Criptovalute

Crypto.com: Recensione ufficiale ed opinioni 2022

Crypto.com è uno dei tanti exchange presenti sul mercato e fra gli operatori a mostrare il più alto volume sugli scambi. Partito con poche funzionalità, ha gradualmente inserito molti servizi integrativi per gli utenti registrati, sempre associati al mondo delle criptovalute.

Ti permette in primo luogo di comprare, vendere e scambiare fra centinaia di asset crypto (sia storici che di nuova emissione), nonché di accedere a servizi di pagamento tramite carte fisiche, che possono essere richieste ed ottenute direttamente sulla piattaforma.

Ci troviamo quindi a valutare in modo completo ed imparziale un exchange che si è fatto strada nel corso del tempo. Non mancheranno opinioni e recensioni online su Crypto.com, esposte da chi, la piattaforma, dice di averla provata in modo diretto.

🥇 Exchange Crypto.com
🎯 Sede Hong Kong
⭐ Token negoziabili + 150
📊 Piattaforma Proprietaria

Conviene utilizzarlo? Quali sono le commissioni che propone? Esistono delle alternative che ti permettono di risparmiare sui costi? Domande che avremo modo di approfondire a breve, focalizzando l’attenzione anche sulla principale alternativa agli exchange puri, ossia i derivati.

Soluzione che viene proposta da broker professionali e con reali licenze, come ad esempio eToro. Lo stesso operatore può addirittura essere utilizzato sia come exchange (per l’acquisto reale delle criptovalute) sia come piattaforma di CFD, per negoziare senza possedere alcun asset.

Clicca qui ed accedi alla sezione crypto su eToro

Cos’è Crypto.com?

Crypto.com è una piattaforma nata nel 2016, inizialmente con il nome “Monaco” e divenuta dopo due anni dalla fondazione “Crypto.com”. Partita come società innovativa, è considerata una delle prime realtà ad aver creduto nell’interazione fra finanza tradizionale e settore crypto.

Ha quindi iniziato a promuovere una piattaforma abbastanza facile da utilizzare, utile per gestire da una parte le attività sulle principali criptovalute e dall’altra attività di pagamento, con vere e proprie carte con circuito VISA.

Un servizio sicuramente innovativo, ma che aveva portato già alcuni utenti registrati a recensire negativamente le tempistiche di consegna delle carte. Con gli anni è tuttavia cresciuto sotto molti punti di vista, cercando di risolvere alla meglio le principali problematiche esistenti.

Ad oggi Crypto.com offre:

  • Scambi sulle principali criptovalute, tramite il suo exchange;
  • Servizi avanzati sul settore dei NFT, ossia dei non-fungible-token;
  • Servizi di pagamento, tramite la carta VISA in metallo;
  • Sistemi di Cashback, per ottenere ritorni dalle proprie attività finanziarie;
  • Servizi DeFi, con un portafoglio per criptovalute, meccanismi di staking e molto altro.

Crypto.com: pro e contro

Cerchiamo a questo punto di entrare subito nel dettaglio e di evidenziare i principali punti di forza (ossia i vantaggi) ed i principali punti di debolezza (ossia gli svantaggi) di Crypto.com e delle funzionalità di questo exchange di criptovalute:

Vantaggi:

  • Non richiede un deposito minimo troppo elevato;
  • Ha commissioni competitive, seppur più alte rispetto ad altri competitor;
  • Offre un sistema di Cashback interno;
  • Ha un programma di lending, ossia di prestito su criptovalute;
  • Offre sistemi di pagamento moderni, basati su una carta VISA;
  • Ha un numero di criptovalute soddisfacente per effettuare scambi.

Svantaggi:

  • Essendo la carta di pagamento appartenente al circuito VISA e non MasterCard, potrebbe non essere accettata da alcuni esercenti esteri (soprattutto in America);
  • Non è presente alcun conto demo;
  • L’exchange non supporta ancora i prelievi in Euro (ossia in valuta fiat);
  • Le gestione potrebbe mostrarsi più complessa di altri operatori.

Per fare un esempio, il broker eToro propone sin dalla sua fondazione la possibilità di poter depositare e prelevare anche in euro, senza dover necessariamente convertire e trasferire l’asset crypto. Offre inoltre una gestione altamente semplificata, adatta anche ai principianti.

