Guida

Psicologia nel Trading [Scopri come gestirla al meglio]

In questo articolo scopriremo come poter migliorare la Psicologia nel Trading per ridurre al minimo l’effetto che emozioni e pregiudizi hanno durante le operazioni di mercato.

Mantenere la giusta mentalità è uno dei fattori più importanti per diventare un trader di successo. Proprio per fornire tutti i suggerimenti utili in materia, noi di InvestireinBorsa ci soffermeremo su alcuni aspetti fondamentali, tra cui:

  • La storia della psicologia nel trading
  • Il pregiudizio e l’emotività
  • Le regole per diventare un buon trader
  • I migliori broker online attivi in Italia

All’interno del fattore psicologico incidono in maniera preponderante la fiducia e la sicurezza nel broker che si sta utilizzando.

Qui di seguito abbiamo elencato i Broker più sicuri ed affidabili (registrate ed autorizzate a livello Europeo) con le quali fare trading online:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Che cos’è la Psicologia nel Trading?

    La Psicologia nel Trading è la scienza che studia il comportamento di un trader, offrendo delle soluzioni per gestire al meglio le emozioni.

    Questa materia può indicare fino a che punto è profittevole il nostro operato o può fornire una spiegazione del motivo per cui un trader subisca gravi perdite.

    Le caratteristiche umane innate come i pregiudizi e le emozioni svolgono un ruolo fondamentale nella Psicologia del trader. L’obiettivo principale dell’apprendimento della Psicologia nel Trading è quello di prendere coscienza delle varie insidie ​​che sono associate ad un tratto psicologico negativo, cercando di creare i giusti supporti per sviluppare caratteristiche positive.

    I trader esperti generalmente non agiscono mai in base a pregiudizi o emozioni. Pertanto, hanno maggiori possibilità di realizzare un profitto durante il loro lavoro o, quanto meno, di ridurre al minimo le loro perdite.

    La Psicologia nel Trading è diversa per ogni trader, poiché è influenzata dalle proprie emozioni e dai preconcetti predeterminati. Alcune delle emozioni che incidono sul trading sono:

    • Felicità
    • Impazienza
    • Rabbia
    • Paura
    • Orgoglio

    Una delle chiavi per lo sviluppo di una buona Psicologia nel Trading è l’identificazione precoce dei tratti della propria personalità. Si dovrà essere onesti con se stessi e capire se si possiedono tendenze impulsive o se si è inclini ad agire per rabbia o frustrazione.

    In questo caso, è importante tenere sotto controllo questi tratti mentre si fa trading attivamente, perché possono portare a prendere decisioni avventate e sconsiderate che hanno un basso supporto analitico.

    Tuttavia, è anche importante giocare sui propri punti di forza personali. Ad esempio, se si è naturalmente calmi e calcolatori, è possibile sfruttare questi tratti della personalità durante i propri trade.

    Altrettanto importante che identificare ed essere consapevole dei tratti della propria personalità è riconoscere e mettere da parte i propri preconcetti, come elencato sopra. I pregiudizi sono un aspetto innato della natura umana, ma si dovrebbe essere sempre consapevoli di quali siano i propri preconcetti individuali prima di aprire o chiudere qualsiasi negoziazione.

    Come gestire l’emotività nel Trading?

    Il miglioramento e la gestione dell’emotività possono essere raggiunti più facilmente prendendo coscienza delle emozioni, dei preconcetti e dei tratti della personalità. Una volta che sono stati riconosciuti, è possibile mettere in atto un piano di trading che tenga conto di questi fattori, con la speranza di mitigare qualsiasi effetto che potrebbero avere sul processo decisionale.

    Ad esempio, se una persona è naturalmente fiduciosa, può scoprire che l’eccesso di fiducia e l’orgoglio ostacolano il suo processo decisionale: potrebbe quindi lasciare correre le perdite nella speranza che il mercato cambi direzione, invece di accettare una piccola perdita sul suo conto di trading. Ciò potrebbe comportare maggiori perdite o l’eventuale crollo del proprio conto.

    Per contrastare la problematica riportata, è possibile utilizzare gli Stop Loss come metodo per ridurre al minimo le perdite e prendere la decisione su quando chiudere un particolare trade, prima di aprire la posizione. In questo modo, ci si rende conto dei propri preconcetti mentre si prende la decisione di non agire con loro ma, piuttosto, si prendono provvedimenti per combatterli. Discorso simile quando adottiamo il Money Management per le nostra operazioni a breve o lungo termine.

    Anche i pregiudizi influenzano il trading in quanto sono, per definizione, una disposizione personale predeterminata a favore di una cosa rispetto a un’altra. Di conseguenza, possono ostacolare il processo decisionale durante le operazioni sui mercati perché potrebbero offuscare i giudizi e portare ad agire sulla sensazione viscerale invece che su un’analisi fondamentale o analisi tecnica ben ragionata.

    Questo perché la distorsione del trading può convincere che si possano avere maggiori probabilità di negoziare un’attività su cui si ha avuto successo in passato e di evitare un’attività su cui si ha invece subito una perdita storica. È importante che i trader siano consapevoli dei loro pregiudizi in quanto ciò può aiutarli a superarli e ad avvicinarsi ai mercati con una mentalità più razionale e calcolata.

    I 5 principali tipi di distorsione

    Scopriamo ora insieme quali sono i 5 principali tipi di distorsione:

    • Replica automatica, significa che ci si atterrà o si sarà più inclini a replicare trade precedentemente riusciti. Si potrebbe fare senza effettuare analisi per ogni operazione di questo tipo perché in passato si è riusciti a guadagnare. Tuttavia, anche se due operazioni sembrano simili, è importante avvicinarsi a ogni trade per i suoi meriti e non al contrario per il successo storico.
    • Tendenza alla negatività, rende più incline a guardare solo al lato negativo di un trade e non a riconoscere ciò che è andato bene. Ciò potrebbe significare lo scarto di un’intera strategia quando, in effetti, si potrebbe aver solo bisogno di modificarla leggermente per ottenere un buon profitto.
    • La distorsione da status quo, significa che si continuerà a utilizzare vecchie strategie anziché esplorarne di nuove: ci si atterrà dunque allo status quo. Il pericolo sorge quando non si riesce a valutare se quei vecchi metodi siano ancora praticabili nel mercato attuale o meno.
    • Tendenza alla conferma, nel momento in cui si cerca, o si da maggiore peso, a notizie e analisi che confermano le idee pre-formulate. Può anche darsi che non si cerchino, o si ignorino deliberatamente, le informazioni che confutino le convinzioni.
    • L’errore del giocatore d’azzardo, ovvero supporre che, poiché un titolo è in aumento, continuerà a crescere. Non c’è motivo di credere che dovrebbe farlo, analogamente al fatto che non vi sia alcun motivo per cui una moneta dovrebbe dare croce anziché testa, dopo aver dato testa per alcune volte di seguito.

    Come gestire la Psicologia nel Trading in 6 passi

    E possibile seguire alcune regole per iniziare a fare trading online e diventare dei veri professionisti del settore. Come? Ecco i 6 passi per gestire al meglio la psicologia nel Trading:

    • Disciplina
    • Pazienza
    • Adattamento
    • Fare pause
    • Saper gestire le vincite
    • Tenere un registro con vincite e perdite

    Scopriamo adesso ogni singolo aspetto per imparare a riconoscerlo e dominarlo con successo!

    Disciplina

    Le regole e la disciplina nel trading fanno spesso la differenza fra un trader profittevole e un trader perdente. Per essere disciplinati bisogna seguire le regole di un buon piano di trading.

    Avere un piano di trading è fondamentale per assicurarsi di raggiungere i propri obiettivi. Un piano di trading funge da modello per il proprio trading e dovrebbe evidenziare i propri impegni nel tempo, i fondi di trading disponibili, il rapporto rischio-rendimento e una strategia di trading con cui sentirsi a proprio agio.

    Ad esempio, un piano di trading potrebbe dire che ci si impegnerà a negoziare un’ora ogni mattina e ogni sera e che non si impegnerà mai più del 2% del valore totale del proprio portafoglio in nessuno scambio. Questo può aiutare a minimizzare le perdite e limitare l’effetto delle emozioni sul proprio trading poiché le regole per l’apertura o la chiusura di una posizione sono già evidenziate.

    I piani di trading dovrebbero anche tenere conto dei singoli fattori che potrebbero influenzare la propria disciplina di trading, come le  emozioni, i preconcetti e i tratti della personalità. Se vengono chiariti i propri pregiudizi prima di iniziare a fare trading, si potrebbe essere meno propensi ad agire trascinati da questi ultimi.

    La pazienza è la virtù dei forti

    La pazienza è parte integrante della disciplina ed è fondamentale averne molta con le proprie posizioni sui mercati finanziari.

    Agire su emozioni come la paura può far perdere un profitto chiudendo una posizione troppo presto. E necessario fidarsi della propria analisi e rimanere pazienti e disciplinati.

