Guida

I rischi della Borsa: Quali sono e come gestirli al meglio [2019]

Quali sono i rischi della Borsa? Non solo gli utenti tengono lo sguardo fisso sugli andamenti ed i rendimenti dei vari mercati, ma anche sui vari rischi ai quali si va incontro durante l’attività di Trading Online.

Ricordiamo, infatti, che senza una adeguata formazione in materia è difficile elaborare previsioni corrette. In questo caso, il margine di errore è molto alto. Tutto ciò che un giovane Trader può fare per iniziare al meglio la sua esperienza sui mercati, riducendo al minimo i rischi connessi, sono due importanti scelte:

  • Una buona formazione didattica
  • La scelta di una piattaforma certificata e professionale

 

I rischi della Borsa

I rischi della Borsa

Cercare di conoscere nel dettaglio i vari rischi della Borsa è senza dubbio una parte molto importante per investire nel 2019. Un livello molto alto di rischio infatti, può portare ad un cambio repentino del valore complessivo propri investimenti.

Nei prossimi paragrafi, analizzeremo nel dettaglio le modalità di un corretto approccio al mondo dei mercati finanziari.

I rischi della Borsa: Perché le previsioni sono così importanti

Essere al corrente dei rischi presenti in Borsa è importante per ogni singolo Trader e investitore. Qualsiasi sia il tipo di Asset che viene mantenuto in portafoglio, è necessario conoscere i rischi previsti. Infatti, ciò consente di scoprire uno dei parametri più importanti per tutti gli operatori di Borsa: il Rischio/Rendimento.

In cosa consiste? Trattasi di un indicatore molto semplice che ci permette di comprendere in modo chiaro e rapido quanto stiamo -rischiando- al fine di ottenere il rendimento desiderato. Solitamente, gli esperti raccomandano di investire sempre con un rapporto di almeno 1/3. Questo significa che se dal nostro investimento ci aspettiamo di avere un ritorno economico di €300, non dobbiamo rischiare più di €100 per ottenerlo.

Ovviamente questa è solo una modalità per gestire al meglio i rischi o quantomeno per ottimizzarli. Nel complesso, lo scenario è più complicato e spesso prevedere con anticipo è davvero difficile a causa di circostanze economiche e politiche di difficile previsione. Tuttavia, questo concetto ci introduce l’importanza di effettuare previsioni di Borsa corrette ed affidabili.

Seppur ognuna con un margine di errore, insisto nella previsione, una corretta formulazione di tali previsioni ci permetterà di prevedere o addirittura anticipare l’andamento futuro del mercato.

I rischi della Borsa: L’importanza di fare pratica su un Conto Demo

Come anticipato, investire in Borsa significa considerare i rischi finanziari ma anche constatare i problemi che ci potrebbero essere sotto il punto di vista geopolitico nei prossimi mesi o anni. Questo ragionamento va fatto per tutti gli Asset. Anche nel settore del Forex e dei CFD è prima di tutto necessario considerare tutti i possibili rischi finanziari mentre si decide di lavorare alla propria strategia di trading.

Al fine di comprendere l’importanza di riconoscere tali eventi esterni all’interno della nostra operatività, il consiglio pratico che possiamo darvi è il seguente. Ovvero, valutare attentamente la questione del rischio anche quando si fa pratica con un conto demo, come quello di IQ Option, clicca qui per aprire un conto.

Durante la fase di Backtesting della nostra strategia, sarà importante includere anche tutte quelle variabili geopolitiche che potranno incidere positivamente o meno ai fini della nostra operatività. Un aiuto molto importante ci viene dato dal “Calendario economico” in cui è possibile vedere, giorno per giorno, quali sono le notizie macroeconomiche di maggiore impatto.

Ottieni un conto Demo gratuito e fai pratica con il calendario economico

I rischi della Borsa: L’opinione di Natixis

La Banca d’affari Francese, Natixis, ha stilato un rapporto in cui ha elencato i maggiori rischi geopolitici per il biennio 2018/2019. Secondo la sua indagine, effettuata dagli analisti agli investitori, circa il 77% delle persone intervistate si è dichiarato spaventato dai tassi d’interesse. La loro paura è data dal fatto che un loro disallineamento comporterebbe il rischio di una bolla speculativa.

Inoltre, l’indagine ha portato ad un’altra interessante conclusione. Infatti, dal momento che molti investitori sono alla continua ricerca di rendimenti, tutti gli Asset sono diventati mediamente più rischiosi. Questo perché, in economia, un rendimento maggiore è dato anche (come conseguenza strutturale) da un livello di rischio maggiore. Insomma, maggiori rischi e maggiori rendimenti.

