Investire in Azioni

Comprare azioni Adobe: Analisi, quotazione e tendenza

Come la maggior parte di noi, probabilmente hai immaginato di acquistare azioni di una società che sale alle stelle in pochi anni, rendendo abbastanza da rilassarti per il resto della tua vita. Negli ultimi 30 anni Comprare azioni Adobe è stata la scelta giusta per chi ci ha investito, ma lo sarà anche per il futuro?

La buona notizia è che a differenza del passato, oggi è possibile acquistare azioni di società come Adobe direttamente online.

Un trend così stabile e costante è raro nel mercato azionario, il titolo Adobe (ADBE) negli ultimi 3 anni ha triplicato il suo valore ed è fra le azioni più interessanti dei maggiori Broker operanti in Italia, come eToro.

Migliori piattaforme per Comprare azioni Adobe

Ecco un elenco completo dei Broker che attualmente permettono di negoziare sul titolo Adobe (ADBE) con i contratti CFD.

Queste piattaforme sono le uniche dove investire in totale sicurezza.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: investous
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 1€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni

    Panoramica su Adobe

    Adobe è una società tecnologica statunitense, quotata al NASDAQ con il ticker ADBE. Ha un valore di 150 miliardi di dollari ed è famosa come società multinazionale di software per computer focalizzata sulla creazione di software multimediali e creativi. Se desideri Comprare azioni Adobe devi trovare un broker che ti dia accesso al NASDAQ direttamente o tramite i CFD (contratti per differenza).

    La capitalizzazione di mercato di Adobe è di circa $ 150 miliardi al momento e il fatturato dell’ultimo anno ha superato i $ 9 miliardi.

    Dove Comprare azioni Adobe

    Per comprare azioni Adobe o qualsiasi altro titolo è ormai necessario utilizzare i contratti CFD. Regolamentati dalla Consob, semplici e gratuiti, permettono di negoziare su tantissime azioni senza pagare nessuna commissione.

    I CFD hanno preso piede negli ultimi anni perchè non ci sono spese di apertura conto, bollo sul deposito titoli, commissioni di gestione, e spese occulte. Sarà possibile negoziare sui mercati in modo gratuito e con la sicurezza del marchio Consob (o CySec, FCA) che vigila sull’operato dei broker in Italia.

    Investire con i CFD significa guadagnare in ogni scenario di mercato. Se il titolo Adobe continua a salire si può aprire una posizione CFD Long (rialzista) e si guadagna per ogni Pips verso l’alto. In caso contrario, basta aprire una posizione CFD Short (ribassista) e si guadagna per ogni Pips verso il basso.

    I broker che offrono i CFD permettono quindi anche di vendere allo scoperto , basta intuire in che direzione andrà il titolo e trarre profitto dalla previsione.

    Ecco i migliori Broker in Italia per negoziare sulle azioni statunitensi, fra queste sul titolo Adobe.

    eToro

    Piattaforma che opera in Italia dal 2007, eToro è il più famoso e diffuso broker online al mondo con oltre 10 milioni di clienti che quotidianamente operano con questa piattaforma.

    Grazie agli spread bassi, nessuna commissione fissa e un’interfaccia molto intuitiva è perfetto sia per i principianti che per i trader più esperti.

    La piattaforma offre tutti i principali indicatori di analisi tecnica per un’operatività professionale e completa.

    Chi si sta affacciando al mondo del trading online troverà estremamente interessante il Copy Trading. Grazie a questo sistema brevettato sarà possibile scegliere gli investitori più profittevoli presenti su eToro e copiare la loro operatività.

    Fra i Top Trader che operano sulla piattaforma , veri professionisti del settore e con anni di esperienza, sarà possibile scegliere i più bravi e copiare in automatico la loro operatività, semplicemente selezionandoli con un click.

    In questo modo ogni operazione di trading effettuata da questi professionisti verrà replicata automaticamente nel nostro conto, quindi anche i loro profitti verranno replicati, senza che noi dobbiamo fare nulla, e senza costi aggiuntivi.

    Puoi testare i vantaggi del Copy Trading di eToro anche su conto Demo cliccando qui

    Trade.com

    Per chi è interessato a Comprare azioni Adobe c’è un altro broker molto vantaggioso che opera in Italia, si tratta di Trade.com. E’ un broker specializzato sui contratti CFD tanto da averne oltre 2.000 al suo interno. Questo permette di spaziare fra tutti gli asset: azioni, indici, materie prime, forex, criptovalute, ecc.

    Gli spread di Trade.com sono molto più bassi della media del settore e l’operatività risulta essere semplice e professionale. Inoltre questo broker, molto attento alla formazione, fornisce gratuitamente ai suoi iscritti un corso di trading in formato ebook scaricabile qui.

    Il grande vantaggio di questo broker risiede però nel servizio di Segnali di Trading. Questi segnali, gratuiti per tutti i clienti del broker, contengono indicazioni tecniche precise per entrare a mercato.

