Guida

Warrant: cosa sono e come funzionano

In questa guida scopriremo cosa sono i warrant e come funzionano questi strumenti finanziari derivati.

Sono ampiamente utilizzati nel mondo del mercato azionario da esperti e professionisti del settore. Per questo motivo, noi di Investireinborsa.me abbiamo creato questa guida pratica per scoprire tutte le caratteristiche dei warrant e imparare a utilizzarli per investire.

🚀 Attivo Warrant
🎯 Mercato Derivati finanziari
📌 Tipi Call e put
📈 Alternative Opzioni – Futures 

Cosa sono i warrant?

I warrant sono certificati che conferiscono al titolare il diritto di acquistare o vendere un’attività sottostante, come azioni o valute, a un prezzo specifico per un determinato periodo di tempo.

Gli investitori possono utilizzare i warrant per coprire la propria posizione sul mercato o per speculare sul movimento del prezzo dell’attività sottostante. Se ritengono che il prezzo dell’attività sia destinato a salire, possono acquistarla per ottenere potenziali guadagni. D’altra parte, se ritengono che il prezzo dell’attività stia scendendo, possono utilizzare questo derivato per coprire la loro posizione ed evitare potenziali perdite.

Come funzionano i Warrant?

Sebbene il titolare di un warrant possa scegliere se esercitare o meno il diritto di acquistare o vendere l’attività sottostante, il prezzo della transazione è predeterminato dalla società emittente ed è chiamato prezzo di esercizio. Ecco come funzionano i mandati nel dettaglio:

  • La data o il termine specifico in cui un mandato diventa effettivo dipende dal tipo di contratto.
  • I mandati di tipo europeo possono essere esercitati solo alla data di scadenza.
  • I warrant di tipo americano possono essere esercitati in qualsiasi momento tra l’acquisto e la scadenza.
  • Possono essere scambiati liberamente a patto che ci sia un investitore interessato a venderli e un altro ad
  • acquistarli.
  • I termini sono in genere da uno a due anni.
  • Di solito vengono acquistati e venduti prima della data di scadenza.

È importante notare che quanto più vicina è la data di scadenza, tanto minore è la probabilità che il prezzo dell’attività sottostante superi il prezzo di esercizio.

Caratteristiche principali dei warrant

  • Il prezzo di esercizio è il prezzo concordato al quale il possessore può acquistare o vendere l’attività sottostante. Il premio è il prezzo o il costo di acquisizione del diritto (prezzo del warrant).
  • L’attività sottostante è il titolo su cui viene emesso il mandato. Può trattarsi di attività finanziarie come azioni, obbligazioni, materie prime, indici e valute.
  • La data di scadenza è l’ultimo giorno in cui il titolare può esercitare il proprio diritto, ovvero l’ultimo giorno di vita del mandato.
  • La parità di un warrant è il rapporto o il numero di mandati necessari per negoziare un’unità dell’attività sottostante.
  • Il punto di pareggio, noto anche come breakeven point, è il punto in cui, se il possessore di un mandato decide di esercitare il contratto, non guadagnerebbe né perderebbe nulla.

Tipi di warrant

I tipi di mandati includono i warrant Call, che danno al possessore il diritto di acquistare l’attività sottostante a un prezzo stabilito in una data futura, e i warrant Put, che danno al possessore il diritto di vendere l’attività sottostante alla stessa data.

Warrant Call

I warrant call sono certificati che conferiscono al titolare del mandato il diritto di acquistare una certa quantità di azioni di una società o di una valuta a un prezzo fisso in un determinato momento futuro.

Ad esempio, se un investitore acquista un warrant call con un prezzo d’esercizio di 50 dollari e una scadenza a 6 mesi, avrà il diritto di acquistare 100 azioni della società per 50 dollari ciascuna nei 6 mesi successivi. Se il prezzo delle azioni della società sale a 60 dollari durante questo periodo, l’investitore può esercitare il suo diritto e acquistare 100 azioni a soli 50 dollari l’una, ottenendo un profitto di 10 dollari per azione. Se il prezzo dell’azione non supera il prezzo di esercizio del mandato, l’investitore non eserciterà il suo diritto e lascerà semplicemente che il mandato scada senza valore.

Warrant Put

I warrant put sono certificati che conferiscono al titolare del mandato il diritto di vendere una certa quantità di azioni di una società o di una valuta a un prezzo fisso in un determinato momento futuro.

Ad esempio, se un investitore acquista un warrant put con un prezzo d’esercizio di 50 dollari e una scadenza di 6 mesi, avrà il diritto di vendere 100 azioni della società per 50 dollari ciascuna nei 6 mesi successivi. Se in quel periodo il prezzo delle azioni della società scende a 40 dollari, l’investitore può esercitare il suo diritto e vendere 100 azioni a 50 dollari ciascuna, ottenendo un profitto di 10 dollari per azione. Se il prezzo dell’azione non scende al di sotto del prezzo di esercizio del mandato, l’investitore non esercita il suo diritto e lascia semplicemente che il warrant scada senza valore.

