Azioni

Comprare Azioni online: Guida completa del 2022

In questa guida spiegheremo come comprare azioni in Borsa senza commissioni fisse ed in totale sicurezza, attraverso i migliori Broker online sul mercato.

Sono tantissimi gli investitori che ogni giorno si rivolgono al mercato azionario per comprare e vendere i titoli quotati delle loro aziende preferite. Il principale vantaggio è offerto dalle condizioni economiche e vantaggiose che ci sono oggi, grazie proprio ai Broker online che permettono di realizzare investimenti azionari con sicurezza e con capitali accessibili.

Di conseguenza l’attività di investire in azioni online è divenuta sempre più popolare ed in questa guida offriremo tutti gli spunti utili per comprare azioni in Borsa con le migliori condizioni di mercato.

⭐️ Asset Titoli azionari
🏆 Sede negoziale Borsa
📈 Intermediari Broker online
⚖️ Indicatori azionari utili P/E, EPS, ROE
💰 Capitale necessario Si inizia con €100
🎯 Miglior Broker azionario eToro
⛔ Rischi Limitati al capitale investito
Comprare azioni in Borsa

Vogliamo iniziare subito a comprare azioni? Allora dobbiamo rivolgerci ad eToro, un broker rinomato e di grande qualità che permette di investire nel mercato azionario con un deposito iniziale di soli 50 euro. La piattaforma professionale permette di negoziare al meglio e sarà anche possibile fare pratica su un conto Demo, utilizzando denaro virtuale:

Clicca qui per comprare subito le migliori azioni quotate in Borsa

Noi di InvestireInBorsa abbiamo messo a disposizione tutta la nostra esperienza per realizzare questa guida su come comprare azioni nel modo migliore: buona lettura!

Cosa sono le azioni?

Possiamo definire le azioni di Borsa in questo modo:

Titolo finanziario rappresentativo di una quota della proprietà di una società per azioni.

Un’azienda che decide di quotarsi in Borsa divide il suo capitale in tante quote (le azioni) che andranno a costituire il flottante nella Borsa valori. A livello pratico sono dei titoli di credito che conferiscono la quota azionaria e possono essere facilmente ceduti o trasmessi ad altri soggetti.

Il titolare di un’azione è denominato quindi “azionista” in quanto possiede parte del capitale aziendale, con tutti i diritti e gli oneri che ne conseguono. 

Un’azienda decide di quotarsi in Borsa e quindi di emettere azioni per finanziare la propria crescita. Questi titoli di credito permettono così di ricevere un ampio capitale in cambio di quote aziendali. La fase che anticipa la quotazione è definita IPO e serve proprio a raccogliere finanziamenti e stabilire il prezzo unitario dell’azione.

I maggiori vantaggi dati dal comprare azioni di un’azienda sono il dividendo e la possibilità di ottenere profitti in caso di rialzo del valore del titolo azionario.

Quali sono le tipologie di azioni?

Non tutte le azioni sono uguali, c’è una grande differenza sia per la natura dell’azienda (quotata o no) sia per la tipologia intrinseca del contratto azionario. Le principali tipologie di azioni sono 3, eccole: 

  • Azioni ordinarie: garantiscono all’azionista il diritto ai dividendi, il rimborso del capitale in caso di liquidazione della società ed il diritto di voto nelle assemblee sia ordinarie che straordinarie.
  • Azioni di risparmio: particolare tipologie che conferisce agli azionisti particolari privilegi di natura patrimoniale, soprattutto in materia di utili e dividendo. Tuttavia, prevedono il diritto di voto nelle assemblee.
  • Azioni privilegiate: attribuiscono all’azionista una priorità in fase di distribuzione degli utili oppure in fase di liquidazione della società. Il diritto di voto è concesso solo nelle assemblee straordinarie.

