Guida

Calendario Economico: Cos’è e Come Usarlo

All’interno del settore di borsa, soprattutto in riferimento alle negoziazioni online su strumenti finanziari, uno degli strumenti più importanti è il calendario economico.

Quando un nuovo trader, o un operatore con esperienza, decide di avviare un’analisi su un determinato asset finanziario, ha bisogno di basare la sua operatività su una serie di strumenti analitici, statistici o semplicemente informativi. E’ proprio qui che entra in gioco il calendario economico, indicante lo stato di salute del mercato e una serie di dati giornalmente aggiornati.

All’interno di questa guida completa, scritta con chiarezza e semplicità, si avrà la possibilità non solo di scoprire il suo funzionamento, ma anche come associare le proprie strategie operative al calendario economico. Chiarito ciò, potrà avviarsi una dettagliata spiegazione in merito alle nuove modalità di negoziazione online.

Bisogna considerare, infatti, che tale strumento è fortemente legato a broker online di fama mondiale. Oltre ciò, la maggior parte delle piattaforme online, come eToro, eroga gratuitamente questi servizi, senza il bisogno di aprire un conto reale o depositare capitali. A seguire, una tabella aggiornata sui migliori sistemi di brokeraggio degli ultimi tempi:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Calendario Economico: Come Funziona?

    In linea generale, il calendario economico è uno strumento, fortemente legato alle negoziazioni online, per restare sempre aggiornati su eventi e notizie associate alla quotidianità. Uno degli aspetti primari, è proprio la suddivisione temporale degli eventi, e la strutturazione chiara e precisa della giornata in corso.

    Ma come utilizzare il calendario economico? I passaggi da seguire, all’interno dei migliori broker online, sono molto semplici ed intuitivi. Prendendo come riferimento la piattaforma autorevole eToro, è possibile enunciare 4 semplici punti, consigliati direttamente dal servizio:

    • Inserire il lasso temporale di riferimento, basandosi su considerazioni personali o semplicemente su scelte soggettive.
    • Associare l’eventuale notizia allo strumento finanziario pertinente.
    • Provare a collegare l’evento a determinati andamenti di mercato.
    • Effettuare le giuste analisi, anche in base ai vari strumenti offerti dal broker, legandole agli assets finanziari selezionati.

    Ecco un tipico esempio di calendario economico offerto dal broker online eToro:

    Calendario economico eToro

    Calendario economico eToro

    Visionata l’ossatura del calendario economico, abbiamo finalmente più chiari gli elementi essenziali che la compongono. Nei paragrafi successivi, questi ultimi, saranno dettagliatamente esaminati, per adesso limitiamoci ad elencarli ed a procedere con gradualità:

    • Ora e data
    • Valuta
    • Impatto previsto
    • Tipologia della notizia (o evento)
    • Altri dati (precedenti, attuali e previsti)

    Ora e Data

    Mai come all’interno del trading online, la precisione è davvero un elemento fondamentale da tenere bene a mente. Che si tratti di studiare un andamento, di programmare una nuova strategia, o visionare il calendario economico, la precisione temporale è davvero indispensabile.

    In linea generale, soprattutto all’interno di sistemi di brokeraggio efficienti e qualitativamente superiori, l’ora del calendario economico viene automaticamente associata a quella del proprio dispositivo legato ad internet. In questo caso, gli eventi e le news saranno pertinenti di default al tempo corrente (o decise attraverso le apposite funzioni).

    Nonostante questa funzione automatica, è tuttavia buona prassi controllare minuziosamente che la data sia corretta, onde evitare di iniziare strategie con dati distorti. In altre parole, avviare operatività con orari non allineati, potrebbe portare aperture errate, o modifiche non corrette.

    Valuta

    Nell’esempio proposto nel primo paragrafo, tale indicazione è evidenziata dalla bandierina delle nazioni e dal rispettivo codice della valuta. In altri termini, all’interno di questa sezione, sarà possibile visionare su quale nazione (intesa come cambio valutario) potrebbe impattare la notizia esposta.

