Strategie

Strategie di trading che funzionano

Mettere in pratica una strategia di trading è semplice, ma trovare strategie di trading che funzionano davvero, è ancora più difficile. Oggi scopriremo le varie strategie di trading che funzionano. Intanto ecco i migliori broker per applicarle:

Broker Caratteristiche Deposito Recensioni Apertura conto
Social Trading, CopyTrading
200 $
24 Option
Notifiche di trading gratis. Formazione 1 a 1
200 $
Iq Option
Demo gratuita illimitata, deposito minimo 10 euro
10 $
Markets.com
Facilissima da usare, demo gratis, corsi gratis
100 $

Il trading è l’atto di acquistare e vendere i titoli, basandosi sui movimenti a breve termine, per trarre profitto dai movimenti di prezzo su un grafico azionario (o di qualsiasi altro tipo di asset) a breve, medio o lungo termine. La mentalità associata ad una strategia di negoziazione attiva differisce da quella di lungo periodo, ovvero la cosiddetta strategia “compra e tieni”. La strategia “buy-and-hold” impiega una mentalità che suggerisce che i movimenti dei prezzi nel lungo periodo supereranno i movimenti di prezzo nel breve periodo e, in quanto tali, le movimentazioni a breve termine dovrebbero essere ignorate. I trader, d’altra parte, ritengono che i movimenti a breve termine e le tendenze di mercato, sono le circostanze dove i profitti più importanti vengono solitamente fatti. Ci sono vari metodi che vengono utilizzati per realizzare una strategia trading, ciascuna con scenari di mercato adeguati e rischi inerenti alla strategia. Adesso verranno illustrate quattro strategie di trading che funzionano veramente, che permettono di battere i mercati. Il trading online funziona se e solo se si utilizzano strategie di trading adeguate e piattaforme di trading affidabili e sicure.

Strategie di trading che funzionano: Day Trading

Il Day Trading è senza dubbio una di quelle tecniche e strategie per affrontare i mercati più famose ed utilizzate. Il day trading è così famoso, da essere persino considerato come uno pseudonimo del trading stesso. Il Day Trading, come si può capire dal nome, è essenzialmente l’azione di comprare e vendere durante lo stesso giorno, i vari asset presenti sui mercati finanziari.

day trading

Le posizioni, vengono quindi chiuse durante lo stesso giorno di trading, e nessuna posizione viene tenuta aperta durante la notte. Tradizionalmente, il day trading viene fatto da trader professionisti, persone che hanno svariati anni di esperienza sui mercati, e vivono di trading. Tuttavia, questa tecnica si è ormai aperta per i trader che fanno trading anche da poco, grazie ai numerosi servizi di brokeraggio online presenti sulla rete, che permettono di fare trading a basso costo.

Strategie di trading che funzionano: Buy and Hold, I cassettisti

strategie trading cassettisti

Quando un trader viene chiamato cassettista, è perché apre una posizione, la mette “nel cassetto”, e aspetta mesi e mesi prima di chiuderla, solitamente attendendo il raggiungimento di un TP o SL. Una strategia di tipo “Buy and hold” è contemplata tra i trader professionisti, anche se in realtà si tratta più di una sorta di investimento che di trading realmente attivo.

Alcuni considerano in realtà che la strategia buy and hold sia in verità una sorta di trading passivo. Tuttavia, questa strategia, quando viene messa in pratica da un trader esperto, può essere anche una forma di negoziazione attiva. Il Buy and Hold, la strategia dei trader cassettisti, utilizza grafici a lungo termine – di qualsiasi tipo, dal quotidiano al mensile – in combinazione con altri metodi per determinare l’andamento DEL trend di mercato. Questo tipo di commercio può durare da diversi giorni a diverse settimane e talvolta molto di più, a seconda della tendenza del mercato. I commercianti sfruttano le tendenze di mercato, per cercare massimi crescenti o massimi decrescenti, per determinare l’andamento di un titolo. Sfruttando quindi la forza del trend, i trader che sfruttano il trend, hanno lo scopo di beneficiare sia dei movimenti positivi o negativi di mercato. I trader del trend, guardano per determinare la direzione del mercato, ma non cercare di prevedere eventuali livelli di prezzo. Tipicamente, i commercianti del trend sfruttano la tendenza dopo che si è creata, e quando il trend cessa di esistere, di solito escono dalla posizione. Ciò significa che in periodi di elevata volatilità, la negoziazione con il trend è più difficile e le sue posizioni sono generalmente ridotte.

