Guida

Investire in Brasile: Azioni, ETF e soluzioni di investimento

Una guida completa e dettagliata su come investire in Brasile, tra i paesi emergenti più interessanti in assoluto.

Il Brasile è un paese in transizione, ad oggi è una delle 10 economie più grandi del mondo, con un PIL che supera i $1.400 miliardi di dollari. Tuttavia, i fondamentali dell’economia non sono così solidi e la crisi innescata dal Coronavirus ha causato una recessione di grande portata.

Investire in Brasile potrebbe rivelarsi un rischio o un’opportunità? Nel 2019, la società di consulenza AT Kearney ha rimosso il Brasile dalla sua lista dei 25 paesi più affidabili per gli investimenti esteri. Il paese era nella lista sin dalla sua istituzione nel 1998.  Non c’è una visione univoca degli analisti sull’economia brasiliana.

Senza dubbio stiamo parlando di una nazione ricca di aziende interessanti e con una Borsa finanziaria ben sviluppata. Le occasione per realizzare investimenti finanziari in Brasile non mancano ed in questa guida scopriremo tutte le migliori soluzioni per impiegare il nostro denaro nel paese carioca:

🎯 Nazione Brasile
💰 PIL $1.445
📈 PIL Pro Capite $6.790
⭕ Borsa finanziaria San Paolo (Bovespa)
Investire in Brasile

Un suggerimento iniziale? Il broker eToro offre una vasta scelta di azioni ed ETF legati al brasile, con possibilità di creare un portafoglio di investimento professionale e diversificato. Bastano 50 euro per attivare un conto e gli standard di sicurezza sono tra i più elevati in assoluto:

Clicca qui per aprire subito un conto di investimento con eToro

Come investire soldi in Brasile?

In un mondo pieno di prospettive da scoprire, non è mai troppo tardi per provare qualcosa di nuovo. Gli investitori alla ricerca di opportunità possono pensare di aggiungere un po’ di samba al loro portafoglio d’investimento.

Con un’economia in costante crescita, un mercato finanziario stabile e un clima di investimenti liberale, il Brasile ha il potenziale per primeggiare nella corsa tra i mercati emergenti. Le attività redditizie in Brasile sono sempre più numerose anche se negli ultimi anni, tra pandemia e instabilità politica, il clima è diventato più teso.

Azioni

In Brasile si può anche investire scegliendo alcune fra le prime 10 società quotate alla Borsa brasiliana. Ecco un breve elenco delle più interessanti con i dettagli sulle loro attività, la capitalizzazione di mercato e altre informazioni utili.

  • Petrobras: con il nome completo di Petróleo Brasileiro SA, è una società impegnata nell’industria petrolifera e del gas, di proprietà del governo brasiliano. Le principali attività di Petrobras vanno dall’esplorazione, produzione, raffinazione al trasporto, commercializzazione e distribuzione di prodotti petroliferi. La maggior parte della sua produzione è in Brasile mentre ha attività secondarie in Africa, Nord America, Sud America, Europa, e in Asia.
  • Banco do Brasil: è la più antica banca in Brasile ancora in attività, di proprietà del governo brasiliano. Fondata nel 1808, è un leader nazionale nel retail banking, coinvolto anche in servizi bancari commerciali, assicurativi e di private equity per le imprese e il settore pubblico.
  • Vale SA: una multinazionale impegnata nell’esplorazione, estrazione, lavorazione e produzione di metalli. È il più grande produttore di minerale di ferro e nichel al mondo, producendo anche manganese, ferroleghe, rame, bauxite, potassa, caolino e cobalto. Vale gestisce anche 9 centrali idroelettriche e una rete di ferrovie, navi e porti per il trasporto dei suoi prodotti.
  • Telefônica Brasil: società di telecomunicazioni, controllata dal gruppo spagnolo di telecomunicazioni, Telefónica. Negoziando in Brasile con il marchio Vivo, Telefônica Brasil offre una gamma di servizi tra cui accesso a Internet, televisione via cavo e satellitare, telecomunicazioni fisse e mobili.

Queste ed altre aziende carioca possono essere negoziate su eToro, uno dei pochissimi broker al mondo che permette di comprare le migliori azioni brasiliane. Con un investimento iniziale di soli 50 euro avremo possibilità di investire in Brasile direttamente dalla porta principale: le migliori aziende quotate!

Clicca qui per investire nelle migliori azioni brasiliane

Indice Bovespa B3

Il Brasile ha una delle borse più sofisticate al mondo: Bovespa B3. Si tratta di una piazza finanziaria creata nel 2008 dalla fusione tra la Borsa brasiliana Mercantile & Futures (BM&F) e la Borsa di San Paolo (Bovespa).