    Allo stesso modo, quando si cerca di entrare in un trade, è importante avere pazienza e attendere il momento opportuno, invece di saltare semplicemente in un trade in quel momento, presi dalla frenesia di operare per forza.
    Ad esempio, se si desiderasse speculare su alcune coppie di valute, si potrebbe attendere fino a poco prima di un annuncio di una banca centrale legata alla coppia interessata, in quanto l’annuncio tende ad aumentare la volatilità.

    Adattarsi è fondamentale

    Sebbene sia importante disporre di un piano di trading, bisogna ricordarsi che non esistono due giorni uguali sui mercati e che nel trading non esistono strisce vincenti consecutive. Con questo in mente, ci si dovrebbe sentire a proprio agio nel valutare come i mercati sono diversi di giorno in giorno e adattarsi di conseguenza.

    Se un giorno c’è più volatilità rispetto al giorno precedente e i mercati si muovono in modo particolarmente imprevedibile, si può decidere di sospendere l’attività di trading fino a quando non si è sicuri di aver capito cosa stia succedendo. Adattarsi può aiutare a limitare le proprie emozioni ed escludere distorsioni “replica” e “di status quo”, permettendo di valutare ogni situazione in base ai suoi meriti, assicurando di essere pragmatici durante il trading.

    Fare una pausa dopo una perdita

    A volte dopo una perdita, la cosa migliore che si può fare è allontanarsi dal proprio conto di trading per un breve periodo per raccogliere i pensieri e ricomporre se stessi, senza precipitarsi in un altro trade nel tentativo di recuperare di corsa le perdite subite.

    I migliori trader sono quelli che prendono le loro perdite e le usano come opportunità di apprendimento. Di solito impiegheranno alcuni minuti prima di tornare alla loro piattaforma, usando questo tempo per valutare cosa è andato storto per quella particolare operazione, nella speranza che possano evitare di fare lo stesso errore in futuro.

    In tal modo, tengono sotto controllo le emozioni come l’orgoglio o la paura, riprendendosi un po’, prima di avvicinarsi ancora alla metatrader con una visione chiara e un buon giudizio.

    Accettare le proprie vincite

    Altrettanto importante quanto fare una pausa dopo una perdita è uscire dal trade mentre si è in vantaggio e prendere le vincite, magari impostando in anticipo un Take Profit. Una successione di vittorie o una vittoria particolarmente grande possono far sentire invincibile e successivamente si potrebbe correre ad aprire un’altra posizione per provare a rifare tutto da capo.

    Si potrebbe persino aprire una serie di nuove posizioni nella convinzione che nessuna di esse fallirà perché oggi è il giorno fortunato sui mercati. Ciò potrebbe causare rischi inutili o diversificare il portafoglio troppo rapidamente senza effettuare analisi in ciascuno dei rispettivi mercati.

    La felicità può essere pericolosa quanto la rabbia durante il trading e, come tale, è importante riconoscere quando potrebbe compromettere il processo decisionale o avere un impatto negativo sulla Psicologia nel Trading.

    Tenere il registri di perdite e vincite

    Un diario di trading consentirà di registrare tutte le perdite e vincite, nonché le emozioni provate durante quel particolare trade. Di conseguenza, è il culmine di tutti i punti precedenti e può essere utilizzato per valutare se ciò che si è fatto era dettato dalle regole e dalla disciplina o dall’emotività.

    Ad esempio, un registro di trading può essere utilizzato per valutare un momento in cui si è scelto di ridurre le perdite e di chiudere un trade. In questo modo, si potrà vedere se si è preso la decisione giusta o meno. Allo stesso modo, può essere usato per valutare quando sono state accettate le vincite e se le emozioni hanno avuto un ruolo nel decidere se chiudere quella posizione troppo presto o troppo tardi.

    psicologia nel trading

    Come iniziare a fare Trading?

    Come abbiamo visto, la Psicologia nel Trading influisce in modo sostanziale sulla buona riuscita di un’operazione di investimento e può portare al successo o al fallimento.

    Se si è un trader alle prime armi e ci si rende conto che l’emotività guida le scelte e non si riesce a porvi rimedio non c’è da preoccuparsi, è infatti possibile diventare ugualmente un trader profittevole: basta copiare le operazioni dei trader di successo.

    eToro

    Il broker eToro, grazie ad un rivoluzionario strumento chiamato Copy Trading offre la possibilità di copiare i trader più esperti e profittevoli presenti sulla piattaforma.

    Questa importante piattaforma è regolarmente iscritta alla CySec, con circa 13 milioni di utenti in tutta Europa, il suo successo è dovuto in gran parte proprio al Copy Trading che permette a chiunque di replicare i profitti dei trader più esperti, senza pagare commissioni.