La conseguenza più immediata di questo aspetto è stato il fatto che i prezzi degli Asset si sono gonfiati notevolmente. Coloro che conoscono un minimo la storia della finanza, sanno benissimo che se i prezzi dei beni non sono più allineati con l’economia reale, il rischio di bolla speculativa è molto alto.

Da qui, nasce la paura degli investitori raggiunti dall’indagine di Natixis. Tuttavia, anche in questo caso c’è una soluzione pratica ed efficace per gestire al meglio il rischio derivante da una bolla finanziaria. Scopriamo quale.

I vantaggi dell’operatività con i CFD

Data la natura volatile dei mercati, il prezzo di un Asset può salire o scendere. In passato, gli investitori ottenevano benefici dai loro investimenti solo quando il prezzo del titolo saliva. Ad oggi, la situazione è ben diversa. Da oltre 10 anni sono presenti sui mercati i contratti CFD (Contract For Difference). Questi contratti permettono di investire e trarre profitto sia in caso di rialzo che di ribasso del titolo in questione. Infatti, esistono due tipologie con CFD:

CFD Rialzista: questo strumento replica fedelmente l’andamento dell’Asset e genera un profitto in caso di rialzo.

CFD ribassista: Al contrario, questo strumento genera un profitto quando il prezzo dell’Asset perde valore. Il tutto sempre replicando fedelmente il suo andamento sui mercati.

Insomma, con i CFD basterà effettuare una corretta analisi di mercato ed individuare la giusta direzionalità del titolo. Se fatta bene, questa strategia ci porterà profitti in entrambi i casi. Un vantaggio incredibile che già migliaia di Trader in tutta Europa stanno sfruttando per i loro migliori investimenti.

Ovviamente, i contratti CFD vengono offerti solo da piattaforme certificate e regolamentate. Scegliamo sempre un Broker con la garanzia della CONSOB o della CySec per operarà con i CFD in totale sicurezza. Qualche esempio? In Italia eToro e 24option sono due piattaforme regolamentate ed all’avanguardia con le quali fare un’ottimo Trading con i CFD.

I rischi della Borsa: Due modalità per ottimizzarli al meglio

Analizziamo adesso due strumenti di Trading fondamentali che ci permetteranno di ottimizzare l’impatto dei rischi sul nostro investimento. Ricordiamo che il rischio è una parte sempre presente nel mondo finanziario, eliminarlo del tutto è impossibile. Di fatto, non esiste uno strumento finanziario che garantisce un rendimento senza nessun rischio. Qualora dovessimo leggere di proposte simili, come nel caso di Bitcoin Future o Bitcoin Code, significa che siamo in presenza di truffe belle e buone. Anche le famose Penny Stock sono cariche di eccessivi rischi.

Quindi, come ottimizzare i rischi al meglio? Vediamo due semplici strumenti che possiamo utilizzare fin dai nostri primi passi nel mondo del Trading.

Lo Stop Loss

Lo Stop Loss, letteralmente “stop alla perdita”, è uno strumento di gestione del rischio che serve al trader per limitare le perdite in ogni singola operazione di trading.

Dal punto di vista tecnico, con lo Stop Loss il trader comunica al proprio broker il livello al quale deve chiudere la posizione in perdita. In questo modo l’operatore stabilisce prima di operare la quantità massima di capitale che è disposto ad intaccare con una specifica operazione.  In altre parole, lo Stop Loss è un ordine limite, di acquisto o di vendita, inoltrato al proprio intermediario contestualmente al livello di ingresso del trade (“entry level” o “entry point”).

Lo Stop Loss è quello strumento che consente di applicare in modo coerente i criteri del proprio piano di money management. Vediamolo nel dettaglio.

Il Money Management

Per comprendere al meglio questo strumento, ipotizziamo di avere a disposizione 500 euro per speculare in Borsa. Meglio piazzare 50 ordini da 10 euro ciascuno che 2 da 250 euro. Se la negoziazione andrà male avremo limitato le perdite a 10 euro e non a 250 euro. Trattasi di Money Management, la base del successo di ogni Trader.

Si tratta di una logica conservativa e fatta di una speculazione lungimirante. Non si può, infatti, pensare di chiudere tutte le operazioni con segno positivo. È impossibile guadagnare sempre. Anche i migliori inciampano. L’importante è proprio il fatto di minimizzare le perdite, riducendo il più possibile l’impatto negativo di un’operazione andata male.