    Elaborati dagli analisti della Trading Central forniscono un valido contributo analitico all’operatività dei trader.

    E’ possibile testare la piattaforma di Trade.com anche su conto Demo gratuito e con capitale virtuale.

    Clicca qui per accedere al conto demo di Trade.com

    Adobe: Cenni storici

    Adobe è stata fondata nel dicembre 1982 da John Warnock e Charles Geschke, che hanno fondato l’azienda dopo aver lasciato Xerox PARC per sviluppare e vendere il linguaggio PostScript .

    Il logo aziendale di Adobe presenta una “A” stilizzata ed è stato progettato da Marva Warnock, graphic designer e moglie di John Warnock.

    Steve Jobs ha tentato di acquistare la compagnia per cinque milioni di dollari nel 1982, ma Warnock e Geschke non hanno accettato. I loro investitori li hanno esortati a trovare una soluzione con Jobs, così hanno deciso di vendergli azioni per un valore pari al 19% dell’azienda. Jobs pagò in anticipo un multiplo di cinque volte rispetto alla valutazione. L’acquisto e la crescita hanno reso Adobe la prima azienda nella storia della Silicon Valley a diventare redditizia nel suo primo anno.

    Nel 1985, Apple Computer ha concesso in licenza PostScript per l’uso con le sue stampanti LaserWriter , questa licenza ha contribuito al decollo di Adobe nel panorama delle aziende informatiche statunitensi.

    Adobe ha attualmente oltre 21.000 dipendenti in tutto il mondo, circa il 40% dei quali lavora a San Jose in California.

    Gli utili di Adobe

    Adobe ha riportato utili di $ 1,10 per azione su ricavi di $ 1,84 miliardi . Tutti i numeri hanno superato le stime più ottimistiche e hanno permesso al titolo ADBE di superare ogni aspettativa degli analisti.

    La reazione immediata del mercato a questi utili straordinari, tuttavia, è stata negativa, il titolo è sceso di $ 2,37 per azione o dell’1,1% nelle negoziazioni post-vendita su prese di profitto. Questo è comunque superiore al prezzo che deteneva due giorni prima della pubblicazione dei guadagni. Il divario è stato colmato rapidamente nei giorni successivi.

    Il motivo della crescita degli utili di Adobe è tanto importante da comprendere quanto il fatto che risieda in un cloud.

    Invece di vendere software tramite download o pacchetti, Adobe ora vende il suo Creative Cloud e gli offshoot come il suo Marketing Cloud e Experience Cloud per il marketing online, sotto forma di servizi.

    È tutto ospitato sul cloud Azure Microsoft Corp. (NASDAQ: MSFT ) e genera entrate regolari per l’abbonamento, eliminando la stagionalità del settore. Anche i costi di Adobe sono fissi e, man mano che i clienti si abituano all’utilizzo delle soluzioni in cloud, le entrate non faranno che aumentare.

    Non c’è da stupirsi, quindi che di 32 analisti che seguono il titolo, 22 lo hanno incluso nelle loro liste di acquisto e solo 1 punta sulle vendite, mentre i restanti 9 sono in attesa di ulteriori sviluppi.

    Il titolo ADBE è da comprare?

    Nonostante il recente successo dell’azienda, rimangono molti che pensano che debba per forza rallentare, forse perchè solo così gli analisti possono riprendere fiato. Alcuni di quegli analisti probabilmente si sono alleggeriti troppo dopo la pubblicazione dei guadagni.

    Il successo passato di Adobe lo rende un titolo costoso. Le azioni Adobe sono molto costose, quindi vulnerabili a un rallentamento del mercato.

    Esistono dei concorrenti di Adobe, sia nel marketing che nella grafica , ma nessuno con la larghezza e la forza di Adobe. Sono ridotti a competere sul prezzo e non hanno la struttura di un cloud così esteso.

    E’ difficile che qualcosa possa rallentare Adobe a questo punto. Con il suo ultimo punto debole, Flash, ora al tramonto nel 2020 , e con i suoi legami con Microsoft più vicini che mai , comprare azioni Adobe è un buon investimento.

    Il rimbalzo dei titoli cloud è stato rapido e feroce, il che non ha dato agli investitori il tempo di salire a bordo. O dovremmo dire, quando si è presentata l’opportunità, non abbastanza investitori hanno colto l’occasione rapidamente.

    Molti investitori probabilmente hanno perso la migliore possibilità di acquisto del titolo ADBE degli ultimi anni. L’unica cosa che tutti possiamo sperare è un ritracciamento di qualche tipo che permetta di entrare al rialzo ad un prezzo più vantaggioso.

    Il mercato fa davvero una cosa bene, quando un trend viaggia deciso e veloce non dà tregua e salire al volo non è facile ma bisogna farlo.

    Analisi dei prezzi delle azioni ADBE

    I mercati si sono spinti più in basso verso fine 2019, capitolando prima delle vacanze. Tuttavia, gli investitori non sono stati in grado di decifrare se l’inizio del nuovo anno fosse semplicemente un rimbalzo o una ripartenza decisa.

    Il grafico del titolo Adobe è impressionante, a parte qualche piccolo ritracciamento ad inizio e fine 2019 è un costante trend positivo, chi ha deciso di comprare azioni Adobe nel 2016 quando erano a circa $ 100 ora si ritroverebbe con $ 342 per azione. Facile da dire col senno di poi ma il trend è ancora forte e non ci sono nubi all’orizzonte.

    quotazione-adobe

    Le azioni Adobe sono quelle che gli investitori desiderano acquistare ma non ne hanno avuto la possibilità. Non commettere due volte lo stesso errore se l’occasione si presenta non tentennare.

    Il prezzo delle azioni ADBE è ora ai massimi storici. Gli investitori stanno aspettando un ritracciamento per giustificare l’acquisto del titolo, magari in prossimità del conflitto delle sue medie mobili a 100 e 200 giorni. Bisogna aspettare il momento giusto oppure avere il coraggio di salire sul treno in corsa!

    Analisi fondamentale di Adobe

    Il titolo Adobe è eccezionale grazie a una cosa: gli abbonamenti.

    Praticamente ogni libero professionista e ogni azienda nel marketing online utilizza Adobe in una certa misura. Che si tratti di editing con Photoshop o realizzare progetti elaborati con Acrobat, Adobe non ha rivali.

    Ecco perché ha un tale impulso anche sul mercato dell’e-commerce. I clienti hanno alcune opzioni quando si tratta di abbonarsi ad Adobe, ma per semplicità, diamo un’occhiata a quella principale. Un abbonato può accedere a quasi tutti i prodotti Adobe pagando di mese in mese a una tariffa più elevata o pagando una tariffa mensile inferiore ma sottoscrivendo un contratto di 12 mesi.

    Trascorso il periodo di rimborso, Adobe sarà in grado di incassare le entrate dai suoi utenti mese dopo mese dopo mese. Ciò porta a un’attività più stabile con flussi di cassa più prevedibili ed è esattamente il motivo per cui le sue azioni ottengono un premio dal mercato.

    A causa di questa base di abbonamenti e della sua influenza sul cloud, Adobe è esplosa negli ultimi anni, così come la sua attività.

    Le entrate sono raddoppiate negli ultimi cinque anni, mentre il flusso di cassa libero (FCF) e il flusso di cassa dalle operazioni continuano a salire. Negli ultimi 12 mesi, Adobe ha generato oltre 4 miliardi di dollari in FCF.

    Mentre l’azienda ha un debito a lungo termine di $ 4,1 miliardi, le sue attività totali sono il doppio delle sue passività totali.

    Situazione e previsioni per il futuro

    Prima che Adobe segnalasse i guadagni del quarto trimestre a dicembre, ha emesso le previsioni per il 2020 a metà ottobre. Il management ha ribadito che era sulla buona strada per raggiungere i numeri del quarto trimestre e stava cercando una crescita dei ricavi del 20% nell’anno fiscale 2020.

    Quando ha riportato gli utili a metà dicembre Adobe ha aggiornato le sue prospettive per il 2020 e ha preso il largo.

    Dopo i minimi di fine Ottobre gli investitori sono saliti sul carro del vincitore e non hanno avuto più dubbi. Le stime prevedono entrate per l’intero anno del +28% e un aumento degli utili del 41,5% a $ 7,78 per azione.

    Adobe non sta solo crescendo, sta accelerando ed è per questo che quest’anno farà guadagnare ancora di più gli investitori.

    Conclusioni

    I rialzisti stanno aumentando e dicono di comprare azioni Adobe dopo un forte quarto trimestre 2019 e un outlook positivo per il nuovo anno, ma i tecnici dell’ipercomprato suggeriscono che la tendenza al rialzo non riuscirà a tenere a lungo, producendo una correzione o un’andamento laterale che nega facili guadagni ai seguaci della tendenza.

    Adobe

    Anche molti Forum dedicati parlano in termini molto positivi di Adobe (Qui un appofondimento) e con un trend così forte, investire nel Gruppo di San Josè sarà molto probabilmente un’operazione di successo. A patto, come sempre, di affidarsi solo a broker regolamentati e affidabili come quelli che abbiamo presentato in questa guida.

    Se sei indeciso se investire o meno sul titolo Adobe (ADBE) puoi testare la tua strategia su un conto Demo gratuito della migliore piattaforma Italiana:

    Accedi al conto demo gratuito di eToro cliccando qui

    Azioni americane interessanti

    Se ti interessano i migliori titoli azionari americani leggi anche le guide su come comprare azioni:

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento