Strategie

Indicatore CCI: Cos’è e come funziona?

In questa guida spiegheremo cos’è l’indicatore CCI e come utilizzarlo per il trading.

Il nome completo è Commodity Channel Index (CCI) ed è molto popolare tra i trader di materie prime. Tuttavia, presenta alcune ottime indicazioni che lo rendono valido anche per il trading su mercati diversi, come quello del Forex. Ecco un grafico introduttivo:

🥇 Indicatore CCI 
🎯 Applicazione Mercati finanziari
📊 Piattaforma Metatrader
👍 Accuratezza Elevata

SUGGERIMENTO: se volete scoprire nel dettaglio il funzionamento dell’indicatore CCI, consigliamo sempre di leggere l’ebook in PDF che il broker online LiquidityX mette a disposizione di tutti i suoi utenti. All’interno dell’ebook, scritto da esperti del settore, vi sono nozioni e consigli su come utilizzare gli indicatori per analizzare l’andamento dei titoli. Data la semplicità del linguaggio utilizzato, la guida è adatta anche ai trader principianti: 

Clicca qui per scaricare subito l'Ebook gratuito di LiquidityX

Che cos’è l’indicatore CCI?

L’indicatore CCI è uno strumento di analisi tecnica utilizzato dai trader per misurare la forza dei movimenti di prezzo. È stato originariamente sviluppato negli anni ’70 dai trader di materie prime e da allora è diventato un punto fermo di molte piattaforme di trading.

Ma come funziona esattamente? Vediamo con maggiori dettagli le caratteristiche dell’indicatore CCI per scoprirlo.

Come funziona l’indicatore CCI?

L’indicatore CCI (Commodity Channel Index) viene visualizzato come un oscillatore, con una linea che oscilla tra -100 e +100. La linea del CCI viene solitamente disegnata sotto il grafico dei prezzi dell’asset che si sta analizzando.

L’indicatore CCI è composto da tre linee: una linea a zero, una linea di segnale e la linea dell’indicatore CCI stesso.

  1. La linea a zero rappresenta la media mobile semplice (SMA) dell’asset analizzato.
  2. La linea di segnale viene solitamente disegnata a +100 e -100, per aiutare a identificare le aree di ipercomprato e ipervenduto del mercato.

Quando la linea dell’indicatore CCI attraversa la linea di segnale da basso verso l’alto, indica un possibile segnale di acquisto. Viceversa, quando la linea dell’indicatore CCI attraversa la linea di segnale dall’alto verso il basso, indica un possibile segnale di vendita.

Come si calcola l’indicatore CCI?

L’indicatore CCI (Commodity Channel Index) viene calcolato utilizzando una formula matematica che prende in considerazione il prezzo medio, la deviazione media e un fattore di costante. Ecco come viene calcolato l’indicatore CCI:

  1. Calcolare la media mobile semplice (SMA) dell’asset analizzato. La SMA rappresenta la linea a zero dell’indicatore CCI.
  2. Calcolare la deviazione media, cioè la differenza tra il prezzo tipico e la SMA. Il prezzo tipico viene calcolato come la somma del prezzo massimo, minimo e di chiusura diviso per tre.
  3. Dividere la deviazione media per un fattore di costante, solitamente 0,015.
  4. Il risultato del calcolo viene quindi diviso per la deviazione media di un numero di periodi specifico (ad esempio, 20 periodi).

Il valore ottenuto viene infine rappresentato come un oscillatore, con una linea che oscilla tra -100 e +100. È importante notare che il periodo di riferimento può variare in base alle preferenze dell’analista tecnico. 

Come imparare ad utilizzare l’indicatore CCI?

Se sei un trader principiante, utilizzare l’indicatore ADX potrebbe apparire complicato. Per questo motivo, ti consigliamo di leggere l’eBook gratuito di LiquidityX sull’argomento, all’interno del quale potrai trovare un corso di trading completo, comprensivo di:

  • 👉🏻 Nozioni teoriche sull’indicatore ADX
  • 👉🏻 Esempi applicativi
  • 👉🏻 Strategie e consigli dei professionisti del settore

L’eBook è stato scritto in un linguaggio semplice e chiaro. Molti trader lo hanno già scaricato e ne hanno apprezzato la qualità e la professionalità. Se vuoi iniziare subito a studiare gli indicatori di trading e l’ADX, puoi scaricare il nostro eBook gratuito seguendo il link.

Clicca qui per scaricare subito l'Ebook gratuito di LiquidityX

Indicatore CCI

Come utilizzare l’indicatore CCI?

