Investire in Azioni

Borsa Italiana: Tutti i segreti di Piazza Affari

La Borsa Italiana è una società dedita alla organizzazione e gestione di Piazza Affari, ovvero la Borsa di Milano. Il suo principale obiettivo è dare impulso al mercato della borsa valori, assicurandone la crescita e al contempo ottimizzando la trasparenza e la competitività tra le singole società, grazie anche a un sistema elettronico di scambi in tempo reale.

Borsa Italiana ha anche l’importante ruolo di vigilare sul corretto svolgimento di tutte le negoziazioni, stabilendo i requisiti e tutte le procedure da seguire da parte delle società, per l’ammissione e la permanenza sul mercato. Più in dettaglio, la funzione di vigilanza è attribuita espressamente ad un organismo di controllo, la Consob, oltre che alla Banca d’Italia.

Dal mese di giugno del 2007, la Borsa di Londra e la Borsa Italiana si sono fuse e hanno dato vita al London Stock Exchange Group, una holding che ha il controllo totale di Borsa Italiana S.p.A. e di London Stock Exchange plc. Tutte le negoziazioni delle azioni avvengono tramite l’intermediazione di operatori specializzati sul mercato, incaricati dalle società emittenti.

La contrattazione gestita da Borsa Italiana avviene in diversi mercati, fra cui il più importante è il MTA (Mercato Telematico Azionario) nel quale avvengono le negoziazioni dei titoli azionari quotati a Piazza Affari.

Migliori piattaforme per investire in Borsa

Queste piattaforme sono quelle in grado di garantire zero rischi per fare trading in borsa.

Piattaforma: 24option
Deposito Minimo: 250 €
Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 1 €
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply

    Borsa Italiana Quotazione in Tempo Reale

    Borsa Italiana: Gli orari di apertura

    Il calendario ufficiale della Borsa Italiana varia di anno in anno, anche se abitualmente si ripete nelle sue linee generali, in quanto gli orari di apertura e di chiusura sono praticamente sempre gli stessi. Conoscere il calendario risulta fondamentale per chi fa trading su titoli e asset di Piazza Affari. È infatti basilare sapere quando le contrattazioni sono aperte, ridotte o sospese.

    La borsa di Milano è chiusa, in primo luogo, tutti i sabati, le domeniche e i principali giorni festivi. Nel 2015, i giorni di chiusura di Piazza Affari sono i seguenti:

    • 1 gennaio
    • dal 3 al 6 aprile (Pasqua)
    • 1 maggio
    • 15 agosto
    • dal 24 al 27 dicembre
    • 31 dicembre

    Questo significa che durante le giornate indicate, tutte le contrattazioni risultano sospese. Forse non tutti sono a conoscenza che la Borsa Italiana rimane aperta anche in alcuni giorni festivi dell’anno, come ad esempio il 6 gennaio, il 25 aprile, il 2 giugno, il 1° novembre e l’8 dicembre.

    Per quanto riguarda gli orari di negoziazione della Borsa Italiana, eccoli di seguito indicati:

    • 8:00 – 9:00: asta di apertura
    • 9:00 – 17:25: avvio negoziazione continua
    • 17:25 – 17:30: asta di chiusura
    • 18:00 – 20:30: After Hours

    Si tratta di orari che vengono osservati per tutti i segmenti di mercato della Borsa Italiana, ad esclusione di quello specializzato in ETF, attivo soltanto dalle ore 9.00 alle ore 17:25.

    ETF borsa italiana

    Nel 2002 è stato introdotto in Italia il mercato degli ETF (Exchange Traded Fund), uno strumento che ha registrato una più ampia diffusione soltanto qualche anno dopo, precisamente a partire dal 2006. Il segmento di mercato di Borsa Italiana dedito alla quotazione di tali strumenti è l’ETFplus, in cui è possibile trovare tre sotto-categorie:

    • ETF aperti indicizzati
    • ETF strutturati
    • strumenti finanziari derivati

    Un mercato che è cresciuto molto in termini di volumi monetari annui, passando degli 11 miliardi di euro del 2006 agli oltre 20 miliardi di euro del 2014. Anche il mercato degli ETF rientra negli scambi giornalieri in negoziazione continua, ma senza aste di apertura e chiusura, precisamente dalle ore 9.05 alle ore 17.25. Il mercato degli strumenti ETF si mette in risalto per essere una piazza in cui gli investitori trasmettono le proprie offerte che vengono rese note simultaneamente, tenendo conto del prezzo e dell’orario della proposta. Ne consegue che sul mercato è possibile riscontrare differenti tipologie di ordini.

    Gli ETF, proprio come i tradizionali titoli di Borsa, si caratterizzano per la presenza di un prezzo di acquisto (ask price), ovvero al quale si decide di comprare, e di uno di vendita (bid price). Oggi la scelta di ricorrere agli ETF da parte dei risparmiatori nasce dalla necessità di applicare delle strategie diversificate ai propri investimenti. Non solo investitori istituzionali fanno ricorso sempre più in misura maggiore a questo strumento, ma sempre più interessati lo sono anche i piccoli risparmiatori, grazie al diffondersi dell’uso di piattaforme di trading che consentono a chiunque di operare comodamente da casa o in mobilità da smartphone e tablet.

    Borsa italiana: La migliore piattaforma per investire

    Qual è la migliore piattaforma per investire su Borsa Italiana? Decisamente eToro. Grazie a eToro è possibile fare trading con i CFD su azioni quotate sulla Borsa Italiana, su indici oppure su ETF. eToro è una piattaforma completa e affidabile, in grado di soddisfare le esigenze di tutti i trader, anche di quelli professionali.

    Coloro che aprono un conto con eToro avranno la possibilità di operare in modalità demo (soldi virtuali) in maniera illimitata e gratuita. In pratica, grazie a eToro è possibile investire in Borsa in maniera simulata con una piattaforma professionale. Ovviamente in ogni momento si può decidere di effettuare un deposito e passare quindi a operare con soldi veri.

    Scopriamo meglio come funziona questo Broker e come è possibile operare sulla Borsa Italiano con profitto.

    Probabilmente il migliori Broker Europeo, questa piattaforma è estremamente innovativa e all’avanguardia. Attivo dal 2007, eToro permette di negoziare sui principali indici senza commissioni e con spread molto bassi.

    Dotato di licenza Consob, il massimo della sicurezza per gli investitori, permette di operare sui mercati in due modalità:

    • Diretta: Attraverso l’utilizzo dei contratti CFD che permettono di trarre profitto sia in caso di rialzo che di ribasso del prezzo.
    • Indiretta: Attraverso il rivoluzionario sistema del Social Trading. In questo modo, si scelgono i Trader più performanti e le loro operazioni verranno replicate in automatico nel nostro account. Basta un click!

    Scopriamo meglio questo aspetto.

    Il funzionamento del Copy Trading

    Ideato nel 2007, il brevetto di eToro permetteva di far entrare in contatto Trader principianti con veri professionisti del settore. Una svolta Social molto apprezzata dai suoi utenti, cresciuti notevolmente nel corso degli anni. Discussioni, scambio di opinioni e strategie operative da condividere, i vantaggi del Social Trading erano evidenti.

    In seguito, eToro si spinse oltre e grazie al brevetto del Copy Trading rivoluzionò l’attività speculativa per migliaia di operatori. Da diversi anni rappresenta uno degli investimenti redditizi più semplici e completi, alla portata di tutti.

    Come funziona il Copy Trading? Attraverso questo sistema, è possibile selezionare i Trader più profittevoli nella piattaforma e replicare in automatico le loro operazioni. Infatti, nel Desk di eToro c’è una griglia attraverso la quale è possibile selezionare i Trader in base alle performance ottenute, al livello di rischio, agli anni di operatività e altre cose ancora. Insomma, un modo intuitivo e rapido per individuare i migliori Trader.

    Le performance notevoli

    Vogliamo investire nell’Indice della Borsa Italiana ma non ci sentiamo ancora pronti per farlo? Ebbene, possiamo rivolgerci ai Top Trader di eToro e magari selezionare quelli che operano sulla Borsa Italiana o su Asset di nostro gradimento.

    A titolo di esempio, riportiamo qualche numero per far comprendere le potenzialità di questo brevetto. ovviamente, tutte le cifre sono riscontrabili nella sezione Top Traders presente in questo Link.

    Ecco alcuni tra i Trader più performanti dell’ultimo anno.

    • Barryjones318: +53,68% 
    • BalanceAM: +18,85 
    • Omar Sosa: +21,06% 

    La lista è lunghissima, tuttavia gli esempi riportati offrono un chiaro spunto dei vantaggi enormi del Copy Trading.

    I vantaggi per i Trader

    Questa metodologia di investimento offre un duplice vantaggio, sia per il Trader inesperto che per quello più navigato. Nel dettaglio:

    Principiante: Potrà replicare in automatico le operazioni effettuate dal Top Trader e condividere i relativi guadagni. Inoltre, potrà rapportarsi direttamente con gli operatori più esperti ed apprendere a sua volta tutti i segreti per operare al meglio sui mercati.

    Esperto: In questo caso, un operatore navigato potrà iscriversi al programma e diventare lui stesso un Top Trader. eToro elargisce commissione generose in base al numero di copiatori che si hanno. Insomma, un ottimo modo per mettere in pratica l’esperienza maturata sui mercati.

    Registrati su eToro e scopri tutti i vantaggi del Copy Trading

    Borsa Italiana: La storia

    La Borsa Valori di Milano fu istituita il 16 gennaio del 1808, attraverso un decreto napoleonico del Vicerè d’Italia Eugenio di Beauharnais, e Carlo Ciani, che aveva dietro di se una grande tradizione di banchieri e uomini d’affari, ne fu il primo presidente.

    La prima sede della Borsa di Milano fu il Monte di Pietà, dove essa venne istituita. Pochi mesi dopo, a causa dell’inadeguatezza della sede, la Borsa fu trasferita per un breve periodo nel Fabbricato della piazza dei Tribunali fino al 29 settembre 1808, quando venne inaugurata la nuova sede nel Palazzo dei Giureconsulti. Solo nel 1932 si ebbe la sede definitiva nel Palazzo Mezzanotte, dal nome dell’architetto che lo ha progettato, situato in Piazza degli Affari.

    Le prime contrattazioni, come per tutte le Borse, venivano effettuate con le “grida”. Ordini di acquisto e di vendita erano inviati in questo modo, con tutte le difficoltà del caso per gli operatori di Borsa. Per fortuna, l’avvento di Internet cambiò tutto. In Italia, il passaggio verso il mercato telematico si concluse nell’aprile del 1994, con la migrazione completa delle negoziazioni a un sistema di reti informatiche interconnesse. Ogni transazione viene effettuata tramite computer e ogni intermediario immette gli ordini dalla propria sede.

    Nel 2007 la Borsa Italiana si è fusa con la Borsa di Londra (London Stock Exchange) andando a creare il London Stock Exchange Group. Questa holding controlla il 100% di Borsa Italiana S.p.A. e il 100% di London Stock Exchange.

    Conclusioni

    Una Borsa di grande prestigio e tradizione, Borsa Italiana ancora oggi è una delle più capitalizzate al mondo. Nonostante una diffidenza ancora diffusa tra gli imprenditori Italiani, la quotazione in Borsa è ancora una delle metodologie più diffuse e più profittevole per espandere il Business aziendale e diventare dei colossi a livello globale.

    Inoltre, mentre prima le azioni potevano essere acquistate solo tramite lo sportello Bancario, ad oggi ci sono piattaforme professionali come eToro che offrono servizi di alta qualità al cliente. Su tutti, il brevetto del Copy Trading attraverso il quale è possibile investire anche sulla Borsa Italiana per mano dei Trader più profittevoli al mondo. Insomma, una modalità sicura e vantaggiosa, anche più dei tradizionali ETF.

    Ti potrebbero interessare anche le nostre recensioni sui seguenti indici:

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un Commento