Azioni

Comprare azioni Walt Disney: Guida completa

The Walt Disney Company è una delle aziende più potenti in uno dei settori più forti dell’economia: l’intrattenimento, che muove un giro d’affari di circa 40 miliardi di dollari all’anno.

Comprare azioni Walt Disney significa investire in uno dei big player dell’entertainment, in una società solida e affermata che ha fatto della produzione di film per bambini e ragazzi il suo punto cardine, ma che ha saputo rinnovarsi e allargare i suoi orizzonti, puntando su merchandising e parchi divertimento tematici.

Prima di diventare una società con una capitalizzazione di mercato di 164 miliardi di dollari, con interessi in tutto il mondo, la Disney è stata più strettamente associata alla visione del suo omonimo creatore, che ha gettato le basi affinché l’azienda diventasse il ​​colosso di oggi.

🥇 Azienda Walt Disney
📈 Borsa NYSE
🎯 Ticker DIS
⭕ Isin US2546871060

In questo articolo scopriremo:

  • La storia da mille e una notte di Walt Disney
  • I suoi partner e i competitors
  • L’andamento del titolo in borsa
  • Il modello di business
  • La quotazione in tempo reale
  • I migliori broker online, dove poter iniziare a fare trading in tutta sicurezza

Tra le varie piattaforme di investimento che permettono di Comprare azioni Walt Disney, il Broker di CFD eToro è sicuramente il più funzionale e ricco di strumenti utili al Trading.

Clicca qui per comprare subito azioni Walt Disney

Quotazione e prezzo in tempo reale azioni Walt Disney

In questa scheda è possibile visualizzare in tempo reale la quotazione del titolo Walt Disney (DIS) alla borsa di New York NYSE:

Come comprare azioni Walt Disney?

I Contratti CFD sono dei derivati finanziari che si muovono seguendo il prezzo del titolo in borsa ma possono essere negoziati direttamente online, senza pagare nessuna commissione, sia che si tratti di comprare azioni estere che italiane.

Ecco quali sono i tre passi necessari per iniziare a per comprare azioni Disney:

  1. Completare la registrazione sul broker scelto, inserendo i dati personali e allegando un documento d’identità valido in formato PDF.
  2. Depositare 100 euro o più come investimento minimo tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal (a seconda del broker che si utilizza). Il denaro sarà disponibile immediatamente sul nostro conto di investimento quando si utilizzano questi metodi di pagamento per la prima volta con questo broker.
  3. Per iniziare ad investire basta accedere alla loro piattaforma e trovare il ticker del titolo desiderato quindi fare clic su “Comprare”. In pochi secondi, le azioni appena acquistate saranno anche trasferite sul nostro nuovo conto di investimento.

Questo è un processo sicuro che ci permette di investire su piattaforme sicure e regolamentate:

Clicca qui per iniziare a comprare azioni Disney

Dove comprare azioni Walt Disney?

Per comprare azioni Diney abbiamo scelto i broker più affidabili e con gli strumenti adatti al Trading azionario.

1. eToro

  • Acquisto reale: ✅
  • Negoziazione CFD: ✅
  • Deposito minimo: €50
  • Conto Demo: ✅

eToro è uno dei Broker online più diffusi e famosi al mondo. La piattaforma di negoziazione è molto intuitiva e veloce. Permette di investire in modo diretto e autonomo su molti mercati ed offre diversi vantaggi:

  • Piattaforme WebTrader molto efficace
  • Conto demo per fare pratica
  • Spread bassi
  • Assistenza clienti

Clicca qui per cominciare a comprare azioni Disney con eToro

2. XTB

  • Acquisto reale: ✅
  • Negoziazione CFD: ✅
  • Deposito minimo: €20
  • Conto Demo: ✅

XTB offre due piattaforme di Trading per accontentare ogni tipologia d’investitore. Il software di Trading online Metatrader 4, è ricco di strumenti e indicatori, ed è adatto anche ai traders più esigenti.

Clicca qui per scaricare la piattaforma di XTB

Walt Disney Company: La storia

Come molti talenti creativi, Walt Disney ha iniziato la sua carriera lavorando per altri. Nel 1919, Walt ha trovato lavoro presso lo Studio d’arte commerciale Pesmen-Rubin, dove ha conosciuto Ubbe Iwerks, che negli anni è diventato un suo grande amico ma non solo: Iwerks, infatti, si è rivelato uno degli animatori più talentuosi al mondo ed è stato una chiave per il successo dell’azienda.

