Strategie

Teoria di Gann: Cos’è e come investire?

In questa guida scopriremo cos’è la Teoria di Gann e come utilizzarla per investire nei mercati finanziari.

Molto popolare nel mondo del trading, capire e sapere come utilizzare la teoria di Gann è un vantaggio per gli investitori nel mercato azionario o del forex. In questa recensione spiegheremo tutte le informazioni più importanti su questa popolare strategia di trading. Iniziamo con una tabella con le informazioni rilevanti:

🥇 Metodo Teoria di Gann
🎯 Ideatore William Delbert Gann
📊 Mercati Forex – Azioni
👍 Per approfondire… Ebook di LiquidityX

SUGGERIMENTO – Se si vuole imparare a utilizzare la teoria di Gann nel modo più appropriato, si consiglia di seguire il corso gratuito dedicato sulla piattaforma di LiquidityX. Si tratta di un corso digitale che copre tutti gli argomenti più importanti dell’analisi tecnica, uno strumento fondamentale per imparare a investire.

Inoltre, essendo un broker, sarà anche possibile esercitarsi sulla piattaforma Demo, per mettere subito in pratica le nozioni apprese in teoria. Basta registrarsi per avere a disposizione l’e-book e il conto demo in modo completamente gratuito.

Clicca qui per scaricare l'Ebook in PDF di LiquidityX

Che cos’è la teoria di Gann?

La teoria di Gann è una metodologia di analisi tecnica creata dal leggendario trader e analista William Delbert Gann.

La teoria cerca di identificare l’ordine di natura alla base dei movimenti dei prezzi, delle tendenze e dei cicli. Si basa sulle osservazioni di Gann secondo cui i prezzi tendono a muoversi secondo determinati schemi prevedibili. In seguito alle sue osservazioni, Gann sviluppò il cosiddetto Quadrato dei Nove, una rappresentazione grafica dei movimenti di mercato che utilizzava per identificare con precisione i punti di entrata e di uscita dai mercati.

Come funziona la teoria di Gann?

La premessa principale della teoria di Gann è la comprensione dei modelli di prezzo ciclici o ripetitivi che possono fornire indicazioni sui movimenti futuri dei prezzi. Questa idea si basa sul fatto che tutti i fenomeni naturali sono ciclici: le stagioni, il giorno e la notte, i cicli delle maree e così via. Allo stesso modo, Gann riteneva che anche i mercati seguissero uno schema ciclico di rialzo e ribasso.

La teoria di Gann prende in considerazione diversi fattori, come le linee di tendenza, i livelli di supporto e resistenza, gli indicatori di momentum e i modelli grafici, per aiutare a identificare i potenziali punti di inversione prima che si verifichino sul mercato. Ciò consente ai trader di entrare o uscire dal mercato in momenti vantaggiosi.

Leggi anche: Come leggere i grafici di Trading.

Cosa sono le 24 regole di Gann?

Gann sviluppò una serie di 24 regole che riteneva potessero essere utilizzate per comprendere i movimenti del mercato. Queste regole sono le seguenti:

  1. Distinguere tra mercati in trend e mercati in ranging.
  2. Tracciare linee di tendenza solo sui prezzi di chiusura.
  3. Utilizzare gli angoli per i livelli di supporto e resistenza.
  4. Comprare alle linee d’angolo inferiori, vendere alle linee d’angolo superiori o viceversa.
  5. Studiare i cicli per identificare i potenziali massimi e minimi prima che si verifichino effettivamente sul mercato (ad esempio, i cicli stagionali).
  6. Monitorare le variazioni di volume per determinare le tendenze di fondo del mercato.
  7. Calcolare gli obiettivi di prezzo utilizzando il metodo dei nove quadrati di Gann e il metodo dei prezzi di mercato.
  8. Utilizzare gli alti e bassi delle oscillazioni come punti di riferimento.
  9. Monitorare le linee di tendenza per individuare rotture e ritracciamenti.
  10. Limitare il rischio impostando un ordine di stop-loss protettivo.
  11. Seguire la “regola dei tre giorni” per operare nella direzione della tendenza attuale.
  12. Acquistate ai livelli di supporto e vendete ai livelli di resistenza, o viceversa, a seconda della direzione del mercato.
  13. Analizzare tutti i time frame (breve, medio e lungo termine) per confermare le tendenze prima di entrare in una posizione di mercato.
  14. Assicurarsi di uscire con profitto quando si opera contro la linea di tendenza o l’angolo di movimento dei prezzi.
  15. Disegnate i canali che collegano i massimi precedenti per identificare i potenziali livelli di supporto e resistenza.
  16. Monitorare i ritracciamenti di Fibonacci per identificare i punti di inversione del mercato.
  17. Cercate gli “angoli di Gann” di 45 e 135 gradi che dimostrano una condizione di ipercomprato o ipervenduto, rispettivamente.
  18. Utilizzare il metodo dei nove quadrati di Gann per calcolare gli obiettivi di prezzo per le operazioni long e short.
  19. Utilizzare il principio del ventaglio di Gann per identificare i potenziali pullback del mercato prima che si verifichino effettivamente.
  20. Incorporare nelle strategie di trading modelli grafici come i doppi top, i doppi bottom, il testa e spalle, ecc. per confermare le tendenze e i pullback prima di entrare in una posizione di trading.
  21. Affidatevi ai ritracciamenti e alle estensioni di Fibonacci per identificare i potenziali punti di entrata e di uscita di un’operazione.
  22. Monitorare il mercato con medie mobili, indicatori di momentum e oscillatori per capire quando una tendenza si indebolisce o si inverte.
  23. Analizzare più time frame contemporaneamente per avere una visione complessiva del mercato.
  24. Utilizzare la teoria delle onde di Elliott per identificare i periodi di alta volatilità (o “onde”) nel mercato, che possono essere utilizzati come potenziali punti di ingresso o di uscita per una posizione di trading.

Come investire con la teoria di Gann?

Gli investitori che desiderano utilizzare la teoria di Gann possono ricorrere a una serie di tecniche basate sulle sue osservazioni.

Supporto e resistenza

Un approccio popolare è l’uso delle linee di Gann, che sono linee di tendenza tracciate tra due estremi di prezzo e poi estese a periodi futuri. Queste linee aiutano a indicare le aree di supporto e resistenza, nonché i potenziali punti di entrata e uscita.

Angoli

Altre tecniche includono l’uso degli angoli di Gann, che vengono utilizzati per proiettare i futuri movimenti dei prezzi su un grafico. Questi angoli possono fornire indicazioni su quando i prezzi possono essere ipercomprati o ipervenduti. Inoltre, gli investitori possono utilizzare vari indicatori di momentum, come le medie mobili e gli oscillatori, per identificare altri potenziali punti di inversione nei mercati.

Ventagli

I ventagli di Gann si costruiscono tracciando una linea di tendenza tra due estremi di prezzo e poi estendendola con un angolo di 45 o 135 gradi. Il ventaglio risultante è composto da otto linee che rappresentano diversi time frame, partendo dal più breve al più lungo. Ogni linea presenta una serie di livelli di supporto e resistenza che possono essere utilizzati come possibili punti di ingresso nelle operazioni.

I cicli

I cicli di Gann sono utilizzati per identificare le potenziali inversioni di mercato o i punti in cui un trend può terminare e un nuovo trend può iniziare. Questi ultimi si basano sulla tempistica dei picchi e dei ribassi del mercato nel corso del tempo. Analizzando queste tendenze passate e proiettandole nel futuro, gli investitori possono ottenere un’indicazione su quando i mercati potrebbero invertire la rotta.

Se utilizzati in combinazione con altri indicatori tecnici, come i livelli di supporto e resistenza, i cicli di Gann possono fornire informazioni preziose sulla direzione dei futuri movimenti di mercato.

Come si costruisce il ventaglio di Gann?

I ventagli di Gann si costruiscono tracciando una linea di tendenza tra due punti della storia dei prezzi di un titolo. Questa linea viene poi suddivisa in un numero uguale di intervalli di tempo, che possono essere equamente o irregolarmente distanziati. Ogni intervallo rappresenta un angolo di Gann, che in genere varia da 8 a 72 gradi. Utilizzando questi angoli e i valori da essi derivati, le linee di tendenza vengono estese in entrambe le direzioni per formare un ventaglio di Gann. Il ventaglio viene quindi utilizzato per identificare i livelli di supporto e resistenza del titolo.

Cos’è la teoria dei nove quadrati di Gann?

La teoria dei nove quadrati di Gann è una formula matematica che utilizza nove quadrati disposti in una griglia di tre per tre, dove ogni quadrato rappresenta un angolo o una sequenza numerica. La teoria si basa sull’idea che tutti i numeri siano correlati tra loro e che queste relazioni possano essere utilizzate per prevedere i futuri movimenti dei prezzi.

