Strategie

PIL: Cos’è e come si calcola il Prodotto Interno Lordo?

In questa guida scopriremo che cos’è il PIL, come si calcola e perché è importante nel trading

Il Prodotto Interno Lordo (PIL) è una misura di tutto il denaro speso nell’economia durante un determinato periodo di tempo, solitamente un anno. Si tratta della somma totale dei valori monetari delle varie attività economiche, come la produzione, la distribuzione e il consumo dei beni e dei servizi, nonché gli investimenti in capitale fisso. Vedremo nel dettaglio il suo funzionamento lungo il corso della nostra guida. 

🥇 Metrica PIL
🎯 Cosa significa Prodotto Interno Lordo
👍 Cos’è? Indicatore macroeconomico
📊 Piattaforma LiquidityX

Un suggerimento iniziale? Il PIL è un ottimo indicatore macroeconomico, ma non è di certo l’unico da considerare. Per una strategia di trading accurata consigliamo di prendere in considerazione molti più indicatori ed effettuare un’analisi tutto tondo del titolo. Per farlo, consigliamo l’utilizzo dei broker online come LiquidityX, i quali consentono di usufruire dell’ampia gamma di indicatori grafici e tecnici presenti sulla propria piattaforma e realizzare un’analisi completa del titolo su cui si vuole puntare. 

Clicca qui per accedere a LiquidityX e iniziare le tue analisi

Cos’è il PIL?

Il PIL (Prodotto interno lordo) è una misura della ricchezza generata in un dato periodo di tempo da una nazione, regione o area geografica. Il PIL rappresenta il valore monetario del lavoro prodotto e delle merci e servizi prodotti all’interno di un paese o area durante l’anno, ed è usato come metrica globale per la salute economica di quella zona.

Come si calcola il PIL?

Il Prodotto Interno Lordo (PIL) è una misura economica che descrive la produzione totale di beni e servizi all’interno di un paese in un determinato periodo di tempo. Per calcolarlo, vengono utilizzati diversi metodi:

  • Metodo della spesa: questo metodo si basa sull’ammontare totale delle spese sostenute da tutti i produttori per acquistare beni e servizi. Queste spese includono le entrate fiscali sostenute dalle persone come imposte sul reddito, consumazioni, nonché beni ed equipaggiamenti.
  • Metodo della produzione: questa modalità si basa sulla quantità complessiva di beni e servizi prodotti all’interno di un paese in un dato periodo di tempo.
  • Metodo della rendita: questo metodo si basa sull’ammontare complessivo del reddito percepito da lavoratori e proprietari nel corso di un dato periodo, tra cui il dividendo del capitale proprio o acquisito e interessi maturati sugli investimenti azionari o altre forme di capitale finanziario.
  • Metodologia mista: la maggior parte dei governi usano la combinazione dell’approccio al calcolo del PIL basandosi sulla spesa, produzione ed entrata per garantire risultati accurati e realistici.

Nonostante esistano diversi metodi per valutare il Prodotto Interno Lordo (PIL), vi riportiamo qui di seguito la formula generale per calcolarlo:

PIL = Spesa delle famiglie + investimenti + esportazioni – importazioni

In altre parole, per calcolare il PIL di un paese, devi aggiungere tutte le spese sostenute dai consumatori nel corso di un periodo di tempo, più gli investimenti effettuati da aziende e governo in quel periodo, più l’ammontare complessivo delle merci e servizi venduti all’estero meno l’ammontare complessivo delle merci acquistate da altri paesi.

Esempio di calcolo del PIL

Di seguito è riportato un esempio di come potrebbe apparire il calcolo della PIL:

PIL = 200 milioni di dollari di spesa delle famiglie + 90 milioni di dollari di investimento + 15 milioni di dollari in esportazioni – 10 milioni di dollari in importazione
= 295 milioni di dollari

Leggi anche: Principali indicatori macroeconomici.

Perché considerare il PIL nel trading?

Il Prodotto Interno Lordo (PIL) è un indicatore macroeconomico molto importante da considerare quando si effettuano operazioni di trading. Il PIL misura la produzione totale del paese e fornisce informazioni su come sta andando l’economia nel suo complesso. Per esempio, le fluttuazioni del PIL possono avere un impatto significativo sul valore della moneta in circolazione, nonché sui prezzi degli asset finanziari.

Tenere d’occhio il PIL può, quindi, essere un modo utile per prevedere meglio le tendenze di mercato, soprattutto nell’ambito del trading. Gli investitori possono utilizzare vari indicatori economici tra cui tassi di interesse, inflazione e disoccupazione, ma il PIL può fornire un quadro più completo in quanto riflette l’attività economica generale nel paese o nella regione considerata.

Inoltre, studiare i dati storici legati al PIL può avere enormi benefici quando si fa trading, poiché ci aiuta a comprendere meglio la dinamica dell’economia globale e le sue relazioni con i mercati finanziari.

Alternative al PIL

Esistono numerosi modi alternativi in cui le prestazioni economiche possono essere misurate rispetto al Prodotto Interno Lordo (PIL), fra cui Gini Index, Indice di Disuguaglianza della Ricchezza (IWR), Indice di Intensità della disuguaglianza degli Utili lordi (GDI) e Indici di Democrazia.

  • Gini Index: un indice sviluppato nel 1912 dall’economista italiano Corrado Gini, misura la distribuzione della ricchezza all’interno di una certa popolazione. Il Gini riflette le differenze nell’abbondanza o meno di beni materiali fra diverse persone e varia da zero a uno, con zero che significa parità tra tutti gli individui e uno che significa tutta la ricchezza detenuta da una sola persona.
  • Indice di Disuguaglianza della Ricchezza (IWR): misura il grado in cui i ricchi controllano la maggior parte della ricchezza all’interno di un paese. Si basa sui redditi netti dichiarati dai contribuenti ed evidenzia come parte significativa del reddito vada a beneficio solo delle persone più facoltose.
  • Indice di Intensità della Disuguaglianza degli Utili Lordi (GDI): è simile al IWR, ma si concentra su generare utili invece che semplicemente su contenere la disuguaglianza nello stato patrimoniale. Questa metrica calcola l’intensità con cui il reddito proveniente da investimenti produttivi viene usato per pagare i dividendi agli azionisti piuttosto che reinvestirlo nella produzione stessa.
  • Indici di Democrazia: determina se le persone sono protette ed hanno modo di esprimere la loro opinioni. Questo indicatore può essere altrettanto importante quanto quantificare i livelli di ricchezza o povertà dato che misura vari aspetti dello statuto democratico quali i diritti umani fondamentali garantiti alle persone, l’equilibrio inter-partito ed l’accessibilità ai servizi dello Stato.

Leggi anche: Calendario economico.

PIL

Altri indicatori macroeconomici da considerare

PIL: Tutorial

Conclusioni

Per concludere, abbiamo visto quanto sia importante valutare il PIL in qualità di indicatore della salute economica del Paese.

Per un’analisi più completa dei titoli su cui investire, consigliamo di utilizzare il broker LiquidityX, il quale dispone di un’ampia gamma di indicatori di ogni genere per implementare le informazioni fornite dal PIL e realizzare un’analisi più accurata del titolo su cui investire. 

Ecco il link per accedervi e iniziare fin da subito con le proprie analisi preliminari:

Piattaforma: liquidityx
Deposito Minimo: 250€
Licenza: Cysec
  • Corso gratuito
  • Trading Central
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star

    FAQ

    Cos’è il PIL?

    Il Prodotto Interno Lordo (PIL) è una misura della ricchezza generata all’interno di un paese. Si tratta di una misura economica che rappresenta il valore totale di tutti i beni e servizi prodotti in un determinato periodo di tempo, come ad esempio un anno o un trimestre. Il PIL indica l’ammontare complessivo delle entrate generate dal sistema economico; può essere utilizzato per confrontare la ricchezza relativa tra paesi o per monitorare le tendenze sul lungo periodo nell’economia di un paese.

    Come si calcola il PIL?

    Il Prodotto Interno Lordo (PIL) viene calcolato facendo la somma della produzione lorda complessiva per ciascuna categoria di beni e servizi prodotti nel periodo considerato al prezzo corrente.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Alessia

    Alessia Colucci, laureata in economia nel 2023, ha sviluppato negli anni una fervente passione per gli investimenti. Fin dai primi mesi accademici, ha iniziato a dedicarsi al mondo finanziario, acquisendo una notevole esperienza nei mercati. La sua sete di conoscenza l'ha spinta a divorare libri su ogni aspetto economico del settore, contribuendo così a consolidare le sue competenze. Oggi, anche grazie alla sua profonda conoscenza di questo ambito, Alessia è riuscita ad unire la sua passione per la scrittura alla sua expertise economica. La sua abilità nel tradurre concetti complessi in linguaggio accessibile le consente di redigere guide professionali per investitori di ogni livello, per aiutarli ad operare al meglio.

    Lascia un Commento