Tesla

Tesla (Clicca qui per grafici e quotazioni in tempo reale) non è solo uno scienziato, ingegnere elettrico, inventore e fisico serbo che è il padre dei motori elettrici, della corrente alternata e della distribuzione elettrica polifase. Tesla è anche però il nome dell’azienda fondata dal visionario Elon Musk, che produce veicoli e automobili elettriche ed anche sistemi di immagazzinamento dell’energia, quali batterie. Tesla Motors è un’azienda quotata al NASDAQ con il simbolo di TSLA, nel lontano 2013, l’azienda registrò il suo primo anno in profitto della storia.

Migliori piattaforme per investire in Borsa

Broker Caratteristiche Tipologia Recensioni Apertura conto
Plus500 Una delle piattaforme leader in Europa, perfetta per fare trading in Borsa (serivzio CFD) CFD Recensione Iscriviti
24 Option Notifiche di trading gratis. Formazione 1 a 1 CFD, Opzioni Recensione Iscriviti
Iq Option Demo gratuita illimitata, deposito minimo 10 euro Opzioni Recensione Iscriviti
Markets.com Facilissima da usare, demo gratis, corsi gratis CFD Recensione Iscriviti
rischio di trading

Quando uscì la Tesla Roadster, la prima automobile prodotta da Tesla, fu subito un grande successo, in quanto si trattò della prima macchina sportiva totalmente elettrica. Successivamente Tesla introdusse la Model S (una berlina di lusso), che fu seguita dalla Model X, un SUV. Poi arrivato il Model 3. Le vendite della Model S hanno raggiunto le 100 mila unità nel Dicembre 2015, dopo 3 anni e mezzo dall’uscita del modello. La Model S è stata anche l’auto elettrica che ha venduto di più nel 2015.

La Tesla produce anche prodotti per la ricarica in casa ed ufficio, e installa ogni anno nuovi Supercharger, che è il network di stazioni per ricaricare gratuitamente in poco tempo la propria macchina.

L’obiettivo del CEO Elon Musk, è quello di diventare un costruttore indipendente, e di vendere auto elettriche a prezzi competitivi per i consumatori. La model 3 infatti, ha un prezzo di circa 35 mila euro (incentivi esclusi). Tesla si sta impegnando anche molto per la costruzione di batterie domestiche (Powerball) e servizi per le aziende come il Powerpack.

L’arrivo in Borsa di TESLA

Il 29 Gennaio del 2010, Tesla iniziò la procedura di arrivo in borsa con una richiesta alla SEC, con un IPO sottoscritta da Goldman Sachs, Morgan Stanley, J. P. Morgan, e Deutsche Bank Securities. Nel Maggio del 2010, Tesla annunciò una partnership con Toyota, he acquistò 50 milioni di azioni di Tesla tramite una vendita privata. I CEO di tutte e due le aziende hanno affermato la loro intenzione di “cooperare nello sviluppo di veicoli elettrici, parti, e sistemi di produzione e supporto ingegneristico”.

Durante il 29 giugno 2010, Tesla Motors ha annunciato la sua offerta pubblica iniziale al Nasdaq. 13.300.000 azioni ordinarie sono state emesse al pubblico ad un prezzo di US $ 17.00 per azione. L'IPO ha raccolto ben 226 milioni di dollari per la società. È stata la prima casa automobilistica americana ad andare in borsa, dopo la Ford Motor Company che ebbe la sua IPO nel 1956, e entro il 2014 Tesla ha raggiunto un valore di mercato pari alla metà di quella di Ford. Nel mese di novembre del 2013, le azioni di Tesla sono scese più del 20 per cento, dopo la notizia di un incendio della Model S. In totale i proprietari affetti da questo problema sono stati 3, e tutti e tre i proprietari hanno ordinato una nuova Model S. Nei mesi successivi Tesla ha sviluppato un sistema di protezione della batteria a costo zero per la Model S. Non è stato preso nessun ulteriore intervento normativo, anche se ci sono stati alcuni incidenti e più recentemente, nel gennaio 2016 una Model S ha preso fuoco in una stazione Supercharger norvegese.