Il Money Management, strategia utilizzata da tutti i Trader professionisti, serve proprio a questo.

I rischi della Borsa: La volatilità

Secondo gli analisti, i rischi che ci sono per chi investe in Borsa hanno come causa principale la volatilità. Questo aspetto spesso è la conseguenza di tensioni geopolitiche o più semplicemente di analisi grafiche che richiedono una correzione del titolo in esame.

Spesso, un aumento della tensione geopolitica potrebbe avere un effetto sul prezzo delle materie prime. Infatti, le cosiddette Commodity sono tra gli Asset che risentono maggiormente dell’instabilità politica di uno o più Paesi. Tuttavia, le possibilità di ottenere lauti profitti investendo in questo settore sono notevoli, come descritto in questo articolo.

Sempre a proposito di rischi, la Deutsche Bank ha deciso di stilare una classifica dei 30 possibili rischi borsistici per il bienni in corso. Tra i più importanti, segnaliamo:

  • Aumento dell’inflazione negli USA
  • Nuova presidenza Fed
  • Salari tedeschi che sorprendono al rialzo
  • Cambiamento di governance nella Bank of Japan
  • Probabile fine del Quantitative Easing
  • Correzione del mercato azionario USA
  • Forte volatilità Bitcoin
  • Tensioni politiche in Corea del Nord
  • Impatto della riforma fiscale USA maggiore del previsto
  • Sviluppi su Brexit e negoziati
  • Elezioni presidenziali in Regni Unito, Irlanda e Russia
  • Aumento dei prezzi delle materie prime
  • Rischio bolla immobiliare in Canada, Australia, Cina
  • Economia cinese più in difficoltà del previsto

Come è possibile notare, una parte di questi rischi finanziari sono gli stessi che sono stati citati all’interno dell’analisi di Natixis. Si tratta quindi di rischi molto avvertiti dagli addetti ai lavori. Sarà necessario comprenderli al meglio per operare con profitto sui mercati.

Quali sono i mercati borsistici più inclini al rischio della volatilità?

Molto spesso, i sondaggi sono l’unico strumento a disposizione per prevedere questo rischio. L’indagine della Natixis si conclude proprio con questi importanti dati. Insomma, è stato chiesto quale Asset crea maggiore preoccupazione. Ecco le risposte:

  • 64% degli intervistati: Bolla sul Bitcoin
  • 42% degli intervistati: Bolla sul mercato Obbligazionario
  • 30% degli intervistati: Bolla sul mercato Azionario

Molto spesso, il rischio bolla viene associato ad un qualcosa di molto negativo per gli investitori. Nella realtà, come già visto nel precedente paragrafo, attraverso i CFD è possibile trarre enormi profitti anche in caso di crollo repentino dell’Asset. In altre parole, quando il Bitcoin è sceso del 10% in meno di 24 ore, i Trader che hanno avuto la bravura di aprire un CFD Short (ribassista) hanno ottenuto profitti per centinaia o migliaia di Euro.

Per questo motivo, quello che raccomandiamo sempre ai nostri lettori consiste nel fare delle previsioni accurate, rialziste o ribassiste che esse siano. Una volta che si riesce ad individuare la direzionalità del titolo, con i CFD i profitti saranno lauti. Come già specificato, per fare ciò occorre dotarsi di una piattaforma regolamentata. Ad esempio, eToro permette addirittura di copiare i Trader migliori attraverso l’innovativo sistema del Copy Trading brevettato nel 2007.

Lo analizzeremo meglio nei successivi paragrafi.

Come scegliere una piattaforma adeguata: Suggerimenti utili

Sicuramente, il modo per rischiare il meno possibile all’interno della Borsa consiste nello di scegliere una piattaforma di trading regolamentata, insomma un Broker sicuro e valido.

Scegliere una piattaforma di trading sicura e regolamentata significa prima di tutto registrarsi all’interno di una piattaforma che mette al primo posto le necessità degli utenti, proteggendolo da possibili frodi. Come si fa a definire un broker regolamentato ed autorizzato? Semplicemente lo si fa in base a dei criteri. Il primo, quello più importante, è dato dalle certificazioni che dispone da parte degli enti regolatori.

In maniera molto semplice, possiamo dire che un broker è definito regolamentato ed autorizzato quando è sottoposto a controllo da parte di autorità internazionali. Questo deve rispettare i limiti imposti.

In Italia, ad esempio, l’ente che regola e gestisce questo sistema è la CONSOB.

