Ferrari

Scopri con noi come investire con semplicità e sicurezza nelle azioni Ferrari, che sono pronte a crescere con te, fornendoti guadagni e dividendi sul breve e lungo termine, grazie al profondo rinnovamento, che è arrivato sin dallo scorporo da FCA, e dalla nuova strategia di mercato. Le azioni di Ferrari sono state senza ombra di dubbio l’evento più importante sui mercati nel 2015, e continueranno ad essere un punto cardine di qualsiasi investitore di azioni nel 2016.

Migliori piattaforme per investire in Borsa

Broker Caratteristiche Tipologia Recensioni Apertura conto
Plus500 Una delle piattaforme leader in Europa, perfetta per fare trading in Borsa (serivzio CFD) CFD Recensione Iscriviti
24 Option Notifiche di trading gratis. Formazione 1 a 1 CFD, Opzioni Recensione Iscriviti
Iq Option Demo gratuita illimitata, deposito minimo 10 euro Opzioni Recensione Iscriviti
Markets.com Facilissima da usare, demo gratis, corsi gratis CFD Recensione Iscriviti
rischio di trading

L’arrivo a Wall Street e alla Borsa di Milano da parte di Ferrari (simbolo: RACE) è stato uno degli avvenimenti più attesi, e adesso che l’azienda ha iniziato ad essere scambiata sulle più importanti piazze mondiali, c’è da capire se sarà vantaggioso investire in Ferrari o meno, se il portafoglio crescerà insieme alla Ferrari. Abbiamo quindi creato una guida per aiutarvi nell’investimento con Ferrari, che vi permetterà di massimizzare i guadagni nel titolo azionario RACE.

Ferrari: la storia finanziaria di un gruppo fatto di eccellenze

Fondata nel lontano 1947, la Ferrari è diventato uno dei brand più di valore al mondo. La sua linea di automobili parte dai 200 mila euro per arrivare fin sù ai 500 mila. L’auto più costosa mai venduta fu una Ferrari 250 GTO del 1962, per ben 35 milioni di dollari.

azioni ferrari

La Ferrari mantiene la sua esclusività producendo solo 7000 veicoli l’anno. La domanda superare sempre l’offerta, ecco uno degli ultimi richiestissimi modelli di Ferrari, la Ferrari 488GTB:

comprare azioni ferrari

Ferrari ha soltanto una volta superato il suo limite di produzione a 7000, producendo 7318 veicoli nel 2012. Ma già dal 2012 ha venduto 6922 al ribasso del 5.4 rispetto al 2012. Ovviamente tutte le Ferrari vengono prodotte su commissione, e sono specialmente richieste da Arabi, Russi ed Americani. Mediamente vengono prodotte circa 19 Ferrari ogni giorno.

Nonostante questo limite di Ferrari nella produzione, dettato dall’esclusività, i guadagni di Ferrari sono comunque aumentati del 5% nell’ultimo periodo, fermandosi alla cifra da capogiro di 2.3 miliardi di dollari. Ecco dove vengono fatti gran parte dei profitti da parte di Ferrari:

ferrari vendite

Anche i profitti netti sono saliti del 5.4% a 246 milioni di euro. L’aumento di profitti è arrivato anche grazie alla possibilità di personalizzare il proprio veicolo da parte degli acquirenti.

Marchionne, Amministratore Delegato di Ferrari, ha affermato che c’è una grande intenzione dell’azienda di espandersi nei mercati asiatici. Tuttavia, le varie leggi e le regolamentazioni potrebbero impedire la crescita di vendita in Cina ed in altri paesi asiatici.

Se i nostri piani di espansione falliranno, il nostro business, potrebbe impattarne, ha affermato Marchionne.
Nonostante la recente volatilità nell’industria automobilistica, la Ferrari continua a mostrare una solida crescita ed una forte distinzione del suo brand. Questo significa che la crescita delle azioni di Ferrari potrebbe essere un ottimo game-changer per il portfolio di qualsiasi investitore.

Azioni Ferrari 2016

Le azioni di Ferrari sono in rialzo nonostante i dati che hanno portato un pò di malcontento tra gli esperti. Infatti i dati sui profitti del quarto trimestre 2015, annunciati all’inizio di Febbraio 2016 da parte di Ferrari, hanno registrato un guadagno netto di 55 milioni di euro, un crollo del 44% rispetto al trimestre dell’anno precedente. Il Trend annuale rimane comunque positivo
Il trend degli ultimi 5 anni di Ferrari, è comunque molto roseo:

trend ferrari

L’azienda è infatti riuscita a superarsi ogni anno:
2012: 2.23 mld
2013: 2.34 mld
2014: 2.76 mld
2015: 2.85 mld

Dividendi Ferrari

L’azienda ha comunque affermato che secondo gli analisti le vendite aumenteranno dell’1.6% quest’anno. E che pagherà un ottimo dividendo di 0.46 euro per azione, con un payout totale di 87 milioni di euro.

Azioni Ferrari Grafico e Prezzo

Ecco il grafico ed il prezzo delle azioni Ferrari (RACE), che attualmente stanno andando molto bene e sono in aumento del 6.69%:

andamento azioni ferrari

Comprare azioni Ferrari

Plus500

Investire in Ferrari, è molto semplice. Prima di tutto lo potete fare sia al rialzo che al ribasso, tramite il broker Plus500. Non è mai stato così facile fare trading con la piattaforma di trading azioni Plus500, che dinamicamente adatta il proprio livello di rischio in base alle condizioni di mercato ed allo strumento selezionato.

Azioni Ferrari Borsa Italiana

Investire nelle azioni Ferrari, significa investire in un titolo azionario estremamente resistente alle crisi. Infatti nel 2008, durante la grave crisi finanziaria, le vendite di Ferrari calarono soltanto del 5%. Questo perché il target di Ferrari è ovviamente una clientela più facoltosa del ceto medio. Il 34% dei possessori di Ferrari ha infatti almeno un’altro veicolo della casa di Maranello. Quindi una nuova possibile crisi non riuscirà a mettere in crisi il brand del Cavallino Rampante. E’ sicuramente il momento migliore per investire in Ferrari con Plus500.

Plus500 è un broker CFD (contratti per differenza) ideale per investiere in Borsa ma anche su forex e materie prime. E' molto sicuro e affidabile, soprattutto è facilissimo da utilizzare. Per aprire subito un conto clicca su Plus500 clicca qui.

Borse e indici

Principali borse mondiali
AEX Olanda
CAC 40 Francia
Euro Stoxx 50
Ibex 35
SMI Svizzera
FTSE 100 Gran Bretagna
FTSE Athex Grecia
Hang Seng Hong Kong
Wall Street
NASDAQ
Dow Jones
MIB
Nikkei
DAX
Borsa Italiana

Azioni

A2A
AbbVie
Alibaba
Amazon
Apple
Banca Popolare di Milano
Banco Popolare
CARIGE
Creval
Coca Cola
Deutsche Bank
BPER
Enel
Eni
Facebook
FCA
Ferrari
Generali
Google
Intesa Sanpaolo
Luxottica
Mediaset
Microsoft
Mondo TV
Monte dei Paschi di Siena
Poste Italiane
SAIPEM
Tesla
Twitter
Unicredit
Yahoo
Volkswagen
Telecom Italia
UBI Banca