    Utilizzando un filtro, si possono selezionare i trader più bravi e meno inclini al rischio. Una volta scelti, con un semplice click, automaticamente il sistema copierà tutte le loro operazioni di mercato.

    Vediamo quali sono alcuni dei migliori trader su cui puntare:

     

    psicologia nel trading

     

    Grazie a questa funzione la Psicologia nel Trading diventa secondaria, le decisioni vengono prese da professionisti, che sanno come operare senza farsi influenzare dalle emozioni.

    Clicca qui per vedere i rendimenti dei migliori traders di eToro

    ForexTB

    La piattaforma ForexTB è molto apprezzata nel mondo del Trading perché mette a disposizione dei corsi gratuiti articolati, che spiegano passo dopo passo i vari procedimenti per iniziare a investire in Borsa.

    Il punto focale di questi corsi è che sono molto orientati alla pratica, a differenza della maggior parte di quelli a pagamento, infarciti di sola teoria. Inoltre, è possibile scaricare gratuitamente il suo ebook, che rientra a pieno titolo tra i migliori libri sul trading online.

    La caratteristica più interessante di ForexTB è la Metatrader, ovvera la piattaforma più utilizzata e più comoda del mondo. La sua interfaccia è semplice, pulita e rapida, inoltre viene offerta un’assistenza telefonica gratuita, che è molto vantaggiosa soprattutto agli inizi.

    La Metatrader è attivabile sia su conto Demo, sia su di un conto reale con un deposito minimo di 250 euro. In entrambi i casi è possibile richiedere in poche mosse il servizio di Segnali di Trading.

    I Segnali di Trading sono delle indicazioni precise che vengono elaborate da analisti professionisti. Per esempio, se si dovesse verificare un rialzo del titolo prescelto, arriverebbe subito una notifica che vi avvisa del rialzo. In questo caso, non dovrete fare altro che scegliere se seguire il segnale, oppure attenderne uno nuovo. In questo modo investirete in modalità semi-automatica.

    Ricapitolando, ForexTB offre:

    • Corsi gratuiti
    • Un eBook gratuito da utilizzare per iniziare a Investire in Borsa
    • Metatrader
    • I segnali di Trading

    Puoi iscriverti gratis su ForexTB cliccando qui

    Conclusioni

    La Psicologia nel Trading è tutta una questione di mentalità e può dare una spiegazione dei profitti o delle perdite. È importante che il trader sia consapevole delle sue debolezze e dei preconcetti prima di entrare in una posizione ma, allo stesso modo, è importante capire i punti di forza per avere successo in Borsa.

    Ecco in conclusione alcuni consigli davvero utili per gestire al meglio la psicologia durante la nostra operatività e ridurre al minimo la paura di perdere denaro:

    • Imparare dalle vincite tanto quanto dalle perdite, ma ricordare sempre che nel trading non esistono serie vincenti e che ogni posizione dovrebbe essere valutata in base ai suoi numeri.
    • Sapere quando trarre profitto o tagliare una perdita può fare la differenza tra una buona giornata e una brutta giornata sui mercati.
    • Tenere un registro di trading come un diario per vedere cosa ha funzionato, cosa non ha funzionato e se la decisione presa era corretta e rispettava la strategia. Usare queste informazioni per migliorare il proprio processo decisionale in futuro.
    • Se si è troppo emotivi o si ha poca esperienza è bene ricordarsi che è possibile utilizzare il Copy Trading di eToro, così da liberarsi  dal fardello di dover decidere da solo e lasciare le decisioni in mani più esperte.

    Per iniziare a fare trading online è possibile scegliere tra uno dei migliori broker presenti in questa tabella:

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

     

     

    Che cos’è la Psicologia nel Trading?

    La psicologia nel trading è la scienza che studia il comportamento dei trader e offre delle soluzioni per una corretta gestione delle emozioni.

    Quali sono i principali tipi di distorsione?

    I principali tipi di distorsione sono 5: la replica automatica, la tendenza alla negatività, lo status quo, la tendenza alla conferma e l’errore del giocatore d’azzardo.

    E possibile gestire l’emotività nel trading?

    Sì, prendendo coscienza delle emozioni, dei preconcetti, dei tratti della personalità e mettendo in atto un piano di trading

    Come iniziare a fare trading online?

    Se sei un trader alle prime armi, puoi iniziare a investire con i broker presenti nelle tabelle indicate e scegliere di utilizzare il Copy Trading.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world