Licenza Cysec

Licenza Cysec

In generale, sotto il punto di vista internazionale le società sono altre e devono tutte sottostare alle normative della MiFID. Dunque, questo significa che se una piattaforma è regolamentata direttamente da un’autorità internazionale che fa parte dell’Unione Europea, di conseguenza tale piattaforma sarà autorizzata ad operare anche in Italia.

In altre parole, tutti i broker che hanno richiesto ed ottenuto la regolamentazione come ad esempio CySEC, FCA o BaFin, possono operare in Italia. Il tutto sotto il controllo della CONSOB in base a quanto disposto dalla MiFID.

La lista delle piattaforme di trading autorizzate e regolamentate dalla CONSOB è molto lunga, tuttavia noi abbiamo deciso di scegliere soltanto i migliori. Le scopriremo nei successivi paragrafi.

Il ruolo chiave della CONSOB

È estremamente importante tenere in grande considerazione la certificazione CONSOB. Per mezzo dell’autorizzazione CONSOB, le piattaforme possono inoltre anche operare all’interno del territorio italiano. Questo significa dunque che tutti i cittadini italiani possono iniziare ad utilizzarlo in totale fiducia e sicurezza.

Allo stesso tempo, tutti i Broker che offrono i propri servizi in Italia, devono essere sottoposti a supervisione da parte dell’ente di regolamentazione. Per questo motivo, tutti i broker che vogliono operare, in modo legale ed autorizzato in Italia, devono essere controllati ed autorizzati dalla CONSOB.

La CONSOB è l’organo di regolamentazione Italiano. Il suo principale compito consiste nel controllare il corretto svolgimento delle pratiche dei broker nei confronti degli utenti e stilare poi una lista dei broker “registrati” sicuri. Inoltre, denunciare invece quelli non sicuri attraverso numerosi bollettini pubblicati ogni mese.

Sono solo questi alcuni dei motivi per i quali riteniamo sia alquanto importante evitare le piattaforme non regolamentate e operare solo con broker regolamentati. All’interno del sito sono presenti anche una lista dei warning ovvero degli allarmi in casi di truffe o abusivismo finanziario. Per fare un esempio, nel solo 2018 sono stati 51 i casi denunciati, e tanti altri sono stati denunciati nel 2017.

Vediamo dunque insieme le migliori piattaforme di trading per investire in sicurezza. Tutte piattaforme totalmente sicure e regolamentate.

I rischi della Borsa: Ecco le migliori Piattaforme per gestirli al meglio

In questa guida abbiamo selezionato attentamente tre Broker in base ai seguenti requisiti imprescindibili:

  • Regolamentazione Consob
  • Formula Zero Commissioni
  • Assistenza al cliente di prima qualità

Ecco un’analisi dettagliata della piattaforme con tutti i loro vantaggi.

IQ Option

Con IQ Option, clicca qui per aprire un conto è possibile investire e fare trading sul mercato forex, con un broker di successo e sicuro. IQ Option, clicca qui per aprire un conto, mette a disposizione una piattaforma di trading online autorizzata e regolamentata!

Puoi scegliere di utilizzare la piattaforma di trading online IQ Option, con un conto demo gratuito da €10.000. In alternativa è possibile scegliere di utilizzare un conto reale con un deposito minimo di appena €10.

Sarà possibile avere un accesso immediato diretto a tutte le valute forex, e sarà anche possibile fare operazioni con trade minimi da 1 €.

In pratica, decidendo di fare trading con la piattaforma di IQ Option, sarà possibile scegliere di investire e fare trading con svariate e semplici opportunità di trading. È possibile arrivare fare ciò grazie alla piattaforma semplice da utilizzare, ma allo stesso tempo professionale.

È semplicemente necessario fare aprire un conto demo trading, testare la piattaforma e iniziare ad operare con essa! Puoi scegliere ad esempio di investire con il broker forex IQ Option con conto demo o conto reale, e allo stesso tempo, sfruttare il servizio di formazione gratuito IQ Option comprendenti le video lezioni gratuite. All’interno di queste video lezioni sarà possibile imparare come impostare le migliori strategie di trading.

Inoltre, scegliendo IQ Option sarà possibile anche avere la possibilità di investire su un mercato diversificato e quindi operare su svariati mercati finanziari:

  • Conto demo gratuito
  • Trade minimi da €1
  • Layout multi-grafico
  • Analisi tecnica
  • Forex
  • Materie prime
  • ETF
  • Criptovalute
  • Piattaforma regolamentata ed autorizzata CySEC
  • Quotazioni storiche
  • Piattaforma mobile
  • Avvisi sulla volatilità
  • Aggiornamenti di mercato
Inizia ad operare con IQ Option con un Account di solo €10

eToro

eToro

eToro

Oltre ad IQ Option, è presente anche la piattaforma di eToro (clicca qua per un conto demo gratuito), leader assoluto nel trading supportato da Intelligenza Artificiale. Questo Broker permette di svolgere al meglio le funzionalità del Trading Automatico grazie al sistema brevettato del Copy Trading.

