Guida

Trading Bancario: Conviene davvero? Guida 2022

In questa articolo dettagliato noi di InvestireInBorsa apriremo un Focus sul Trading Bancario.

Si tratta di un argomento delicato in quanto ancora oggi molti investitori ritengono che la propria banca sia l’intermediario migliore per fare trading: stanno davvero così le cose?

La nostra indagine si è basata su diversi aspetti, in primis i costi e le commissioni applicate dalle piattaforme bancarie. Si tratta di un aspetto primario da considerare ogni volta che decidiamo di fare Trading Online.

Per questo motivo, questa guida conterrà un’interessante sezione con il confronto commissionale sia tra gli operatoria bancaria, sia con piattaforme specializzate in Trading CFD. I risultati, dati alla mano, sono inequivocabili! Tuttavia, prima di giungere alle conclusioni, iniziamo dagli aspetti introduttivi.

Buona lettura!

Cos’è il Trading Bancario?

Il Trading bancario consiste nell’opportunità di investire in borsa attraverso la propria banca, mediante una piattaforma di negoziazione online che permette di comprar e vendere gli Asset (azioni, valute e molto altro) con un semplice click.

Questa innovazione parte dagli Stati Uniti a fine anni ’90 e nel giro di poco inizia ad espandersi anche nel resto del mondo occidentale. In particolare, il Boom del trading e dei mercati finanziari diedero un grande impulso a questa attività. Il cliente, comodamente da casa, aveva modo di negoziare i titoli di suoi interesse con un semplice click.

Fino a qualche anno prima le cose stavano diversamente: occorreva recarsi di persona nella filiale bancaria e comunicare le intenzioni di acquisto/vendita. Inoltre, bisogna essere in possesso dei seguenti documenti:

  • Apertura conto (e relative spese)
  • Imposta di bollo a pagare
  • Gestione conto titolo

Il tutto oltre ad altri oneri accessori variabili da banca a banca. Soprattutto, la scomodità principale consisteva proprio nel doversi recare fisicamente in filiale. Per questo motivo le operazioni aperte duravano settimane (o anche più!) e solo le persone più facoltose potevano permettersi un lusso simile.

Internet ed il Trading online hanno rivoluzionato questo mondo: era finalmente possibile gestire tutte le nostre operazioni online, senza più file e code allo sportello!

Trading bancario Commissioni

A quanto ammontano le commissioni del trading bancario? Se prendiamo in considerazione solo i costi sull’eseguito, la media oscilla tra €5 e €7, una cifra altissima!

Procediamo con ordine. Come anticipato bisogna specificare che questo non è l’unico costo da sostenere, in quanto ci sono anche le spese di apertura conto e altri antipatici balzelli fissi. Il loro importo è estremamente variabile, quindi ci siamo concentrati su ciò che interessa di più al Trader, ovvero i costi sull’eseguito.

Cosa sono i costi sull’eseguito? Ci riferiamo alle spese che vengono applicate in automatico ogni volta che apriamo un’operazione di trading. A tal riguardo noi di investireInBorsa abbiamo realizzato un’indagine per scoprire i vari importi, scopriamo cosa ne è venuto fuori.

Qual è la migliore piattaforma di Trading bancario?

Iniziamo subito a rispondere alle domande più interessanti: qual è la migliore banca per fare trading online? Difficile dare una risposta netta, a causa di problematiche che abbiamo riscontrato su tutte le piattaforme passate in esame.

Nello specifico, ci riferiamo a due aspetti cruciali per investire in Borsa, dove purtroppo le banche tradizionali non sono al passo con i tempi:

  • Conto Demo assente
  • Commissioni fisse salate

Ecco perché non è corretto parlare di migliore banca per investire in Borsa, ma di “meno peggio”.

Quali sono le piattaforme per il trading bancario più utilizzate? Ecco quali sono le 10 più popolari in Italia:

  1. Fineco: considerata la migliore banca Italiana per gli investimenti, Fineco è di recente sbarcata in Borsa. Commissione fissa sull’azionario Italiano da €10.
  2. Directa Sim: il pioniere del Trading Online in Italia, purtroppo Directa Sim non è riuscita a svecchiarsi. Commissioni a partire da €5 per le azioni Italiane fino ad un max di €18 per i titoli esteri.
  3. Bancoposta: gli Italiani amano investire attraverso le Poste, tuttavia il servizio Bancoposta non brilla per risparmio. Commissione fissa di €10 per ogni eseguito.
  4. Widiba: il Gruppo Montepaschi si è dotato di questo segmento, denominato Widiba, per gestire i servizi di investimento direttamente dal conto corrente. Tuttavia, i servizi sono cari. Commissione fissa a partire da €5 per le azioni Italiane.
  5. IW Bank: passiamo ad IW Bank, altro player nostrano del trading bancario con commissioni fisse che partono da €1.95 per eseguito.
  6. Cariparma: l’istituto Emiliano ha tantissimi clienti, eppure le commissioni di Cariparma Nowbanking saranno al passo con i tempi? Decisamente no. Commissioni fisse da €10 a €15 per eseguito.
  7. Bmed: la Banca Mediolanum del suo celebre fondatore Ennio Doris offre da anni servizi di trading, ecco le sue condizioni. Commissioni fisse da €7 fino a €29 ad eseguito.
  8. Binckbank: in questo caso facciamo riferimento ad un Gruppo bancario olandese, specializzato in internet banking. Ecco le condizioni di Binckbank. Commissioni fisse da €11.
  9. Youbanking: la collegata del BPM, ovvero Youbanking, offre i costi più alti del settore con commissioni fisse da €11 per ogni eseguito.
  10. Hello Bank: gruppo bancario di grande tradizione, Hello Bank offre le seguenti condizioni ai suoi trader. Commissioni fisse da €5 fino ad un max di €22.