L’indicatore CCI (Commodity Channel Index) viene utilizzato per identificare i segnali di cambio di tendenza del mercato e le aree di ipercomprato o ipervenduto. Ecco alcuni modi comuni per utilizzare l’indicatore CCI:

  • Rilevare le divergenze: quando il prezzo dell’asset analizzato è in fase di trend rialzista, ma l’indicatore CCI mostra un trend ribassista, si verifica una divergenza bearish. Viceversa, quando il prezzo è in fase di trend ribassista, ma l’indicatore CCI mostra un trend rialzista, si verifica una divergenza bullish. Questa situazione può indicare un possibile cambio di tendenza del mercato.
  • Identificare le aree di ipercomprato e ipervenduto: se la linea dell’indicatore CCI supera la linea di +100, indica che l’asset analizzato si trova in una zona di ipercomprato. Al contrario, quando la linea dell’indicatore CCI scende sotto la linea di -100, indica che l’asset si trova in una zona di ipervenduto. In entrambi i casi, questi livelli possono indicare che il mercato è estremamente overbought o oversold, aprendo quindi la possibilità di un’inversione di tendenza.
  • Utilizzare i segnali di acquisto e vendita: se il CCI attraversa la linea di segnale dall’alto verso il basso, indica un possibile segnale di vendita. Viceversa, quando la linea dell’indicatore CCI attraversa la linea di segnale da basso verso l’alto, indica un possibile segnale di acquisto. Tuttavia, è importante confermare questi segnali con altri strumenti di analisi.

Leggi anche: Indicatori di volatilità.

Strategia con l’indicatore CCI

L’indicatore CCI (Commodity Channel Index) può essere applicato in modo pratico utilizzando numerose strategie. Tra le più comuni ritroviamo:

  • Trading range: questa strategia prevede l’utilizzo dell’indicatore CCI per identificare i livelli di ipercomprato e ipervenduto all’interno di un trading range. Quando l’indicatore si trova al di sopra della linea di +100, viene considerato ipercomprato; quando l’indicatore si trova al di sotto della linea di -100, viene considerato ipervenduto. In questi casi, si può cercare di acquistare al di sotto della linea di -100 o di vendere al di sopra della linea di +100.
  • Crossover: in questo caso, si cerca l’incrocio dell’indicatore CCI con il livello zero. Quando l’indicatore attraversa il livello zero dall’alto verso il basso, viene considerato un segnale di vendita; quando l’indicatore attraversa il livello zero dal basso verso l’alto, viene considerato un segnale di acquisto.
  • Divergenza: si basa sull’osservazione delle divergenze tra l’indicatore CCI e il prezzo del bene. Se il prezzo del bene raggiunge un nuovo massimo, ma l’indicatore CCI non segue la stessa tendenza, potrebbe essere un segnale di una possibile inversione della tendenza al ribasso.
  • Breakout: si concentra sull’identificazione di breakout al di sopra o al di sotto dei livelli di ipercomprato o ipervenduto. Quando il prezzo del bene supera la linea di +100 dopo essere stato ipercomprato, o supera la linea di -100 dopo essere stato ipervenduto, ciò può indicare una possibile continuazione della tendenza.

Indicatore CCI: Tutorial

Per tutti coloro che vogliono saperne di più riguardo l’indicatore CCI, ecco un tutorial di approfondimento: 

Altri indicatori di trading per investire

Ecco altri indicatori da tenere in considerazione, oltre al CCI, quando si effettua l’analisi tecnica:

Note finali

Nel complesso, l’indicatore CCI può essere utilizzato in vari modi per aiutare gli investitori a individuare le opportunità di mercato promettenti e a evitare i rischi associati all’affidarsi a decisioni affrettate o a ipotesi errate sui movimenti futuri dei prezzi.

🔽SUGGERIMENTO FINALE🔽

Se siete alla ricerca di un valido strumento per migliorare la performance dei vostri investimenti in borsa, dovreste considerare l’aggiunta dell’indicatore CCI alla vostra strategia di trading. Con un po’ di pratica e l’Ebook di LiquidityX, sarete in grado di utilizzare questo potente indicatore per individuare le tendenze chiave prima che si verifichino e prendere decisioni di investimento più consapevoli.

Clicca qui per scaricare l'eBook gratuito di LiquidityX

FAQ

Quando conviene comprare con l’indicatore CCI?

La strategia di trading di base quando si utilizza il CCI consiste nell’acquistare quando si muove al di sopra di 100 e vendere quando si muove al di sotto di 100.

Qual è l’impostazione migliore per l’indicatore CCI?

L’impostazione standard dell’indicatore CCI è 14, il che significa che misurerà le recenti variazioni di prezzo rispetto alla media delle variazioni di prezzo su 14 periodi di tempo. Un’impostazione inferiore a 14 determina una media più reattiva, che oscilla più frequentemente tra i livelli +100 e -100 e non rimane a lungo in nessuno dei due cicli.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Alessia

Alessia Colucci, laureata in economia nel 2023, ha sviluppato negli anni una fervente passione per gli investimenti. Fin dai primi mesi accademici, ha iniziato a dedicarsi al mondo finanziario, acquisendo una notevole esperienza nei mercati. La sua sete di conoscenza l'ha spinta a divorare libri su ogni aspetto economico del settore, contribuendo così a consolidare le sue competenze. Oggi, anche grazie alla sua profonda conoscenza di questo ambito, Alessia è riuscita ad unire la sua passione per la scrittura alla sua expertise economica. La sua abilità nel tradurre concetti complessi in linguaggio accessibile le consente di redigere guide professionali per investitori di ogni livello, per aiutarli ad operare al meglio.

Lascia un Commento