Le più diffuse sono le azioni ordinarie per via del fatto che possono essere negoziate online su Broker specializzati. Occorre un basso capitale per acquistare anche solo una frazione dell’azione, dal momento che non c’è un lotto minimo di azioni da acquistare. Ecco che un capitale di 100 euro può essere sufficiente per investire in questo mercato e diventare azionisti della nostra azienda preferita!

Clicca qui per comprare azioni con un piccolo capitale iniziale

Chi compra e vende azioni?

Ogni cittadino con almeno 18 anni di età ed un conto bancario intestato a proprio nome potrà comprare azioni ed investire in Borsa senza particolari limitazioni.

Ovviamente il requisito principale è la maggiore età: la finanza è un mondo riservato solo agli adulti. Altro requisito il conto bancario a proprio nome. Questo aspetto ci servirà perché in fase di registrazione sul Broker ci verrà richiesto di allegare una prova di residenza. Solitamente negli estratti conti bancari, in alto a sinistra, c’è l’intestazione con il nostro nome e la via di residenza. Questo documento andrà più che bene.

Cosa fare se non abbiamo un conto intestato a nostro nome? La soluzione più veloce è quella di attivare una PostePay Evolution, con Iban collegato. Al primo estratto conto ricevuto saremo nelle condizioni di completare la registrazione sul Broker, come richiesto dalla Direttiva Mifid.

La figura professionale addetta alla compravendita azionaria è il Broker, solitamente una piattaforma professionale che agisce da intermediario tra l’investitore ed il mercato finanziario. Questo procedimento si rende necessario perché non è possibile comprare azioni senza intermediari, occorre sempre una figura qualificate e professionale in grado realizzare le nostre scelte di investimento.

Come comprare azioni?

Per scoprire come si comprano le azioni in Borsa dobbiamo seguire 5 passi necessari per avviare l’investimento:

1. Stabilire un Budget

Quanto denaro occorre per comprare azioni? Come già detto, molti Broker offrono l’opportunità di effettuare un deposito minimo di soli €100, quindi abbiamo soluzioni davvero per tutte le tasche.

Premesso questo, il nostro capitale deve anche essere protetto attraverso una serie di accorgimenti utili:

  • Mai investire oltre le nostre possibilità economiche
  • Considerare i soldi depositati come un capitale di rischio
  • Proteggere il denaro con strumenti quali lo Stop Loss
  • Adottare il Money Management

Il Trading azionario deve essere un’attività redditizia ma non ha senso investire somme esagerate o magari i risparmi da destinare alla nostra pensione: sarebbe un errore madornale!

Ecco perché è fondamentale comprendere che il denaro investito deve essere considerato come un “capitale di rischio” che tuttavia avrà la finalità di aumentare di valore e regalarci soddisfazioni già nel breve termine.

Qui puoi iniziare a comprare azioni con soli €50 iniziali

2. Aprire un conto di investimento

Adesso che è tutto pronto sarà necessario aprire un conto Trading sicuro e certificato per investire in azioni con grande professionalità.

Chiariamo un importante aspetto: la fase di iscrizione è regolamentata a livello Europeo, tutti i Broker devono rispettare procedure Standard per poter garantire il massimo della sicurezza agli investitori Europei. A tal riguardo suggeriamo di avere sotto mano due documenti:

  • Carta di identità
  • Prova di residenza

Successivamente, al momento di versare il denaro per aprire ufficialmente l’account, sarà possibile scegliere tra le seguenti opzioni:

  • Carta di credito/debito
  • Paypal
  • Bonifico

Alcune piattaforme per comprare azioni mettono anche a disposizione metodo digitali come Skrill oppure Epayments.

Suggerimento: carta di credito e Paypal sono le modalità raccomandate in quanto veloci e sicure.

Clicca qui per iniziare le procedure di apertura per un conto azionario

3. Scegliere le azioni da comprare

Ecco il punto cruciale per investire in azioni con successo: scegliere i titoli azionari più redditizi sui quali puntare!

Qualche esempio? Da diversi mesi ci sono mercati davvero interessanti da tenere sotto osservazione:

All’interno di ogni macro-categoria sarà più facile scegliere le azioni sulle quali investire. Per un’analisi completa ecco i 3 parametri principali per stabilire con buona esattezza il valore dell’ azione:

  • P/E: (Price/Earning)
  • EPS: (Earning Per Share)
  • ROE: (Return On Equity)

Si tratta di indicatori fondamentali per scoprire se il prezzo di un azione è sopravvalutato oppure se nasconde ottime potenzialità di rialzo.

Altri investitori si concentrano esclusivamente sulle azioni da dividendo, in quanto il loro obiettivo è ottenere una rendita annuale garantita proprio dallo stacco della cedola, annuale o semestrale.

Senza dubbio un’opzione di investimento allettante, anche se occorre dotarsi di un capitale abbastanza ampio per poter vivere di dividendi: almeno €500.000!

Qui puoi trovare una vasta scelta di azioni da negoziare online

4. Trading automatico o manuale?

Ecco il primo dilemma da risolvere: meglio fare trading in automatico o investendo in prima persona? Oppure, perché no, un mix di entrambi?

Bene, nel caso del Trading manuale bisognerà avere delle competenze di base che ci permetteranno di riconoscere quali azioni comprare ed il momento giusto per farlo. Consideriamo questo stile di trading l’operatività “base”.

Negli ultimi anni la tendenza è sempre più a favore del trading automatico: Expert Advisor, Algoritmi e molti altri sistemi utili per investire senza il nostro intervento. Ovviamente tali software vanno prima settati: se non abbiamo nessuna competenza informatica sarà difficile creare un sistema di investimento funzionante!

La soluzione? Investire in azioni con il Copy Trading, un metodo brevettato che permette di copiare le operazioni di investimento lanciate da specialisti dei mercati azionari.

In sostanza si scelgono i Traders più bravi, quelli con le performance più elevate, e con un click inizieremo a replicare la loro operatività sul nostro conto.

Clicca qui per investire in azioni in modalità automatica

5. Acquisto o negoziazione in CFD?

Occorre fare chiarezza su questo aspetto, in quanto comprare azioni e fare Trading azionario non è la stessa cosa.

Quando parliamo di “comprare azioni” ci riferiamo alla possibilità di acquistare il certificato azionario delle società quotate. In tal modo diventeremo azionisti ed avremo modo di beneficiare di tutti i relativi vantaggi, dividendo su tutti.

Ovvio, guadagneremo solo se il prezzo dell’azione sale ma saremo a tutti gli effetti azionisti delle nostre aziende preferita!

Per questo genere di operatività dobbiamo rivolgerci ad eToro: si entra nella schermata dell’azione che vogliamo acquistare, deselezioniamo la leva finanziaria e procederemo con l’acquisto del titolo a partire da soli €50 di investimento iniziale.

Clicca qui per comprare azioni con eToro

Soluzione alternativa è il Trading di CFD, ovvero Contract For Difference. In questo modo andremo ad acquistare uno strumento finanziario derivato che replica fedelmente l’andamento dell’azione.

Non diventeremo azionisti, tuttavia avremo un ottimo vantaggio: guadagnare anche se il prezzo dell’azione scende mediante la vendita allo scoperto. Questo avviene perché esistono due tipologie di CFD:

  • Rialzista (Long)
  • Ribassista (Short)

Basterà quindi analizzare l’andamento dell’azione e valutare se il prezzo sarà destinato a salire o a scendere:

Puoi cliccare qui per fare Trading CFD sulle migliori azioni al mondo

Dove comprare azioni?

Per comprare azioni sarà necessario rivolgersi ad intermediari specializzati ed abilitati ad eseguire operazioni sul mercati per conto terzi.

In Italia la scelta è ristretta a banche, broker e SIM. Ecco quali sono le relative caratteristiche:

  BROKER ONLINE BANCA SIM
APERTURA CONTO TITOLI
COSTI FISSI SULL’ESEGUITO
SPESE DI CONSULENZA
CONTO DEMO
REGOLAMENTAZIONE EUROPEA

Scopriamo nel dettaglio come procedere con l’investimento azionario con ognuna delle opzioni indicate.

1. Banca

Comprare azioni in Banca è ancora oggi una modalità richiesta da numerosi investitori. Per farlo occorre rivolgersi allo sportello bancario e procedere con l’apertura di un conto titoli. Ovviamente dobbiamo già essere correntisti della banca.

Il passo successivo è quello di completare tutte le procedure burocratiche, tra carte da firmare e soprattutto commissioni da pagare: imposto di bollo, spese di istruttoria e altri oneri a seconda della banca scelta.

Con tutti i documenti pronti, sarà possibile iniziare a negoziare azioni direttamente dallo sportello o attraverso le piattaforme di Trading bancarie. Non tutti gli istituti dispongono di una piattaforme specifica per negoziare online. Il conto trading di Fineco è tra i più famosi in Italia, così come quello di Bper o altri istituti simili. 

Il problema delle piattaforme azionarie bancarie è duplice:

  • Costi fissi elevati su ogni eseguito
  • Interfaccia complessa e poco intuitiva

Anche se impariamo ad utilizzare la piattaforma, resta il problema dei costi fissi: alcune banche chiedono fino a €10 per ogni operazione eseguita sul mercato: un salasso!

Comprare azioni in Posta non offre condizioni migliori: i costi fissi sono identici e la piattaforma negoziale è lenta e con pochissimi Asset negoziabili.

2. Broker Online

Ecco la soluzione migliore per comprare azioni da casa ed in tutta sicurezza: i Broker regolamentati.

Stiamo parlando di intermediari sicuri e certificati: godono di almeno una licenza Europa per offrire i loro servizi di investimento.

Su questi Broker i costi di apertura conto sono azzerati, occorre pagare solo lo Spread. Questo comporta un risparmio enorme, se confrontato con gli operatori bancari. Anche il deposito minimo è alla portata di tutti, in quanto spesso bastano €100 per iniziare a comprare azioni e senza necessità di aprire un conto corrente.

Altro punto di forza riguarda il conto Demo, uno strumento utilissimo che permette di verificare e testare ogni Broker in modo gratuito e con capitale virtuale.

Infine, su questo Broker specializzati sono presenti migliaia di azioni da ogni angolo del mondo. L’offerta più ampia in assoluto la troviamo su eToro, con oltre 2.000 azioni negoziabili nella sua piattaforma.

3. SIM

Le SIM sono delle Società Intermediazione Mobiliare e permettono l’attività di compravendita azionaria.

Spesso sono delle vere e proprie società di consulenza patrimoniale, quindi rivolte ad una clientela con almeno 100.000 euro da gestire. Il loro compito è quello di creare portafogli di investimento bilanciati che rispondono alle esigenze del cliente, in tema di profilo di rischio e capitale a disposizione.

Se siamo alla ricerca di una consulenza patrimoniale a 360 gradi allora le SIM fanno al caso nostro. In caso contrario, se vogliamo solo negoziare azioni da casa e con un capitale ridotto, allora questa opzione non è di nostro interesse.

Piattaforme per comprare azioni

Ecco la lista aggiornata con i migliori Broker azionari che permettono di comprare e vendere azioni in tempo reale:

🥇 BROKER 💰 INVESTIMENTO 🔥 PUNTO DI FORZA
eToro €50 Copy Trading
Markets €100 Analisi live
Trade.com €100 Consulenza personale
XTB €100 0% commissioni

Di seguito una recensione dettagliata per ognuna.

1. eToro

  • Licenza: Cysec
  • Acquisto reale:
  • Trading CFD:

Comprare azioni su eToro è una delle modalità più apprezzate dagli investitori, grazie a condizioni vantaggiose e standard di sicurezza davvero elevati.

Con la piattaforma di eToro è possibile negoziare sui principali titoli di tutto il mondo, con spread bassi e su una piattaforma proprietaria rapida e professionale.

La grande innovazione di questo Broker si chiama CopyTrading. Funziona in questo modo: all’interno della piattaforma c’è un motore di ricerca, con dei filtri puoi selezionare i trader che preferisci (magari i più profittevoli) e con un click copiare tutte le loro operazioni.

Copiare le operazioni vuol dire che quando i migliori Trader da noi selezionati apriranno un’operazione sui mercati, la stessa verrà replicata nel nostro conto. 

Clicca qui per investire con eToro

2. Markets.com

  • Licenza: FCA
  • Acquisto reale:
  • Trading CFD:

Un’ottima opzione per comprare azioni è rappresentata da Markets.com, uno dei broker di maggiore successo al mondo.

Al suo interno è possibile negoziare migliori di azioni da tutto il mondo, senza costi fissi e con spread davvero ridotti. Si negozia si una Metatrader rapida e professionale, ricca dei principali indicatori utili per scegliere quando entrare a mercato nel momento giusto.

Il suo servizio di analisi in tempo reale dei mercati finanziari è molto apprezzato, poiché offre ottimi spunti per investire al meglio. Attivare un conto su questo Broker richiede 100 euro di deposito minimo e la possibilità di accedere al conto Demo, dove fare pratica con denaro virtuale:

Apri qui un conto azionario su Markets.com

3. Trade.com

  • Licenza: FCA
  • Acquisto reale:
  • Trading CFD:

Ottima soluzione per l’ acquisto di azioni online e senza commissioni fisse, Trade.com offre delle soluzioni davvero vantaggiose sia per principianti che per esperti del Trading.

Per i più navigati, questo Broker mette a disposizione una Metatrader con tutti gli indicatori più professionali e con oltre 2.000 Asset per investire nel migliore dei modi. Azioni e non solo, Trade offre una panoramica davvero completa.

Anche i meno esperti troveranno in questo Broker pane per i loro denti, dal momento che Trade.com offre ad ogni nuovo cliente un Manager dedicato. Si tratta di un assistente personale che ci aiuterà passo dopo passo nel nostro Trading. Un vero esperto a nostra completa disposizione, il tutto senza nessun costo aggiuntivo.

Questo servizio è per il momento unico sul territorio Italiano e sta riscuotendo un notevole successo! Per richiederlo basterà cliccare nel Link in basso:

Richiedi il Manager personale di Trade.com cliccando qui

4. XTB

  • Licenza: FCA
  • Acquisto reale:
  • Trading CFD:

Una delle piattaforme d’investimento migliori in assoluto è XTB.

Questo Broker offre una scelta di azioni da comprare molto ampia, con particolare Focus sul mercato Statunitense. Tutte le migliori azioni emergenti sono presenti nel suo listino, a spread competitivi e negoziabili su una Metatrader 4.

XTB è perfetta per coloro che vogliono imparare a comprare azioni, infatti offre gratuitamente una guida, in formato Ebook, che contiene strategie semplici e vantaggiose per ottenere subito dei risultati con il Trading di azioni. 

Per iniziare ad investire sarà possibile richiedere un conto Demo e fare pratica con denaro virtuale, senza rischi:

Clicca qui per negoziare azioni con XTB

comprare azioni in Borsa

Come scegliere un titolo azionario?

Una tecnica molto diffusa è quella di selezionare i migliori indicatori per stabilire quali sono le azioni meritevoli di essere acquistate, con il giusto Timing di investimento.

Quali sono le regole da seguire per scegliere un titolo azionario? Ne abbiamo individuate 6.

1. Adeguata dimensione dell’azienda

L’impresa in questione deve essere solida e di buone dimensione, onde evitare di investire in Penny Stock poco capitalizzate.

Un buona dimensione aiuterà anche il titolo azionario ad essere meno volatile sul mercato, con grande vantaggio per il nostro portafoglio.