Quasi 450 società sono quotate su Bovespa B3 e tutte le negoziazioni di azioni e derivati si svolgono su una piattaforma di negoziazione elettronica, chiamata Megabolsa. La seconda borsa valori più grande del Brasile è la Borsa di Rio de Janeiro (BVRJ) che permette di investire in titoli di stato e valute.

La sessione di negoziazione è dalle 10 alle 17, ora di Brasilia. Esistono circa una dozzina di indici di Borsa, ma il più popolare continua ad essere proprio il Bovespa B3, poiché copre circa l’80% delle negoziazioni in termini di volume e circa il 70% della capitalizzazione di mercato dello scambio.

Si tratta di una soluzione perfetta per costruire un portafoglio con le migliori azioni del Paese partendo dal suo indice. Una modalità molto utilizzata per diversificare in partenza il nostro investimento:

Clicca qui per negoziare subito l'Indice Bovespa su eToro

ETF

Ecco una delle modalità di investimento più diffuse e popolari: gli ETF. Si tratta di fondi che replicano l’andamento di un benchmark di riferimento.

Ad oggi sono numerosi gli ETF legati al Brasile, molti di essi offrono performance di tutto rispetto. Negli ultimi anni gli ETF sono diventati la soluzione più utilizzata per investire in una specifica nazione. Si negoziano online, sono a gestione passiva ed i costi di accesso sono davvero bassi e competitivi.

Quali sono i migliori ETF Brasile? Ecco due Fondi molto negoziati:

  • FTSE Brazil 30/18 Capped: questo indice replica le aziende brasiliane a grande e media capitalizzazione di mercato. L’azienda più grande può pesare per massimo il 30% del portafoglio complessivo, mentre le altre aziende sono limitate ad un 18% di massimale.
  • MSCI Brazil: questo fondo replica le performance di tutte le più grandi aziende quotate presso la Borsa di San paolo. Un ottimo riferimento per lo stato di salute dell’economia carioca. Tra i Gestori che offrono questo ETF abbiamo iShares, Lyxor ed Amundi.

Dove negoziare i migliori ETF? Senza dubbio su eToro, un broker che permette di negoziare oltre 240 Fondi su una piattaforma professionale ed intuitiva. Le commissioni sono tra le più basse del mercato e tutta la negoziazione avviene online, con grande comodità per gli investitori:

Clicca qui per scoprire tutti gli ETF negoziabili su eToro

Titoli di Stato

Investire in obbligazioni garantite dallo Stato brasiliano è una soluzione che in molti hanno percorso. La motivazione? Ovviamente i rendimenti: oltre il 10%.

Da anni i titoli di Stato brasiliani offrono degli eccellenti rendimenti a 10 anni, anche se l’instabilità politica e finanziaria del Paese non rende di certo tranquilli gli investitori. In materia di “Bond” dobbiamo sempre considerare che un maggior rendimento corrisponde anche ad un maggior rischio per le nostre finanze.

Stiamo parlando di un investimento che per essere profittevole necessita di un capitale elevato: 20000 euro è il minimo, meglio ancora se questo denaro viene inserito all’interno di un portafoglio bilanciato con azioni ed ETF.

Il Broker online che permette di negoziare le migliori obbligazioni è Capex: 100 euro di deposito iniziale ed una piattaforma Metatrader perfetta per gestire i nostri investimenti!

Clicca qui per investire in obbligazioni con Capex

Immobili 

Comprare immobili in Brasile può offrire un apprezzamento del capitale fino al 20% annuo in alcune località. Ci sono tassi di cambio favorevoli, rendendo le transazioni immobiliari a buon mercato specialmente per gli investitori stranieri.

Le politiche progressiste portano molti miglioramenti in Brasile, tra cui una diminuzione dell’inflazione ai minimi storici al 5,7%.  Inoltre viene attivamente incoraggiato con incentivi l’investimento immobiliare dall’estero: è possibile possedere il 100% di terreni e proprietà.

Il costo della vita è inferiore del 20% rispetto all’Europa e i costi di manutenzione della proprietà estremamente bassi. L’aumento delle fiorenti industrie manifatturiere in Brasile ha favorito l’economia e l’autosufficienza nelle riserve di petrolio porta una grande stabilità.

Alcuni economisti ritengono che il Brasile sia tra i leader del futuro, soprattutto in funzione di queste caratteristiche:

  • Sole tutto l’anno, con temperature estive medie di 21 ° C.
  • Grande bellezza naturale con paesaggi fantastici e 7.000 km di spiagge.
  • Amichevole natura del popolo brasiliano.
  • Basso rischio internazionale di guerra, terrorismo o epidemie in Brasile.
  • Facile accesso tramite voli diretti da molti aeroporti internazionali.

Il Brasile ha eccellenti comunicazioni di volo diretto con l’Italia e il resto d’Europa, rendendolo una destinazione turistica conveniente. Questa accessibilità aumenta i potenziali rendimenti degli investimenti e rafforza il futuro promettente del Brasile.

Perché investire in Brasile?

Ancora oggi ci sono numerose motivazioni che spingono gli investitori a guardare con interesse al Brasile. Ecco le motivazioni principali:

  • Tasso di crescita: nel periodo 2004-2008, l’economia brasiliana è cresciuta in media del 4-5%. Molti considererebbero questi tassi di crescita meno impressionanti dei tassi osservati in Cina e in India, ma il Brasile continua comunque ad essere un eccellente hotspot di investimento.
  • Materie prime: il Brasile è uno dei pochi paesi al mondo autosufficienti per il petrolio, che svolge un ruolo cruciale nell’economia globale ed è anche leader nelle fonti energetiche alternative; produce più etanolo rispetto alla produzione combinata di Asia ed Europa. In tema di Commodity, è anche il secondo maggiore produttore di minerale di ferro al mondo.
  • Produzione industriale: con questa abbondanza di Materie Prime, i brasiliani stanno producendo di tutto, dai velivoli alle forcine. I decenni di iperinflazione e la valuta interna instabile sembrano essere finiti. Ci sono molti dati positivi che rendono il Brasile un candidato promettente per una crescita spettacolare.
  • Crescita aziendale: se prendiamo come riferimento il Bovespa, con le maggiore 60 aziende carioca, osserveremo come il tasso di crescita sia tra i più elevati al mondo. Nonostante coronavirus ed incertezza politiche, le aziende brasiliane continuano a volare sui mercati.

Ovviamente tutti questi fattori vanno letti in chiave macroeconomica, con gli scenari che tendono a mutare rapidamente. La nostra redazione sarà puntuale nell’aggiornare questa guida con tutte le modifiche del caso.

Clicca qui per investire subito in azioni ed ETF brasiliani

Investimenti italiani in brasile

Il Brasile ha uno dei climi di investimento più liberali per gli investitori esteri. Gli investitori non residenti, sia persone fisiche che giuridiche, possono investire nella maggior parte degli strumenti finanziari e dei mercati dei capitali disponibili per gli investitori residenti, senza alcuna restrizione.

Tuttavia, gli investitori non residenti sono tenuti ad assumere enti locali per agire come depositari e rappresentanti per questioni normative e fiscali. Inoltre, sono tenuti a completare altre formalità come la registrazione presso la Banca centrale brasiliana, il regolatore di borsa CVM e il Federal Revenue Service.

Gli investitori che desiderano un percorso più breve possono utilizzare l’opzione di operare come partecipanti (“passeggeri”) in conti collettivi registrati a nome di altri investitori. Tutti i fondi in entrata e in uscita dal Brasile devono essere registrati presso la Banca centrale mediante dichiarazioni presentate per via elettronica.

Per effettuare ordini in borsa, è inoltre necessario selezionare una società di intermediazione membro di BM&F Bovespa. La maggior parte degli istituti finanziari situati in Brasile offre diversi servizi relativi alla registrazione e agli investimenti dall’estero.

Gli investitori esteri possono investire nei titoli sottostanti di alcune delle società brasiliane ben note investendo in ADR quotati in borse americane e GDR quotati nei mercati europei.

Leggi anche: investire nel forex.

Investire in Brasile - dettagli

Conclusioni

In questa guida abbiamo scoperto come investire in Brasile in modo professionale. Soluzione come ETF o azioni sono perfette per costruire un portafoglio ben diversificato sull’economia carioca.

Prima di salutarvi vi lasciamo con due raccomandazioni di grande importanza:

  • Diversificare: ricordiamoci sempre di diluire il nostro investimento su più settori, come azioni, ETF e titoli di Stato. Minimizzando il rischio avremo modo di massimizzare i rendimenti nel corso del tempo.
  • Test su Demo: per costruire un ottimo portafoglio suggeriamo di ricorrere ad un conto demo, per fare pratica con soldi virtuali. Una soluzione ottima per trovare la giusta alchimia del nostro portafoglio prima di investire con denaro reale.

Non ci resta che completare la registrazione ed iniziare ad investire in Brasile:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Ti potrebbero interessare anche i seguenti approfondimenti:

    FAQ

    Il Brasile è un buon posto per investire?

    Il Brasile è un mercato attraente per gli investitori internazionali grazie a diversi fattori: un mercato interno di oltre 210 milioni di abitanti, la disponibilità di materie prime facilmente sfruttabili, un’economia diversificata ed una posizione geografica definita strategica.

    Gli investitori stranieri possono comprare azioni brasiliane?

    Certo, basta utilizzare uno dei Broker online regolamentati che quotano al loro interno titoli di Borsa di aziende carioca.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world