In conclusione: costi altissimi che renderebbero impossibile la vita per qualsiasi trader! Per riassumere al meglio abbiamo preparato una tabella ordinando le banche in ordine di costi fissi sull’eseguito crescenti:

BANCA COMMISSIONE
IW BANK € 2
WIDIBA € 5
HELLO BANK € 5
DIRECTA SIM € 5
BMED € 7
FINECO € 10
BANCOPOSTA € 10
CARIPARMA € 10
BINCKBANK € 11
YOUBANKING € 11

Quali alternative al Trading Bancario?

Esistono delle alternative a Trading bancario? Certo che si! Ma procediamo per gradi e chiariamo un aspetto fondamentale: la sicurezza.

Spesso si pensa alla banca come al luogo più sicuro per fare investimenti, vero! Tuttavia, da quando le normative si sono fatte sempre più rigide e stringenti, per offrire servizi di investimenti in Europa occorre rispettare delle linee guida uguali per tutti.

Ecco che un broker o una società di investimento in possesso di licenza EU avrà lo stesso livello di sicurezza di una banca! Chiarire questo aspetto è fondamentale, per comprendere che a parità di sicurezza possiamo optare per intermediari più economici e più convenienti.

Quali sono le migliori alternative al Trading bancario? Ovviamente i Broker online, società specializzate nel Trading online che presentano numerosi vantaggi rispetto ad una banca “tradizionale”:

  • Assenza di commissioni: questi Broker utilizzano i contratti CFD, strumenti finanziari perfetti per il trading che per loro natura sono gratuiti. Attraverso i CFD si replica l’andamento dell’Asset, non diventeremo quindi azionisti ma avremo modo di investire sul titolo di nostro interesse senza nessuna spesa sull’eseguito e senza nessun costo fisso di alcun genere.
  • Conto Demo: i Broker CFD mettono a disposizione dei loro clienti un conto Demo dove investire denaro virtuale e fare pratica. Una soluzione molto apprezzata sia dai principianti che dai professionisti.
  • Asset negoziabili: il Trading bancario svolto attraverso Home Banking permette di negoziare i titoli azionari italiani e qualche grande azienda estera. Stop! Al contrario sulla maggior parte dei Broker CFD troviamo centinaia di Asset, in particolare azioni, valute e criptovalute.
  • Vendita allo scoperto: ecco un punto forte di estrema importanza per i Broker CFD. Ebbene, grazie alla loro natura permettono di investire su un titolo sia al rialzo che al ribasso. Come fare? Molto semplice: i Broker presentano piattaforme molto intuitive e basterà cliccare su Compra o Vendi per attivare il giusto CFD.

Quali Broker CFD scegliere? La scelta è davvero ampia, ci sono numerosi Broker online che permettono di investire senza costi ed in assoluta sicurezza. Ecco qualche esempio.

1. Capex

Ottima opzione per investire in Borsa senza costi fissi, questo Broker offre condizioni di gran lunga superiori al Trading bancario.

I suoi vantaggi? Si parte da una Metatrader, ottima per investire, passando per una guida sotto forma di Ebook che spiega in modo chiaro e puntuale come investire al meglio. Molto apprezzata dai principianti, questa accademia formativa è gratuita: basta inserire la email per registrarsi:

Clicca qui per iscriverti senza costi su Capex

2. XTB

Ecco una soluzione ottimale per tutti coloro che vogliono investire ma non hanno ancora molta conoscenza in materia di trading. Ebbene, con XTB si può negoziare con solo €10 di deposito minimo, praticamente quasi quanto l’importo media di una semplice commissione sull’eseguito di molte piattaforme bancarie analizzate in precedenza.

La registrazione è gratuita e c’è anche un conto Demo per fare pratica:

Apri qui un conto di €10 con XTB

trading bancario

Conclusioni

In questa guida abbiamo analizzato a fondo il mondo del Trading bancario. Ancora molto utilizzato dagli Italiani, c’è la convinzione che la banca sia il posto più sicuro in assoluto al momento di investire.

Ebbene, noi di InvestireInBorsa abbiamo dimostrato che ci sono piattaforme altrettanto sicure che in materia di trading Online offrono condizioni decisamente più vantaggiose rispetto alle banche online.

Giunti al termine di questa guida, riproponiamo la tabella con i migliori Broker che offrono conti di trading CFD dove investire con professionalità, sicurezza e senza costi fissi:

Piattaforma: capex
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Piattaforma MT5
  • Zero commissioni
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    FAQ

    Il trading bancario presenta commissioni fisse?

    Purtroppo si, ci sono costi sull’eseguito oltre a spese accessorie come apertura conto o imposto di bollo.

    fare trading bancario è conveniente?

    Decisamente no, ci sono soluzioni molto più economiche e di qualità. Tutte le info nella nostra guida.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world