Nonostante il calo, Tesla era ancora il top performer sull'indice Nasdaq 100 nel 2013. Tesla ha cercato di vendere 40.000 veicoli elettrici in tutto il mondo nel 2014, aggiungendo la Cina, Hong Kong, Giappone, e Australia alla lista dei paesi dove esporta automobili, ma ha poi ridotto la sua previsione sulle vendite fino a 33.000 unità per il 2014 nel mese di novembre 2014.

Perché investire in Tesla

Come avete avuto modo di capire, l’IPO di Tesla fu di soli 17 dollari per azione, e adesso i prezzi sono cresciuti esponenzialmente:

azioni tesla

Tesla ha ormai catturato l’attenzione di tutti gli investitori che vogliono investire nel settore elettrico, in special modo adesso che Tesla non costruisce solo automobili, ma anche la Powerwall, la batteria perfetta per immagazzinare energia, magari creata attraverso i pannelli solari, senza dover pagare la bolletta dell’Enel. È quindi ovvio che stiamo parlando di un’azienda diversificata, che produce macchine sempre più avveniristiche e si sta espandendo anche nel mondo delle batterie domestiche, le Powerwall stanno infatti avendo un grande successo anche in Italia.

Per quanto riguarda le automobili, i nuovi modelli X e 3 stanno avendo un grande successo, in quanto i prezzi stanno iniziando ad essere sempre più “umani”, e Tesla potrebbe iniziare a produrre automobili per il mercato di massa, a dei prezzi ragionevoli (la Model 3 costa 35 mila euro, ed è un bel passo avanti rispetto ai 100 mila della S).

C’è quindi un grande potenziale per gli investitori, che potranno avere dei grossi guadagni se Tesla continuerà su questa strada. Tuttavia, la tecnologia è molto innovativa, ma ancora non sappiamo se le batterie e i veicoli di Tesla riusciranno ad essere durevoli nel tempo. Tesla deve inoltre lavorare molto sulla produzione di massa per iniziare a macinare profitti, l’azienda infatti non è ancora profittevole, ma nella Silicon Valley si sa, non è poi così tanto essere profittevoli, ma conta di più avere delle grandi idee per il futuro, e la Model 3 e la Powerwall sono dei prodotti di massa che garantiranno un futuro assicurato a Tesla da qui a 10 anni.

Come investire in Tesla

Investire nell’azienda di Elon Musk, è molto semplice e veloce. Basta registrarsi sul broker Plus500, che consente il trading di azioni Tesla con un broker regolato da Consob, Cysec ed anche MiFID, nel pieno rispetto delle leggi Europee. Puoi aprire un conto di trading con Plus500 cliccando su questo link sicuro. Basta poi quindi caricare sul proprio conto il quantitativo di denaro che si vuole investire, con il proprio conto corrente, carta di credito, Neteller, Skrill e tutti gli altri metodi di pagamento accettati.

Successivamente potrete comprare, oppure vendere le azioni di Tesla, godendo dei dividendi e dall’incredibile rialzo di questa azienda che in pochi anni è passata da 17 dollari a ben 200 dollari. Per le quotazioni in tempo reale di Tesla con Plus500, puoi consultare questa pagina.

Borse e indici

Principali borse mondiali
AEX Olanda
CAC 40 Francia
Euro Stoxx 50
Ibex 35
SMI Svizzera
FTSE 100 Gran Bretagna
FTSE Athex Grecia
Hang Seng Hong Kong
Wall Street
NASDAQ
Dow Jones
MIB
Nikkei
DAX
Borsa Italiana

Azioni

A2A
AbbVie
Alibaba
Amazon
Apple
Banca Popolare di Milano
Banco Popolare
CARIGE
Creval
Coca Cola
Deutsche Bank
BPER
Enel
Eni
Facebook
FCA
Ferrari
Generali
Google
Intesa Sanpaolo
Luxottica
Mediaset
Microsoft
Mondo TV
Monte dei Paschi di Siena
Poste Italiane
SAIPEM
Tesla
Twitter
Unicredit
Yahoo
Volkswagen
Telecom Italia
UBI Banca