Criptovalute

Poloniex Exchange è sciuro o truffa? [Opinioni e recensioni]

Cos’è e come funziona Poloniex Exchange? Si tratta di uno scambiatore per criptovalute affidabile? All’interno della nostra guida avvieremo una completa analisi su questa piattaforma storica, nata nel 2014, ma che ha continuato ad offrire nuovi servizi ed a migliorare la sua interfaccia operativa.

Quando ci si avvicina per la prima volta al settore delle criptovalute, molto spesso vi si presenta una vasta opzione di scelte. In un mercato così vasto, pieno di proposte differenti, scegliere la piattaforma più adatta alle proprie esigenze diventa davvero un processo impossibile.

Abbiamo così deciso di focalizzare l’attenzione non solo sui diversi strumenti messi a disposizione dallo scambiatore, ma anche sulle opinioni e recensioni su Poloniex Exchange. Tutto ciò per scoprire tutta la verità e dare un chiaro punto di riferimento a lettori ed appassionati.

Oltre ciò, ricorderemo come ad oggi sia possibile individuare notevoli alternative per poter puntare sui propri strumenti crittografici preferiti. Trattasi dei CFD, presentati nel dettaglio nelle prossime righe, dopo aver compreso il ruolo di Poloniex Exchange fra i migliori Exchange di criptovalute online.

Poloniex Exchange Cos’è

Poloniex Exchange nasce nel 2014, ottenendo sin da subito un discreto interesse da parte di operatori ed appassionati di assets crittografici. C’è da dire, che all’epoca, lo stesso settore poteva contare ancora su una concorrenza relativamente blanda, formata da poche società.

Con il passare del tempo, l’arrivo di nuove piattaforme, ha inevitabilmente incrementato la presenza di alternative, rendendo la quota di mercato molto differenziata. Nonostante ciò, nel 2018, Poloniex Exchange è stata acquisita dal colosso Circle, realtà già nota per la sua presenza nel settore dei pagamenti e dei servizi legati a monete digitali.

Lo stesso accordo, dal valore pari a circa 400 milioni di dollari, era stato creato per implementare nuove funzionalità e cercare di ampliare ulteriormente la quota di mercato. Fra gli investitori ad aver maggiormente puntato nel progetto, troviamo nomi quali Baidu e Goldman Sachs.

La sede operativa è in America, nello specifico negli USA [Delaware], principale territorio operativo della piattaforma, ossia con il maggior bacino d’utenza. La piattaforma ha infatti da sempre puntato a diventare uno dei maggiori Exchange sul suolo americano.

Poloniex Exchange si mostra molto intuitiva e facile da utilizzare. Nel corso degli ultimi anni, per adeguarsi ad altri scambiatori noti, ha implementato una serie di nuove funzionalità, spiegate nel dettaglio nel paragrafo successivo. È in ogni caso possibile gestire il proprio account personale sia tramite sistema desktop che tramite applicazione per dispositivi mobili.

Possiede inoltre una sezione Poloniex Learn, con diverse informazioni sul settore crittografico ed un’assistenza di supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Poloniex Exchange Come funziona

Diversamente da altre piattaforme, considerate di nuova generazione, è stato possibile confermare come Poloniex Exchange vanti oltre 6 anni di esperienza e l’importante presenza del rinomato gruppo Circle. Scendendo in profondità, è ora possibile soffermarsi sui principali servizi.

Come funziona Poloniex Exchange? A seguire alcuni punti chiave:

  • Attraverso il tasto “Sign Up” è possibile aprire un proprio account in modo gratuito
  • L’utente può scegliere diversi servizi su strumenti crittografici sui quali operare
  • È possibile comprare o vendere criptovalute, nonché avviare processi di Staking e di prestito

La registrazione su Poloniex Exchange è molto semplificata. Un’email, una password ed una conferma sulla propria età saranno sufficienti per poter procedere con il processo di verifica dell’account.

La funzione principale è ovviamente quella sugli scambi. La piattaforma permette di scambiare sulle principali criptovalute mondiali, come ad esempio Bitcoin, Ethereum, Litecoin e molte altre. Oltre ciò, mette a disposizione ben 200 coppie per trading spot e 25 su trading a margine.

Entrando all’interno della pagina ufficiale, è inoltre possibile visionare la sezione delle competizioni. Permette agli utenti di partecipare ad alcune specifiche “compagnie” e di ottenere piccoli premi sulla base dei diversi regolamenti.

