Strategie

Rsi Stocastico: Tutti i segreti del più famoso oscillatore

Rsi Stocastico (Relative Strength Index) è uno degli strumenti di analisi tecnica più utilizzati nel Trading Online.

Il suo valore varia tra zero e uno (o zero e 100 su alcune piattaforme) e viene creato applicando l’oscillatore stocastico all’indice di forza relativa (RSI) piuttosto che direttamente ai dati sui prezzi.

L’uso dei valori RSI all’interno della formula stocastica dà agli operatori un’idea se l’attuale valore RSI sia ipercomprato o ipervenduto.

Questo indicatore è presente su tutti i migliori Broker:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma MT5
  • Zero commissioni
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: markets
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Trend dei Traders
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    72,30% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Rsi Stocastico: Introduzione generale

    L’indicatore Rsi Stocastico è stato sviluppato per sfruttare entrambi gli indicatori di momentum al fine di crearne uno più sensibile. La finalità è quella di essere in sintonia con le prestazioni storiche di un determinato titolo, anziché offrire un’analisi generalizzata della variazione di prezzo.

    Ecco i tre punti cardine dell’indicatore noto come RSI Stocastico:

    • Un valore di Rsi Stocastico superiore a 0,8 (80) è considerato ipercomprato , mentre un valore inferiore a 0,2 (20) è considerato ipervenduto.
    • L’acquisto eccessivo non significa necessariamente che il prezzo farà inversione, proprio come l’ipervenduto non significa che il prezzo salirà. Piuttosto le due condizioni avvertono semplicemente i trader che l’RSI è vicino agli estremi delle sue letture recenti.
    • Una lettura a zero significa che l’RSI è al suo livello più basso in 14 periodi (o qualunque sia il periodo di ricerca scelto). Una lettura di 1 (o 100) indica che l’RSI è al livello più alto negli ultimi 14 periodi.

    Una strategia di trading di facile utilizzo, adatta anche a principianti.

    Come calcolare l’Rsi stocastico

    L’indicatore Rsi Stocastico si basa un valore di serie storiche, in genere 14, che specificano all’indicatore quanti periodi di dati sta usando nel suo calcolo. Nello specifico:

    1. Registra i livelli RSI per 14 periodi.
    2. Nel quattordicesimo periodo, annota l’attuale lettura RSI
    3. Nel quindicesimo periodo annota la lettura più alta e più bassa, ma solo per gli ultimi 14 periodi (non gli ultimi 15)
    4. Alla fine di ciascun periodo, calcolare il nuovo valore di Rsi Stocastico, utilizzando solo gli ultimi 14 valori RSI.

    Ecco la formula matematica per l’Rsi Stocastico (StochRSI):

    StochRSI= (RSI- minRSI) / (maxRSI – minRSI)

    • RSI= lettura corrente RSI
    • minRSI= lettura RSI più bassa negli ultimi 14 periodi (o nell’intervallo scelto)
    • maxRSI= lettura RSI più alta negli ultimi 14 periodi (o nell’intervallo scelto)

    Per fortuna in quasi tutte le piattaforme che presentiamo in questo articolo questo calcolo viene eseguito automaticamente da un apposito indicatore StochRSI.

    Indicatore Stocastico Rsi

    L’indicatore Rsi Stocastico è stato creato da Tushar S. Chande e Stanley Kroll e sviluppato nel loro libro “The New Technical Trader”, pubblicato per la prima volta nel 1994.

    Mentre esistevano già indicatori tecnici per mostrare i livelli di ipercomprato e ipervenduto, i due hanno sviluppato StochRSI per migliorare la sensibilità e generare un numero maggiore di segnali rispetto agli indicatori tradizionali.

    Indicatore Rsi Stocastico

    L’indicatore Rsi Stocastico ritiene che qualcosa sarà ipervenduto quando il valore scende al di sotto di 0,20. Questo significa che il valore RSI viene negoziato all’estremità inferiore del suo intervallo predefinito. Ne consegue che la direzione a breve termine del titolo sottostante potrebbe avvicinarsi a un minimo con una possibile inversione.

    Al contrario, una lettura superiore a 0,80 suggerisce che l’RSI potrebbe raggiungere massimi estremi e potrebbe essere utilizzato per segnalare un pullback.

    Oltre a identificare le condizioni di ipercomprato / ipervenduto, l’indicatore Rsi Stocastico può essere utilizzato per identificare le tendenze a breve termine osservandole nel contesto di un oscillatore con una linea centrale a 0,50.