Swing Trading

Quando invece il trend si inverte, gli swing trader tipicamente iniziano a fare trading. Al termine di un trend, c’è di solito molta volatilità dei prezzi, in quanto la nuova tendenza tenta di entrare in gioco. Gli Swing trader comprano o vendono mentre quella volatilità dei prezzi inizia ad arrivare nei mercati. C’è quindi una oscillazione dei prezzi che può durare anche per più di un giorno, ma per un tempo più breve rispetto ai cassettisti. Gli swing trader, spesso creano un insieme di regole di negoziazione sulla base dell’analisi tecnica o di quella fondamentale; queste regole o algoritmi di trading, sono stati progettati per identificare quando comprare e vendere un titolo. Mentre un algoritmo di swing trading non deve essere esatto e prevedere il picco o il minimo di un movimento di prezzo, ha bensì bisogno di un mercato che si muove in una direzione o nell’altra. Un mercato che è in fase laterale, o in range è un rischio per gli swing trader.

Scalping

Lo Scalping è una delle strategie più veloci impiegate dai trader. Lo scalping è caratterizzato dall’identificazione di varie lacune di prezzo causate dallo spread bid / ask e dei flussi di ordine. La strategia generale su cui si basa lo scalping, funziona acquistando al prezzo di offerta e vendendo al prezzo di domanda, per guadagnare sulla differenza tra i due punti di prezzo. Gli Scalper tentano di tenere aperte le loro posizioni per un breve periodo, diminuendo così il rischio associato con la strategia. Inoltre, uno scalper non cerca di sfruttare i grandi movimenti o di spostare volumi elevati; piuttosto, cerca di trarre vantaggio da piccoli spostamenti che si verificano frequentemente, muovendo piccoli volumi più spesso. Dal momento che il margine dei profitti fatti durante una sessione di trading è esiguo, lo scalper cerca e sfrutta ulteriori mercati per aumentare la frequenza dei suoi commerci. A differenza degli swing trader, gli scalper cercano dei mercati tranquilli che non sono soggetti a movimenti di prezzo improvvisi, in modo che possano potenzialmente fare la strategia dello spread, più volte sugli stessi mercati.

Le migliori strategie vincenti

Queste quattro strategie, sono certamente le migliori per iniziare a fare trading con delle tecniche che funzionano realmente, sul breve, medio e lungo termine. Una volta che sarà stata selezionata la strategia di trading che più si addice al proprio stile, vediamo quali sono i migliori consigli da applicare alle varie strategie trading online nei mercati, sia del forex che azionari.

Sicuramente, il Forex viene utilizzato dai professionisti come una sorta di “copertura”, in modo da proteggere i propri investimenti (magari in azioni, indici, materie prime) dal cosiddetto “Rischio di cambio”. Qui entrano infatti in gioco le opzioni di copertura, che sono uno strumento molto utile per tutelare l’investitore. Si tratta quindi di un’ottima protezione del rischio, che viene adottata anche per ottenere dei guadagni molto alti.

Strategia di trading che funziona: Copertura dal rischio di cambio

Se l’obiettivo è quello di proteggere il proprio investimento dal rischio di cambio, è consigliabile sfruttare le opzioni, in modo da assicurare il proprio capitale dalle oscillazioni del cambio Euro, oppure da altre valute che siano diverse da quella utilizzata e sulla quale si è investito in strumenti finanziari. Molti usano questo sistema anche per protezione in caso di variazioni negative del tasso di cambio della valuta in caso di una transazione. Altri invece, sfruttano questo sistema per proteggersi a breve, o lungo termine in caso di investimento sull’azionario, in modo da controllare l’andamento dell’Euro, contro la valuta di riferimento. Ipotizziamo, facendo un esempio, di aver acquistato un titolo azionario che è in una valuta straniera, come ad esempio il Dollaro.

  • Sarà possibile quindi non fare niente, sperando che al momento della chiusura della posizione, il tasso USD sia favorevole.
  • Sarà possibile invece acquistare con lo stesso termine del titolo, anche una quantità (la stessa quantità) di valuta straniera (USD) contro Euro.
  • Sarò possibile comprare un’opzione

Se non si fa niente, ci si espone al rischio che il tasso di cambio rafforzi la valuta estera. Facendoci perdere sul cambio tra Dollaro e Euro. Si tratta quindi di uno scenario molto rischioso. Nella seconda opzione invece, dovremo sperare che la valuta straniera si rafforzi.