All’inizio del 1920, Walt e Iwerks sono disoccupati e cercarono di aprire il loro studio. Questa prima attività fallisce prontamente e la coppia cerca di pagare i debiti come meglio può, facendo animazione presso Film Ad Co. e lavorando ai cortometraggi pubblicitari.

Tuttavia l’impresa termina nel 1923 e Walt Disney decide di partire per cercare fortuna a Hollywood.

L’abile disegnatore ha un grande talento, ma non riesce a convincere gli altri ad acquistare la sua particolare visione. A Hollywood senza Iwerks, Walt convince suo fratello Roy ad aiutarlo ad avviare la Disney Brothers Studio, in seguito ribattezzata Walt Disney Studio. Walt riesce anche a convincere Iwerks a tornare a lavorare con lui.

Walt Disney Studio non è ancora molto redditizia, ma riesce a rimanere a galla. La compagnia lavora per la Universal Pictures, creando un personaggio chiamato Oswald the Lucky Rabbit. Nel 1928, Walt e Roy hanno la spiacevole sorpresa di scoprire che tutti i loro animatori, ad eccezione di Iwerks, sono stati assunti da una delle persone con cui ha a che fare la Universal. Per aggiungere sale alla ferita, i diritti di Oswald appartengono alla Universal stessa.

L’esperienza ha amareggiato Walt e lo ha fatto giurare di lavorare, da quel momento in poi, solo per se stesso. Walt inizia quindi a cercare di consegnare i suoi film direttamente ai distributori, ma ha bisogno di un nuovo personaggio.

Ecco dunque che fa la sua apparizione il grande e inimitabile Topolino che, nonostante alcune controversie sulla sua provenienza e sulla sua originalità, rappresenta l’inizio della Disney che porterà un’aria di novità e cambiamento in tutto il mondo.

Walt ha riunito una nuova squadra per lavorare con Iwerks su questo nuovo personaggio, ma i primi due film non hanno successo. Il terzo, invece, denominato “Steamboat Willie”,  è stato il miglior esempio iniziale di un film che sincronizza il suono e l’animazione.

Essere all’avanguardia della tecnologia è diventata la norma per la Disney, poiché la società ha creato i nuovi confini dell’animazione. I decenni successivi, inclusa la Grande Depressione, hanno visto la Disney creare i primi cartoni animati a colori, così come il primo lungometraggio animato, “Biancaneve e i sette nani”.

I costi di questi film rivoluzionari sono così alti e i margini di guadagno così bassi che un solo botteghino andato male può ancora affondare lo studio.

Il 2 aprile 1940, Walt Disney Studios ha emesso 155.000 azioni e ha raccolto circa 3,5 milioni di dollari per l’azienda.

I fratelli si ritrovano presto a fare i conti con i debiti, poiché i botteghini continuavano a essere deboli per i film che oggi sono considerati dei veri e propri capolavori, vale a dire “Bambi”, “Fantasia” e “Cenerentola”. Questo non vuol dire che non hanno avuto successo, ma sono stati molto costosi da realizzare.

I fratelli Disney fondano la loro società di distribuzione, Buena Vista, e iniziano a produrre documentari sulla natura ad alto margine. Walt inizia anche ad avere una visione concreta del parco divertimenti definitivo, ma è una scommessa che la sua compagnia non può ancora permettersi di fare.

Disneyland e la fine di un’epoca

Walt fonda una seconda società privata che possiede i diritti di merchandising sul suo nome. Per inciso, la Walt Disney Productions ha pagato 46,2 milioni di dollari di azioni per riacquistare la società, nel 1981.

La società si offre quindi di creare una serie TV per una rete televisiva che avrebbe poi investito su Disneyland e ABC coglie al volo l’occasione. Walt ottiene così i suoi finanziamenti e la ABC dispone di un’ora di serie tv ogni domenica, che si trasforma in un fenomeno culturale, osservato da milioni di persone. Originariamente chiamato Disneyland, ma indossando diversi titoli nel corso degli anni, lo spettacolo ha funzionato per 29 stagioni.

Nel 1955, viene inaugurata Disneyland e diventa subito un enorme successo. Nel corso dei cinque anni successivi il reddito lordo della Walt Disney Productions è cresciuto da 6 milioni a oltre 70 milioni di dollari.

Merchandising, branding ed espansione sono gli elementi fondamentali della Walt Disney Productions. Purtroppo, il gruppo è destinato a continuare senza uno dei suoi fondatori, poiché Walt muore nel 1966. Il suo ultimo lungometraggio, “Mary Poppins”, è stato il miglior film del 1965. Alla sua morte, prende il controllo dell’azienda suo fratello Roy.

Negli anni ’80, si pensa che la società sia così sottovalutata in termini di risorse del marchio, che include il catalogo dei film e i parchi a tema, che alcuni arrivisti tentano di acquisire il gruppo. La società, però, ha sempre respinto le acquisizioni e ha iniziato a concentrarsi sul profitto dal suo vasto patrimonio di marchi .

Dagli anni ’80 agli anni ’90, il titolo è cresciuto a passi da gigante, rendendo Disney il più grande impero di intrattenimento al mondo.

Azioni Walt Disney Modello di Business

Disney si sta muovendo verso un modello di business PaaS (platform-as-a-service). La piattaforma Disney + ha un solo significato: l’azienda genera entrate in abbonamento invece di una licenza per il suo contenuto.

Disney ha aumentato le vendite da 55,1 miliardi di dollari nell’anno fiscale 2017 a 69,6 miliardi di dollari nel 2019. Secondo le stime di Wall Street, le vendite dovrebbero toccare 92,1 miliardi di dollari nel 2022, indicando un tasso di crescita annuale composto del 9,8%.

Il 20 marzo 2019, Disney ha acquisito ufficialmente tutte le risorse mediatiche della 21st Century Fox per 71,3 miliardi di dollari, rendendola la più grande azienda d’intrattenimento del pianeta.

Pixar, Marvel e l’impero di Star Wars facevano già parte della scuderia di mega marchi Disney, ma l’acquisizione di 21st Century Fox porta Marvel Entertainment nella casa di Topolino, insieme ai franchise di X-Men, I Fantastici Quattro e Deadpool.

Il nuovo servizio di streaming Disney+ ha avuto un inizio promettente, attirando 26,5 milioni di abbonati a dicembre. Sui forum di settore non si parla di altro senonché del nuovo servizio, che si pensa possa trascinare  il titolo alle stelle.

Tuttavia, dopo aver terminato il trimestre con 26,5 milioni di abbonati, Disney + ha aggiunto solo 2,1 milioni di nuovi abbonati alla fine di dicembre. Questo è ancora un buon numero, ma sta a dimostrare che lo slancio è rallentato drammaticamente dopo l’ultimo episodio della prima stagione di The Mandalorian, in onda alla fine di dicembre.

Mantenere una cadenza costante di contenuti originali è fondamentale per continuare ad avere un servizio in crescita, soprattutto con l’avvio di così tanti servizi concorrenti, per non parlare dell’enorme quantità di denaro che Netflix continua a spendere per i contenuti originali.

La Walt Disney Company è quotata alla borsa di New York con il ticker DIS e, sebbene comprare azioni Walt Disney  possa sembrare alla portata di pochi, in realtà non lo è. Esiste, infatti, un modo economico e semplice per investire in questo titolo.

Partiamo dal metodo tradizionale: per iniziare a investire è necessario aprire un conto titoli in una banca, disporre di un capitale di diverse migliaia di euro e di altro denaro per le commissioni da pagare.

Oppure si può scegliere di utilizzare un metodo semplice e affidabile, ovvero usare i CFD (contratti per differenza) : non serve un grande capitale (bastano 100/200 euro) e non si pagano commissioni.

Nel prossimo capitolo vedremo come utilizzare i CFD per iniziare a fare trading online!

Dettagli Walt Disney

Comprare azioni Walt Disney conviene?

Le azioni di Walt Disney risultano essere ad alto rendimento, ovvero a circa il 22% di rendimento medio stimato negli ultimi 10 anni.

Attualmente la società ha iniziato a perdere molti abbonamenti alla Pay Tv, a causa delle numerose piattaforme che propongono iscrizioni più economiche. L’esempio lampante è sicuramente Netflix.

Un altro punto a favore della Disney è la qualità aziendale, che mira al massimo e per farlo ingaggia solo personale qualificato e di altissima competenza.

Altri punti di forza sono, senza alcun dubbio:

  • I contenuti Disney, che possono essere monetizzati grazie al servizio di streaming
  • Il lancio di Disney+
  • I ricavi ottenuti dal merchandising e dai parchi a tema
  • L’elevato valore del brand

Analizzati tutti i punti sopra citati, possiamo affermare che, in linea generale, comprare azioni Walt Disney sia un investimento ad alto rendimento e che possa essere considerato piuttosto sicuro.