Clicca qui per scoprire il broker eToro

Come aprire un conto su Crypto.com

Per completezza, vediamo i passaggi che vengono richiesti da Crypto.com per aprire un account. Il conto sulla piattaforma può essere aperto indistintamente tramite la modalità web desktop (ossia sul proprio browser), o con l’applicazione Crypto.com per dispositivi mobili.

Ecco gli step per registrarsi su Crypto.com:

  1. Accedi sulla pagina ufficiale della piattaforma e clicca sulla voce “Sign Up”;
  2. Inserisci tutti i dati personali che ti vengono richiesti, come ad esempio nome, cognome, indirizzo di posta elettronica e così via;
  3. Cliccando sul tasto “Continua” riceverai un’email con codice OTP, da inserire sulla piattaforma;
  4. Crea una password ben strutturata e clicca su “Submit”;
  5. Verifica il tuo numero di telefono tramite il codice di conferma che ti verrà inviato tramite SMS;
  6. Completa la fase di verifica dell’identità (la cosiddetta KYC), caricando un documento in corso di validità;
  7. Utilizza le credenziali per effettuare il login su Crypto.com.

A questo punto, l’unica soluzione è quella di procedere con il caricamento di un deposito reale, vista l’assenza di un conto demo. Molti broker alternativi, come ad esempio eToro, ti permettono invece di iniziare senza alcun impegno, con un conto demo illimitato. Lo stesso rappresenta un reale valore aggiunto, poiché ti permette da una parte di testare e di conoscere la piattaforma, senza rischiare sul tuo capitale reale e dall’altra di fare pratica sul mercato delle criptovalute.

Clicca qui per il conto demo di eToro

Come depositare e prelevare su Crypto.com

Aperto il tuo account, non essendo purtroppo presente alcun conto demo, per accedere ai servizi in modalità reale devi caricare un deposito. Per fare ciò l’exchange mette a disposizione diverse soluzioni, ossia:

  • Depositi in criptovalute: accedendo sulla dashboard, cliccando su “Conti” e successivamente su “Crypto Wallet”, è possibile selezionare la criptovaluta che vogliamo comprare. La piattaforma invierà un indirizzo al quale spedire il quantitativo di token.
  • Acquisto con carta: è possibile registrare la propria carta sulla piattaforma, selezionare le criptovalute di interesse e procedere con lo scambio diretto;
  • Trasferimento bancario via SEPA (i fondi EUR Wallet possono successivamente essere utilizzati per comprare criptovalute.

Suggerimento: ti ricordiamo che molti broker ed exchange moderni, permettano anche di caricare depositi fiat in euro in modo rapido, anche con piattaforme di pagamento digitali, come ad esempio PayPal. Uno dei broker a permettere ciò è eToro, con deposito minimo a partire da 50€.

Passando ai prelievi, è bene considerare come sull’exchange sia possibile effettuare prelievi in crypto. Anche in questo caso sono richiesti pochi passaggi:

  1. Accedere sull’account e cliccare su “Wallets”;
  2. Cliccare su “Spot Wallet”;
  3. Individuare la criptovaluta da voler prelevare e cliccare su “Withdraw”;
  4. È quindi possibile inviare ad un portafoglio esterno, o depositare dall’exchange all’app Crypto.com.

Come funziona Crypto.com?

Vediamo quindi di presentare nel dettaglio il funzionamento di Crypto.com, che come preannunciato si presenta un ecosistema con più servizi legati al mondo della finanza ed a quello delle criptovalute.

Aprendo un account si ha accesso ad una serie di funzionalità integrate, che partono dalla compravendita di criptovalute, passando per sistemi di ricompense (come ad esempio lo staking), fino ad arrivare al lending (non disponibile in Italia), arrivando a carte di pagamento e molto altro.

Più nello specifico, nel corso dei paragrafi successivi focalizzeremo l’attenzione su:

  • Crypto.com Exchange: scambio di criptovalute;
  • Crypto Earn di Crypto.com;
  • Supercharger di Crypto.com;
  • Crypto.com DeFi Wallet;
  • Crypto.com NFT Marketplace;
  • Carte di pagamento VISA di Crypto.com.