Inoltre, la piattaforma di trading eToro mette a disposizione un conto demo totalmente gratuito ed illimitato. Questo conto è per altro ideale per tutti i trader, che lo possono utilizzare per investire e fare trading con le strategie forex, scegliendo di copiare in automatico altri trader.

Simultaneamente, è possibile aprire un conto reale e investire in modo professionale su svariati Asset, grazie ad esempio agli indicatori forex. Per far questo, è previsto un deposito minimo di €200, molto basso rispetto alla media del settore.

Grazie ad eToro, è possibile impostare i segnali forex direttamente dalla piattaforma, sfruttando al massimo il social trading. Con questo innovativo sistema, avremo a disposizione la possibilità di utilizzare in ogni momento la complicità degli altri trader, ma anche di condividere con loro tutte le opinioni e le strategie di trading.

Come anticipato, è possibile fare ciò, sia con un conto di trading demo che con un conto di trading reale. A prescindere dal conto che viene utilizzato, la piattaforma di trading è sempre la stessa. Fin dalla sua nascita, nel 2007, eToro è sempre stato un Broker rivoluzionario. Ad oggi sono migliaia i Trader che lo utilizzano sono in Italia.

Registrati su eToro e scopri i vantaggi del Copy Trading

24Option

La piattaforma di trading 24Option, apri un conto è considerata da moltissimi trader come una piattaforma di trading professionale e funzionale per investire all’interno del mercato forex e non solo.

Si tratta di una piattaforma di trading che risulta essere completamente semplice ed intuitiva per tutte le tipologie di trading. La piattaforma è quindi estremamente versatile, grazie alla sua piattaforma Metatrader, la più amata dagli investitori di tutto il mondo.

Con la piattaforma di 24Option è possibile scegliere di investire e fare trading non solo sul mercato forex, ma anche sul mercato delle materie prime, e sugli ETF, se non anche sulle criptovalute. L’offerta è davvero vasta e per guidare i meno esperti nel mondo degli investimenti c’è la possibilità di scaricare gratuitamente un Ebook davvero ben fatto. Questa guida ha già avuto migliaia di download in tutta Italia, proprio per la sua chiarezza e per la capacità di dare un’eccellente formazione di base agli aspiranti Trader.

Scarica gratuitamente l'Ebook offerto da 24option in questo Link

Infine, questa piattaforma mette a disposizione in modo gratuito per tutti i suoi clienti il servizio di Segnali di Trading. Trattasi di analisi di mercato accurate svolte dai professionisti della Trading Central, i quali ad analisi ultimata invieranno il segnale di acquisto/vendita su uno specifico Asset. In questo modo, il trader non dovrà fare altro che leggere il segnale e decidere in autonomia se entrare o meno a mercato. Tuttavia, avere dei veri professionisti che fanno delle analisi per noi è un grande vantaggio.

Iscriviti al servizio di Segnali di Trading messo a disposizione da 24option

I rischi della Borsa: Considerazioni finali

In questa guida abbiamo affermato chiaramente che il rischio è una componente insita in ogni investimento. Eliminarla del tutto è impossibile tuttavia ci sono ottimi strumenti, come lo Stop Loss o il Money Management, per ridurla in modo professionale e vantaggioso per la nostra operatività

In seguito, la scelta di una piattaforma certificata sarà un passo importante per il nostro Trading. Sarà fondamentale scegliere solo Broker certificati ed in linea con la nostra CONSOB, il più importante ente regolatore in Italia. All’interno della lista di operatori abilitati della Consob troviamo diversi Broker che offrono la possibilità di operare con i contratti CFD.

Insomma, operare con i CFD con la formula “zero commissioni” è un aspetto vincente per un trading profittevole. molte piattaforme, seppur regolamentate, hanno il grande svantaggio di presentare alti costi di gestione o sull’eseguito. Ci riferiamo a piattaforme bancarie come Fineco o BancoPosta.

Per ottimizzare al meglio questo aspetto e per avere una totale sicurezza di professionalità, abbiamo quindi individuato tre operatori che sono dotati di tutti gli aspetti sopra elencati:

 

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un Commento