Oltre alla presenza delle funzioni tipicamente da Exchange, Poloniex ha implementato nuove funzionalità su diversi strumenti crittografici.

Eccole a seguire:

  • P2P Lending (ossia prestito): permette agli utenti, previa registrazione, di poter prestare Bitcoin, USDT, USDC ed altri assets Crypto, ottenendo percentuali di interesse.
  • Soft Staking (ossia Staking semplificato): dà la possibilità di ottenere percentuali di ritorno depositando i propri strumenti sul proprio account. È ad esempio possibile possedere Cosmo [ATOM], TRON [TRX] e visionare le proprie percentuali.

Poloniex Exchange Commissioni e sicurezza

Le commissioni e la sicurezza rappresentano due delle caratteristiche più importanti da verificare all’interno di un qualsiasi scambiatore di criptovalute. Essendo una piattaforma che offre acquisti Crypto, proprio come Kucoin, Kriptomat o Coinmama, anche Poloniex possiede i suoi costi associati alle transazioni.

La piattaforma, come molte altre presenti all’interno del mercato, ha deciso di basare la propria struttura dei costi sulla base dei Taker e dei Maker nella rete.

Oltre ciò, in riferimento al proprio volume di scambio, le stesse percentuali possono aumentare o diminuire. Per volumi al di sotto dei 600 BTC, troviamo, rispettivamente per le due tipologie di soggetti, commissioni pari allo 0,25 e 0,15 %. Le stesse, vanno a diminuire qualora il volume aumenti.

Passando alla sicurezza, Poloniex Exchange possiede le tradizionali procedure di autenticazione sul proprio account. Nonostante la fase di registrazione sia molto rapida, la piattaforma richiede tutti i dati di pertinenza per poter iniziare ad operare con strumenti crittografici.

Nonostante i tanti progressi nell’ambito della sicurezza, gli ultimi anni hanno visto numerosi attacchi informatici nei confronti di decine di Exchange mondiali. Il 2019 è stato ad esempio definito l’anno record per le violazioni sul Web, portando milioni di perdite e danni non da poco.

La stessa Poloniex Exchange, aveva infatti subito un gravoso attacco, che aveva portato alla violazione di ben 450.000 di account.

Alternative regolamentate per negoziare su criptovalute

Molto spesso, ci si chiede se gli Exchange rappresentino l’unico mezzo per poter operare con strumenti crittografici. La risposta è no, poiché al giorno d’oggi, anche le migliori piattaforme di trading online, come ad esempio eToro e ForexTB, danno la possibilità di comprare criptovalute tramite CFD.

Di cosa si tratta? Semplicemente di strumenti derivati, basati su repliche dell’andamento dello strumento, che permettono non solo di poter puntare verso l’alto, ma anche di avviare strategie ribassiste, in caso di crollo dei prezzi.

Le due varianti messe a disposizione dai CFD sono:

  • Apertura Long, basata su un CFD di tipo rialzista, qualora si ipotizzino aumenti di prezzo
  • Apertura Short, basata su un CFD di tipo ribassista, qualora si ipotizzino diminuzioni di prezzo

Conoscere la presenza di questi strumenti, tuttavia non basta per poter avviare le proprie strategie. Di fondamentale importanza, risulta essere la scelta della migliore piattaforma di trading. A seguire abbiamo deciso di presentare due grandi Broker, ossia eToro e ForexTB.

eToro

Una delle prime piattaforme, a permettere l’acquisto di criptovalute tramite CFD, è eToro. Il Broker è presente all’interno del settore del Trading da ormai molti anni e vanta milioni di utenti registrati. Operare con lo stesso è davvero molto semplice ed intuitivo.

Il Broker mette a disposizione differenti mercati e centinaia di strumenti finanziari differenti. Fra questi, oltre alle tradizionali azioni, materie prime e così via, troviamo le maggiori criptovalute mondiali, come ad esempio Bitcoin, Ethereum, Litecoin e molto altro.