Nel terzo caso, con una opzione Call, il guadagno dipenderà dal fatto che l’opzione sarà entrata in gioco o no. Quando si acquista una opzione Call, si paga un premio iniziale con la possibilità di utilizzare l’opzione acquistata. Se lo strike price viene superato dalla quotazione, si potrà beneficiare dall’esercizio dell’opzione. Se invece la valuta dovesse deprezzarsi, rimanendo dunque al di sotto dello strike price, non ci sarà alcun vantaggio attraverso l’esercizio dell’opzione, che rimarrà dunque inutilizzata portando una perdita del premio che era stato pagato per l’opzione. Ma attenzione, questo non significa che in caso di insuccesso dell’opzione, la nostra strategia sia stata un insuccesso generale, ma anzi, questo significa che il titolo azionario acquistato sarà al sicuro.

L’acquisto di una opzione, è quindi un grande vantaggio, quando non si è sicuri di acquistare un titolo, e si vuole mettere al sicuro il più possibile il proprio investimento dalle movimentazioni delle valute. Questa si tratta di una strategia di trading che funziona in maniera eccellente, ed è utilizzata dai maggiori hedge fund e trader professionisti, che solitamente non utilizzano il Forex trading come investimento primario, ma bensì come “copertura” per investimenti di altro tipo (come le azioni).

Strategia di trading che funziona: diversificazione Portafoglio

strategie trading diversificazione

Mai mettere tutte le uova nello stesso paniere. Questa dovrebbe essere la regola numero uno, per creare una strategia che abbia un money management ferreo, in modo da garantire lauti guadagni sul breve, medio o lungo termine. La diversificazione, è una delle migliori strategie che funzionano sempre, che sta alla base di qualsiasi tipologia di operatività. Non si tratta di una strategia riservata soltanto ai trader più esperti. Per spiegare la diversificazione del proprio portafoglio: facciamo un esempio con due tipi di trader.

– Il trader 1 “vecchio stampo” decide di organizzare il proprio portafoglio con 5 posizioni dello stesso tipo sul proprio conto di trading:
BUY EUR/USD 20%
BUY EUR/USD 20%
BUY EUR/USD 20%
BUY EUR/USD 20%
BUY EUR/USD 20%

– Il trader 2 “smart” decide invece di investire soltanto una piccola parte del suo conto nel mercato forex.
BUY EUR/USD 20%
BUY Oro 20%
SELL Apple 20%
BUY S&P500 20%
BUY BITCOIN 20%

In questo modo, nel caso la posizione EUR/USD dovesse andare veramente male, il trader 1 avrà perso tutto, ma il trader 2 avrà perso solo il 20%, che starà recuperando grazie agli altri investimenti.

La diversificazione, consente infatti di ridurre al minimo l’esposizione al rischio, mettendo all’interno del proprio portafoglio una grande serie di asset nel quali investire, come ad esempio:

  • Obbligazioni;
  • Azioni;
  • Materie prime;
  • E molti altri ancora.

Si tratta quindi di investire in asset che hanno poca correlazione diretta tra di loro, in modo da ridurre al minimo la volatilità del proprio portafoglio, grazie al fatto che se vengono presi investimenti diversi tra di loro, scenderanno e saliranno in modi e tempi diversi tra di loro. La migliore strategia per un portafoglio, è quella di focalizzare l’attenzione sulla parte azionaria, che solitamente rappresenta gran parte della torta del proprio portafoglio.

  • Il segreto è poi l’inserimento nel proprio portafoglio di mercati che abbiano la minor correlazione possibile tra di loro, in modo da ridurre al minimo il rischio al quale si va incontro.
  • Un’altro consiglio importante, è di massimizzare la diversificazione, investendo in settori differenti anche all’interno della stessa classe di attività.

La riduzione del rischio sarà quindi raggiunta, insieme alla massimizzazione del profitto. Questa è sicuramente la strategia di trading che funziona di più, in quanto costruire il proprio portafoglio diversificato, è la regola numero uno per iniziare a guadagnare seriamente e professionalmente nei mercati finanziari.

Broker Caratteristiche Deposito Recensioni Apertura conto
Plus500
Una delle piattaforme leader in Europa, perfetta per fare trading in Borsa (servizio CFD)
100 dollari
Social Trading, CopyTrading
200 dollari
24 Option
Notifiche di trading gratis. Formazione 1 a 1
200 dollari
Iq Option
Demo gratuita illimitata, deposito minimo 10 euro
10 dollari
Markets.com
Facilissima da usare, demo gratis, corsi gratis
100 dollari

Attenzione: solo l’utilizzo di piattaforme di trading sicure, oneste e gratuite consente di operare in Borsa con una buona probabilità di profitto. Scegliere piattaforme non autorizzate o che applicano commissioni sull’eseguito è il modo migliore per fallire quando si fa trading in Borsa. Tutte le piattaforme presenti nella nostra tabella sono autorizzate e sono gratuite, perché non applicano commissioni e non hanno costi fissi.

Lascia un Commento