Guida

Come investire i risparmi nel 2022: Consigli su dove investire

In questa guida su come investire i risparmi offriremo consigli utili per muoversi nel mondo della finanza senza commettere errori.

La scelta di investire il proprio denaro nel modo più efficiente possibile è una delle migliori soluzioni per costruire ricchezza e benessere nel corso degli anni. Tuttavia, prima di investire i risparmi è necessario pianificare per bene come e dove mettere a lavorare i nostri soldi: non c’è una modalità unica per tutti, poiché molto dipenda da una serie di fattori quali il capitale a disposizione, la propensione al rischio e l’orizzonte temporale di riferimento.

La nostra redazione ha redatto questa guida proprio per aiutare i lettori ad investire passo dopo passo, con consigli utili e soluzioni di investimento certificate.

Un suggerimento iniziale? Il metodo più rapido e professionale per stabilire come investire i propri risparmi ci viene offerto da un Robo Advisor chiamato QuantX. Ideato da Capex, sarà possibile inserire i nostri dati e le nostre preferenza, per poi ricevere dei portafogli di investimento su misura, tra i quali scegliere. Il software di QuantX si occuperà di tutto, non ci resta che scegliere la soluzione più adatta a noi. Questo servizio è completamente gratuito e per testarlo basterà completare la registrazione gratuita sul Broker:

Clicca qui per testare subito il Robo Advisor gratuito QuantX

Come investire i propri risparmi: passo dopo passo

Per iniziare ad investire il denaro nel migliore dei modi è necessario realizzare un check-up della nostra situazione finanziaria. E’ importante avere consapevolezza delle entrate mensili, delle spese, della presenza di eventuali debiti legati al mutuo o ad un prestito personale: tutte considerazioni che ci permetteranno di identificare il modo migliore per impiegare i nostri risparmi.

Ecco quali sono i principali fattori da considerare al momento di investire i risparmi:

  1. Orizzonte temporale: la finalità dell’investimento è legata ad obiettivi di lungo termine, come una pensione integrativa, oppure ad aumentare il benessere finanziario attuale? Questa scelta è di grande importanza poiché ci permette di definire quali sono gli Asset da considerare e quali invece dobbiamo scartare. Ad esempio, le obbligazioni sono ottimali per un investimento di lungo periodo, mentre possiamo optare per azioni emergenti o ETF settoriali se siamo alla ricerca di profitti più nell’immediato.
  2. Capitale a disposizione: è importante stabilire il budget destinato all’investimento. Possiamo decidere di impiegare il 100% dei nostri risparmi oppure solo una parte. Inoltre, occorre considerare che alcuni strumenti finanziari hanno costi di accesso elevati (Hedge Fund), mentre altri sono attivabili con poche centinaia di euro (ETF). A tal fine sarà anche importante verificare l’importo minimo richiesto dalla piattaforma scelta, anche se ad oggi bastano 100 euro (come nel caso di eToro) per attivare il conto.
  3. Tolleranza al rischio: se dobbiamo investire i risparmi di una vita, suggeriamo di farlo su asset stabili e poco volatili. Al contrario, se decidiamo di utilizzare una parte dei risparmi per migliorare la nostra situazione finanziaria nell’immediato, ecco che anche strumenti come le criptovalute possono fare al caso nostro. Oltre queste considerazioni, è necessario valutare anche la componente psicologica e stabilire se siamo persone emotive oppure capaci di mantenere i nervi saldi.
  4. Scegliere un conto di investimento: la maggior parte degli asset finanziari sono negoziabili all’interno di conti di investimento certificati. Al pari dei conti bancari che possono essere utilizzati per diverse finalità (conto corrente, conto risparmio, certificati di deposito), esistono differenti conti di investimento da considerare. Ad esempio, eToro è perfetto per investire in azioni ed ETF, mentre se vogliamo l’aiuto di un Robo Advisor allora dobbiamo considerare Capex. 
  5. Selezionare l’investimento adatto: considerati gli aspetti elencati sopra, adesso non resta che scegliere su quale asset finanziario orientarsi. Possiamo optare per le obbligazioni se abbiamo un orizzonte temporale di lungo periodo ed una bassa propensione al rischio. I fondi comuni e gli ETF sono utili se vogliamo diversificare il denaro su strumenti liquidi e dal buon rendimento, anche nel medio periodo. Ancora, possiamo scegliere di investire in immobili o in REIT se abbiamo velleità imprenditoriali legate a questo mondo.

Tutti queste informazioni ci verranno richieste da QuantX, il servizio citato in precedenza. Senza dubbio è un ottimo modo per avere un piano di investimento professionale e su misura di tutte le nostre esigenze. Ecco perché suggeriamo di testarlo, a maggior ragione perché a differenza di servizi come Moneyfarm è completamente gratuito:

Clicca qui per iniziare subito ad utilizzare il Robo Advisor gratuito QuantX

Dove investire i risparmi?

