRK
Microsoft NASDAQ MSFT
Nike NYSE NKE
Pfizer NYSE PFE
Procter & Gamble NYSE PG
Travelers NYSE TRV
United Health Group NYSE UNH
United Technologies NYSE UTX
Verizon NYSE VZ
Visa NYSE V
Wal-Mart NYSE WMT
Walt Disney NYSE DIS

Dow Jones industrial Average Andamento

Nel 1884, Charles Dow creò la sua prima “media di azioni”, pubblicandolo sul “Customer’s Afternoon Letter”, il precursore del “The Wall Street Journal”. L’indice conteneva due compagnie industriali e ben 9 compagnie ferroviere. Poi negli anni l’indice è cambiato, per diventare poi il precursore del Dow.

I componenti iniziali, che formavano l’indice nel primo giorno (26 Maggio 1896), erano essenzialmente titoli azionari industriali. Di tutte quelle aziende contenute oltre 100 anni fa, adesso, soltanto la General Electric rimane parte dell’indice.

Passando subito invece ai giorni nostri, l’indice ha negli ultimi anni registrati sempre nuovi massimi, registrando una crescita a dir poco spaventosa, ecco gli ultimi 5 anni:

dow jones andamento

Grazie alla forte crescita americana, e la politica monetaria favorevole da parte della Federal Reserve, che ha portato l’economia USA ha toccare livelli di bassa disoccupazione mai visti prima d’ora, la crescita di questo indice è stata positiva negli ultimi anni:

  • 2016: +13.42 %
  • 2017: +25.08 %
  • 2018: -5.63 %
  • 2019: +25.34 %

Dow Jones Previsioni 

Tra le borse estere il Dow Jones sta battendo ogni Record e da anni le sue quotazioni sono in vertiginosa salita. Da altrettanto tempo, alcuni analisti si affrettano a parlare di una imminente fine della corsa. Nella realtà, il Dow Jones continua a salire e presto dovrebbe raggiungere la quotazione record di 30.000 punti base.

Come analizzato nel precedente grafico, siamo già in una zona di “massimo storico” e nonostante tensioni commerciali con la Cina e venti di guerra con l’Iran, l’indice continua a salire.

Indice Dow Jones

Migliori azioni del Dow Jones 

Passiamo adesso in rassegna le migliori azioni USA presenti nel Dow Jones, tutte aziende estremamente famose e note su scala mondiale.

Ecco la classifica con le 10 azioni più capitalizzate del Dow Jones:

  1. Microsoft
  2. Apple
  3. Visa
  4. JP Morgan
  5. Johnson&Johnson
  6. Walmart
  7. Procter&Gamble
  8. Intel
  9. United Health
  10. Exxon Mobil

Una menzione speciale la merita anche Coca Cola, da sempre uno dei più grandi Gruppi al mondo.

Come investire sul Dow Jones

Apriamo un Focus sulla migliore opzione in assoluto per negoziare sul Dow Jones, ovvero eToro.

Come sappiamo, investire in indici azionari è già un’ottimo modo per diversificare il proprio portafoglio, dal momento che puntiamo su un paniere di titoli anziché su un’azione specifica.

Non tutti i Broker permettono di negoziare sugli indici o sulle Borse, per nostra fortuna eToro è uno dei pochi in Italia a permettere questa operatività.

Ecco come si presenta la grafica:

investire sul Dow jones con etoro

Semplice, lineare e professionale. Con eToro si investe sul Dow Jones grazie ai contratti CFD, sarà quindi possibile puntare sia sul rialzo che sul ribasso dell’indice.

Tutto ciò è possibile grazie proprio ai contratti CFD, che replicano l’andamento di un Asset (in questo caso il Dow Jones).

L’investitore potrà quindi scegliere tra due opzioni:

  • Aprire un CFD Long 
  • Aprire un CFD Short

Ricordiamo che è possibile iniziare su un conto Demo per poi passare, senza limiti di tempo, ad un conto reale attivabile con solo €50.

Registrati qui per fare Trading sul Dow Jones

Conclusioni

Il Dow Jones è probabilmente il più celebre indice di Borsa Americano. Istituito a fine ‘800, è uno dei più antichi “misuratori” di ricchezza mondiale.

Ancora oggi, l’andamento del Dow Jones è un ottimo termometro per l’economia Statunitense. Al suo interno si trovano le aziende più note al mondo che compongono le principali Borse mondiali.

Negoziare il Dow Jones è facile se si utilizzano piattaforme professionali come eToro, importanti sia per operare al meglio sull’indice che sulle specifiche aziende che lo compongono.

Broker certificato e regolamentato, permette di fare pratica anche su un comodo conto Demo. Per iniziare, basterà cliccare nel seguente Link:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

     

    Leggi anche:

    Come investire sul Dow Jones?

    L’opzione migliore è rappresentata dai Broker specializzati in CFD che permettono di investire sui migliori indici, come il Dow Jones, in sicurezza e senza costi fissi.

    Quali sono le migliori aziende presenti sul Dow Jones?

    La lista sarebbe davvero lunga, tuttavia Microsoft, Coca Cola ed Exxon Mobil sono sicuramente aziende note in tutto il mondo.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world