Guida

Quanto guadagna un Trader di Borsa? Ecco la nostra indagine

Attraverso questa nostra guida ci occuperemo di spiegare, per filo e per segno, quanto guadagna un Trader di Borsa nel dettaglio. Si tratta di una domanda che in molti si fanno, ma nessuno è mai riuscito molto bene prima d’ora a dare una risposta a questa domanda.

Cercare di capire quanto guadagna un trader in Borsa è senza dubbio un discorso molto difficile da generalizzare. Infatti, esistono molte tipologie di trader, e possiamo dire con certezza che la maggior parte dei trader presenti sui mercati retail necessita di diversi mesi di insuccessi e test in demo prima di iniziare a macinare ottimi guadagni.

Vediamo quindi insieme quanto può guadagnare e quindi quanto potreste guadagnare anche voi.

Quanto guadagna un Trader di Borsa?

Cercare di capire quanto guadagna un trader professionista, è una delle domande che sempre più persone continuano a farsi. Oggi cercheremo di rispondervi all’interno del nostro approfondimento. Cerchiamo subito di rispondere alla domanda di apertura: quanto guadagna un trader professionista?

Per rispondere nel migliore dei modi, dobbiamo prima di tutto capire quanto si è disposti ad investire.
È ovvio che, a parità di strategia risk/reward, un trader che investe di più avrà anche un quantitativo di soldi guadagnati maggiore. Basti pensare ai grandi Hedge Fund che ogni giorno investono milioni di dollari. Al confronto, i 100 dollari che un investitore alle prime armi investe non sono neanche briciole.

Quindi, è necessario farsi una domanda ben precisa: conviene partire con investire 100 dollari o addirittura con 10 dollari? Ebbene, tutto dipende dalle nostre disponibilità economiche e da quanto siamo disposti ad investire nel Trading.

L’investimento minimo richiesto

Se si decide di iniziare investendo soltanto 100 euro, sicuramente non lo si fa per guadagnare un’entrata secondaria, ma semplicemente per divertirsi. Se si vogliono invece ottenere guadagni più interessanti, si dovrebbe pensare ad un capitale iniziale di almeno 1000 euro.

Ovviamente, pensare di poter guadagnare tantissimi soldi con soltanto 100 dollari è un’utopia destinata a rimanere tale. In ogni caso, un’investimento seppur basso ci permetterà di fare pratica e comprendere al meglio i funzionamenti dei mercati finanziari. Sono molti i trader principianti che continuano a registrarsi sui vari Broker caricando il minimo sindacabile, mediamente sui €200. Si tratta pur sempre di poter speculare in borsa.

Una buona idea prima di iniziare con denaro reale consiste nell’aprire un conto di trading demo. I conti demo hanno infatti all’interno di essi grandi quantitativi di denaro (solitamente da 10 mila fino a 50 mila dollari USA). Tuttavia, non si rischia nulla ad investire all’interno di questi account dal momento che risultano essere virtuali: nulla viene guadagnato e nulla viene perso, in quanto il denaro è, per l’appunto, virtuale.

Per fare pratica, consigliamo di provare la piattaforma di trading demo di etoro, in modo da saggiare la facilità e semplicità di questa piattaforma.

Quanto guadagna un Trader di Borsa? Ecco alcuni esempi concreti

Torniamo adesso al nostro argomento principale, ovvero quanto guadagnano i trader. Stabilirlo con certezza è praticamente impossibile, soprattutto se si vuole individuare la cifra esatta. Spesso l’importo dipende da alcune variabili, tra cui le più importanti:

  • Il proprio investimento iniziale
  • La strategia utilizzata

Tuttavia, possiamo fare degli esempi concreti e riscontrabili in merito il guadagno medio annuale sulla base di operazioni effettuate.

Esempio 1: Il Bitcoin

Un trader o un investitore, può guadagnare sia moltissimo che pochissimo. Tutto dipende anche dalla buona sorte. Facciamo l’esempio di aver investito nel Bitcoin 1000 dollari quando il prezzo era di circa 100 dollari USA, nel 2013.

Andamento Bitcoin negli anni

Andamento Bitcoin negli anni

Con quei 1000 dollari si potevano acquistare (nel 2013) ben 10 Bitcoin. Oggi 1 Bitcoin vale circa 10.000 dollari, quindi 10.000*10= 100 mila dollari. Questo sarebbe quindi stato il rendimento in soli cinque anni di investimento. Niente male eh? Se proviamo a dividere questo importo per i cinque anni di attività e poi per i mesi dell’anno, ciò che viene fuori è quanto segue:

  • Guadagno annuale: $20.000
  • Guadagno mensile: $1.667

Il tutto, lo specifichiamo, con una singola operazione di acquist. Il Bitcoin, infatti, è stato considerato il miglior Asset dove investire negli ultimi 10 anni, senza alcun dubbio.

Ovviamente, non esiste e non esisterà nessun sistema di Trading Automatico oppure un Trader nel mondo che sia in grado di prevedere il futuro. Quello che possiamo fare è solo cercare di capire come si muoveranno i mercati finanziari, effettuando delle previsioni di borsa nel modo più accurato possibile. Insomma, nessuno ha la sfera di cristallo.

Quello che possiamo fare è quindi cercare di presupporre quali sono tutte quelle variabili che possono incidere sul guadagno per rendere i nostri investimenti redditizi.

Nel Trading e impossibile prevedere il futuro

Nel Trading e impossibile prevedere il futuro

Esempio 2: Le azioni Apple

La società fondata da Steve Jobs nel 2016 aveva una quotazione di $100 per azione. Ad oggi il suo valore è più che raddoppiato, con un valore attuale che si aggira sui $218. Il guadagno su ogni azione è pari a $118. Acquistando 10 CFD rialzisti ed operando con la leva minima, ovvero 1:30, il nostro guadagno sarebbe stato di ben $35.400!

Facciamo il conto annuale e mensile:

  • Guadagno annuale: $7.080
  • Guadagno mensile: $590

Esempio 3: Il corretto Money Management

Aldilà delle singole operazioni, i Trader professionisti sono soliti gestire un portafoglio titoli con una strategia di Money Management rigorosa. Ciò vuol dire, che su un capitale di 10.000, una strategia Rischio: Beneficio di 1:3 comporta una perdita massima del 2% del capitale e un ritorno economico del 6%. Quindi, con solo 10 operazioni mensili che apportano un beneficio del 6%, il risultato sarà il seguente:

  • Guadagno annuale: $7.200
  • Guadagno mensile: $600

Il risultato della nostra simulazione

Abbiamo preso ad esempio un Trader con un capitale abbastanza basso, pari a $10.000, e tre tipologie di operazioni. Nulla di impossibile, nulla di troppo complesso. Semplicemente un’operatività di base giornaliera con un rapporto 1:3 tra rischio e beneficio e due operazioni extra su Bitcoin e Apple. Insomma, un’operatività semplice e potenzialmente replicabile da tantissimi Trader.

Il risultato? Ecco le cifre:

Sommiamo i guadagni mensili (1.667+590+600) ed otteniamo ben $2.857 ogni mese! Di conseguenza, il guadagno annuale sarà di $34.284.

Non male per un Trader professionista con “solo” $10.000 di capitale iniziale.

Il trading di successo si raggiunge con la giusta psicologia

La psicologia del trading è ciò che differenzia un Trader professionista da uno amatoriale. Infatti, fare trading significa prima di tutto avere pazienza, passione e costanza. Il guadagno è uno di quei fattori estremamente correlati con l’esperienza. Un trader con molta esperienza infatti riesce a costruire nel tempo delle ottime competenze ed una grande capacità di fare trading.

Inoltre, ancora prima di iniziare ad operare o di pensare a “quanto sarà possibile guadagnare” occorre capire profondamente e intimamente i mercati. In questo modo si avrà un bagaglio culturale di tutto rispetto che ci permetterà di approcciarsi al meglio sui mercati. Non si deve mai essere frettolosi di guadagnare. Tutto ha un suo tempo, quindi anche il guadagno.

Nessuno può pretendere di investire e diventare ricco subito! Se qualcuno ti promette questo, quasi sicuramente è un truffatore!

L’importanza del servizio assistenza

L’assistenza ed il supporto tecnico sono uno degli aspetti che non andrebbero mai messi in secondo piano. Solitamente, tutte le piattaforme di trading certificate offrono un supporto clienti soddisfacente. Sono proprio queste persone a fornire le prime guide in questo mondo. Il tutto con la finalità di capire nel dettaglio come muoversi all’interno dei mercati finanziari.

Questo aspetto viene messo in primo piano dalla piattaforma 24option che offre a tutti i suoi clienti un Manager personale e specializzato in investimenti. Il fatto di poter contare su un vero professionista del settore è un aiuto estremamente importante soprattutto per coloro che sono alle prime armi. I suoi consigli ed i suoi suggerimenti saranno molto utili per fare i primi passi nel Trading e realizzare i primi profitti.

Non possiamo che consigliare di farsi aiutare e supportare da veri esperti del settore. Il Trading è un lavoro solitario ma con il gioco di squadra i risultati saranno sicuramente migliori. Nello specifico, il Broker 24option mette a disposizione dei suoi clienti gli analisti della Trading Central, rinomato centro di analisi a livello Europeo.

Quanto guadagna un Trader di Borsa: Il Capitale da Investire

Questo è un aspetto estremamente importante. Il capitale da investire è senza dubbio fondamentale, e come abbiamo detto prima, iniziare con soli 100 euro permette di maturare una buona esperienza ma difficilmente ci farà realizzare profitti stellari.