Crypto.com Exchange: comprare e vendere criptovalute

Il business principale di Crypto.com è ovviamente permettere agli utenti registrati di acquistare criptovalute. Il processo di acquisto è messo a disposizione sia dalla modalità web desktop che tramite applicazione per dispositivi mobili. I passaggi richiesti sono:

  1. Accesso sulla pagina ufficiale e ricerca del token di interesse sulla schermata “Monitora”;
  2. Selezionando la criptovaluta si aprirà un grafico in tempo reale, con tutti i dati del token;
  3. Cliccando sulla voce di acquisto è possibile selezionare il metodo di pagamento e procedere con lo scambio sulla base dei tassi di conversione.

Nel corso degli ultimi anni, Crypto.com ha iniziato a specializzarsi anche nelle attività di trading su derivati. Per via della mancanza di regolamentazioni CONSOB, sul sito ufficiale si legge che in Italia non è tuttavia consentito fare trading di derivati con questo exchange.

Ti ricordiamo in ogni caso come ad oggi esistano molte piattaforme professionali ed altamente specializzate in trading di criptovalute. Un esempio è il broker con licenza XTB, che ti permette di accedere a decine di asset crypto e di negoziarle sia al rialzo che al ribasso.

In questo caso non hai bisogno di alcun wallet di deposito, poiché i CFD si basano solamente sulla replica della criptovaluta di interesse. Con XTB puoi beneficiare di zero costi fissi sulla gestione (si applicano bassissimi spread), di un conto demo gratuito e depositi molto bassi.

Clicca qui per scoprire il trading CFD crypto su XTB

Crypto Earn

Nel caso si possedessero criptovalute già acquistate nel proprio portafoglio, è poi possibile utilizzare il servizio di Crypto Earn per fare staking di criptovalute. Un’attività che consente di immobilizzare i tuoi token per un determinato periodo di tempo e ricevere in cambio ricompense.

Le ricompense che vengono generate possono essere token CRO, oppure gli stessi token selezionati per la messa in stake. È sempre possibile scegliere a propria discrezione il periodo di blocco degli asset, che può variare da 1 mese, 3 mesi e così via.

Ti ricordiamo che una valida alternativa, che permette di mettere in stake determinate criptovalute, con tassi API sempre esposti in modo chiaro e trasparente, è eToro. Con lo stesso puoi partecipare in autonomia al crypto staking su Cardano (ADA) e Tron (TRX).

Scopri di più sullo staking di criptovalute di eToro

Supercharger

Un po’ come avviene con lo staking, anche Supercharger di Crypto.com dà la possibilità di ottenere potenziali ricompense passive dalla detenzione dei propri token. Il meccanismo risulta tuttavia abbastanza complesso ed è necessario disporre di un minimo di conoscenze in materia.

In linea generale, i fondi crypto possono essere inseriti all’interno di specifiche pool (ossia piscine di liquidità). In una seconda fase, è l’exchange stesso ad erogare eventuali premi e rendimenti sulla base dei fondi messi a disposizione in quel determinato periodo di tempo.

DeFi Wallet

Crypto.com DeFi Wallet si presenta come uno dei tanti portafogli digitalizzati per custodire criptovalute, con la speranza di farle crescere con il passare del tempo. Si tratta in altri termini di un secondo applicativo, sempre legato all’ecosistema di Crypto.com.

La società mette infatti a disposizione due sistemi per archiviare le criptovalute. Propone da una parte il Wallet integrato su Crypto.com App e dall’altra il Crypto.com DeFi Wallet. Con quest’ultimo puoi conservare oltre 500 criptovalute.

È inoltre possibile supportare anche NFT ERC 721ed ERC 1155. Ma quali sono le differenze fra i due servizi? Con Crypto.com App non hai alcun controllo delle chiavi private delle tue criptovalute in portafoglio, mentre con DeFi Wallet Crypto.com hai controllo ed accesso alle chiavi private.

Al di là ciò, è possibile ricordare come solamente nel mese di gennaio 2022, Crypto.com sia stato aggredito da un pesante attacco hacker, che ha compromesso circa 400 account degli utenti. I danni stimati sono stati pari a circa 15 milioni di dollari. La società ha in ogni caso risarcito i fondi agli iscritti. Problematiche che perdurano ormai da anni su molti operatori di fama mondiale.

NFT Marketplace

Ulteriore servizio, è il Marketplace di NFT, ossia di non-fungible token, asset digitalizzati che esistono solamente in formato virtuale e che hanno avuto la capacità di generare un colossale interesse nel corso degli ultimi due anni.

Il Marketplace ti permette di cercare l’NFT di tuo interesse, di valutare il prezzo di acquisto e di acquistarlo utilizzando criptovalute. Per ogni opera digitale viene messo a disposizione l’indirizzo, il prezzo di partenza e la durata dell’asta qualora venga selezionata questa soluzione di vendita.

Carte di pagamento VISA

Prima di dare uno sguardo ai costi, è bene aprire una piccola parentesi sui servizi di pagamento proposti da Crypto.com. Sulla base delle singole esigenze, è possibile selezionare una delle 5 carte con circuito VISA disponibili:

  • Midnight Blue, associata ad una detenzione Stake di CRO in portafoglio anche da 0 euro: non offre alcun vantaggio legato a società partner ed offre prelievi gratuiti fino ad un massimo di 200 euro mensili;
  • Ruby Steel, associata ad una detenzione Stake di CRO in portafoglio da 350 euro: offre una ricompensa CRO dell’1%, sconti dedicati su Spotify e prelievi gratuiti fino ad un massimo di 400 euro mensili;
  • Royal Indigo & Jade Green, associata ad una detenzione Stake di CRO in portafoglio da 3.500 euro: offre una ricompensa CRO del 2%, sconti dedicati su Spotify e Netflix e prelievi gratuiti fino a 800 euro mensili;
  • Frosted Rose Gold & Icy White, associata ad una detenzione Stake di CRO in portafoglio da 35.000 euro: offre una ricompensa CRO del 3%, sconti dedicati su Spotify, Netflix ed Amazon Prime, vari bonus e prelievi gratuiti fino a 800 euro mensili;
  • Obsidian, associata ad una detenzione Stake di CRO in portafoglio da 350.000 euro: offre una ricompensa CRO del 5%, sconti su tutti i partner associati e prelievi gratuiti fino a 1.000 euro mensili.

Crypto.com: commissioni e costi

Il tasto dolente di ogni exchange è sicuramente quello delle commissioni. Cerchiamo quindi di capire da vicino quali sono i costi che Crypto.com exchange richiede agli utenti. In primo luogo, non esistono costi di gestione interni sui prelievi e sui depositi.

Devi tuttavia tenere fortemente in considerazione i costi sulla blockchain che paghi per sostenere il deposito in criptovalute (stesso discorso vale anche per lo spostamento dei token in caso di prelievo). Le vere commissioni sono associate agli scambi e Crypto.com ha un sistema su volumi.

In altri termini, più effettui scambi elevati sulla piattaforma e più ottieni sconti. Al momento di questa stesura, le fee variano da:

  • Un massimo di 0,0500% (per volumi 0-25.000$) ad un minimo di 0% (per volumi da 200.000.001$) per l’utente maker;
  • Un massimo di 0,0700% (per volumi 0-25.000$) ad un minimo di 0,0150% (per volumi da 200.000.001$) per l’utente taker.

Sottolineiamo inoltre una commissione aggiuntiva, in caso di liquidazione forzata, pari allo 0,5%. È possibile evitare di pagare commissioni su Crypto.com? L’unico sistema per azzerare le commissioni di scambio è fare staking di token CRO su un valore minimo di 50.000.000 (ossia un valore altissimo, alla portata di pochi utenti, non di certo alle prime armi).

Crypto.com: criptovalute supportate

Uno dei principali punti di forza di Crypto.com è sicuramente la presenza di un database crypto nella media e con centinaia di criptovalute. È importante considerare come ogni servizio presente sulla piattaforma mostri determinati asset crypto supportati.

Per fare un esempio, Crypto.com DeFi Wallet permette di archiviare oltre 700 criptovalute, sia storiche che di nuova emissione. Quanto alla sezione degli scambi, ossia per negoziare sulle criptovalute in modo diretto, troviamo decine di strumenti, fra i quali:

  • Bitcoin;
  • Ethereum;
  • Cardano;
  • Litecoin;
  • Ripple;
  • Algorand;
  • Avalanche;
  • Axie Infinity;
  • Compound;
  • Crypto.com Coin;
  • Curve;
  • Dogecoin…

Alternative a Crypto.com

Come annunciato nell’introduzione, Crypto.com è solamente uno dei tantissimi exchange disponibili ad oggi sul mercato e che sta cercando di contrastare la crescita di molte altre piattaforme che propongono servizi simili.

Ecco un elenco con 10 competitor di Crypto.com:

  1. eToro
  2. Binance
  3. Coinbase
  4. Huobi
  5. KuCoin
  6. Young Platform
  7. Bitstamp
  8. Bitpanda
  9. Kraken
  10. Bittrex

Crypto.com: opinioni e recensioni

Quali sono le opinioni e recensioni su Crypto.com exchange? Effettuando rapide ricerche online è possibile constatare la presenza di numerose testimonianze sulla piattaforma, alcune positive ed altre negative, volte a sottolineare i principali punti di debolezza.

Ad essere molto apprezzato, è il numero soddisfacente di criptovalute disponibili (l’exchange lo rinnova costantemente, integrando anche asset di nuova emissione). A non convincere gli utenti, sono invece la mancanza del conto demo ed i prelievi in criptovalute.

Per un utente alle prime esperienze, potrebbe effettivamente essere molto complesso riuscire a completare un’operazione di prelievo di criptovalute tramite indirizzi e spostare così i fondi su un wallet esterno.

Cosa dicono gli utenti online e le opinioni reali presenti sui principali siti di recensioni? Con una rapida analisi sulla piattaforma autorevole Trustpilot, il punteggio di Crypto.com è pari a 2,1 stelline su 5 (quindi basso), sulla base di 5.960 recensioni al momento attuale.

Crypto.com: forum

Prima di procedere con le dovute conclusioni, ti ricordiamo che puoi restare costantemente aggiornato su Crypto.com exchange e sulle principali opinioni sulla piattaforma, utilizzando diversi canali e sistemi online.

Su forum di criptovalute specifici, puoi ad esempio leggere reali testimonianze degli utenti, o esporre tue considerazioni in merito. Anche su apposite sezioni su Reddit vengono spesso aperti dibattiti da persone interessate ad utilizzare servizi come Crypto.com.

Ciò che ovviamente teniamo a sottolineare, onde evitare di incappare in fake news su Crypto.com, è di prestare sempre la massima attenzione e di verificare il più possibile la fonte informativa. Fai sempre affidamento su siti professionali e gestiti da esperti.

crypto.com

Conclusioni

Crypto.com è uno dei centinaia di exchange che continuano a lottare per ottenere la supremazia sul mercato, aggiungendo servizi su servizi. Nel corso della nostra guida abbiamo evidenziato quelli più importanti, soffermandoci sui costi, sui pro e sui maggiori punti di debolezza.

Al di là dei servizi accessori, che si sono mostrati nella media abbastanza professionali, molte volte a ripagare è tuttavia la semplicità delle funzionalità, ma soprattutto l’attenzione su chi decide di avvicinarsi al settore per la prima volta (e qui l’operatore evidenza alcune mancanze).

Per questo motivo, l’assenza di un conto demo è una reale debolezza per tutti coloro interessati a testare la piattaforma senza correre rischi, o a muovere i primi passi sul mondo delle criptovalute. Ad oggi molti exchange e broker hanno infatti compreso l’importanza di una demo.

Una delle più complete? Sicuramente quella del broker eToro, che non ha vincoli specifici, non ti obbliga a caricare nessun deposito minimo iniziale (puoi in altri termini iniziare fin da subito in pochi step) e che non ha alcuna scadenza (vengono accreditati 100.000$ virtuali rinnovabili).

Clicca qui per registrarti su eToro e provare il conto demo

Leggi anche:

FAQ

A cosa serve Crypto.com?

Crypto.com è un exchange di criptovalute come tanti altri, integrato in un ecosistema più ampio, volto ad offrire servizi di pagamento, staking crypto, lending ed altro ancora.

Dove ha sede Crypto.com?

Foris DAX MT Limited è la società che opera con il nome commerciale di “Crypto.com” e che gestisce la piattaforma omonima. La società è registrata ed ha sede a Malta, con diversi uffici in tutto il mondo.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un Commento

hello world