News

Rafforzamento mercato mette in luce NFP

Se la price action in borsa negli ultimi due giorni è stata una indicazione, oggi dovrebbe essere una sessione estremamente volatile. Questo perché all’improvviso gli investitori prestano attenzione ai dati sull’occupazione. Lo abbiamo visto all’inizio di mercoledì con la risposta del mercato al rapporto ADP migliore del previsto e lo abbiamo visto più avanti nella sessione quando il presidente della Fed Powell ha indirettamente citato il mercato del lavoro come una ragione per cui potremmo vedere ulteriori aumenti dei tassi all’orizzonte.

Impossibile ricordare un rapporto Non-Farm Payrolls quest’anno che abbia prodotto una reazione insolitamente volatile nel mercato azionario. La maggior parte degli investitori è concentrata sulla componente Guadagni orari medi del rapporto e poco sul numero del titolo.

Tuttavia, questa volta le condizioni sono diverse, quindi preparatevi per una reazione volatile al numero del titolo e ai guadagni orari medi. La ragione per cui ci aspettiamo di vedere una tale mossa è dovuta al fatto che il mercato del lavoro sembra essersi considerevolmente rafforzato, e il recente commento del FOMC suggerisce che questo non è passato inosservato.

Ho sempre detto che se la Fed se ne accorge, si dovrebbe notarlo.Se la Fed dice che il lavoro sta stringendo, crediamo sia necessario prestare maggiore attenzione ai numeri.

All’inizio di oggi, le richieste di sussidio di disoccupazione sono scese a 207.000, un minimo di 49 anni. Ricorda non molto tempo fa, quando stavamo dicendo che i tassi di interesse erano a un minimo di 49 anni. Le cose non vanno giù per sempre.

I commercianti si aspettano che il  numero di stipendi negli Stati Uniti di venerdì indichi che i dipendenti degli Stati Uniti hanno aggiunto 185.000 posti di lavoro a settembre dopo un aumento di 201.000 un mese prima.

Il tasso di disoccupazione è previsto in calo di 0,1 punti percentuali rispetto al 3,9% di agosto.

I guadagni orari medi sono previsti in aumento dello 0,3%, in calo dallo 0,4%

Rendimenti del Tesoro e performance del mercato azionario

Mentre alcuni potrebbero concentrarsi sull’aumento dei tassi di interesse e sul loro impatto sugli utili societari e, quindi, sulla performance del mercato azionario, altri guardano all’aumento dei rendimenti dei titoli del Tesoro USA e vedono l’opportunità di abbandonare parte della volatilità del mercato azionario e bloccare le performance garantite dal governo .

Tendo ad inclinarmi alla mentalità degli investitori. Le azioni scendono di nuovo giovedì perché i rendimenti dei Treasury statunitensi a 10 anni hanno raggiunto un massimo di 7 anni, superando il 3,2%. Questo livello è interessante quindi alcuni investitori tirano fuori un po ‘di soldi dal mercato azionario. Con ogni aumento sostenibile dei rendimenti del Tesoro, gli investitori potrebbero estrarre più denaro dalle azioni e trasferirle in strumenti di debito. Questo andrà avanti finché i tassi di interesse non si livelleranno.

Sappiamo tutti che gli investitori hanno gettato denaro nel mercato azionario perché i tassi di interesse sono stati vicini ai livelli storicamente bassi. Il denaro cerca il rendimento più alto e il mercato azionario ha offerto il rendimento più alto. Ciò ha provocato la distorsione delle assegnazioni degli investitori tra titoli azionari e obbligazioni o ponderato troppo nei confronti delle azioni. Se i tassi di interesse continuano a salire, è probabile che questi investitori si riequilibrino per riportare le loro allocazioni a percentuali più ragionevoli. Questa sarebbe un’altra ragione per aspettarsi un’ulteriore debolezza nel mercato azionario.

Prezzi in oro stabili

I tori dell’oro hanno fatto bene finora sulla scia di una certa forza del dollaro, visto che abbiamo visto le regioni di supporto tenere sotto la soglia $ 1200. Si tratta di una sorpresa, visto che i prezzi dell’oro sono rimasti a lungo deboli, ma gli orsi non sono stati in grado di fare grandi progressi nonostante la debolezza della domanda di oro e nonostante la forza del dollaro. Questo spiega quanto sia importante avere delle basi solide a sostegno dello strumento e crediamo fermamente che questa sia l’unica cosa che risparmia il metallo giallo.

I prezzi dell’oro continuano a consolidarsi e oscillare per gran parte delle ultime 24 ore. Negli ultimi giorni non c’è stata molta azione nei mercati dell’oro e anche il crescere e il calare della forza del dollaro sembra aver avuto un impatto minimo sui prezzi dell’oro. I prezzi continuano a sembrare ottimistici e rialzisti mentre il mercato si trova al di sopra dei $ 1200 al momento della stesura di questo articolo, ma se e quando si verificherà un breakout, è probabile che sia grande. Il mercato dell’oro è stato scambiato in un piccolo intervallo di circa $ 50 nelle ultime settimane ed è per questo che ci chiediamo se si sta preparando per un breakout.

I prezzi del greggio sono diminuiti negli ultimi due giorni dopo aver minacciato di avere un breakout il giorno prima. Proprio quando sembrava che i tori avrebbero preso il controllo dopo il breakout, abbiamo visto i prezzi ricadere attraverso i massimi della gamma e ora il mercato viene scambiato nella regione da $ 74 al momento della stesura di questo articolo. Con i prezzi del petrolio che rientrano nell’intervallo, ci aspettiamo che gli speculatori rialzisti inizino ad uscire dal mercato poiché difficilmente riusciranno a ottenere un breakout in qualunque momento. Ciò probabilmente aumenterà ulteriormente la pressione sui prezzi del petrolio a breve termine.

Qui sotto puoi trovare la nostra classifica delle migliori piattaforme per investire sulle Borse.

# BROKER DETTAGLI
1
Licenza: CySEC Europea
Social Trading
Deposito min: soli 200 $
2
Licenza: CYSEC Europea
Trading Borsa Italiana
Deposito min: soli 100 €
3
Licenza: CySEC Europea
Conto demo gratuito
Deposito min: soli 100 €
4
Licenza: CYSEC Europea
Spread Bassi
Deposito min: soli 100 €
5
Licenza: CySEC Europea
MetaTrader 4, Corsi
Deposito min: soli 100 €

Decennale crollo Wall Street

La crisi finanziaria del 2007-08 è stato un evento che ha innegabilmente avuto un impatto importante sull’economia globale. La crisi, che si ritiene sia stata in gran parte scatenata da una cattiva gestione del debito e da pratiche di mutuo pericolose, ha scatenato una tremenda serie di effetti increspati che hanno colpito sia i maggiori istituti finanziari del mondo sia l’individuo ordinario.

In molti modi, la crisi era probabilmente inevitabile. Il valore di varie attività (e “pacchetti” di attività come i titoli garantiti da ipoteca) era significativamente deviato dall’attualità e un adeguamento alla normalità avrebbe quasi certamente dovuto verificarsi. Di fronte alle molte ovvie ragioni per cui si è verificata la crisi finanziaria del 2007-08, sembra che i cittadini di qualsiasi democrazia di mercato debbano chiedersi come possiamo prevenire un evento simile – che è stato misurabilmente la peggiore crisi finanziaria dalla Grande Depressione – prima che accada di nuovo.

Lascia un Commento