Di seguito andremo ad elencare alcuni utili suggerimenti per investire i risparmi in modo professionale, attraverso Asset certificati e variegati. Starà a noi stabilire se siamo alla ricerca di investimenti sicuri oppure se la propensione al rischio è più alta, tanto da optare per investimenti ad alto rendimento.

Ecco le opzioni da considerare al momento di investire i nostri risparmi nel 2022.

1. Conti Deposito

Equiparabile al concetto di investire in banca, il riferimento specifico è ai cosiddetti conti deposito. Tra le forme di investimento considerate più sicure, purtroppo il loro rendimento è davvero risibile.

Attualmente un conto corrente o un conto deposito rendono, rispettivamente, dallo 0,5% fino allo 2,5%. Stiamo parlando di rendimenti lordi che poi devono anche essere tassati. Non sono la forma d’investimento più remunerativa ma certamente una delle più sicure: anche se la banca dovesse fallire il capitale è garantito dallo stato fino ad un tetto di €100.000.

Investire in un buono postale o in un libretto equivale ad investire in banca, rendono davvero troppo poco e hanno lo svantaggio di limitare parecchio i movimenti nel lungo periodo.

2. Obbligazioni

Investire in obbligazioni era una modalità molto popolare per impiegare i risparmi, complici rendimento dei BOT a due cifre. Ad oggi, i rendimenti sono scesi notevolmente anche se costruire un portafoglio di investimento con almeno un 20% destinato alle obbligazioni è una soluzione raccomandata da numerosi analisti.

Possiamo scegliere tra Bond statali oppure corporativi (aziendali), ma non aspettiamoci rendimenti superiori al 5% annuo. Anche obbligazioni di paesi emergenti come India o Brasile hanno dimezzato i rendimenti a causa della pandemia ed altri fattori critici.

Le migliori obbligazioni da comprare sono disponibili anche su Broker online come Capex, negoziabili online e senza costi fissi di intermediazione. Vale una pena dare un’occhiata per scegliere quali Bond inserire nel nostro portafoglio:

Clicca qui per investire nelle migliori obbligazioni con Capex

3. ETF

Tra gli investimenti speculativi di maggiore successo per il buon rapport tra rischio e rendimento, troviamo gli ETF.

Acronimo di Exchange Traded Fund, investire in ETF vuol dire puntare su un prodotto finanziario già ben diversificato e gestito da professionisti del settore. Si tratta di una modalità passiva per impiegare il nostro denaro, ne esistono differenti tipologie (azionari, obbligazionari, settoriale etc etc) e l’investimento iniziale è alla portata di tutti. Con 200 euro possiamo sottoscrivere un paio di ottimi ETF, a patto di utilizzare broker specializzati come eToro. Di maggior successo rispetto ai Fondi comuni di investimento per via delle commissioni decisamente più basse, gli ETF sono sempre più apprezzati dai risparmiatori

Il broker più completo da questo punto di vista è eToro: oltre 240 ETF negoziabili all’interno di una piattaforma rapida e professionale:

Clicca qui per investire in ETF con eToro

4. Azioni

Prima di iniziare ad investire in azioni i nostri risparmi, dobbiamo scegliere tra due soluzioni:

  • Affidarsi ad un consulente finanziario: anche il robo-advisor è uno strumento perfetto per delegare ad altri la costruzione del nostro portafoglio azionario. Sarà importante stabilire obiettivi, tempistiche e budget a disposizione, al fine di selezionare i titoli azionari più adatti al nostro profilo.
  • Investire in prima persona: se abbiamo una buona conoscenza del mercato azionario ed ottime capacità di scegliere le azioni più adatte a noi, possiamo costruire il portafoglio sulla base del nostro intuito. Per farlo possiamo scegliere di comprare azioni con eToro, un ottimo broker che offre l’acquisto reale o la negoziazione in CFD.

Successivamente sarà opportuno diversificare con le migliori azioni italiane ed estere. Quanto denaro occorre? Poche centinaia di euro sono sufficienti per costruire un buon portafoglio:

Clicca qui e scopri tutte le azioni negoziabili su eToro

5. Criptovalute

Un suggerimento iniziale: mai investire in criptovalute i risparmi di una vita. Stiamo parlando di un asset volatile, rischioso e dalle forti oscillazioni.

Tuttavia le criptovalute come il Bitcoin hanno realizzato le performance più alte della storia della finanza: un ROI elevatissimo in un orizzonte temporale limitato. Questo significa che coloro che hanno deciso di investire in Bitcoin ed altre crypto nel 2016/2017 ad oggi hanno visto aumentare esponenzialmente il loro capitale. Certo, a costo di forti oscillazioni e cadute improvvise del prezzo.

Se vogliamo analizzare questo settore con oggettività, ecco che alcuni consigli ci torneranno utili:

  • Diversificare le criptovalute acquistate
  • Max 10% del portafoglio complessivo
  • Puntare solo su Token ben capitalizzati

Possiamo vedere le criptovalute su eToro poiché sono state analizzate dagli esperti del broker e ritenute idonee per l’investimento. Oltre 50 Token tra cui scegliere, con un investimento iniziale davvero limitato (€50):

Clicca qui per investire nelle migliori criptovalute del momento

5. Immobili

Erroneamente considerata una modalità per investire senza rischi, ecco l’investimento immobiliare. Nella realtà è una soluzione con numerosi rischi e dal capitale iniziale elevato: occorrono non meno di 20.000 euro!

Da questo ragionamento escludiamo coloro che vogliono acquistare la prima casa, in quanto le finalità sono diverse. Oggetto della nostra analisi sono coloro che vogliono investire i risparmi in immobili. Le modalità sono tre:

  • Acquistare una o più case: con la finalità di affittarle su piattaforme specializzate come Airbnb. Una strada impegnativa ma che ci convertirà in veri imprenditori immobiliari.
  • Investire sui REIT: si tratta di fondi di investimento che comprano case con l’obiettivo di ristrutturale e rivenderle ad un prezzo più alto, garantendo un ritorno economico ai sottoscrittori.
  • Crowdfunding immobiliare: una forma innovativa e molto popolare, come quella offerta da Housers. Ad oggi il settore non è ancora ben regolamentato e le criticità in merito i pagamenti ai sottoscrittori sono numerose.

In definitiva: a meno che non abbiamo esigenze derivanti dal vivere in una casa, puntare sugli immobili come investimenti è un’idea abbastanza rischiosa.

come investire i risparmi

Consigli su come investire i risparmi

Qualunque sia l’investimento scelto, dobbiamo prendere in considerazione degli utili suggerimenti per evitare di commettere gli errori più diffusi, soprattutto tra i principianti. Ecco una lista di consigli per investire la meglio i risparmi:

  • Affidarsi ad esperti del settore: un consulente qualificato, un Robo advisor di grande qualità o una piattaforma professionale se vogliamo investire in prima persona. In ogni caso, mai puntare su intermediari senza regolare licenza o consulenti finanziari improvvisati.
  • Studiare la materia: l’altra faccia della medaglia è quella di non fidarsi ciecamente di una terza persona Cerchiamo di studiare e di conoscere a fondo il mondo della Borsa, anche per avere le idee più chiare su quelle che sono le nostre reali esigenze finanziarie.
  • Considerare le commissioni: valutiamo l’investimento ed il relativo ritorno economico al netto delle commissioni e delle spese di gestione, per vedere se è davvero conveniente. Dobbiamo sempre chiedere in merito la presenza di costi fissi o occulti. 
  • Diversificare sempre: anche se abbiamo a disposizione un piccolo capitale, cerchiamo sempre di diversificare e bilanciare il nostro denaro. Puntare su un singolo Asset è troppo rischioso e nel lungo periodo poco conveniente.
  • Gestire le emozioni: il mondo della borsa è un continuo sali e scendi, quindi investire sulla base delle emozioni del momento è un azzardo troppo grande e soprattutto dannoso. Impariamo a mantenere i nervi saldi e se proprio non ci riusciamo, optiamo per soluzioni automatiche come il Copy Trading.

Conclusioni

Nel corso della guida abbiamo offerto utili indicazioni su come investire i risparmi, passo dopo passo.

Siamo partiti dalle considerazioni iniziale in merito capitale, orizzonte temporale e livello di tolleranza al rischio. per poi fornire alcune utili soluzioni pratiche per impiegare il nostro denaro. Senza dimenticare i suggerimenti utili che ci aiuteranno ad evitare gli errori più diffusi tra gli investitori principianti.

Il nostro suggerimento è quello di affidarsi ad un Robo advisor gratuito, per realizzare un profilo completo e per avere delle soluzioni di investimento su misura. Abbiamo visto che ad oggi il migliore si chiama QuantX, molto popolare tra gli investitori di tutta Europa. Per utilizzarlo basterà registrarsi su Capex e richiedere l’utilizzo dell’Advisor, senza costi aggiuntivi: 

Piattaforma: capex
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Piattaforma MT5
  • Zero commissioni
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Leggi anche le guide su come investire:

    FAQ

    Come conviene investire i risparmi?

    Ad oggi le opzioni più popolari sono le azioni, gli ETF ed alcune obbligazioni con buoni rendimenti. Senza dubbio diversificare è la strada migliore per bilanciare i nostri investimenti.

    Come investire senza rischi i risparmi?

    Semplicemente è impossibile: il rischio fa parte dell’investimento. Starà a noi minimizzarlo con piattaforme affidabili ed una buona diversificazione del portafoglio.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento

    hello world