2. Buona solidità finanziaria

Tutti i principali indicatori economici di un’azienda quali ROE, ROI o ROS devono essere in positivo. Anche la situazione patrimoniale deve essere solida ed in linea con i parametri imposti dalle autorità di vigilanza.

In tempi di pandemia, le oscillazioni sono all’ordine del giorno: ecco che delle finanze solide aiuteranno l’azienda a mantenersi stabile per navigare anche in acque agitate.

3. Guadagni stabili

Anche la percentuale delle entrate derivanti dal core-business sono un indicatore ottimale per stabilire quali azioni comprare.

Aziende che hanno stabili entrate derivanti dalle vendite dei loro prodotti o servizi avranno un vantaggio competitivo rispetto ad imprese stagionali o legati ad alcuni specifici fattori.

4. Dividendi costanti

Ad esclusione delle aziende Tech, note per non rilasciare cedole o coupon, un parametro molto utile per scegliere quale titolo azionario acquistare è dato proprio dai dividendi.

Alcuni investitori riescono proprio a creare un portafoglio di investimento con i migliori titoli da dividendo ed ottenere una rendita stabile nel corso dell’anno.

5. Crescita degli utili

Osservando il bilancio aziendale noteremo se gli utili sono in crescita o meno. Questo aspetto indica un’azienda in grande salute e con margini di profitto ancora elevati.

Un indicatore utile è il Cash Flow: se lo troviamo in aumento vorrà dire che siamo davanti ad un’azienda redditizia, pronta a volare anche sui mercati azionari.

6. Rapporto P/E adeguato

Tra tutti gli indicatori azionari il Price Earning è sicuramente il più utilizzato. Sono tanti gli analisti che si basano su questo aspetto per definire le loro scelte di investimento.

Il P/E si esprime in valori assoluti (quindi, non percentuali) e più è basso e maggiore sarà il potenziale di crescita del titolo azionario.

Al contrario, valori elevati di PE (superiori a 100) indicano con buona probabilità un’azienda già sopravvalutata sul mercato.

Quali azioni comprare oggi? 

Quindi arriviamo al dunque: quali sono le migliori azioni da comprare nei prossimi mesi?

I titoli potrebbero essere davvero numerosi, ecco perché noi di InvestireInBorsa abbiamo suddiviso le azioni più interessanti per aree geografiche:

Ne abbiamo per tutti i gusti e come al solito la nostra redazione ha un occhio particolare per le IPO pronte a sbarcare con successo sulle piazze finanziarie più importanti.

A livello generale tra le azioni più apprezzate dagli investitori troviamo Amazon, grazie alle sue straordinarie performance negli ultimi anni.

Altre azioni molto richieste sono Tesla e Nvidia, soprattutto adesso che i rumors parlando di un frazionamento azionario.

Tra i titoli Italiani segnaliamo Amplifon, che sta guidando Piazza Affari a suon di rialzi. Anche Nexi è un’ottima azienda, solida ed innovativa, sulla quale investire.

Un suggerimento? Spesso sulla Community di eToro gli investitori più esperti offrono consigli sulle migliori azioni del momento, fornendo spunti utili per investire!

Puoi registrarti qui nella Community di eToro

Quali azioni comprare domani?

Ebbene si, in questa sezione andremo ad elencare le migliori Startup e le IPO di maggiore successo.

Si tratta di titoli azionari che magari non sono ancora presenti in Borsa ma che verranno quotati a breve, con Rating molto positivo degli analisti.

Le migliori azioni da comprare domani, nel senso figurato del termine, sono Robinhoob e Instacart. Nel primo caso siamo dinanzi ad un Broker finanziario che permette di comprare e vendere azioni senza commissioni.

Quando parliamo di Instacart ci riferiamo ad un innovativo sistema di Food-Delivery, un settore in forte crescita soprattutto a seguito del Lockdown.

Ovviamente la lista di IPO in uscita è molto lungo, così come le azioni potenziali da acquistare e tenere in portafoglio. Ad esempio Investing offre un calendario sempre aggiornato con tutte le migliori IPO in uscita: un ottimo modo per restare sempre aggiornati su tutte le news di Borsa.

Perché comprare azioni in Borsa?

Molti si chiedono perché dovrebbero investire in Borsa comprando azioni piuttosto che su altri Asset. Ebbene la risposta è immediata: per i rendimenti. 

Il mercato azionario si è sempre caratterizzato per rendimenti superiori la media rispetto ad investimenti effettuati su obbligazioni, conti deposito o altro. Puntare su titoli quali Amazon, Google o altri colossi USA ha reso profitti eccezionali per coloro che avevano creduto in queste aziende quando erano poco più che Startup.

Senza dubbio investire in azioni conviene, soprattutto grazie allo sbarco sul mercato dei Broker online che hanno portato due ottimi vantaggi:

  • Capitale iniziale basso: non c’è più bisogno di grandi capitali per investire in Borsa, bastano €100 per attivare un conto Trading.
  • Vendita allo scoperto: con i CFD possiamo investire anche se il prezzo azionario scende, un vantaggio enorme al momento di investire.
  • Servizi di qualità: segnali operativi, Manager dedicati e piattaforme rapide ed efficaci rappresentano soluzioni ottimali per investire con profitto.

L’investimento azionario è stato reso più democratico ed accessibile, ecco perché continua ad essere il preferito da milioni di Traders da tutto il mondo.

Quali errori evitare al momento di comprare azioni?

L’investimento in azioni di Borsa nasconde alcune insidie che occorre riconoscere ed evitare, al fine di mantenere in attivo il nostro conto Trading.

Quali sono gli errori più comuni quando si tratta di comprare azioni? Ecco i più frequenti:

  • Non diversificare il portafoglio titoli: suggeriamo sempre di negoziare almeno 5/6 azioni differenti per settore di Business, nazionalità ed indice.
  • Dimenticare il Money Management: mai puntare oltre il 10% del nostro capitale su una singola azione. Il M.M. serve proprio a preservare il nostro conto nel corso del tempo, ottimizzandolo al meglio.
  • Non inserire lo Stop Loss: in questo caso andremo incontro a perdite indefinite con il rischio di bruciare tutto il nostro capitale in poco tempo. Occorre caricare lo SL sempre prima di aprire un’operazione.
  • Sbagliare il Timing: in sostanza, entrare a mercato nel momento sbagliato. Ad esempio, spesso quando un’azione sale pensiamo che lo farà ancora per molto, con il risultato di aprire un BUY quando è troppo tardi.

Seguire questi consigli è il primo passo per comprare azioni con successo.

Orari per comprare azioni

Quali sono gli orari più adatti per comprare le azioni? Occorre considerare le aperture delle principali Borse mondiali ed il relativo fuso orario.

La Borsa Italiana apre alle 9 di mattina e chiude alle 17.30, così come tutte le altre Borse in Europa. Oltre l’atlantico abbiamo Wall Street che apre alle 15.30 (orario italiano) per chiudere alle 22.30. Le Borse cinesi, giapponesi ed australiane saranno aperte quando in Italia è ormai notte.

Ne deriva che ci sono orari che più di altri sono propizi per negoziare azioni. Sicuramente l’apertura europea, con buona volatilità dalle 9 alle 10, in quanto viene definito il Trend che si seguirà durante la giornata.

L’orario più volatile e ricco di opportunità è quello che va dalle 15.30 alle 16.30 quando la Borsa USA si sovrappone alle piazze Europee: le occasioni di investimento si moltiplicheranno!

Anche l’orario serale, tra le 22 e le 23, presenta una buona volatilità poiché vede Wall Street e le Borse Asiatiche aperti in contemporanea.

Scegliere il giusto orario è uno dei segreti per un investimento di successo, poiché determina il giusto Timing di entrata a mercato.

Quali tasse occorre pagare su una rendita azionaria?

Ipotizziamo di aver aperto un conto Trading e di aver realizzato ottimi profitti dalla negoziazione di azioni. Bene, ecco che in tantissimi si chiedono se occorre pagare le tasse sulle rendite ottenute.

Facciamo chiarezza su questo aspetto. In caso di compravendita azionaria occorre pagare una tassa pari al 26% come chiarito dalla legge del 2014. La stessa percentuale viene applicata sulla rendita da dividendi azionari.

Cosa succede in caso da guadagni derivanti dalla negoziazione azionaria in CFD? In questo caso la rendita viene equiparata al “capital gain” ed anche in questo caso l’imposta applicata è del 26%. In fase di dichiarazione dei redditi bisognerà utilizzare il codice tributo 1100 all’interno del modello F24.

Specifichiamo che alcuni Broker agiscono da sostituto d’imposta, ma sono pochi. La maggior parte degli intermediari inviano il riepilogo delle operazioni al cliente, ovvero il documento da utilizzare in fase di dichiarazione.

C’è un modo per evitare di pagare l’imposta sul capital gain? L’unica soluzione è spostare la nostra residenza in uno Stato dove l’aliquota è più bassa o addirittura assente. Un’opzione decisamente poco praticabile.

Quanto costa comprare e vendere azioni

Tra commissioni al Broker, tasse e balzelli vari dobbiamo fare il punto sulle spese da sostenere.

Quanto costa comprare e vendere azioni? Molto dipende dall’intermediario scelto ed i più convenienti sono i Broker online specializzati in azioni.

Con questi intermediari andremo ad azzerare i costi sull’eseguito e, se operiamo in Day trading, anche lo Swap e le commissioni di Rollout. Resterà solo lo spread, un piccolo differenziale tra prezzo di acquisto e di vendita.

Per iniziare a comprare azioni suggeriamo un deposito minimo di almeno €200, una cifra sufficiente per attuare delle valide strategie di investimento. Dal momento che con i Broker online tutte le operazioni avvengono all’interno della piattaforma, non ci sarà nessun costo per vendere le azioni in nostro possesso. Basterà cliccare su “vendi” per liquidare il titolo.

Altra importante specifica: il denaro versato sul Broker resterà comunque in nostro possesso, prelevabile in qualsiasi momento.

Trading di Azioni – Tutorial

Prima di salutarci vi lasciamo anche con un ottimo video a cura di Davide Brugnoni che spiega passo dopo passo come comprare azioni su eToro:

 

Conclusioni

InvestireInBorsa è ormai da tempo il punto di riferimento in Italia per chi vuole scoprire come comprare azioni di Borsa sui mercati finanziari sia nel breve che nel lungo termino.

In questa guida completa ed aggiornata abbiamo offerto risposta ad alcune delle domande più comuni tra i giovani investitori, quali: a chi bisogna rivolgersi per l’acquisto di azioni? Come farlo nel migliore dei modi? 

Si tratta di domande alle quali risposto con un vero e proprio Tutorial comprensivo dei 5 passi fondamentali per l’acquisto di azioni senza intermediari, con oculatezza e senso di responsabilità

Come iniziare a comprare azioni? Basterà scegliere una delle piattaforme contenute nella tabella e partire da un conto Demo per negoziare le migliori azioni al mondo:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma MT5
  • Zero commissioni
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: markets
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Trend dei Traders
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    72,30% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

     

    Definizione di Azione presa da:

    FAQ

    Come è possibile comprare azioni senza commissioni?

    E’ possibile farlo attraverso Broker online specializzati che permettono di risparmiare sulle spese di apertura, sull’imposta di bollo e sulle commissioni di negoziazione.

    Quanto denaro occorre per comprare azioni?

    Operando con i Broker specializzati in CFD, basterà un deposito minimo di €100 per iniziare ad investire. Tutti i dettagli nella nostra guida.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 1 Media: 1]

    6 Commenti

    Lascia un Commento

    hello world