Azioni

Comprare azioni con Dividendi: come trovare le migliori azioni [2021]

Comprare azioni con Dividendi significa puntare su azioni di valore e cercare di costruire un portafoglio capace di rimanere redditizio anche nel lungo periodo.

I dividendi sono la parte di utile che una società distribuisce ai suoi azionisti e rappresentano uno dei motivi principali che spingono l’investitore a acquisire determinate tipologie di azioni.

In questo articolo approfondiremo alcuni argomenti sul tema e capiremo se sia o meno conveniente comprare azioni con dividendi e soprattutto quali sono le migliori azioni da comprare nel 2021 che appartengono a questa categoria.

Prima di iniziare ad investire è innanzitutto necessario scegliere con cura la piattaforma su cui operare. Ad esempio, se l’obiettivo prioritario del nostro investimento è puntare ad azioni da dividendo è necessario selezionare un broker come eToro, che permette di ottenere le cedole anche se si fa trading online.

Che cosa sono i Dividendi?

I dividendi sono la fetta di utile che le società decidono di consegnare ai propri azionisti. Questa è una delle motivazioni che portano gli azionisti stessi a comprare l’azione.

La scelta della distribuzione dei dividendi, che avviene annualmente o semestralmente, è riconosciuta dall’assemblea ordinaria, ma la decisione è ad opera degli amministratori.

Questi ultimi, dopo aver definito il bilancio, ipotizzano le modalità, le tempistiche e le quantità di azioni che verranno erogate. Solo una parte dell’utile si trasforma in dividendi, poiché il restante viene suddiviso in:

  • Riserva legale, percentuale accumulata per legge
  • Reinvestimenti, come riserva straordinaria

Per quanto riguarda la classificazione, i dividendi possono essere definiti normali, se vengono distribuiti in modo regolare, o straordinari, se non esiste una regolarità di consegna.

Come vengono erogati i dividendi? Generalmente in contanti, ma possono essere distribuiti tramite azioni ovvero con l’aumento gratuito del capitale investito.

In poche parole, in quest’ultimo caso l’azionista riceve un numero di azioni che va ad aumentare il suo “tesoretto”, diminuendo però il valore stesso poiché ripartito. Una forma più rara è la distribuzione di prodotti dell’azienda.

Quali sono le migliori azioni da dividendo Italiane?

Le migliori azioni da comprare che pagano dividendi offrono la possibilità di generare un flusso costante di cassa, perché garantiscono degli utili stabili.

In genere queste azioni sono emesse da aziende che operano in settori importanti e spesso ampiamente capitalizzati e che quindi vengono considerate sicure per gli investimenti a lungo termine.

Grazie alla pubblicazione dei bilanci è possibile stilare una classifica delle 10 migliori azioni con dividendi di società quotate sul FTSE MIB.

🥇 TITOLO AZIONARIO 💰 DIVIDEND YIELD %
Telecom 6.26
Snam 5.17
Terna 4.30
Poste Italiane 4.20
Acea 4.03
Iren 3.70
Agam 3.33
Fnm 3.23
Emak 2.36
Pirelli 1.62
Ambienthesis 0.99
Tinexta 0.95
Gvs 0.92
Exor 0.61
Carel Industries 0.53
STMicroelectronics 0.20
Migliori azioni Italiane da dividendo

Va specificato che rispetto allo scorso esercizio sono numerose le azioni bancarie che hanno ridotto le quote dei propri dividendi, uscendo di fatto dalla classifica.

Quali sono le migliori azioni USA da dividendo?

Analizziamo adesso le migliori azioni Americane famose per il loro dividendo. I rendimenti sono superiori rispetto alla media ed abbiamo optato sia per titoli azionari poco conosciuti che per altri di grande fama.

Il mercato azionario statunitense è ricco di opportunità per gli investitori che vanno a caccia di interessanti dividendi. Come si vedrà nella tabella che segue, le motivazioni sono ben chiare:

🥇 TITOLO AZIONARIO 💰 DIVIDEND YIELD %
Veon 21.80
Home Point Capital 12.93
CVR Partners 11.60
Bain Capital 8.85
Exxon Mobil 6.13
Coca Cola 3.26
Nestlé 2.63
Johnson&Johnson 2.50
P&G 2.39
McDonalds 2.30
Migliori azioni da dividendo Statunitensi

A questi titoli occorre aggiungere altre azioni petrolifere ben generose con i loro investitori o anche azioni di aziende farmaceutiche che negli ultimi mesi hanno visto il fatturato impennarsi, con conseguente Dividend Yield maggiore per gli azionisti.

Come comprare azioni con Dividendi?

Se vogliamo comprare le migliori azioni da dividendo occorre individuare un Broker che ci permetta di acquistare il titolo azionario, convertendoci quindi in azionisti dell’azienda.

Occorre quindi distinguere tra i Broker che permettono di comprare azioni ed altri che offrono solo il Trading in CFD.

Fino a pochi anni fa era necessario rivolgersi in Banca per acquistare concretamente i titoli azionari. Successivamente è stato reso possibile negoziare online queste azioni, ma sempre su piattaforma bancarie dove occorreva essere correntisti dell’istituto di credito.

Finalmente, da pochi anni piattaforme specializzate in investimenti online come eToro o Markets hanno creato una sezione interna alla piattaforma per comprare titoli azionari, diventare così azionisti e beneficiare dei relativi vantaggi: su tutti, il dividendo.

Dove comprare azioni con Dividendi?

Premesso che questi titoli azionari possono essere negoziati e scambiati su qualsiasi Broker per azioni in possesso di regolare licenza, gli unici 2 che permettono di beneficiare del dividendo sono eToro e Markets.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: markets
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Trend dei Traders
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Scopriamo meglio le loro caratteristiche.

    eToro

    eToro è un broker che offre l’opportunità di negoziare le migliori azioni senza commissioni e in maniera facile e intuitiva.

    La piattaforma è nata a Israele nel 2006, ad opera del suo ideatore Yoni Assia, celebre imprenditore che ha voluto e cercato di rendere più democratico il mondo degli investimenti.

    Ad oggi eToro è uno dei Broker più grandi al mondo e può contare su oltre 14 milioni di utenti registrati in più di 140 paesi nel mondo.

    Per comprare azioni su eToro il procedimento da seguire è molto facile: basterà cliccare su “Mercati” e selezionare il titolo di nostro interesse.

    A questo punto abbiamo davanti due opzioni:

    • Disattivare la leva finanziaria: per procedere con l’acquisto dell’azione
    • Attivare la leva finanziaria: per negoziare con i CFD

    Il deposito minimo è di 200 euro e con un capitale ridotto sarà possibile costruire un portafoglio azionario davvero interessante e redditizio!

    Tutte le azioni con il Dividend Yield più elevato sono negoziabili su eToro, senza commissioni fisse e con spread tra i più competitivi del mercato.

    Apri un conto su eToro per comprare azioni con dividendi in maniera facile e veloce

    Markets

    Markets è una piattaforma di trading molto potente e semplice da utilizzare, che offre oltre 270 asset finanziari ambiti.

    Ecco elencate le caratteristiche principali di Markets:

    • Affidabilità e sicurezza, poiché è autorizzato e regolamentato dalla CySEC
    • Multi Dispositivo, è possibile accedere alla piattaforma da ogni dispositivo (tablet, pc, smartphone)
    • Pagamento sicuro, i pagamenti sono protetti e possono essere effettuati tramite diversi metodi

    Attraverso l’opzione MarketsSI sarà possibile acquistare concretamente i migliori titoli azionari al mondo. Anche tutte le azioni da dividendo più redditizie sono presenti nel listino di questo Broker, negoziabili su Metatrader e con un deposito minimo di soli €200.

    Servizi integrati di analisi sui mercati azionari e di News in tempo reale aiuteranno (e molto!) l’investitore ad orientarsi al meglio nel mondo degli investimenti in Borsa. Con questo Broker è possibile sia comprare azioni che negoziarle in CFD.

    Per iniziare a costruire un portafoglio azionario con le migliori azioni da dividendo, ecco il Link:

    Apri qui un conto gratuito su Markets

    Perché comprare azioni da dividendo?

    Il sogno di molti investitori è quello di vivere di rendita, mettendo a “lavorare” il capitale. Ecco che puntare su azioni con un Dividend Yield elevato permette di avere un buon ritorno economico ogni volta che ci sarà lo stacco della cedola.

    Certo, per vivere di dividendi occorre investire cifre molto alte. Come abbiamo visto il DY spesso è inferiore al 10% e viene rilasciato su base semestrale. Ne consegue che un portafoglio minimo deve essere composto da €500.000 per poterci permettere una rendita costante e sostanziosa.

    Molto più diffuso è l’investimento in azioni da dividendo per avere un ritorno extra al termine di ogni mese. Quindi, oltre al reddito da lavoro ed alle entrate dal Trading, ecco che il dividendo sarà un “Plus” ben apprezzato.

    Altra motivazione per investire nelle azioni da dividendo riguarda il fatto che queste aziende tendono ad essere abbastanza stabili e poco volatili, perfette per un portafoglio bilanciato.

    A proposito di una rendita da dividendo, ecco la proposta di Ingegneri in Borsa, famosi Youtuber che offrono il loro punto di vista in questo interessantissimo video:

    Dividendi o CFD?

    Che differenza c’è tra azioni e CFD? In breve, le prime sono rilasciate dalle aziende stesse e sono le più utilizzate nel mondo, mentre i CFD sono degli strumenti finanziari nati per negoziare il valore delle azioni stesse.

    I dividendi sono frutto di un risultato di bilancio positivo di un’azienda che decide quindi di staccarli, come veri e propri bonus di profitto.

    I CFD permettono di trarre dei benefici dai dividendi stessi, grazie ai migliori broker online che permettono di avere un guadagno direttamente proporzionale al capitale investito e alla leva applicata.

    Il grande vantaggio offerto dai CFD è la possibilità di investire sia a rialzo che a ribasso, dunque di poter guadagnare sia che il valore del titolo si alzi sia viceversa che scenda di valore.

    Inoltre, la leva finanziaria ha contribuito al successo dei CFD, perché permettono ai trader di investire piccole cifre (solitamente 200/250 euro), molto più ridotte di quelle richieste nell’investimento tradizionale (che parte generalmente dai 1.000 euro).

    Le azioni FAANG rilasciano i dividendi?

    Per questa domanda la risposta è molteplice. Per quanto riguarda Amazon, Facebook, Netflix e Google, ad oggi nessuna di queste società rilascia ancora dividendi.

    Questa è una scelta ricorrente per le aziende del settore tecnologico presenti nell’indice NASDAQ, che spesso non ridistribuiscono gli utili ai suoi azionisti.

    Amazon, nel 2019, nonostante i grandi risultati ottenuti nel 2018 (con un reddito netto di 8,9 miliardi di dollari), ha saltato il tanto atteso appuntamento con lo stacco del dividendo.

    Secondo gli analisti, nonostante il settore tech non sia conosciuto per cedole e dividendi, Amazon dovrà fare presto i conti con la distribuzione del dividendo.

    Anche Facebook non stacca cedole ai propri azionisti ma al contrario sfrutta il capitale reinvestendolo all’interno della sua società per contribuire alla crescita stessa dell’azienda.

    La stessa sorte tocca alle azioni di Netflix che, seppur sia stata quotata in borsa nel 2002, ad oggi non paga i dividendi agli azionisti. Tutto ciò potrebbe presto finire e giustificare il mancato pagamento risulta sempre più ostico, data anche la crescita del titolo dal 2010 in avanti.

    I possessori delle azioni Google subiscono un analogo destino, dato che il colosso americano non offre dividendi.

    L’unica di queste 5 attività che ha iniziato a rilasciare dividendi è Apple.

    L’impero creato dal compianto Steve Jobs, infatti, ha scelto questa opzione non solo per creare una nuova entrata ai suoi azionisti, ma anche per attrarre maggiore interesse da parte di nuovi investitori.

    A luglio del 2020, Apple ha annunciato un dividendo cash di 0,82 dollari per azione sulle azioni ordinarie, pagabile il 13 agosto 2020.

    Tassazione sui dividendi azionari

    Il mondo del fisco è sempre molto complesso ed articolato, ecco perché molti investitori si chiedono se occorre pagare le tasse sulla rendite da dividendo.

    Cosa prevede la normativa fiscali in merito i dividendi azionari? Occorre innanzitutto dichiararli al fisco in fase di dichiarazione dei redditi, con l’aliquota pari al 26%.

    In sostanza, per ogni 100 euro di rendimento lo Stato tratterrà a se €26.

    Suggerimento: verifichiamo sempre se in fase di rilascio del dividendo il Broker ha agito come sostituto d’imposta oppure se spetterà a noi distinguere il netto dal lordo.

    Ovviamente suggeriamo di rivolgersi ad un commercialista abilitato per un quadro complessivo della situazione fiscale, prima di procedere con la dichiarazione dei redditi.

    Conclusioni

    In questo articolo abbiamo introdotto un tema molto importante soprattutto per chi punta ad investimenti di valore e alla costruzione di una vera e propria rendita.

    Abbiamo chiarito cosa sono i dividendi e qual sono le migliori aziende che scelgono di consegnare ai propri azionisti in normale, se distribuiti in modo regolare, o straordinari, se non c’è regolarità di erogazione.

    Abbiamo inoltre visto che le 10 migliori aziende con dividendi del 2021, possono essere tranquillamente comprate attraverso i migliori broker online.

    Infine per iniziare a fare trading online e comprare le azioni con dividendi, noi di InvestireInBorsa abbiamo suggerito 2 alternative: eToro e Markets.

    Si tratta di piattaforme chiare e regolamentate, che permettono di accedere ai dividendi azionari e sono adatte per investitori alle prime armi.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 50€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: markets
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Trend dei Traders
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world