Capitale da investire: tanto o poco?

Capitale da investire: tanto o poco?

Prima di tutto, aldilà della somma investita, fare trading deve essere considerato a tutti gli effetti come un investimento e non come un gioco d’azzardo. Quindi tutto quello che devi fare e capire che i rendimenti, gli utili, vengono rappresentati in percentuale sul volume degli investimenti.

A questo punto è anche chiaro che chi ha un capitale maggiore può effettuare investimenti maggiori. In pratica se investi il 2% di €100 il guadagno che si ottiene sarà abbastanza basso. Se invece investi il 2% di €10.000 e chiudi l’operazione in profitto, è chiaro che la questione è totalmente differente.

Quello che vogliamo consigliare è prima di tutto di mettere da parte più denaro possibile da poter investire all’interno dei mercati finanziari. Non è possibile improvvisarsi trader credendo alle favole e ai guadagni facili. Occorre studio, impegno e dedizione. In tal caso, i guadagni arrivano.

Quanto guadagna un Trader di Borsa: L’importanza della frequenza

La frequenza nel trading online è senza dubbio uno dei punti cardine per chi desidera investire. La frequenza di investimento incide infatti in maniera alquanto notevole all’interno dei guadagni. Del resto, è impossibile pensare di fare trading online una volta ogni tanto e di pretendere di guadagnare.

Questa è la reale distinzione che consente ad un trader professionista di diventare un amatore, a prescindere dal contesto in cui si trova.

Senza dubbio uno dei migliori compromessi è quello di utilizzare un sistema di trading automatico. In questo modo sarà possibile ottenere delle rendite passive costruendosi un portafoglio di Popular Investor Professionisti che mettono a disposizione le loro conoscenze per tutti gli altri Trader.

Scopriamo nel dettaglio il funzionamento del Copy Trading.

I vantaggi del Copy Trading di eToro

Per consentire anche ai trader alle prime armi di essere profittevoli, la piattaforma di eToro ha l’offerta migliore.

Questa piattaforma è in grado di garantire la massima semplicità a tutti coloro che desiderano iniziare ad investire all’interno dei mercati finanziari. Non occorre essere esperti, la piattaforma è davvero semplice e di facile utilizzo.

La soluzione del broker di etoro è molto semplice e al tempo stesso estremamente tecnologica. Grazie all’invenzione del Copy Trading, è possibile mettere in copia professionisti da tutto il mondo che investono nei contratti CFD di tutti gli Asset presenti.

Questa metodologia d’investimento consente essenzialmente nel crearsi un portafoglio diversificato e creato da veri Trader, copiandoli in proporzione 1:1.

Un esempio pratico

Ecco un esempio concreto e di facile intuizione:

  • Senior Trader: Capitale iniziale €10.000
  • Junior Trader: Capitale iniziale €1.000

Ipotizziamo che il Senior abbia avuto un profitto mensile del 50%. I guadagni sarebbero i seguenti:

  • Senior Trader: Capitale finale €15.000
  • Junior Trader: Capitale finale €1.500

Si tratta quindi di un guadagno che risulta essere totalmente uguale in percentuale, ma ovviamente può differire in base a quanto si investe realmente. Nel caso di un investimenti pari a 1000 dollari si avrà un certo guadagno. Nel caso in cui l’investimento dovesse essere di 2000 dollari il guadagno sarà il doppio. Tutto dipende da quanto vogliamo investire.

Scopri tutte le funzionalità ed i vantaggi del Copy Trading di eToro

 

Quanto guadagna un Trader di Borsa: Considerazioni finali

Insomma, stabilire a priori quale sia il guadagno di un trader è impresa ardua. Tuttavia, con alcuni esempi pratici e verosimili abbiamo dato un’indicazione abbastanza precisa ai nostri lettori. Ovviamente le variabili sono diverse, le più importanti sono:

  • Il capitale che si decide di investire
  • L’esperienza maturata sui mercati
  • Il livello di rischio che si è disposti a prendere

Inoltre, un aspetto estremamente importante risiede nella scelta della piattaforma adeguata. Scegliere piattaforme regolamentate ma con altissimi costi di gestione come WeBank o Widiba significa erodere i profitti. La migliore opzione è rivolgersi a piattaforma certificate Consob ma con la formula “zero commissioni”, come eToro.

Ulteriore vantaggio di eToro è la possibilità di operare con il Copy Trading e creare quindi il giusto mix tra investitori esperti e trader alle prime armi.

Insomma, diventare dei Trader professionisti è un percorso affascinante e potenzialmente pieno di soddisfazioni. Occorre dedicare tempo, passione e costanza per poi godere dei risultati raggiunti.

 

 

 

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un Commento