Come individuare il Bitcoin su eToro? Molto semplice, ecco alcuni punti:

  • Si accede alla pagina ufficiale eToro
  • Si cerca “Bitcoin”, o semplicemente “BTC” tramite la sezione di ricerca
  • Entrando nella pagina di riferimento, sarà possibile visionare l’andamento dei prezzi, nonché interessanti dati sullo stesso asset
  • Sulla base delle proprie strategie, l’utente può attuare l’acquisto o la vendita di BTC con CFD

In questo caso, l’operatività risulta essere prettamente manuale. In caso di mancanza di tempo, la piattaforma mette inoltre a disposizione un innovativo meccanismo di copia.

È il Copy Trading, che permette di copiare le strategie operative dei migliori Top Traders presenti nel Broker, in modo rapido, automatico e soprattutto senza nessun costo aggiuntivo.

Scopri qui eToro ed il Copy Trading

ForexTB

Una seconda alternativa, anche in questo caso regolamentata e con le dovute licenze, è ForexTB. La piattaforma si mostra facile da utilizzare e ricca di strumenti integrativi a costo zero. L’utente, con una registrazione gratuita, può avere accesso alle criptovalute mondiali più importanti ed avviare così la propria strategia di negoziazione.

Qualora si volessero provare le funzionalità del Broker, senza correre rischi reali, la piattaforma offre una completa modalità demo senza obblighi di deposito. È un simulatore a tutti gli effetti, che permette di aprire posizioni (di acquisto o di vendita) attraverso capitali virtuali.

Scopri qui ForexTB e la sua Demo

Quali sono altri punti di forza del Broker? Ecco i più importanti:

  • Ampia gamma di strumenti crittografici (fondamentale per una migliore diversificazione del proprio portafoglio)
  • Assistenza professionale e qualificata a tutte le ore
  • Sistema operativo facile, intuitivo e soprattutto rapido. Permette di aprire e di chiudere posizioni in pochi attimi
  • Segnali di Trading a tutti gli utenti
  • Applicazione per dispositivi mobili (sia per iOS che Android)

Oltre ciò, ricordiamo un corso completo sul trading, strutturato in un comodo eBook gratuito. Per ottenerlo è sufficiente accedere alla pagina ufficiale del Broker, avviare il download del file e salvarlo sul proprio device; ecco il link:

Clicca qui per il corso di ForexTB

Poloniex Exchange

Conclusioni

Alla base di quanto dedotto dalla suddetta guida, è conveniente utilizzare Poloniex Exchange? La piattaforma mette sicuramente a disposizione un numero considerevole di strumenti crittografici. Al di là dei servizi puramente da Exchange, come ad esempio acquisto e vendita di criptovalute, sono proprio altri servizi integrativi, quali Staking e Lending, a rendere completa la piattaforma.

D’altro canto, abbiamo evidenziato ulteriori aspetti, associati alla presenza delle commissioni, suddivise sulla base dei Taker e dei Maker, nonché sulla violazione subita nel corso del 2019.

Assodate le caratteristiche ed il funzionamento su Poloniex Exchange, l’attenzione è stata successivamente posta sulle maggiori alternative per poter puntare su strumenti crittografici.

A tal riguardo, i contratti per differenza, conosciuti anche come CFD, si sono mostrati strumenti validi, regolamentati e che permettono di negoziare su monete digitali senza il bisogno di possederle in modo fisico.

Quali piattaforme di trading permettono di comprare criptovalute tramite CFD? Ricordiamo ancora una volta eToro e ForexTB, due leader completi ed affidabili:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Domande Frequenti

    ✅ Cos’è Poloniex Exchange?

    Poloniex Exchange rappresenta uno dei maggiori scambiatori di strumenti crittografici americani. È stato fondato nel 2014 e comprato ne 2018 dal colosso societario Circle.

    ✅ Poloniex Lending cos’è?

    Si tratta della funzione di prestito criptovalute presente sulla piattaforma Poloniex Exchange. In riferimento alla stessa, è possibile associare le maggiori criptovalute mondiali, come ad esempio Bitcoin o Ethereum.

    ✅ Poloniex Exchange prevede costi di commissione (Fee)?

    Nella pagina ufficiale dì Poloniex Exchange è possibile visionare le diverse percentuali sui costi, nonché sulle commissioni relative alle varie operazioni effettuabili su criptovalute.

    ✅ Quali alternative agli Exchange come Poloniex?

    Ricordiamo la presenza dei contratti per differenza, ossia particolari strumenti derivati, messi a disposizione dalle migliori piattaforme di trading online, che permettono di negoziare su assets crittografici in modo autonomo e senza costi fissi di gestione.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world