    L’indicatore Rsi Stocastico dovrebbe essere utilizzato anche in combinazione con altri indicatori di Borsa o schemi grafici per massimizzare l’efficacia, in particolare dato l’elevato numero di segnali che genera.

    Differenza tra la Rsi Stocastico e l’indice di forza relativa (RSI)

    Sembrano simili, ma StochRSI si basa su una formula diversa da ciò che genera i valori RSI.

    • RSI è un derivato del prezzo
    • Rsi Stocastico è derivato dello stesso RSI, quindi un derivato indiretto del prezzo.

    Una delle differenze principali è la velocità con cui gli indicatori si muovono. StochRSI passa molto rapidamente da ipercomprato a ipervenduto, o viceversa, mentre l’RSI è un indicatore di movimento molto più lento.

    Uno non è migliore dell’altro, l’indicatore Rsi Stocastico si muove molto più rapidamente dell’RSI. Questo è un vantaggio in termini di rapidità di indicazione ma può produrre dei falsi segnali.

    Limiti dell’Rsi Stocastico

    Un aspetto negativo dell’utilizzo di questo strumento riguarda il fatto che tende ad essere piuttosto volatile, passando rapidamente da un livello alto a un livello basso. Il livellamento di StochRSI può essere d’aiuto in questo senso.

    Alcuni trader prenderanno una media mobile dello StochRSI per ridurre la volatilità e rendere più utile l’indicatore. Ad esempio, una media mobile semplice a 10 giorni di StochRSI può produrre un indicatore che è molto più fluido e stabile.

    Inoltre, StochRSI è un derivato indiretto del prezzo. In altre parole, il suo output è a due passi dal prezzo effettivo dell’attività analizzata, il che significa che a volte potrebbe non essere sincronizzato con il prezzo di mercato di un’attività in tempo reale.

    Come fare trading con lo Stocastico Rsi

    È importante ricordare che lo StochRSI è un indicatore di un indicatore, che lo rende un derivato indiretto del prezzo. Ciò significa che si tratta di due passaggi (formule) dal prezzo del titolo sottostante.

    L’operatività nel Trading con l’indicatore RSI è molto semplice:

    • Valori superiore ad 80: vendere/sell
    • Valori inferiore a 20: comprare/buy

    L’identificazione delle tendenze è la chiave per scegliere con successo tra livelli di ipercomprato e ipervenduto. È importante cercare le divergenze fra RSI e stocastico per identificare i momenti di entrata e uscita da un trade.

    indicatore rsi

    Miglior Broker per fare Trading

     L’indicatore Rsi Stocastico per essere sfruttato al meglio ha necessità di una piattaforma professionale come la Metatrader 4, una delle piattaforme più utilizzate al mondo.

    Permette di impostare l’indicatore RSI Stocastico con molta precisione ed abbinarlo ad altri indicatori e medie mobili. Questa piattaforma viene fornita anche da uno dei broker più sicuri e diffusi sul mercato: XTB.

    Si tratta di un broker senza commissioni, quindi, guadagna solamente dalla differenza fra prezzo di acquisto e prezzo di vendita di un titolo, lo spread. Per chi volesse fare pratica con questo indicatore e la piattaforma senza rischiare denaro, XTB offre un conto demo gratuito ed illimitato.

    Si tratta della piattaforma ideale per i piccoli investimenti, in quanto richiede un capitale minimo da investire (€250) comunque dopo aver fatto pratica gratuitamente su Demo:

    Per registrarvi gratuitamente ed utilizzare la piattaforma Metatrader 4 cliccate qui

    Conclusioni

    In questa guida abbiamo analizzato nel dettaglio l’indicatore RSI Stocastico.

    Molto utilizzato nel Trading e di facile lettura, rappresenta una delle metodologie più comuni per investire con successo. Con allenamento e dedizione sarà possibile maneggiarlo al meglio, possibilmente su una MT4, perfetta per questo genere di operatività.

    Ecco quindi il Link per scaricare la piattaforma Metatrader offerta da XTB. gratuita e senza vincoli:

    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Ti potrebbero interessare anche le seguenti guide tecniche:

    Cosa significa RSI?

    Acronimo di Relative Strenght Index, ovvero indice di forza relativa. Misura, appunto, la forza di un Trend in corso.

    Come fare Trading con l’indicatore RSI Stocastico?

    I segnali che ne scaturiscono sono essenzialmente due: Sell per valori superiori ad 80 e Buy per valori inferiori a 20. Tutte le info nella nostra guida.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world