    A scopo informativo, prendendo la riga 4 dell’immagine sopra, alla notizia “Tasso di disoccupazione non destagionalizzato (Lug)”, è associata la bandierina della Svizzere, legata, a sua volta, al franco svizzero “CHF“.

    Compreso a pieno il funzionamento di questo secondo parametro, è tuttavia importante aggiungere alcune considerazioni sulle varie influenze nel mercato globale. Associare il termine “effetto domino” alle considerazioni di borsa, significa far riferimento ad eventuali ed ipotetiche ripercussioni di notizie di una nazione emergente, nei confronti di altre.

    Prendendo come riferimento una notizia legata alla valuta EUR (quindi essenzialmente della zona europea), e considerando che nel mondo del Forex ci si basi anche su rapporti di coppie valutarie, bisognerà porre attenzione anche ad altri strumenti operativi. In altri termini, si potrebbero avere variazioni e mutamenti anche per EUR/USD, EUR/CHF e così via.

    Impatto

    E’ risaputo, soprattutto agli esperti, o da chi inizia a muovere i primi passi all’interno del trading online, che non tutte le notizie macroeconomiche, o di altra natura, possiedono lo stesso indice di influenza sul mercato. Molte notizie, considerate prettamente sotto l’aspetto formale, non hanno la giusta forza per muovere il mercato e dettare una curvatura degli andamenti.

    Alcune piattaforme autorevoli, soprattutto quelle con anni ed anni di esperienza, mostrando il proprio calendario economico, associano degli indicatori intuitivi per capire, secondo il broker stesso, quali fattori potrebbero incidere maggiormente. I livelli di intensità, presenti all’interno di eToro, si basano su 3 gradi: 1, 2 e 3.

    • 1 simbolo del toro: basso impatto
    • 2 simboli del toro: impatto di media intensità
    • 3 simboli del toro: alto impatto

    Entrando all’interno del sistema di brokeraggio, è inoltre possibile notare appositi comparti per filtrare determinati parametri. In questo modo, il trader ha la possibilità di decidere se visionare solamente eventi con impatto solo basso, solo medio o solo alto.

    Tipologia della notizia

    Viene considerata la sezione più importante all’interno della struttura di un qualsiasi calendario economico. Le voci qui presenti, rappresentano, in poche parole, chiare, concise e dettagliate, l’evento o la notizia associata alla nazione.

    Nel corso dei paragrafi successivi, attraverso analisi più approfondite, focalizzeremo la nostra attenzione sui possibili fattori, eventi, e dati macroeconomici visionabili nella sezione “Evento”.

    Altri dati: Precedenti, attuali e previsti

    E’ l’ultima sezione del calendario economico, presente, quasi sempre, nella parte di destra. Può essere espressa in percentuale e rappresenta i parametri, o i valori, legati ai possibili ed eventuali movimenti del mercato.

    Il primo valore, ossia quello “attuale”, riguarda i dati, da poter comparare con le colonne successive, inseriti solamente dopo la pubblicazione ufficiale. Ad avere valenza solamente probabilistica, è invece la colonna delle “previsioni”. In questo caso è possibile esaminare le ipotesi espresse dagli analisti, sulla base di studi matematici, statistici e probabilistici. La terza sezione, ossia quella “precedente”, riguarda i cosiddetti dati storici.

    Una volta visionate le colonne nella loro interezza, è possibile avviare confronti fra le stesse, legandole alla nazione o all’asset finanziario di riferimento. Come molte vole accade, tuttavia, è importante tenere bene a mente non solo il rapporto fra i dati storici e quelli attuali, quanto anche la connessione fra le aspettative degli analisti ed i reali dati pubblicati.

    Uno degli errori più comuni, soprattutto per i nuovi utenti, o per chi è alle prime armi, è quello di buttarsi a capofitto all’interno di una strategia operativa, senza aver visionato i dati o altri parametri informativi. Contrariamente a ciò, il trading online, soprattutto di un certo livello, è legato ai concetti di: calma, studio, analisi sulle quotazioni, perseveranza e tanta voglia di migliorare le proprie conoscenze.