Alternative ai warrant

Oltre ai warrant, altri strumenti derivati finanziari che possono essere utilizzati per coprire le posizioni e speculare sulle oscillazioni dei prezzi sono i futures, le opzioni e gli swap.

I contratti per differenza (CFD) offrono anche la possibilità di acquisire esposizione a un movimento di prezzo senza dover possedere l’attività sottostante. Funzionano più o meno come le opzioni, ma sono più facili da gestire e consentono comunque le vendite allo scoperto. Molti broker consentono di investire in CFD con un piccolo capitale, ad esempio 100 euro, una soluzione molto più pratica ed economica.

Cliccate qui per investire nel mercato azionario con i contratti CFD.

Differenze tra warrant e future

Sebbene sia i warrant che i futures diano al possessore il diritto di acquistare o vendere un’attività sottostante in un momento specifico del futuro, vi sono diverse differenze fondamentali. In primo luogo, mentre i mandati sono emessi da società private e scambiati sul mercato secondario, i futures sono standardizzati e scambiati in borsa. In secondo luogo, mentre la maggior parte dei mandati ha solo scadenze a lungo termine (di solito più di un anno), i futures hanno scadenze più brevi e vengono regolarmente rinnovati. Infine, la liquidità dei mandati varia notevolmente a seconda della loro popolarità, mentre i futures presentano generalmente una maggiore liquidità.

Differenze tra warrant e opzioni

Sebbene sia i warrant che le opzioni conferiscano al titolare il diritto di acquistare o vendere un’attività sottostante in un momento specifico del futuro, esistono alcune differenze fondamentali. In primo luogo, mentre i mandati sono emessi da società private e negoziati sul mercato secondario, le opzioni sono standardizzate e negoziate in borsa. In secondo luogo, mentre la maggior parte dei warrant ha solo scadenze a lungo termine (di solito più di un anno), le opzioni hanno scadenze più brevi e possono essere rinnovate regolarmente. Inoltre, la liquidità dei mandati varia notevolmente a seconda della loro popolarità, mentre le opzioni presentano generalmente una maggiore liquidità. Infine, i warrant sono generalmente meno costosi delle opzioni a causa del rischio più elevato e della minore liquidità.

Differenze tra Warrant e Swap

Sebbene sia i warrant che gli swap siano prodotti derivati utilizzati per ottenere un’esposizione a un movimento di prezzo, esistono diverse differenze fondamentali. In primo luogo, mentre i mandati sono strumenti finanziari basati su una specifica attività sottostante, come azioni o valute, gli swap sono accordi tra due parti per lo scambio di flussi di cassa nel tempo sulla base di un’attività o di un indice sottostante. Inoltre, mentre i warrant sono acquistati e venduti sul mercato secondario, gli swap sono negoziati privatamente tra due parti. Infine, mentre i mandati comportano un rischio di credito limitato a causa della loro emissione da parte di una società privata, gli swap possono comportare un rischio di credito maggiore a causa delle dimensioni e della complessità dell’accordo.

warrant

Strategie di investimento in warrant

Una strategia comune per investire in mandati consiste nell’acquistare warrant call quando si prevede che il prezzo dell’attività sottostante aumenterà e nell’acquistare warrant put quando si prevede che i prezzi diminuiranno. Gli investitori possono anche utilizzare i mandati per coprire le posizioni nell’attività sottostante, ad esempio acquistando contratti put per proteggere un portafoglio di azioni in crescita.

Inoltre, alcuni investitori speculano sul premio del warrant, ovvero su quanto gli altri investitori sono disposti a pagare per esso. Conoscere e capire come variano le variabili chiave, quali il prezzo dell’attività sottostante, la scadenza e la volatilità, può aiutare gli investitori a determinare quando è il momento giusto per acquistare o vendere warrant.

Investire in warrant: tutorial

Per chi fosse interessato a scendere nei dettagli riguardo che cosa sono gli Warrant e come funzionano, vi proponiamo un video tutorial che approfondisce questa tematica. 

Note finali

In sintesi, i warrant offrono agli investitori flessibilità e potenziali opportunità di profitto sul mercato, ma è fondamentale un’analisi attenta prima di prendere decisioni di investimento con i warrant.

Nel corso della recensione abbiamo valutato anche ottime alternative per investire, come i contratti CFD: regolamentati, economici e perfetti per le vendite allo scoperto. È qui che possono essere testati con denaro virtuale:

Piattaforma: capex
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Formazione gratuita
  • Consulente personale
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Leggi anche:

    FAQ

    Come funzionano i warrant azionari?

    I warrant sono di solito emessi direttamente dalla società e vengono utilizzati soprattutto per raccogliere capitali o rendere più interessanti gli investimenti obbligazionari. Un’obbligazione con mandati allegati paga di solito meno interessi di una senza. Si tratta di un compromesso, perché l’obbligazionista ha la possibilità di ottenere un rendimento maggiore se il prezzo dell’azione sale mentre il mandato è valido.

    Che cos’è un warrant azionario?

    Un warrant su azioni è un accordo contrattuale tra una società (l’emittente) e un investitore (il titolare). Dà all’investitore il diritto di acquistare un certo numero di azioni a un determinato prezzo entro un determinato periodo di tempo.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world