Tracciando i diversi angoli di Gann su questa griglia di nove quadrati, i trader possono identificare i livelli di supporto e di resistenza di un titolo su vari archi temporali. Questo tipo di analisi aiuta i trader a comprendere le tendenze a breve e lungo termine e a prendere decisioni di investimento informate.

Quali sono gli angoli primari di Gann e cosa ci dicono?

Gli angoli di Gann primari sono gli angoli 1×1, 2×1, 3×1, 4×1, 5×1 e 8×1. Questi angoli ci informano sulla relazione tra i diversi movimenti di prezzo nell’arco di tempo. Ad esempio, un angolo di Gann 1×1 ci parlerà della relazione tra due picchi o cali consecutivi di un titolo. Un angolo di Gann 2×1 ci parlerà della relazione tra tre picchi o cali, e così via.

Analizzando questi angoli, i trader possono identificare i possibili punti di breakout e trovare i livelli di supporto e resistenza di un titolo.

Quali sono i vantaggi della teoria di Gann?

Alcuni dei principali vantaggi della teoria di Gann sono la sua capacità di prevedere i possibili movimenti dei prezzi, il suo utilizzo nel trading a breve termine e la sua capacità di identificare i livelli di supporto e resistenza. Inoltre, è facile da imparare e richiede solo una conoscenza di base della matematica.

La teoria di Gann può anche essere utilizzata per analizzare diversi sistemi di trading, il che può aiutare un trader a diventare più redditizio sul mercato azionario. Infine, è uno strumento efficace sia per i trader a lungo che a breve termine.

Chi dovrebbe utilizzare la teoria di Gann?

La teoria di Gann viene utilizzata soprattutto dai trader a breve termine, come i day trader e gli swing trader. Tuttavia, può essere utilizzata anche per il trading a lungo termine se il trader ha una conoscenza sufficiente di come interpretare i diversi angoli e le sequenze numeriche. È importante ricordare che la teoria di Gann è solo uno strumento dell’arsenale del trader e deve essere utilizzata per prevedere i futuri movimenti dei prezzi.

Altri indicatori e strategie per investire

teoria di gann

Note finali

In conclusione, la teoria di Gann è un metodo efficace per gli investitori per comprendere la direzione e il timing del mercato senza affidarsi esclusivamente ai fondamentali o all’analisi del sentiment. Comprendendo il funzionamento della teoria di Gann, i trader possono prendere decisioni più informate su quando entrare e uscire dai mercati. Con la pratica e l’esperienza, gli investitori possono aumentare le loro possibilità di successo sui mercati.

CONSIGLIO FINALE – Non resta che approfondire la teoria nel corso di trading gratuito dedicato offerto da LiquidityX e passare subito alla pratica con un conto demo, caricato con denaro virtuale. Di seguito troverete la tabella per completare la registrazione gratuita e richiedere entrambi i servizi:

Piattaforma: liquidityx
Deposito Minimo: 250€
Licenza: Cysec
  • Corso gratuito
  • Trading Central
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star

    FAQ

    Che cos’è la formula di Gann?

    Questa è l’equazione matematica di Gann: (radice quadrata di High) – 1,4= (Low)^2. Perché 1,4? In trigonometria, 360 gradi sono definiti come 2, pertanto 250 gradi corrispondono a 1,4.

    Cosa sono i livelli di Gann?

    La teoria di Gann distingue quattro livelli di supporto principali: G1, G2, G3 e G4. G1 è il livello di ritracciamento del 50% dal massimo storico, che potrebbe essere indicativo di un futuro rinnovo del movimento rialzista. In caso contrario, si può cercare il livello G2, che è il punto intermedio tra il massimo e il minimo storico.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Claudio

    Claudio Tuteri, laureato in economia nel 2012, coltiva la sua passione per il trading fin da giovane. Attratto dalle dinamiche dei mercati finanziari, ha dedicato gli ultimi dieci anni a investire principalmente nell'azionario, affinando le sue competenze e ottenendo risultati apprezzabili. Avido lettore di riviste economiche, ha integrato la sua esperienza pratica con una solida conoscenza teorica. La sua inclinazione per la scrittura lo ha portato a coniugare le sue competenze finanziarie con la produzione di guide professionali destinate agli investitori di tutti i livelli. Grazie a questa combinazione unica di conoscenze e talenti, Claudio si è guadagnato una reputazione come esperto autorevole nel campo degli investimenti finanziari.

    Lascia un Commento