    Informarsi quotidianamente sui calendari economici è un ottimo punto di partenza per chi, pur non possedendo le dovute capacità di ricerca, non vuole perdere l’occasione di entrare in questo settore interessante.

    Calendario Economico

    Calendario Economico: I Dati Influenti

    Come anticipato precedentemente, all’interno degli aspetti macroeconomici, esistono dei fattori che più di altri possono influenzare l’andamento del mercato. Tornando brevemente alla struttura del calendario economico di eToro, potrebbe dirsi che tali parametri, o dati, vadano a rappresentare il cosiddetto “impatto alto”.

    Bisogna considerare, che durante qualsiasi avvio strategico su un determinato strumento finanziario, è importante far riferimento non solo alle informazioni specifiche, attinenti a quel determinato asset, ma anche a dati generali sull’intera salute del mercato. Vediamo quali:

    Disoccupazione

    Potrebbe rappresentare un primo grande indicatore sulla salute generale di un economia locale, nazionale, e addirittura mondiale. Il più delle volte, tale valore è associato al cosiddetto indice di disoccupazione. All’interno delle varie nazioni, esistono degli appositi enti statistici, in grado di calcolare, annualmente o con cadenze prestabilite il numero dei lavoratori, dei disoccupati e degli inoccupati all’interno di un territorio.

    Associare l’indice di disoccupazione al concetto di evento “Market Mover”, significa legare il dato negativo, o positivo, all’eventuale fiducia, o sfiducia nel mercato. In linea generale, sono molte le nazioni a considerare questo valore abbastanza correlato con l’andamento della propria valuta. Meno persone lavorano, meno possibilità di spesa si registrano e l’economia ne potrebbe risentire in maniera negativa.

    CPI: Consumer Price Index

    Si tratta di un particolare indice economico, molte volte associato al cosiddetto “prezzo al dettaglio” basato su particolari calcoli statistici. Essendo una vera e propria media, proprio come la maggior parte degli indici legati all’economia, può rappresentare un importante indicatore da associare ai mercati.

    In altri termini, il CPI è generato da una media ponderata dei prezzi, in riferimento ad un determinato paniere di prodotti o di servizi. Ancora più nello specifico, il Consumer Price Index può essere definito un completo rilevatore dell’inflazione che, a sua volta, ben si lega al concetto di economia sana o in declino.

    PIL

    A tutti è noto il significato di PIL, ossia prodotto interno lordo, ma cosa significa esattamente questa dicitura? Molto semplice, rappresenta, sempre in linea generale, la capacità di una nazione di creare ricchezza in un determinato momento. Non si tratta di un indicatore fisso, bensì variabile. Lo stesso, infatti, in base a particolari e complessi calcoli economici trimestrali, viene periodicamente rilasciato al pubblico dominio.

    Nonostante il calcolo del PIL sia prettamente su base trimestrale, le ripercussioni sullo stesso, in soli 90 giorni, possono essere totalmente differenti rispetto ai dati dei 3 mesi precedenti. Per questo motivo, e soprattutto per la sua essenza come dato influente nel mercato, è importante tenerlo ben presente prima di avviare qualsiasi strategia operativa.

    Un PIL elevato, ossia legato ad un maggiore potenziale di ricchezza nella zona europea, potrebbe, in questo caso, avere ripercussioni di fiducia nei confronti della valuta EUR o su coppie con la stessa.

    Tassi di interesse

    Lasciato per ultimo, non per ordine di importanza, l’annuncio sulle variazioni dei tassi di interesse, desta sempre mutamenti (positivi o negativi, consistenti o minimi) all’interno degli andamenti del mercato.