Azioni Walt Disney Competitors

Nel settore dell’entertainment la società deve vedersela con veri e proprio colossi del settore, che si sono affermati più tardi rispetto alla Disney, ma che hanno avuto sin da subito un enorme successo. Tra questi ricordiamo:

  • Netflix
  • Warner Media
  • Comcast
  • Sony
  • ViacomCBS
  • CBS
  • Lionsgate
  • Universal
  • DC

Azioni Walt Disney dividendo

Walt Disney rilascia dividendi ai suoi azionisti. Tuttavia, l’ultimo dividendo dichiarato risale al 13 dicembre 2019, relativo all’esercizio 2018, pari a 0,88 dollari per azione ordinaria.

DATA DIVIDENDO DIVIDEND YIELD
13.12.2019 0.88 1.19%
05.07.2019 0.88 1.23%
07.12.2018 0.88 1.50%
06.07.2018 0.84 1.59%
08.12.2017 0.84 1.54%

Azioni Walt Disney Previsioni

Il titolo Disney ( NYSE: DIS ) ha registrato un grande 2019, oltre a un aumento del 32% del prezzo delle azioni.

Il gruppo ha chiuso l’acquisizione di 71 miliardi di dollari dell’ex studio rivale Fox; ha aperto due delle sue più grandi espansioni di parchi a tema di sempre con Star Wars : Galaxy’s Edge ad Anaheim, in California, e Orlando, in Florida; e ha completamente schiacciato la competizione al botteghino con sette dei 10 film a maggiore incasso dell’anno, incluso il film con più incassi al botteghino di tutti i tempi, Avengers: Endgame.

Inoltre ha lanciato il tanto atteso servizio di streaming Disney +. Ed è proprio il servizio di streaming che sta ricevendo molta attenzione negli ultimi tempi. In effetti, gli analisti di Barclays hanno affermato che Wall Street sta fissando la valutazione del segmento nascente a 108 miliardi di dollari, lasciando il resto dell’impero Disney valutato a poco più di 200 miliardi. Posizionare un valore su singoli segmenti è soggettivo, ma se accurato, ciò rende Disney uno titolo economico.

Grazie alla sua robusta crescita ai vertici, le azioni Disney sono scambiate con dei volumi interessanti. Mentre il rapporto tra la capitalizzazione di mercato e le vendite è pari a un ragionevole 3,3, il suo multiplo del rapporto prezzo/utili a termine di 23,4 è elevato considerando un calo stimato degli utili nell’anno fiscale 2020.

Il titolo Disney ha un rendimento da dividendi a termine dell’1,22% e, con un rapporto di pagamento del 28%, ha spazio per aumentare i pagamenti dei dividendi. Negli ultimi 12 mesi, il titolo ha registrato un rendimento del 30% rispetto ai rendimenti S&P 500 del 26%.

Conclusioni

La storia finanziaria è piena di personalità importanti e di figure imponenti. Molte delle persone più ricche della storia sono arrivate al successo costruendo imperi con petrolio, acciaio, hardware e software. Tutti questi sono prodotti tangibili con una formula semplice: contenere i costi e vendere di più. Disney ha una visione diversa.

Solo innovando costantemente e spingendo i confini dell’animazione e dell’azienda stessa si è potuti passare da uno studio di moderato successo a un’esperienza di intrattenimento completa, con parchi a tema, merchandising, navi da crociera e i film con più incassi di sempre.

Walt Disney ha affermato che “Se puoi sognarlo, puoi farlo” e attualmente le azioni Walt Disney hanno un potenziale inespresso davvero enorme, ma in questo mondo non ci sono certezze quindi è bene ricordare che nel caso la tendenza invertisse, con i CFD si può guadagnare anche puntando al ribasso, senza pagare commissioni.

I Broker di CFD che abbiamo recensito sono tutti adatti a Comprare azioni Walt Disney o a venderle allo scoperto, ma per chi desiderasse esercitarsi senza rischiare ricordiamo che queste piattaforme sono anche disponibili in versione Demo, accessibile dai link qui di seguito:

Se sei interessato a investire in grandi aziende, dai un’occhiata a queste guide su come Comprare azioni:

Comprare azioni Walt Disney conviene?

Le Prospettive future delle azioni Disney sono interessanti, quindi è un buon titolo da avere in portafoglio.

Con che Broker investire su Disney?

eToro è il broker che offre gli strumenti più efficaci sia per il Trading autonomo che per il Trading automatico con il Copy Trading.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un Commento

hello world