    Anche in questo caso si tratta di dati aggiornati con costanza e fortemente legati a parametri macro e microeconomici. Per tale motivo, soprattutto durante periodi molto delicati, è buona prassi ascoltare le conferenze o gli annunci ufficiali da parte degli organi di competenza. Alcuni esempi possono essere:

    • Dichiarazioni ufficiali della BCE (Banca Centrale Europea) per la zona euro.
    • Annunci sui tassi da parte della FED (Federal Reserve System) per la zona degli stati uniti e quindi del dollaro.
    • Altre banche centrati, come ad esempio quella Cinese, Giapponese o di altre potenze influenti.

    Calendario Economico: Operatività Strategica

    Arrivati a questo punto, dopo aver finalmente compreso, nel migliore dei modi, il significato e l’uso del calendario economico, è possibile presentare specifici strumenti di negoziazione. Si tratta dei CFD, detti anche contratti per differenza.

    Come spiegato durante la guida, non sempre le notizie economiche fanno riferimento a positività all’interno del mercato. Alcune volte, i dati negativi sui parametri precedentemente spiegati, portano i mercati verso un pesante crollo.

    Per tale motivo, l’uso dei CFD, per via della natura stessa dei contratti per differenza, permette di operare verso due direzioni: al rialzo o al ribasso. Nonostante alcuni trader basino la loro operatività solamente in base alle news lette sui calendari economici, è possibile ricordare la presenza dei conti demo per iniziare in totale sicurezza. Ecco come fare:

    Qui è possibile aprire un conto di prova su eToro, completamente gratuito.

    Fatto ciò si potrà aprire il calendario economico, individuabile direttamente all’interno della piattaforma, e scegliere alcuni strumenti finanziari di proprio interesse. Tenendo sotto controllo i dati in previsione, in procinto di visionare anche quelli attuali, si potrà optare per due modalità operative:

    • Strategia al rialzo: in questo caso, il trader, dopo aver visionato i rispettivi dati ed aver ottemperato alle giuste strategie, attualizzerà la modalità di acquisto in caso di eventuale aumento dei valori dell’asset.
    • Strategia al ribasso: in modo opposto alla prima modalità, in questo caso, il negoziatore attualizzerà la vendita sulla base di ipotetiche diminuzioni dei valori dello strumento.

    I vantaggi del conto demo sono essenzialmente due. Il primo riguarda la possibilità di testare, in totale sicurezza, varie strategie operative su qualsiasi tipologia di asset finanziario. Il secondo, invece, concerne un vero e proprio test sulla fluidità, stabilità e funzionamento del sistema di brokeraggio.

    Clicca qui per registrarti su eToro in totale autonomia.

    Conclusioni

    La guida odierna ha permesso di scoprire, con chiarezza e semplicità, il funzionamento, l’uso e la struttura di un calendario economico. Una prima introduzione, fortemente incentrata sulle varie sezioni del calendario economico, ha lentamente lasciato posto ad un’importante analisi sui principali indici e fattori di influenza all’interno del mercato.

    Che si tratti di andamenti al rialzo, o al ribasso, i CFD, ancora una volta, hanno dimostrato di essere strumenti validi ed efficienti sotto molti punti di vista. Un buon punto di partenza, per testare le news o i dati sul calendario economico, ha riguardato l’uso del conto demo di eToro. Rappresenta una piattaforma autorizzata dagli organi di vigilanza statale, fluida e ricca di funzionalità interessanti.

    Registrati qui al broker online eToro.

    Cos’è un calendario economico?

    Si tratta di un calendario, aggiornato quotidianamente, attinente le principali news sui mercati mondiali

    Come leggere un calendario economico?

    Uno dei possibili confronti, all’interno del calendario economico, riguarda la colonna dei valori previsti e quella dei dati storici

    Quali indicatori vengono mostrati sul calendario economico?

    Fra i maggiori indicatori da poter associare al calendario economico ricordiamo: le variazioni sui tassi di interesse, l’indice di disoccupazione e il PIL

    Quali piattaforme hanno un calendario economico?

    Una delle migliori piattaforme ad avere un calendario economico integrato è eToro

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento